Anche il Samsung S370 legge le impronte

Non è ancora disponibile in Italia, ma già se ne parla: il nuovo Samsung con lettore biometrico potrebbe diventare un nuovo oggetto del desiderio

Milano - Il nuovo telefonino presentato da Samsung, il SCH-S370 si presenta come uno "strumento di sicurezza", incorporando tecnologie biometriche e consolidando così una tendenza emergente nell'industria.

Accanto al telefono che si blocca se non riconosce l'andatura del proprio padrone (costretto a camminare sempre nello stesso modo come i marciatori, ma forse a non fermarsi mai... un invito al continuo consumo di calorie?), sono già stati presentati telefoni come il Pantech GI100, che si avvalgono di più riconoscibili dispositivi di lettura delle impronte digitali.

Il nuovo gioiellino SamsungNel caso di Samsung, il nuovo dispositivo permetterà al titolare di prestare il proprio telefonino a persone fidate: può infatti "schedare" cinque diverse impronte digitali, con il sensore biometrico che si trova sotto il tastierino, che può essere utilizzato (a riconoscimento avvenuto) per navigare nei menu del telefonino.
Il telefono consente così, secondo il produttore, maggiore riservatezza dei dati che contiene, incluse le immagini scattate dalla fotocamera a 1,3 Megapixel (con flash integrato) e i brani musicali in formato Mp3. Alcune indiscrezioni vogliono il Samsung SCH-S370 dotato di funzionalità GPS: per avere notizie più attendibili è però necessario attendere ancora qualche settimana. Anche per sapere se sarà disponibile per il nostro mercato. Va detto infatti che la sigla "SCH" contraddistingue generalmente gli esemplari destinati al mercato asiatico (i modelli europei si chiamano di solito "SGH"); ciò nonostante l'apparecchio dovrebbe essere presente all'ormai imminente edizione 2005 di Smau.

DB
TAG: biometria