Troppo costoso sviluppare i giochi per PS3?

Per sviluppare le applicazioni della nuova Playstation 3 bisognerà investire inzialmente almeno 17,6 milioni di dollari. Alcune software house sarebbero sul punto di tirarsi indietro

Roma - Tempi complicati per Sony: la preoccupazione che il lancio della Sony Playstation 3 possa non realizzare le aspettative non sembra più così remota. Secondo il magazine giapponese ZakZak, che ha intervistato Ken Kutaragi presidente di Sony Computer Entertainment, qualche ombra inizia a materializzarsi dietro il progetto PS3. Su tutte, la notizia secondo cui è di 17,6 milioni di dollari (Fonte ZakZak) il costo per avviare lo sviluppo di nuove applicazioni compatibili. Non tutte le software house sarebbero pronte a sborsare tale cifra solo per iniziare qualsiasi progetto. Senza, non si può neanche partire.

La migrazione dei team di sviluppo verso Microsoft Xbox 360 sarebbe già iniziata. Tanto più che per lavorare con Microsoft i costi non solo sarebbero inferiori ma il sistema della nuova console condividerebbe alcune caratteristiche con la piattaforma Windows. In pratica le software house sarebbero in grado di sviluppare prodotti multi-piattaforma - console e PC - con un decisivo risparmio a fronte di una audience potenzialmente molto ampia.

Per ora la partita fra i due giganti dell'intrattenimento videoludico ricorda il match virtuale di tennis fra i due personaggi del film Blowup, di Michelangelo Antonioni. Mimano i gesti sul campo ma la pallina è solo immaginaria. A colpi di sheet tecniche ci si può accapigliare, ma solo quando i videogiochi prederanno forma sui televisori delle case si potrà rilasciare un verdetto.
Secondo indiscrezioni, alcuni sviluppatori avrebbero riferito che la situazione sarebbe peggiore di quanto molti avevano denunciato con il varo di Nintendo Gamecube. E non si tratta certo solo di costi ma anche del notevole livello di difficoltà che avrebbe lo sviluppo su questa nuova - seppur avanzata - piattaforma. Sega per questi motivi ha già riferito che alcuni suoi nuovi titoli non saranno disponibili per PS3.

Alcuni addetti ai lavori sostengono che anche il prezzo finale della PS3 potrebbe essere un limite: si parla di un prezzo più elevato della concorrente numero uno, Xbox 360. E se c'è chi si spinge ad equiparare quest'ultima ad una versione low-cost di Windows e la PS3 ad una sorta di Mac per il videogame, quello che emerge è la possibilità che PS3 "cozzi" con la geografia economica del settore. In Giappone la strada è storicamente in discesa per Sony, ma altrove Microsoft potrebbe avere più spazi che in passato. Basti pensare come Final Fantasy, simbolo della qualità videoludica giapponese, sarà reso disponibile anche per Xbox 360: sicuramente uno dei migliori colpi messi a segno dalla casa di Redmond. Se anche altri sviluppatori decideranno di sposare la causa Microsoft, Sony potrebbe vedersela molto male.

Dario d'Elia
TAG: mercato
203 Commenti alla Notizia Troppo costoso sviluppare i giochi per PS3?
Ordina
  • Alcuni anni fa attesi l'uscita dell'xbox per capire quale delle due fosse più potente e mi permettesse di usare i giochi con la grafica migliore, cosa per me fondamentale.
    Questa volta penso che farò la stessa cosa, e come me penso la maggiorparte della gente, visto che le due consolle usciranno in tempi ravvicinati. Il vantaggio di cui storicamente gode Sony questa volta sarà annullato dal fatto che la Xbox 360 uscirà per Natale, ma da allora in poi i gioci saranno ad armi pari e le software house si adegueranno. Del resto i kit di sviluppo possono anche essere gratis, ma se poi i giochi non li compra nessuno perchè la piattaforma è poco diffusa, le software house preferiranno investire un pò di soldini e rifarsi in seguito.
    Insomma, apetterò la primavera prossima e poi deciderò! A bocca aperta
    non+autenticato
  • Quando avrete deciso se "ce l'ha più lungo" Sony o Microsoft e vi sarete stancati di dirvi reciprocamente "idiota" a suon di specifiche tecniche e previsioni da mago Otelma, vi vorrei ricordare che c'è gente che si è presa la prima PlayStation unicamente per giocare a Gran Turismo e che magari sono passati a Xbox solo per mettere le mani su Halo.
    Per adesso possiamo solo prendere un pò di camomilla e riparlarne fra un anno quando saranno entrambe nei negozi.
    Poi del "chi vince" mi frega mica tanto visto che alla fine con queste macchine a me interessa giocarci!
    Sarà la qualità del gioco a decidere chi venderà di più e comunque vada a me di soldi in tasca ne verranno pochi (presumo invece che ne usciranno molti).
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • .. è che mi dicevano che era M$ che li inondava di soldi. Il bello è che i sonary anche con le prove non ci credono!
    non+autenticato
  • Volendo fare un punto della situazione, secondo il mio punto di vista, la questione su quale consolle sarà migliore è tutta relativa...
    Microsoft ha conquistato una buona, seppur piccola (rispetto sony), fetta di mercato, sfruttando alcune caratteristiche che l'xbox ha e che sono migliori (obbiettivamente) della controparte sony, prima tra tutte il supporto live, ma anche la maggior potenza hardware e la facilità di porting di giochi da e verso pc che sono un buon incentivo per tutte le software house, che possono contare su un'utenza maggiore di utenti 'progettando' un'unico gioco (si fa x dire, ovviamente) e poi portandolo da o verso xbox...
    Chi ha già scelto microsoft secondo me vede l'xbox360 come la sua futura consolle..

    Sony dal canto suo pu contare su un bacino di utenti oserei dire immenso..e anche se ci saranno difficoltà nello sviluppo dei giochi (nn sto dicendo che ce ne saranno, ma nemmeno posso negarlo), potete stare certi che tutte le software house ci penseranno 1000 volte prima di dire 'nn svilupperemo x sony', xchè vuoi o nn vuoi la play3 venderà a vagonate...
    Ormai playstation è sinonimo di videogames!
    La sony è riuscita a trasformarla, dalla sua prima versione, in uno status simbol...
    Se io parlo con un mio conoscente e gli dico che oggi ho giocato ad un vidogames, quello mi chiederà 'hai la playstation?'!
    Già in passato la sony ha vinto le sue sfide contro colossi (all'epoca) di SEGA!
    E nn dimentichiamo che la dreamcast era più potente della play..corregetemi se sbaglio...
    Grande merito va quindi a microsoft che è ancora 'viva' (vuoi mettere, con tutti i soldi che ha zio bill???) javascript:void(0);
    Adesso invece la sony sembra aver fatto la consolle definitiva...a quanto dicono i loro dati... (ma se nn sbaglio era cos' anche ll'epoca della play2, e poi si sono rivelati dati esagerati)...
    X quanto mi riguarda nn sceglierò sony solo xchè sulla carta è la più potente...
    Vedremo come si giocano gli assi nella manica le due società....e vinca la migliore...(spero nn la + brava nel marketing)

    Ivan.

    ps: ovviamente il prezzo di 17mln di dollari x il kit di sviluppo è una grande stronzata, messa in giro da chissà chi...
    Microsoft, ne sai niente tu....??? javascript:void(0);
    E' cominciata la guerra a chi infanga di puù l'altro.... javascript:void(0);
  • Ma che sono tutti sti javascript:void(0) ?
    non+autenticato
  • Ero abituato a considerare Punto-Informatico una rivista super-partes ma dopo la lettura di questo articolo mi sono dovuto ricredere un pòTriste Di questi tempi grazie alla potenza degli uffici stampa della Microsoft e della Sony se ne sentono di tutti i colori.
    Per quanto riguarda i costi di sviluppo delle console future queste saranno enormi rispetto a quelli visti in passato, per i giochi di alto livello si parla di più di 10 milioni di dollari, quindi il costo di sviluppo iniziale di circa 17 milioni letto nell'articolo va sicuramente ridimensionato, soprattutto visto che sarà un pagamento una tantum. Questo per le grandi software house, per quelle più piccole ci saranno problemi enormi come si è già visto in questi anni e dovranno accontentarsi di lavori di conversione o creazione di giochi con low budget, quindi questo divario aumentarà solamente di più. Per quanto riguarda lo sviluppo facilitato di giochi per Pc-X360 non è una rivoluzione, anzi: il mercato delle console è quello più appetibile a livello mondiale per le software house e da anni esistono software come Renderware che consentono lo sviluppo multipiattaforma tra console senza troppi patemi. La conversione Pc-X360 potrebbe tornare veramente utile solo se le SH volessero puntare a giochi indirizzati all'online a pagamento per estendere il bacino di utenti anche al lato Pc.
    Le difficoltà di sviluppo della Ps2 sono state enormi per la particolare architettura della macchina, non credo proprio che la Sony ripeterà lo stesso errore con la Ps3: quest'ultima potrà essere più difficoltosa da programmare rispetto alla X360, ma se Sony è riuscita a sfondare con Ps2 che è stata un'inferno per le SH, non ci saranno particolare problemi per la Ps3 visto che questo aspetto sarà stato sicuramente migliorato.
    Per quanto riguarda l'appoggio di software nipponiche alla x360 questo non garantisce alcun netto vantaggio alla Microsoft, il Giappone è un mercato molto particolare dove la maggior parte dei giochi pubblicati non vengono neanche convertiti per il resto del mond:, lo sviluppo di poche SH di richiamo per quanto possa aiutare non dà garanzie di sopravvivenza in questo mercato; ottimi titoli per xbox che avrebbero venduto come il pane se sviluppati su ps2 (come Ninja gaiden o Dead or Alive, sviluppati dalla giapponese Temco) sono stati completamente snobbati dai giapponesi. Non bastano più pochi titoli di richiamo specialmente in un mercato che per abbassare i costi di sviluppo sforna titoli multipiattaforma che non invogliano a comprare più di una console: Resident Evil 4 che su Gamecube ha venduto poco più di un milione di copie su Ps2 si appresta quasi certamente a venderne più del doppio.
    Per la Microsoft il mercato giapponese sarà sin troppo ostico, non credo minimamente che riuscirà a reggere il confronto con Ps3 per quanto si sforzino resterà un mercato chiuso a priori per gli americani.
    non+autenticato
  • Almeno cosi i troll xfloppari la smettono di accusare la redazione di essere di parte sonySorpresa
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Almeno cosi i troll xfloppari la smettono di
    > accusare la redazione di essere di parte sonySorpresa

    In effetti mi pare che la redazione sia solo dalla parte dei troll
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Almeno cosi i troll xfloppari la smettono di
    > > accusare la redazione di essere di parte sonySorpresa
    >
    > In effetti mi pare che la redazione sia solo
    > dalla parte dei troll
    gia' basta vedere che lasciano che i troll abbiano chissa quantia ccount per votare i loro inutili topic.
    Vedi "bel colpo microsoft".
    Chissa quanti click al giorno ha PI con tutti sti flame e trollA bocca storta
    non+autenticato
  • leggendo certi commenti avere un account è superfluo per le trollate
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > Almeno cosi i troll xfloppari la smettono di
    > > > accusare la redazione di essere di parte sony
    >Sorpresa
    > >
    > > In effetti mi pare che la redazione sia solo
    > > dalla parte dei troll
    > gia' basta vedere che lasciano che i troll
    > abbiano chissa quantia ccount per votare i loro
    > inutili topic.
    > Vedi "bel colpo microsoft".
    > Chissa quanti click al giorno ha PI con tutti sti
    > flame e trollA bocca storta

    Veramente a me risulta che i consesi di Xbox360 i giappone stanno aumentando e con questa notizia aumenteranno. P.S. nno ve lo ha detto nessuno che gli sviluppatori giapponesi stanno passando su xbox360? No eh? peccato la vostra posizione di accusa difensiva è patetica. Addio Sony.. è questo che diremo.. e non mi voto...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Per quanto riguarda i costi di sviluppo delle
    > console future queste saranno enormi rispetto a
    > quelli visti in passato, per i giochi di alto
    > livello si parla di più di 10 milioni di dollari,
    > quindi il costo di sviluppo iniziale di circa 17
    > milioni letto nell'articolo va sicuramente
    > ridimensionato, soprattutto visto che sarà un
    > pagamento una tantum. Questo per le grandi
    > software house, per quelle più piccole ci saranno
    > problemi enormi come si è già visto in questi
    > anni e dovranno accontentarsi di lavori di
    > conversione o creazione di giochi con low budget,
    > quindi questo divario aumentarà solamente di più.

    Il gran numero di giochi per PS1 e PS2 (ma anche XBox, diciamolo) deriva proprio dal fatto che esistono tante piccole Software House che creavano giochi di qualità infima, ma qualche copia prima o poi veniva venduta dallo scaffale dell'EB Games di fiducia a causa della copertina o del genere riguardante il gioco.

    Cosa succederà quando una piccola software house si troverà davanti alla spesa di tutti questi soldi SOLO per provare a programmare?

    Se tutto ciò è vero, il numero dei giochi per PS3 si ridurrà in maniera considerevole e quello che a mio parere è ormai l'unico punto di forza della PS2 (tanti giochi mediocri, di cui pochi davvero degni di essere giocati) verrà a mancare in PS3, trasformandola in un nuovo Gamecube: pochi giochi, ma la maggior parte dei presenti sono titoli da avere.

  • - Scritto da: Locke
    > Cosa succederà quando una piccola software house
    > si troverà davanti alla spesa di tutti questi
    > soldi SOLO per provare a programmare?

    o chiude o si riparerà sotto l'ala protettrice di grandi sviluppatori software che le garantiscano il supporto necessario. Non è da dimenticare il supporto che la PS3 dovrebbe offrire a Linux: in questo caso tutti i problemi verrebbero superati nella maniera più indolore, chi vorrà sviluppare al top (le grandi SH) pagaranno milioni di dollari, chi no (le piccole SH ma anche semplici programmatori amatoriali) potrà rivolgersi a Linux


    > Se tutto ciò è vero, il numero dei giochi per PS3
    > si ridurrà in maniera considerevole e quello che
    > a mio parere è ormai l'unico punto di forza della
    > PS2 (tanti giochi mediocri, di cui pochi davvero
    > degni di essere giocati) verrà a mancare in PS3,
    > trasformandola in un nuovo Gamecube: pochi
    > giochi, ma la maggior parte dei presenti sono
    > titoli da avere.

    E' anche vero che il mercato ormai stà confluendo verso direzioni precise, l'innovazione è ridotta quasi a zero e i marchi consolidati (Fifa, Tekken, Zelda) la fanno da padrone, per tutto il resto sembra esserci davvero poco spazio.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 30 discussioni)