L'Authority TLC indaga su DVB-H

Dopo l'accordo Mediaset-TIM, L'Agcom valuta una regolamentazione. La soddisfazione e le aspettative dei consumatori

Roma - In seguito alle notizie dell'accordo siglato tra Mediaset e TIM per la diffusione di contenuti audiovisivi, il Consiglio dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha comunicato di voler avviare un'indagine conoscitiva sul DVB-H, la tecnologia che consente la fornitura di servizi televisivi broadcasting su terminali mobili di nuova generazione, a cominciare dalle partite di calcio.

Lo scopo dichiarato dall'Agcom è quello di integrare tempestivamente il quadro regolamentare, in vista dell'introduzione dei nuovi servizi a partire dalla fine del 2006, ma dovrebbe servire anche a valutare, a tutela dei consumatori, i profili di qualità dei servizi e di corretta informativa agli utenti.
Per questo motivo, l'indagine è mirata ad acquisire dagli operatori informazioni sui modelli di offerta dei servizi, le modalità di accesso ai contenuti, l'utilizzo delle frequenze per i servizi DVB-H e l'interazione tra fornitori di contenuti televisivi e operatori di rete mobile.

Tempestivamente, innanzitutto, sono arrivate le reazioni dei consumatori: il Movimento Difesa del Cittadino condivide le motivazioni e le finalità espresse dall'Autorità, convinta che l'iniziativa servirà ad evitare nuove forme di monopolio e a stimolare le aziende a fornire agli utenti servizi di qualità adeguata, con particolare attenzione alla tutela dei minori, di contenuti e dei servizi, maggiori garanzie per gli utenti e una maggiore tutela per i minori (che sono tra i maggiori "utilizzatori" dei cellulari).
"Finalmente - ha dichiarato Francesco Luongo, responsabile del dipartimento TLC del Movimento Difesa del Cittadino - l'Autorità interviene con dovuto anticipo per regolamentare la fruizione di un nuovo servizio come la tecnologia DVB-H". Il riferimento esplicito è al ritardo con cui l'Authority si è mossa all'introduzione della tecnologia del digitale terrestre, "per cui i diritti degli utenti sono stati stabiliti solo dopo la vendita dei decoder e delle smart card".

L'auspicio dei consumatori, quindi, è che tutto avvenga prima del "fischio d'inizio".

Dario Bonacina
TAG: 
2 Commenti alla Notizia L'Authority TLC indaga su DVB-H
Ordina
  • esisteranno ancora dispositivi portatili per telefonare e basta?
    Non mi serve a nulla il cellulare che fa anche il caffè e gira il cucchiaino nella tazzina, se poi devo raggiungere il più vicino telefono per chiamare.....Perplesso Triste
    non+autenticato
  • tra dieci anni??

    e dove lo trovi un telefono pubblico tra dieci anni??

    gia da tempo per colpa dei cellulari non si trovano quasi piu',e quei pochi che si trovano neanche funzionanoArrabbiato

    e' vero che i cellulari oggi vogliono fare molte cose,e non tutte gli riescono bene o servono veramente

    ma e' chiaro che il nostro futuro tecnologico convergera' sempre piu' nel dispositivo piu' inseparabile

    quello che permette oggi un cellulare e' solo un precursore di quello che ci aspettaOcchiolino
    non+autenticato