Socket M2: processori AMD per tutte le tasche

AMD ha annunciato di voler produrre processori socket M2 per tutte le fasce di mercato

Sunnyvale (USA) ? In seguito ad un accordo con le case produttrici di schede madri, AMD ha deciso di semplificare la sua piattaforma K8 Socket M2 a 940 pin e 90 nm di processo produttivo.

Seguendo la scia di Intel, la quale ha unificato le linee di produzione di desktop e portatili offrendo lo stesso socket, AMD ha pianificato che, nella seconda metà del 2006, saranno standardizzate le linee di CPU per quel che concerne tutti i segmenti di mercato: dalla fascia bassa a quella media, fino a quella alta.

La decisione di standardizzare le CPU produrrà sicuramente diversi effetti. Uno di questi sarà la disponibilità già entro il prossimo anno di processori con Socket M2 per la fascia high-end, il dual core Windsor, e successivamente, anche per le fasce più basse del mercato con il single core Orleans e con la nuova famiglia di Sempron denominata Manila. Inoltre, questa operazione abbatterà i costi di gestione, produzione e logistica permettendo all'azienda di Sunnyvale di poter diventare più competitiva e, in molti lo sperano, poter proporre dei prezzi sul mercato sempre più aggressivi.
La nuova piattaforma Socket M2, come già detto in precedenza, è composta da 940 pin di contatto, lo stesso numero di pin presenti nelle CPU Opteron ma, nonostante la somiglianza, non è stata assicurata nessuna compatibilità, così come nel caso del precedente socket 939. La piattaforma in questione sarà utilizzata per i prossimi microprocessori delle serie Athlon 64 e Athlon 64 X2 e tra le sue interessanti specifiche è presente anche un controller integrato DDR2.

Per evitare di fagocitare il suo stesso mercato, AMD ha disposto che le vecchie piattaforme 754 e 939 restino sul mercato ancora per un intero anno, fino alla fine del 2006.

Dario Panzeri