Intel inonderà l'India con PC low-cost

Il grande produttore di chip statunitense si concentra sui mercati emergenti e parte alla conquista dell'India con computer da 180 euro

Bangalore (India) - Intel tenta di ritagliarsi un posto privilegiato nell'effervescente mercato dei paesi in via di sviluppo. Il grande produttore di microprocessori ha annunciato il lancio di un computer lowcost, pensato per le esigenze degli abitanti del subcontinente indiano.

La più grande democrazia del mondo, ovvero l'India, è un obiettivo sempre più allettante per i grandi dell'industria IT globale: Intel, a partire dal prossimo dicembre, distribuirà un PC completo da 180 euro. I PC in questione saranno equipaggiati con dispositivi WiFi per la connettività Internet e soprattutto con alimentatori speciali a 80 volt, ideati per contenere i consumi elettrici ed abbracciare le esigenze delle aree rurali dell'India continentale.

"Le performance saranno buone ed i componenti del computer resisteranno validamente alla polvere ed agli insetti", dichiara Patrick Gelsinger, vicepresidente di Intel. Destinati soprattutto ai piccoli villaggi, popolatissimi e relativamente poveri di allacciamenti energetici, i cheap-PC di Intel potranno alimentarsi direttamente dalle batterie delle automobili.
L'offerta di Intel per i paesi meno ricchi non è l'unica sulla piazza: Nicholas Negroponte, guru delle nuove tecnologie, ha da tempo progettato ed iniziato a distribuire con una lunga serie di partner industriali un promettente laptop da 100 dollari, realizzato per andare incontro alle particolarità sociali ed economiche di India, Brasile, Cina ed Egitto.

Tommaso Lombardi
TAG: 
17 Commenti alla Notizia Intel inonderà l'India con PC low-cost
Ordina