Roma, Software libero ai Castelli

Una serie di appuntamenti

Roma - Diffondere l'uso del software libero sul territorio dei Castelli Romani, questo l'intento di MajaGlug e di Consorzio SBCR Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani, promotori dell'iniziativa Una visione etica delle nuove tecnologie.

Si tratta, come spiega una nota, di un "ciclo di incontri concepito per diffondere la cultura del Software Libero nel territorio e una corretta informazione sull'argomento: dove trovarlo, come utilizzarlo, a chi chiederlo".

I relatori degli incontri saranno:
- Mauro Morichi (Integratore di Sistemi Informatici)
- Enrico Mancini (Praticante Avvocato - Sostenitore del Free Software)
- Giovanni Mazzamati (Perito Industriale - Sostenitore del Free Software)
- Stefano Tagliaferri (IT Manager)
Il programma prevede:
- mercoledý 19/10 ore 17: Biblioteca Comunale di Ciampino "Pier Paolo Pasolini" - Via IV Novembre - Ciampino (RM)
- mercoledý 26/10 ore 17: Biblioteca Comunale di Lanuvio "F. Dionisi" - Via Villa Sforza Cesarini, 37 - Lanuvio (RM)
- giovedý 03/11 ore 17: Biblioteca Comunale di Grottaferrata - Via Giuliano della Rovere - Grottaferrata (RM)
- mercoledi 09/11 ore 17: Biblioteca Comunale di Frascati - BASC - Via Matteotti, 23 - Frascati (RM)
- giovedý 17/11 ore 17: Biblioteca Comunale di Albano Laziale - Viale Risorgimento, 5 - Albano Laziale (RM)
- sabato 26/11 ore 10: V giornata nazionale di Linux e del software libero - Biblioteca Comunale di Genzano "Carlo Levi" - Viale Mazzini, 12 - Genzano di Roma (RM).

L'ingresso Ŕ libero. Per informazioni e per scaricare le locandine e gli inviti sono a disposizione i due siti majaglug.net e romacastelli.it
TAG: mercato
18 Commenti alla Notizia Roma, Software libero ai Castelli
Ordina

  • - Scritto da: Anonimo
    > un paradisoA bocca aperta

    sisì, il famoso paradiso comunista...
    Sorride)
    non+autenticato
  • sei davvero esilarante!

    AH AH AH AH che battutona!


    ma vaff...
    non+autenticato
  • Che senso ha? Si parla, parla, parla di sw libero ma poi i vari enti con cui devo venire in contatto (inps, cciiaa, ecc.) pretendono solo microsoft.
    Non mi basta. Voglio fatti concreti.
    non+autenticato


  • > Non mi basta. Voglio fatti concreti.
    Bhe, ti posso dire che alla stazione ci sono tutti i fatti che vuoi. Occhiolino
    non+autenticato

  • > contatto (inps, cciiaa, ecc.) pretendono solo
    L'inps sta sviluppando ed ha sviluppato parecchi applicativi con tencologia mista OSS proprietaria.
    E nella parte proprietaria ce ORACLE e non MS.

    Per le camere di commecio idem, ce ne sono un sacco con un sacco di iniziative.

    Pertanto non e' affatto vero che sono ms-dipendenti, o meglio lo sono ma piano piano stanno cercando di svincolarsi.

    Con tutto il rispetto non possiamo pretendere (specialmente da enti cosi grandi) che ti cambino le cose dall'oggi al domani.

    I segnali che stanno dando secodo me sono incoraggianti.

    Poi vedi tu, io saro' troppo ottimista?


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Che senso ha? Si parla, parla, parla di sw libero
    > ma poi i vari enti con cui devo venire in
    > contatto (inps, cciiaa, ecc.) pretendono solo
    > microsoft.
    > Non mi basta. Voglio fatti concreti.

    Hai ragione, ma quello vallo a dire agli enti pubblici che continuano a vedere solo un certo gruppo di programmi di alcune ben precise societa', invece di aprire ad alternative gia' presenti e funzionanti e soprattutto portabili ed interoperabili, per non parlare di certi siti web fatti da web-babbei dove accessibilita' ed usabilita' sono sconosciute ...
    L.
    non+autenticato
  • sono felicissimo che le biblioteche nella mia zona vengono fatte queste iniziative!

    complimenti al majaglug!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > sono felicissimo che le biblioteche nella mia
    > zona vengono fatte queste iniziative!
    >
    > complimenti al majaglug!
    Complimenti ??
    Complimenti a della gente comunista, anti democratica che diffonde questi cancri dell'economia ???
    Basta con l'Open Source, bisogna paragare pagare e pagare, è cosi che cresce l'economia
    hihihihihihi
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > sono felicissimo che le biblioteche nella mia
    > > zona vengono fatte queste iniziative!
    > >
    > > complimenti al majaglug!
    > Complimenti ??
    > Complimenti a della gente comunista, anti
    > democratica che diffonde questi cancri
    > dell'economia ???
    > Basta con l'Open Source, bisogna paragare pagare
    > e pagare, è cosi che cresce l'economia
    > hihihihihihi

    vista la tua ignoranza in materia... dove sta scritto che open source sta per gratis?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > sono felicissimo che le biblioteche nella mia
    > > zona vengono fatte queste iniziative!
    > >
    > > complimenti al majaglug!
    > Complimenti ??
    > Complimenti a della gente comunista, anti
    > democratica che diffonde questi cancri
    > dell'economia ???
    > Basta con l'Open Source, bisogna paragare pagare
    > e pagare, è cosi che cresce l'economia
    > hihihihihihi

    bravissimo hai perfettamente ragione!
    paghiamo i tecnici (italiani) che attuano la migrazione e la gestione di linux!
    non regaliamo i soldi oltreoceno che poi bill gates va a finanziare bush!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Complimenti a della gente comunista, anti
    > democratica che diffonde questi cancri
    > dell'economia ???
    > Basta con l'Open Source, bisogna paragare pagare
    > e pagare, è cosi che cresce l'economia
    > hihihihihihi

    beh, magari stai scherzando e non afferro completamente l'ironia, ma di solito queste sono le parole che dicono i sistemisti Windows quando non trovano più lavoro.
    Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > sono felicissimo che le biblioteche nella mia
    > zona vengono fatte queste iniziative!
    >
    > complimenti al majaglug!

    Biblioteche? io direi centri sociali.

    Open source sempre più filo-comunista. Che pena
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > sono felicissimo che le biblioteche nella
    > > mia zona vengono fatte queste iniziative!

    > > complimenti al majaglug!

    > Biblioteche? io direi centri sociali.

    > Open source sempre più filo-comunista. Che
    > pena

    Ma se linux e' comunista Microsoft cos'e' ?
    E QNX ? Apple ??
    C64 / Amiga / Atari ?

    Secondo me hai dei problemi: sei daltonico
    che vedi tutto di colori strani ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > > complimenti al majaglug!
    >
    > Biblioteche? io direi centri sociali.

    essì, si ha paura dei luoghi che non si e` abituati a frequentare... sia mai che tutti quei libri un giorno possano fare la rivoluzione proletaria.

    > Open source sempre più filo-comunista. Che pena

    vero, vero!
    E non ci sono piu` le mezze stagioni, e l'ignoranza e` una gran brutta bestia..
    non+autenticato
  • perche centri sociali?????
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > perche centri sociali?????

    La cultura puo' essere diffusa ovunque... che hanno che non vanno i centri sociali? forse perche' ci sono persone che sanno ancora far funzionare il cervello?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Biblioteche? io direi centri sociali.
    > Open source sempre più filo-comunista. Che pena

    Mai sentite tante fesserie tutte insieme, GNU/Linux e il software libero e opensource non e' ne' di destra ne' di sinistra (come del resto ribadisce piu' volte R.M. Stallman); ed e' giusto che sia cosi', visto che e' un bene di tutti.
    I condizionamenti e le strumentalizzazioni non hanno alcun senso; e come dire che il soffitto e' di destra e il pavimento di sinistra ... ROTFL ... *plonk*

    L.
    non+autenticato