Svezia, prima condanna per file sharing

Un tribunale svedese ha ritenuto colpevole di pirateria un utente che aveva posto in condivisione un film via BitTorrent. Identica condanna anche ad Hong Kong

Roma - Non era ancora mai accaduto in Svezia: un utente internet è stato prima denunciato e poi condannato per pirateria informatica a causa delle attività condotte con il sistema di condivisione del download BitTorrent. Una condanna giunta proprio nelle stesse ore in cui un altro utente, questa volta cinese di Hong Kong, veniva condannato per le stesse ragioni.

Stando al tribunale di Stoccolma che ha giudicato il caso, il 28enne Andreas Bawer ha violato la normativa svedese sul diritto d'autore in quanto ha posto in condivisione un film svedese, consentendo ad altri, il cui numero rimane ignoto, di scaricarlo a propria volta.

La condanna consiste in una multa di circa 1.600 euro, ma più del denaro a contare in queste ore, almeno secondo l'industria dei contenuti che ha denunciato Bawer e seguito da vicino il caso, è l'effetto e il messaggio che la sentenza può portare nella "comunità" degli utenti di sistemi di sharing. Il legale di Bawer ha criticato l'entità della multa spiegando che si è trattato di un solo film e che il caso era basato su una sola violazione: "Alla luce di questo si tratta di una sentenza molto pesante". L'avvocato si è anche chiesto cosa accadrà quando ad essere giudicati saranno utenti che condividono decine o centinaia di file protetti dal diritto d'autore.
Una sentenza che vuole lasciare il segno? Secondo l'associazione antipirateria dei produttori Antipiratbyran oggi almeno il 10 per cento degli utenti svedesi utilizzano internet per condividere materiali protetti da diritto d'autore. L'Associazione, ha sottolineato un portavoce, considera la sentenza "un importante passo in avanti che manda un segnale molto forte ai condivisori di file. Questo è il primo passo per rendere attuativa la legge sul diritto d'autore". Va detto che fin qui non ci sono dati che supportino la tesi secondo cui ad una maggiore repressione legale corrisponda un calo nell'uso dei sistemi peer-to-peer, ci sono invece evidenze che quest'ultimo continui comunque a crescere.

E' interessante notare che proprio in queste ore anche ad Hong Kong un tribunale abbia scelto di condannare un uomo per l'uso di Bittorrent: anche il caso di Chan Nai-Ming, prima arrestato e poi rilasciato su cauzione, è legato alla condivisione di film, tre film di Hollywood per la precisione. Soltanto nelle prossime settimane si saprà in che modo i magistrati che lo hanno giudicato intendono punire Chan per le proprie azioni ma le associazioni dei produttori già applaudono, sostenendo che in questo modo "si spaventano gli utenti e si dissuadono dal distribuire in modo non autorizzato file su internet".
TAG: p2p
20 Commenti alla Notizia Svezia, prima condanna per file sharing
Ordina
  • Lassù, la connessione a banda larga assume proporzioni enormi e velocità che qui ci possiamo solo sognare!

    Ok che la maggior parte la usa per fare acquisti online e per un certo modo rimanere in contatto con il resto del mondo (sia per le distanze sia per le condizioni meteorologiche a dir poco proibitive)...ma penso pure che un minimo di quella banda, ogni tanto la riservino anche per il file sharing...che c'è di male...un filmettino ogni tanto considerando che cinema ce ne saranno pochi nei paesi sperduti, non mi sembra una cosa illecita!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Lassù, la connessione a banda larga assume
    > proporzioni enormi e velocità che qui ci possiamo
    > solo sognare!

    Guarda, sono in francia, e ti assicuro che qui sono un po' più avanti di noi, diciamo uno-due anni. Ma grazie al l'anale terrestre il distacco, anziché diminuire, aumenterà. Qui hanno investito sulle reti e non sull'etere, e le internet companies vogliono essere le prime a portare la banda larghissima per diventare anche fornitori di televisione.

    > Ok che la maggior parte la usa per fare acquisti
    > online e per un certo modo rimanere in contatto
    > con il resto del mondo (sia per le distanze sia
    > per le condizioni meteorologiche a dir poco
    > proibitive)...

    ??

    > ma penso pure che un minimo di
    > quella banda, ogni tanto la riservino anche per
    > il file sharing...che c'è di male...un filmettino
    > ogni tanto considerando che cinema ce ne saranno
    > pochi nei paesi sperduti, non mi sembra una cosa
    > illecita!

    Alla grandissima! Io, per esempio, scarico a manetta! In realtà mi hanno connesso l'adsl da poco e ora mi sbizzarrisco un po', poi naturalmente tornerà ad essere un filmetto ogni tanto.
    non+autenticato
  • Ma si rischia anche coi pornoni? Imbarazzato
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma si rischia anche coi pornoni? Imbarazzato

    Si, la cecità.
    non+autenticato
  • che ha detto:

    se vicino ad un cartello con "vietato fumare" c'è un uomo che fuma prendigli la sigaretta, spegnila e fagli la multa
    se vicino ad un cartello con "vietato fumare" ci sono 10 uomini pregali di andare a fumare da un'altra parte
    se vicino ad un cartello con "vietato fumare" ci sono 100 uomini, togli il cartello.

    non+autenticato
  • confermo

    inoltre qui gli uomini che "fumano" sono milioni
    e le major si ostinano a inviare vigili per fare le multe quando la cosa più sensata (a parte le considerazioni etiche/sanitarie dell'esempio) sarebbe di aprire un tabaccaio li vicino

  • - Scritto da: Anonimo
    > che ha detto:
    >
    > se vicino ad un cartello con "vietato fumare" c'è
    > un uomo che fuma prendigli la sigaretta, spegnila
    > e fagli la multa
    > se vicino ad un cartello con "vietato fumare" ci
    > sono 10 uomini pregali di andare a fumare da
    > un'altra parte
    > se vicino ad un cartello con "vietato fumare" ci
    > sono 100 uomini, togli il cartello.
    >

    semplicemente geniale
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > che ha detto:
    >
    > se vicino ad un cartello con "vietato fumare" c'è
    > un uomo che fuma prendigli la sigaretta, spegnila
    > e fagli la multa
    > se vicino ad un cartello con "vietato fumare" ci
    > sono 10 uomini pregali di andare a fumare da
    > un'altra parte
    > se vicino ad un cartello con "vietato fumare" ci
    > sono 100 uomini, togli il cartello.
    >

    Certo togliete un cartello che io chiamo i vigili e poi vediamo se rispettate o no i diritti delle minoranze.
    non+autenticato
  • Minoranze?
    Chi è in minoranza perde, così è in politica, così è alle riunioni di condominio, così è alle votazioni in genere.
    Ricorda che le esigenze di molti valgono più di quelle di pochi.
    non+autenticato

  • In Svezia, fortunatamente, non e' illegale postare link Bittorrent. Leggetevi queste minaccie (E relative risposte), certe fanno morire dal ridere (WEB Sheriff ?!?)

    http://thepiratebay.org/legal.php
    11237
  • volevo postare anch'io il link a pirate bay! Occhiolino mi hai anticipato...

    vero, in Svezia non é illegale avere un sito come "The Pirate's Bay"... ma é illegale, come vedi nell'articolo, fare lo sharing...

    se la gente é impaurita a fare sharing, la disponibilità dei file diminuirà...

    se la disponibilità diminuirà, siti come "the pirate's bay" presto o tardi spariranno...

    come vedi tutto parte dalla fone: se la gente avrà paura a fare sharing di files, il peer to peer é destinato -ahimé- a morire.

    Ma sono sicuro che ci sarà sempre gente disposta a rischiare la galera per sostenere un principio fondamentale, quello della libertà.

    Fanc*** ai copyright di m****!!!
    non+autenticato
  • > come vedi tutto parte dalla fone: se la gente
    > avrà paura a fare sharing di files, il peer to
    > peer é destinato -ahimé- a morire.

    Ti sbagli, cambierà solo il modo di fare il p2p. Prima dell'avvento di internet dove prendevi il software? Dal tuo amico, che l'aveva preso dall'amico che l'aveva preso dall'amico che l'aveva preso....

    Il p2p semplifica tutto ciò e ci rende tutti amici virtuali con lo stesso problema, trovare il modo di avere software/musica riuscendo a sbarcare il lunario.

    Oggi attaccano Bittorrent, domani edonkey, ma mute e altri progetti di p2p cifrato stanno prendendo forma.
    Sotto un attacco massiccio ci fermeremo per qualche secondo, giusto il tempo di leccarsi le ferite e contrattacare.

    Con questa politica di mercato, le major non hanno futuro.
    Forse qualcuno di voi non ci crede, ma non importa. Il tempo mi darà ragione.

    non+autenticato
  • Quella pagina è una delle pochissime che riesce a strapparmi delle sane e gustose risate sul web !
    Soprattutto il grafico.

    Saluti,
    Piwi
    non+autenticato
  • In Svezia c'e' una curiosa coincidenza: ogni volta che il paese assume posizioni politiche antiamericane, un suo ministro viene "misteriosamente" assassinato, ovviamente ad opera di squilibrati...

    Che qualche ministro abbia temuto per la propria sorte?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > In Svezia c'e' una curiosa coincidenza: ogni
    > volta che il paese assume posizioni politiche
    > antiamericane, un suo ministro viene
    > "misteriosamente" assassinato, ovviamente ad
    > opera di squilibrati...
    >
    > Che qualche ministro abbia temuto per la propria
    > sorte?

    Vedete il p2p e le major ovunque ormai. Nel mondo non si parla d'altro.
    non+autenticato
  • Nono, niente di tutto questo:
    quello che si vede sono solo entità governative 'controllate' da entità estere (neanche della stessa nazionalità).
    Bello che uno straniero decida quello che è meglio per te, no?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > In Svezia c'e' una curiosa coincidenza: ogni
    > > volta che il paese assume posizioni politiche
    > > antiamericane, un suo ministro viene
    > > "misteriosamente" assassinato, ovviamente ad
    > > opera di squilibrati...
    > >
    > > Che qualche ministro abbia temuto per la propria
    > > sorte?
    >
    > Vedete il p2p e le major ovunque ormai. Nel mondo
    > non si parla d'altro.

    Senti chi parla! Sei tu che non senti altro Occhiolino
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)