EBay lancerà con Skype la telefonia gratuita?

L'azienda, fresca dell?acquisizione di Skype, formula previsioni ottimistiche sulla telefonia via internet. E indirettamente sugli altri business di cui si occupa

Roma - Coloro che ogni bimestre si ritrovano bollette telefoniche con importi astronomici accoglierebbero come manna dal cielo la possibilità di abbattere i costi. Perciò solleticherà le orecchie di milioni di persone la "rivoluzionaria" affermazione dell'amministratore delegato di eBay Meg Whitman, che ha riferito che nel giro di pochi anni, gli utenti potranno fare telefonate "gratuitamente", senza tariffe a tempo, dato che i gestori offriranno il traffico telefonico come parte di un pacchetto di servizi attraverso il quale potranno guadagnare.

eBay, come è noto ha recentemente acquisito, per una cifra che si aggira attorno ai 4 miliardi di dollari, la società Skype Technologies, entrando così a pieno titolo nel mondo della telefonia su internet, forte della capillare diffusione del suo sistema VoIP.

Durante una conferenza stampa, un analista avrebbe criticato l'iniziativa di acquisto di Skype, estranea al core business della casa d'aste. In risposta, l'AD di eBay avrebbe infatti dichiarato che, per quanto riguarda i costi dei servizi telefonici, "la percentuale di utenti a cui si potranno far pagare i servizi è in diminuzione, ne siamo consapevoli e lo avevamo presente quando ci siamo interessati a Skype". "Alla fine, il prezzo che chiunque può offrire per la comunicazione vocale via internet è tendente allo zero", ha concluso il manager.
L'obiettivo del gruppo è ambizioso: assumere il ruolo di leader nei propri attuali settori di business, ossia mercato elettronico (eBay), sistemi di comunicazione (Skype) e di pagamento (PayPal).
Nella speranza che le strategie di marketing facciano della telefonia su internet, la cui annunciata gratuità è ancora tutta da dimostrare, un traino efficiente per gli altri due servizi, per i quali certamente non si prevedono sconti. Di certo, la dote di milioni di utenti che Skype ha portato con sé offre una motivazione più che legittima per allargare il bacino di utenza di eBay.

Dario Bonacina
TAG: