Stanca e Gasparri promettono il broadband

I due ministri firmano il decreto che istituisce il Comitato esecutivo inter-ministeriale che entro quattro mesi spiegherà cosa fare e come

Roma - Nel turbinio di iniziative e dichiarazioni di origine istituzionale e non sulla banda larga all'italiana è giunta ieri una prima certezza, o presunta tale: è infatti nato il Comitato interministeriale che dovrà entro quattro mesi individuare le vie dello sviluppo.

Il ministro all'Innovazione Lucio Stanca e quello delle Comunicazioni Maurizio Gasparri hanno infatti firmato il decreto con cui si crea la struttura e si definiscono i suoi obiettivi. Il Comitato dovrà decidere quale sia il livello minimo di banda che dovrà essere garantito ad una parte della popolazione, che dovrà essere la più ampia possibile.

Una vaghezza terminologica dovuta all'effettiva difficoltà in questa fase di tirare delle somme dei moltissimi e contrastanti elementi in campo. Quel che è certa è una data: gli obiettivi individuati dal comitato nei prossimi quattro mesi dovranno essere raggiunti entro il 2005.
A guidare la struttura saranno Francesco Chirichigno, che già svolge un ruolo di consulenza presso il ministero delle Comunicazioni, e Paolo Vigevano, che ha invece responsabilità nella segreteria tecnica del ministero all'Innovazione.

Nella mattinata di ieri Stanca è anche tornato sul suo ormai celebre emendamento relativo alla stesura di cavodotti in tutte le opere infrastrutturali italiane, emendamento che il ministro intende tradurre in normativa il prima possibile, nonostante le difficoltà che ha incontrato in prima battuta e che hanno costretto al ritiro del provvedimento.
10 Commenti alla Notizia Stanca e Gasparri promettono il broadband
Ordina
  • TUTTE KIAKKIERE,PER IL MOTIVO KE VI HO DESCRITTO.
    non+autenticato
  • > che dovrà entro quattro mesi individuare le vie > dello sviluppo.

    quattro mesi? siamo già indietro di 10 anni e loro vogliono 4 mesi? chi glielo spiega che nella telematica 4 mesi ancora e saremo tagliati fuori dal mondo?

    > struttura e si definiscono i suoi obiettivi.
    obiettivi? e secondo voi sono ancora da definire?
    FIBRA OTTICA da 20 mbps in TUTTE le case!
    esagerato? come si farà in futuro a far passare dall'adsl la tv via internet? e i vari servizi?
    vogliamo guardare un po' più avanti del nostro naso?
    e dico tutte! solo perchè abito a Milano devo aspettare per 10 anni la fibra ottica?

    > Il Comitato dovrà decidere quale sia il livello
    > minimo di banda che dovrà essere garantito ad
    > una parte della popolazione, che dovrà essere
    > la
    > più ampia possibile.

    ricominciamo... una parte la banda larga, gli altri si attaccano...

    > gli obiettivi individuati dal comitato nei
    > prossimi quattro mesi dovranno essere raggiunti
    > entro il 2005.

    2005? ce la faro' a vedere la banda larga in casa mia prima di avere un vestito di zinco addosso?

    non+autenticato
  • > e dico tutte! solo perchè abito a Milano
    > devo aspettare per 10 anni la fibra ottica?

    e dico tutte le case! solo perchè non abito a Milano devo aspettare magari 10 anni la fibra ottica?
    non+autenticato
  • Ciao a tutti,

    sono uno dei tantissimi sfortunati che abitano in una zona non coperta da ADSL.

    Purtroppo Telecom Italia, coprirà con ADSL unicamente le zone che lei considera redditizie, non spenderà un centisimo per coprire zone con un ristretto bacino d'utenza.

    Purtroppo il tanto atteso FRIACO, che doveva in teoria permettere agli operatori di proporre proposte di accesso FLAT con concetration rate 1:1, SI' E' RIVELATA UNA BEFFA, e molti operatori non riusciranno nemmeno a proporre offerte con un rapporto 1:3.

    L'authority, ha approvato il FRIACO e quindi NON CI STA PIU' NULLA DA FARE!!! Per l'Authority Telecom ha svolto il suo dovere.

    Per tutti quelli che si aspettano le NUOVE FLAT, mi dispiace deluderli MA NON CAMBIERA' ASSOLUTAMENTE NULLA!!!

    Le tariffe proposte per l'attuale Friaco, SONO DAVVERO ASSURDE!!!

    Non fatevi ingannare da operatori tipo Active Network, che propone la sua "offerta basata sul modello FRIACO". E' impossibile che A.N. possa aver già proposto un offerta basata su FRIACO dopo 2 giorni dalla proposta dello stesso!!! Anche nel caso fossero già preparati ci vuole almeno un messo per poter rendere effettiva l'offerta, quindi mi chiedo come possa proporre la sua flat FRIACO. (?!?!?)

    Inoltre molti operatori considerano molto reddittizia l'ADSL e non la FLAT, (anche visti gli ultimi tristi avvenimenti che hanno colpito questo modello forfettario.)

    Per tutti coloro che usano modelli di tariffazione internet FLAT (senza limiti di orario) su linea analogica (non attivabili su ISDN), devono capire che ciò è possibile perchè molte volte l'operatore vende sottocosto o in perdita, e compensa il "buco" con il generoso fatturato proveniente dalla telefonia mobile gestito dallo stesso.

    Con rammarico...
    non+autenticato
  • Gratis o a prezzi stracciati? SOGNATE!!!! AHAHAHAH

    Vi faranno pagare milioni e milioni di euro per avere un accesso ad internet. Tutti quei soldi andranno nelle tasche del berluscaz che provederà ad ingrandire la piscina in tutte le sue ville.

    Differenze tra Saddam e Berluscaz?
    Solo due: Berlusca vive in Italia e sta tranquillo con gli USA, Saddam vive in Iraq e non sta tranquillo con gli USA.
    non+autenticato
  • e piantatela di mettere berlusconi dappertutto!
    state stufando!
    non+autenticato
  • Prima di pensare a cablare ex novo tutta la penisola, sarebbe opportuno imporre a Telecom di portare l'Adsl anche nelle provincie e laddove non sia possibile portarla, permettere agli utenti una Flat rate (seppur limitata a poche ore giornaliere)

    Poi ci si dimentica che il diritto all'informazione va garantito sopratutto a quelle categorie svantaggiate come handicappati, invalidi, ecc..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mariobusy
    > Prima di pensare a cablare ex novo tutta la
    > penisola, sarebbe opportuno imporre a
    > Telecom di portare l'Adsl anche nelle
    > provincie e laddove non sia possibile
    > portarla, permettere agli utenti una Flat
    > rate (seppur limitata a poche ore
    > giornaliere)
    >
    > Poi ci si dimentica che il diritto
    > all'informazione va garantito sopratutto a
    > quelle categorie svantaggiate come
    > handicappati, invalidi, ecc..

    Concordo pienamente la tua affermazione.
    Dovrebbero imporre a telecom la copertura xDSL totale della penisola.
    non+autenticato
  • > laddove non sia possibile
    > portarla,

    cioè in cima al monte Bianco...
    per il resto non si dovrebbero accettare ragionamenti tipo "non lo portiamo perchè costa troppo e non avremmo introiti sufficienti". hanno guadagnato per un secolo con il doppino telefonico, adesso si fanno storie per un cavo?

    > permettere agli utenti una Flat
    > rate (seppur limitata a poche ore
    > giornaliere)

    secondo me nemmeno questo va bene. la flat ok, ma 24*7. in america, in molti distretti telefonici si paga un tot a telefonata, senza costi al secondo.

    > Poi ci si dimentica che il diritto
    > all'informazione va garantito sopratutto a
    > quelle categorie svantaggiate come
    > handicappati, invalidi, ecc..

    perchè soprattutto? non diventiamo "razzisti alla rovescia".
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mariobusy
    > Prima di pensare a cablare ex novo tutta la
    > penisola, sarebbe opportuno imporre a
    > Telecom di portare l'Adsl anche nelle
    > provincie e laddove non sia possibile
    > portarla, permettere agli utenti una Flat
    > rate (seppur limitata a poche ore
    > giornaliere)

    Ricordati che Telecom è una società privata, non statale. Ergo può legittimamente dire "se a me non conviene investire, non lo faccio".
    Vero è che da ex-monopolista -secondo me- dovrebbe essere un distributore e non commercializzare direttamente.
    Il problema, cmq, va attaccato da un'altra parte.

    >
    > Poi ci si dimentica che il diritto
    > all'informazione va garantito sopratutto a
    > quelle categorie svantaggiate come
    > handicappati, invalidi, ecc..

    Non puoi configurare internet all'interno di questo diritto. Per il semplice motivo che è già abbiondantemente sopperito da radio e TV che coprono il 100% del territorio nazionale.
    non+autenticato