VoIP, Microsoft fa spese anche in Svizzera

Si delineano sempre di pi¨ i piani di Bill Gates sul fronte della telefonia su internet

San Francisco - Il VoIP dilaga nei business plan delle aziende TLC e non solo: in questa direzione prosegue infatti anche il cammino di Microsoft che ha annunciato l'acquisizione di Media-streams.com AG, societÓ elvetica che sviluppa tecnologie per la gestione del traffico telefonico attraverso il web.

Microsoft non ha mai nascosto il proprio interesse per il mondo della comunicazione on line: prima di allearsi con Yahoo! per attivare la piena interoperabilitÓ tra le rispettive piattaforme di instant messaging, aveva giÓ messo piede nel mondo della telefonia su internet con Teleo, il provider californiano che ha acquisito due mesi or sono.

Ma mentre Teleo ha il proprio target nel mercato consumer, Media-streams.com focalizza il proprio core-business nelle soluzioni destinate alle aziende e all'utenza professionale.
Senza rivelare i dettagli finanziari della nuova operazione, il colosso di Redmond ha dichiarato di voler integrare la tecnologia di Media-streams.com con il software di collaborazione della sua divisione Office, che consentirÓ agli utenti di collegare chiamate in arrivo a conferenze ed effettuare videoconferenze tra persone che si trovano in localitÓ remote.

Appare quindi ragionevole pensare che Microsoft miri a spaziare nel settore TLC in pi¨ mercati, con un ventaglio di offerte per soluzioni di instant messaging consumer e corporate, "cablate" in applicazioni come Windows Live e Office Live.

Fatti che confermerebbero le parole di Bill Gates, che ha esternato le proprie convinzioni durante il suo recente intervento allo Smau 2005: il futuro della societÓ Ŕ digitale e la tecnologia VoIP sarÓ in pochi anni uno strumento di comunicazione diffuso.

E' fuori di dubbio che Microsoft intenda essere protagonista di questo scenario, che la vedrÓ in competizione con eBay, forte dell'acquisizione di Skype Technologies, e con Google Talk.

Dario Bonacina
TAG: