Tariffe del 12, l'Autorità indaga

Il Garante per le TLC questa volta sembra deciso a muoversi con rapidità dopo la sollevazione dei consumatori sui prezzi delle chiamate ai numeri di informazione telefonica

Roma - Dopo settimane di pubblicità martellante, di operatori che promuovono su tutti i media i nuovi numeri per le informazioni telefoniche, succeduti al tradizionale "12" e figli della liberalizzazione in questo settore, l'Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni ha deciso di prendere la situazione in mano, o almeno così sperano i consumatori.

In una nota diramata ieri, l'Authority ha infatti confermato l'avvio di una "istruttoria sulla prima fase della liberalizzazione del servizio 12", un lavoro di analisi che dovrà verificare la sussistenza e la tipologia della concorrenza tra gli operatori ed accertare "le condizioni di offerta anche a fronte delle diffuse lamentele da parte dell'utenza".

Oltre alle molte segnalazioni giunte all'Autorità in queste settimane, negli ultimi giorni due associazioni del consumo, Altroconsumo e Adiconsum, hanno presentato propri studi e rilevazioni che indicano come tra le tariffe del "fu" servizio 12 a quelle dei nuovi servizi informativi vi sia un abisso: queste ultime sono fino a 14 volte più elevate. Come a dire, cioè, che qualcosa nella liberalizzazione del settore non ha funzionato.
"Si tratta di un atto dovuto - ha affermato Michele Lauria, commissario dell'Authority - non potevamo ignorare il diffuso disagio dell'utenza che denuncia l'esosità dei nuovi servizi. Tale iniziativa si colloca nel quadro degli interventi intrapresi dall'Autorità con le forti riduzioni tariffarie già operative dal primo settembre". Sebbene non sia stata specificata una data nella quale verranno resi pubblici i risultati dell'istruttoria, il Garante ha parlato di una conclusione "rapida".

Nella nota non si accenna ad un altro problema attorno al "12" sul quale si va discutendo in rete ormai da diverso tempo, ovvero la difficoltà di consultazione di alcuni servizi di informazione telefonica online: se fino a qualche tempo fa era possibile su diversi siti che fanno capo ad alcuni operatori ottenere facilmente informazioni sugli abbonati a partire dal loro numero telefonico, ora per ragioni tutte da chiarire molti di questi servizi, ed altri simili, non sono più disponibili. Una questione che qualcuno, non senza una certa malizia, lega proprio all'emergere dei nuovi numeri telefonici a tariffazione elevata, cui quei servizi online avrebbero certo fatto concorrenza.
TAG: 
2 Commenti alla Notizia Tariffe del 12, l'Autorità indaga
Ordina