Nomine/ Hovsepian presidente di Novell

Cambio al vertice in Novell

Milano ? Novell ha annunciato che il consiglio d'amministrazione ha promosso Ron Hovsepian, già executive vice president e president, global fields operations, a president e chief operating officer di Novell. Hovsepian sarà responsabile a livello mondiale dello sviluppo dei prodotti, del marketing, delle attività operative, incluse vendita, consulenza e servizi tecnici.

Ron Hovsepian, 44 anni, è entrato in Novell a giugno 2003 in qualità di presidente per il Nord America, e ha guidato la trasformazioni delle operazioni a livello internazionale fino a maggio 2005. Precedentemente, Hovsepian ha ricoperto cariche gestionali e executive in IBM Corporation per oltre 17 anni, tra cui quelle di worldwide general manager della rete di distribuzione di IBM, occupandosi della gestione globale dello sviluppo hardware e software, delle vendite, del marketing e dei servizi; Hovsepian ha anche lavorato come managing director di Internet Capital Group, un'azienda di venture capital.

"I risultati raggiunti da Ron nel Nord America testimoniano le sue qualità di forte leader per Novell", ha dichiarati Jack Messman, chairman e CEO di Novell. "Ora che la trasformazione nelle nostre aree operative è ben avviata, è tempo per Ron di mettere a disposizione le sue competenze e capacità di leadership nell'intera azienda. Sono convinto che, in qualità di president e COO, Ron raggiungerà risultati significativi per i nostri clienti, dipendenti e azionisti".
"Fin da quando faccio parte del team di Novell, sono sempre stato convinto delle grandi opportunità che l'azienda possiede per fornire leadership al mercato mano a mano che le organizzazioni di tutto il mondo si convinceranno degli standard aperti e dell'open source come modo per poter migliorare le proprie attività e ottenere risultati soddisfacenti", ha affermato Hovsepian.
TAG: mercato
9 Commenti alla Notizia Nomine/ Hovsepian presidente di Novell
Ordina
  • Se Novell continua nella strada dell' Open Source avrà successo oltre che il nostro appoggio.
    Da apprezzare inoltre le parole del nuovo direttore generale:

    "Fin da quando faccio parte del team di Novell, sono sempre stato convinto delle grandi opportunità che l'azienda possiede per fornire leadership al mercato mano a mano che le organizzazioni di tutto il mondo si convinceranno degli standard aperti e dell'open source come modo per poter migliorare operativele proprie attività e ottenere risultati soddisfacenti", ha affermato Hovsepian.

    Da tener presente che Linux e l' Open Source sono dei maratoneti; escono alla lunga e vincono lasciando tutti quelli del WC-Closed spompati x strada.
    non+autenticato
  • Hai mai provato a chiedere una quotazione per qualcuno dei loro prodotti "Open" ? Prova, sara' educativo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Hai mai provato a chiedere una quotazione per
    > qualcuno dei loro prodotti "Open" ? Prova, sara'
    > educativo.

    Se ti riferisci al "gratis" Open Source non significa certo "gratis".
    E' comunque ovvio che è molto meglio pagare per un prodotto Open Source con licenza GPL che per un prodotto Closed per il quale "affitti" solo obblighi costosi e senza alcuna voce in capitolo per chi l' affitta.
    non+autenticato
  • se hai il senso della realtà ammetterai che il 99,99999% delle persone che dicono open dicono free o meglio gratis e vogliono l'open solo per quello.

    Se l'open fosse sempre a pagamento saremmo tutti felici di averlo.

    Tieni anche conto del fatto che a molti di quelli che fanno i fans dell'open non frega nulla di leggere il codice ma solo di avere il giocattolino senza pagare
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Tieni anche conto del fatto che a molti di quelli
    > che fanno i fans dell'open non frega nulla di
    > leggere il codice ma solo di avere il
    > giocattolino senza pagare

    E' proprio qui che ti sbagli.
    non+autenticato
  • chiedi a tutti quelli che parlano di open source se hanno mai letto una linea di codice...molti non sono manco sviluppatori.
    Vedrai se sta storia del software gratis continua dove finiremo (parlo di gratis non di open!)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > chiedi a tutti quelli che parlano di open source
    > se hanno mai letto una linea di codice...molti
    > non sono manco sviluppatori.
    > Vedrai se sta storia del software gratis continua
    > dove finiremo (parlo di gratis non di open!)

    Non è importante se si leggono o no le linee di codice, l' importante è di avere il codice sempre a disposizione x poterlo leggere se lo si vuole o se lo si desidera.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > chiedi a tutti quelli che parlano di open source
    > se hanno mai letto una linea di codice...molti
    > non sono manco sviluppatori.
    > Vedrai se sta storia del software gratis continua
    > dove finiremo (parlo di gratis non di open!)


    e quindi?Alla casalinga non server sapere il C,serve usare il pc.Il tecnico professionista/lo smanettore ecc ecc possono aver bisogno del codice(e sapere C)
    Inoltre l'esser open è DI SUO una garanzia contro sorprese nascoste!

  • - Scritto da: Anonimo
    > Tieni anche conto del fatto che a molti di quelli
    > che fanno i fans dell'open non frega nulla di
    > leggere il codice ma solo di avere il
    > giocattolino senza pagare

    Questo è vero, ma non pensi che a Novell freghi tanto degli utenti casalinghio di quelle realtà aziendali spilorce. Dare gratis i programmi serve per aumentare la base di utenti ed è anche una forma di pubblicità.
    Tanto loro sono interessati alle aziende e le aziende, specie quelle grosse, vogliono avere il supporto, oppure vogliono avere un loro amministratore a cui fanno fare i corsi di formazione per avere la certificazione.

    Insomma i soldi arrivano da quello:
    -assistenza
    -certificazioni
    non+autenticato