eXeem dato per morto

La comunità del file sharing non ha molti dubbi sulla prematura fine di quello che doveva rappresentare il futuro di BitTorrent. Il network decentralizzato non dà più segni di vita

Roma - Doveva essere una delle risposte più audaci dei sostenitori del peer-to-peer alla crociata contro i sistemi di sharing intentata dalle major, ma eXeem è ora un progetto in cui non sembra più credere nessuno. A segnalarlo, tra le altre cose, la scomparsa qualche settimana fa, del suo sito exeem.com.

Sebbene non vi sia stato alcun annuncio ufficiale di decesso, i promotori di eXeem, software pensato per seguire le orme di BitTorrent operando però in modo del tutto decentralizzato, sono pressoché scomparsi. Nelle scorse ore quelli di Slyck.com hanno fatto sapere di aver ricevuto una breve nota da Sloncek, che aveva pubblicamente parlato del progetto quando era agli inizi: "Non ho più tempo per starci dietro... L'azienda che era dietro eXeem ha realizzato la versione 1.0 ma non sanno bene cosa farci, dal momento che hanno già iniziato ad occuparsi d'altro. Potrebbero rilasciarlo sotto il canale open source, non lo so".

Come si ricorderà, eXeem aveva sollevato grandi speranze nel mondo del P2P: si poneva come software gratuito capace di "eliminare" da BitTorrent la necessità di tracker, dando invece vita a nodi di rete composti dai singoli downloader, in modo tale che sarebbe stato possibile moltiplicare il numero e la varietà dei download disponibili senza necessariamente esporre su web cataloghi ed indici di link notoriamente presi di mira dalle major.
A dare impulso ad eXeem era stato proprio Sloncek, la persona che aveva dato vita al celeberrimo hub "torrentizio" Suprnova.org che ha poi scelto di chiudere temendo un'iniziativa legale dei produttori di musica e cinema, iniziativa tutt'altro che improbabile visti i molti precedenti di cause intentate contro siti che pubblicavano tracker per il download con i software BitTorrent.

A frenare eXeem ha invece contribuito senza dubbio la presenza dell'adware di Cydoor, una vecchia conoscenza per il popolo degli sharer, tutt'altro che amato per le sue caratteristiche di software pubblicitario piuttosto invasivo: ad un mese dalla sua integrazione in eXeem non a caso Cydoor è stato eliminato. Da qui probabilmente una serie di scelte da parte dei produttori, quelli di Swarm Systems, che hanno poi condotto a quello che si configura come l'abbandono del progetto.
TAG: p2p
13 Commenti alla Notizia eXeem dato per morto
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)