Bianco non teme Anno2000

Il neoministro dell'Interno è tranquillo e ha spiegato come l'amministrazione abbia intenzione di vigilare e gestire la "transizione informatica"

Roma - "Il rischio di problemi legati al millennium bug continuerà anche nei giorni successivi al primo gennaio": così Enzo Bianco, neoministro dell'Interno, ha spiegato che il Governo vigilerà sul problema informatico anche dopo Capodanno. "I prefetti, ha detto, saranno al loro posto per controllare che tutto sia a posto. C'è la possibilità di qualche disservizio, ma la protezione civile e le forze dell'ordine saranno pronti ad intervenire per risolvere qualsiasi problema. A cavallo del primo gennaio saranno quindi adottati dei turni particolari e prolungati, soprattutto da parte di polizia, carabinieri e guardia di finanza, ed è questo un ulteriore motivo per ringraziare tutti gli addetti".

Come si ricorderà il Governo ha predisposto un centro di gestione delle emergenze che sarà in continuo contatto con numerosi "centri di osservazione" in tutto il paese nelle ore che seguiranno lo scoccare del primo gennaio del 2000. Un centro che ospiterà alcuni esponenti dell'Esecutivo e rappresentanti delle forze dell'ordine e militari.