Elettronica consumer, le tendenze del 2006

Alta definizione, multimedialità, nuovi videogiochi sempre più interattivi e robot. Ecco cosa si immaginano i consumatori per il prossimo anno

Roma - CEA (Consumer Electronics Association), l'authority per le previsioni e le ricerche di mercato, pubblica il risultato di un sondaggio sui gusti e la moda dei consumatori, in fatto di hi-tech, per il 2006. I risultati portano alcuni dati scontati ed alcune novità. Spiccano tra tutte 5 tendenze principali: l'HDTV, gli home digital studio, giochi interattivi, display innovativi e, a sorpresa, robot domestici.

Che l'alta definizione fosse un desiderio tanto atteso era da tempo oramai chiaro, infatti anche Steve Jobs, CEO Apple Computer, si era sbilanciato affermando che questa tecnologia sarebbe stata matura nel 2005. Nessuno però immaginava quanto forti fossero le aspettative. Quasi la metà degli intervistati dal CEA hanno infatti affermato che il loro prossimo televisore sarà probabilmente ad alta definizione. Inoltre, la maggior parte di loro si aspetta anche un veloce sviluppo di contenuti di tipo HD.

Strettamente legato ai contenuti ad alta definizione, come già accennato, si sta muovendo anche il mercato dei display. Interessante il dato secondo il quale in 7 anni di ricerca e sviluppo si è passati da una produzione di display con una grandezza media 23,7 pollici nel 1997 ai 27,4 dello scorso anno. Alla crescita dei pollici corrisponde anche la crescita dei prezzi che è quasi raddoppiata in meno di 5 anni, passando dai 323 dollari in media nel 2000 ai 533 $ del 2005.
Un altro dei sogni degli interpellati è il digital home studio, cioè una combinazione di computer, internet, e-mail, e multimedialità (macchine fotografiche e videocamere). Un mercato, questo, in continua crescita. I dati infatti dimostrano come due terzi dei consumatori fanno largo uso di contenuti multimediali che vengono successivamente riversati in periferiche di memorizzazione per poi essere ritoccati.

Per quello che riguarda il versante videogiochi, i ricavati previsti per il prossimo anno non presentano sostanziali sorprese. Ciò che invece presenta una novità è lo stato del PC e del suo segmento videoludico. Schiacciato dalla concorrenza delle console, vecchie e nuove, offre sempre meno utili. Analisti di mercato prevedono addirittura un tracollo di questo segmento all'uscita delle console di nuova generazione che, se dal lato Sony serviranno per introdurre i dischi Blue-ray, da parte di Microsoft, quest'ultima vedrebbe bene il PC relegato a funzioni di Media Centre.
Inoltre, le stime ufficiali non presentano il dato che più interessa il pubblico: non viene infatti accennato nulla sulla competizione tra le console di nuova generazione, se non una difficile vittoria da parte di Nintendo.

Infine, tra le sorprese spuntano i robot domestici. Chi non ha mai desiderato un robot che sbrighi le faccende di casa, pulisca il bagno, accompagni i figli a scuola e prepari il pranzo la domenica? Il 57% degli intervistati non solo si aspettano tutto questo ma hanno già fissato una data: entro 10 anni sono già sicuri che ne possederanno uno.

Dario Panzeri
TAG: