Baidu si fa beffe del diritto d'autore

Il motore di ricerca cinese è in grande crescita e pubblica un disclaimer antipirateria nel servizio che consente di trovare facilmente mp3 pirata. Le major sono servite

Pechino - No, a quanto pare Baidu, il più rilevante competitor delle net company occidentali sul mercato del search in Cina, non ha alcuna intenzione di "ubbidire" alle pressioni interne e internazionali: per dimostrare di essere contro la pirateria, i suoi dirigenti si sono infatti affidati ad un disclaimer, anziché a dei filtri che impediscano il facile accesso a contenuti distribuiti illegalmente in rete.

Baidu a settembre era stato condannato da un tribunale cinese a risarcire EMI perché il proprio servizio online di ricerca di mp3 secondo EMI e secondo il tribunale rappresentava un plateale favoreggiamento della pirateria. Una sentenza a cui Baidu aveva risposto laconicamente, spiegando che chi l'ha scritta non conosce la rete: affermazioni peraltro comprensibili se si pensa che la pena pecuniaria imposta al search engine cinese era pari a 6.800 euro. Una somma che, secondo qualcuno, dimostra come persino la magistratura cinese sia connivente con le attività organizzate di pirateria online, ed una multa che di certo non ha soddisfatto EMI né le altre major desiderose di trasformare the booming China in un mercato legale.

Sulle pagine dedicate agli mp3 da Baidu, dunque, ora appare una nota nella quale il motore spiega di essere contro l'abuso dei diritti d'autore e contro i pirati, sottolineando di essere pronto a rimuovere link a siti che ospitano materiale pirata. Ma basta farci un giro sopra per comprendere quanto sia facile ottenere contenuti distribuiti illegalmente.
Ora contro Baidu sono state scagliate nuove denunce da tutte le principali società della musica mondiale: oltre ad EMI anche Warner, Sony BMG e Universal hanno chiesto una condanna esemplare per il motore pirata.

Da parte loro i manager del search engine più celebre della Cina, capace di quotarsi anche in Borsa a New York e quadruplicare in breve tempo il proprio valore, rimangono laconici. In una nota scrivono: "Proteggere la proprietà intellettuale è sempre stata una filosofia portante per Baidu e le recenti modifiche alle pagine web di ricerca mp3 non fanno altro che ribadirlo".

A fronte di tutto questo e della enorme diffusione della pirateria in Cina, non stupisce che proprio in questi giorni l'amministrazione Bush abbia chiesto un intervento ufficiale del WTO, l'Organizzazione mondiale del Commercio, affinché sia condotta una indagine a tutto tondo sul fenomeno in Cina e sull'atteggiamento delle autorità rispetto alle violazioni del diritto d'autore.
TAG: cina
28 Commenti alla Notizia Baidu si fa beffe del diritto d'autore
Ordina
  • I musi gialli ci stanno nascondendo qualcosa!
    Vogliono gli MP3 tutti per loro: egoisti!

    A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > I musi gialli ci stanno nascondendo qualcosa!
    > Vogliono gli MP3 tutti per loro: egoisti!
    >
    > A bocca aperta

    Ma io grazie alla password segreta Wordlingo e al suo menù integrato in Maxthon sono riuscito a scardinare la terribile protezione convertendola in un più accessibile inglese Occhiolino

    non+autenticato
  • Perdonate la mia perplessita ma e da un po di tempo che sento dire , leggi sbagliate, tasse sui cd , mp3 pirata , ma nn sarebbe meglio parlare con chi e di mestiere per queste cose , voi credete davvero che scaricando mp3 e divx vi farete degli amici ? , convinti di essere dalla parte della ragione alla fine verrete puniti e di brutto , inutile star li ad emettere sentenze , lo stato italiano agisce in questo modo , ora potete decidere di cambiarlo oppure fare la guerra come del resto gia state facendo ,come ?
    scaricando mp3 con il p2p , protestando in questo modo distruggerete le proprieta intellettuali ogni anno cisono milioni e milioni di euro persi per coloro che come voi pagano fior di tasse per incidere un proprio disco , con questo nn voglio dire che pagare un cd 30 euro sia giusto ma nn e questo il modo di cntrastare un ingiustizia
    non+autenticato
  • Io invece sono perplesso per altri motivi:

    Lo stato ci vieta il download, lo stato, nonostante ne sia stata provata l'inutilità, ci impone le targhe alterne, lo stato ci impone di pagare tasse su ogni scorreggia che emettiamo, lo stato ci obbliga a fare o non fare un casino di cose...


    però...


    è pieno di criminali di ogni sorta, credo religioso e soprattutto ceto sociale, abbiamo imprenditori che non ci pensano due volte a far sparire miliardi che hanno ricevuto pro investimento nelle sue attività (nessuno glie li ha regalati tanto per intenderci), politici che sfruttano la propria carica politica non per il benessere della gente che li ha votati ma solo per prepararsi il terreno per avvantaggiarsi economicamente sulla concorrenza e furbi di ogni genere.

    E, non dico tutta ma tanta si, di questa gente l'ha sempre fatta franca e continua a farla. Quindi prima di venire a sparare la ramanzina a chi scarica andiamo a prendere per i capelli (e chi è pelato, per il collo) lor signoriArrabbiato
    non+autenticato
  • per imparare il cinese,

    chiunque fosse interessato consiglio questo sito

    http://itariajin.blog-city.***/

    non è mio e a mio avviso è utile all'uopo.

    NiHao! A bocca aperta
    non+autenticato
  • prelevano gente e la fanno scomparire? chissenefrega!
    fanno lavorare i bambini? chissenefrega!
    torturano i dissidenti? chissenefrega!
    trucidano gli animali? chissenefrega!
    Inquinano il mondo? chissenefrega!
    mettono gli emmepitre di britney online? AHHHH ma questa e una vergogna. bush in persona deve andare a bloccare tutto...

    ma va va...

    e beh, nella disputa se sia meglio fare pressione alla cina perchè diventi un paese con un minimo di diritti civili o rompere i coglioni a un portale... voi cosa scegliereste?

    ps mentre scrivevo questo ho letto di OGGI ( http://punto-informatico.it/p.asp?i=55882&r=PI )
    non+autenticato
  • Il fatto che in Cina succedano tutte le cose da te elencate significa che sei succube della visione "anti cinese" che i paesi occidentali stanno da anni promulgando alla gente. La Cina, pur essendo sotto molti aspetto moooolto arretrata in termini di libertà, non è il mopstro che descrivi. Ne a livello civile ne a livello economico. Informatevi bene ed andate oltre a quello che vi propinano giornali e televisione....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ne a livello civile ne a livello
    > economico. Informatevi bene ed andate oltre a
    > quello che vi propinano giornali e
    > televisione....

    Vuoi dire che in Cina esistono i sindacati e mi hanno sparato un sacco di balle?
    Vuoi dire che non esiste un controllo sui contenuti del web e mi hanno sparato un sacco di balle?
    Vuoi dire che si può manifestare liberamente il proprio credo religioso e mi hanno sparato un sacco di balle?
    Vuoi dire che i lavoratori fanno normalmente tra le 35 e le 40 ore di lavoro settimanali e mi hanno sparato un sacco di balle?
    Vuoi dire che tienamen ce la siamo sognata?

    Giusto per sapere...
    non+autenticato
  • Oh, neanche nella Germania degli anni '30 si stava tanto male ... economia in ripresa, benessere, Goebbles e rock 'n' roll !

    Ciao sveglione !

    Piwi
    non+autenticato
  • per accorgersi che baidu è tutto in cinese.
    Un occidentale non ci cava un MP3 manco col binocolo.
    Un cinese non comprerebbe comunque CD musicali perchè costano come il suo stipendio annuale.

    Alla fine il danno alle major discografiche mi sembra ben poca cosa.
    non+autenticato
  • :| Ho visto ed ho anche provato ad inserire come chiave di ricerca la parola ramazzotti. Risultato dicei pagina di link......, donque le major secondo me fanno bene a preccuparsi!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > per accorgersi che baidu è tutto in cinese.
    > Un occidentale non ci cava un MP3 manco col
    > binocolo.

    Falso.

    Io sono occidentale e non so affatto il cinese, pero' su Baidu ho letto "mp3", ci ho cliccato su e ho inserito nomi di artisti vari, in caratteri latini.
    Risultato una bel numero di mp3. Tempo del mio "binocolo": 12 secondi.

    > Un cinese non comprerebbe comunque CD musicali
    > perchè costano come il suo stipendio annuale.

    Falso.

    In Cina 120 milioni di persone hanno il tenore di vita dei tedeschi. Possono quindi permettersi tutti i cd che gli pare.

    > Alla fine il danno alle major discografiche mi
    > sembra ben poca cosa.

    Ad ognuno le sue sciocche opinioni.
    non+autenticato

  • > Io sono occidentale e non so affatto il cinese,
    > pero' su Baidu ho letto "mp3", ci ho cliccato su
    > e ho inserito nomi di artisti vari, in caratteri
    > latini.
    > Risultato una bel numero di mp3. Tempo del mio
    > "binocolo": 12 secondi.

    Ma dove??
    Io inserisco "Ramazzotti" spunto mp3 ed escono alcuni link geroglifici. Ho anche provato a cliccarli ma l'unica pagina di link che ho ricevuto sono riferimenti a siti da cui non si scarica una mazza.
    Forse se sai il cinese, qualcosa puoi cavarci.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)