La musica passa per Bluetooth

Nokia ha iniziato a testare nella capitale finlandese un servizio di streaming audio compatibile con i terminali dotati di tecnologia Bluetooth; EMI collabora al progetto fornendo una ricca scelta di tracce audio

Helsinki - Nokia è convinta che il sistema di trasmissione Bluetooth possa diventare un mezzo funzionale per lo streaming di musica digitale. In collaborazione con la casa discografica EMI ha dato il via alla sperimentazione di un nuovo servizio che permetterà in alcune caffetterie della capitale finlandese di ascoltare musica tramite il cellulare: contenuti audio che saranno forniti ai clienti via wireless Bluetooth. Per ora il progetto pilota sarà inaugurato in almeno tre caffetterie della catena Robert's Coffee e in tre negozi musicali della catena FreeRecordShop.

I clienti potranno scegliere le tracce all'interno di una selezione discografica EMI: non mancheranno quindi le ultime produzioni di Robbie Williams, Goldfrapp e Gorillaz. Il servizio sarà compatibile con tutti terminali mobili basati su piattaforma Nokia Serie 60 Symbian (presente su Nokia N90, Siemens SX1, Nokia E60 etc.) e Nokia Serie 40 (presente su Nokia 6060, 8800, etc.). Ovviamente tutti i cellulari dovranno disporre del supporto Bluetooth e, per accedere allo streaming, scaricare una piccola applicazione denominata CoolZone, un'appendice della piattaforma di content delivery.

bFree, così si chiama il servizio, sarà totalmente gratuito ma, come ha ricordato Nokia, in futuro sarà possibile per la versione commerciale un sistema di pagamento per le tracce audio desiderate. Non è escluso, inoltre, che nel periodo di test l'offerta venga completata con suonerie, wallpaper, videoclip e voucher.
La soluzione Nokia in qualche modo sembra proporsi come una valida alternativa o ulteriore completamento dell'offerta in campo mobile musicale. Basta ricordare, infatti, i nuovi smartphone Motorola e Nokia dotati di ampie memorie per la gestione dei file MP3 e le nuove piattaforme per l'acquisto on-network mobile.

Il raggio di copertura del Bluetooth, purtroppo, è ancora l'unico limite per questo genere di servizi: sebbene si tratti una trasmissione/ricezione ad area di diffusione - e non lineare come con l'IRDA - l'operatività è pienamente certificata per un massimo di dieci metri.

La presentazione ufficiale di "bFree" avverrà durante la Nokia Mobility Conference 2005, programmata per oggi e domani a Barcellona.

Dario d'Elia
TAG: 
1 Commenti alla Notizia La musica passa per Bluetooth
Ordina