Italia, CD e DVD costeranno meno

Questo sperano i produttori di supporti all'indomani dell'approvazione di un emendamento che riduce il cosiddetto equo compenso, che oggi grava sulle tasche di distributori e consumatori. Ma la SIAE si oppone

Roma - I consumatori e gli informatici potrebbero presto tirare un sospiro di sollievo: nei prossimi mesi i supporti di archiviazione e registrazione e i relativi dispositivi costeranno meno. Questa è la speranza dei produttori di supporti, riuniti nell'associazione ASMI, che ieri hanno applaudito alle più recenti decisioni del Senato.

Come noto, infatti, nei giorni scorsi il Governo aveva paventato un aumento consistente del cosiddetto equo compenso, che grava sui supporti e che è destinato ai detentori dei diritti, e che viene "giustificato" con il fatto che possano essere utilizzati anche per l'archiviazione a scopo personale di materiali protetti dal diritto d'autore. Questo quid viene raccolto dalla SIAE a cui viene versato da produttori ed importatori, un importo che oggi spesso raddoppia il prezzo del supporto stesso. Proprio la SIAE era stata denunciata da ASMI lo scorso marzo sulla questione dell'equo compenso.

Ma, vista la reazione degli utenti di sistemi informatici, già abbondantemente tartassati, e delle imprese di settore, il Governo ha poi assicurato che gli aumenti non troveranno posto in Finanziaria. Ora al Senato, con un emendamento approvato dalla Commissione Bilancio, si aprono le prospettive di una riduzione. Se l'emendamento non verrà modificato, infatti, l'importo da versare alla SIAE non supererà il 10 per cento del prezzo al distributore dei supporti. "Data l'entità del compenso - si legge in una nota di ASMI - dal 2003 ad oggi il mercato ufficiale di supporti ottici è crollato e sono esplose le vendite dall'estero via internet e lo sviluppo del mercato nero con perdite, per IVA evasa, che secondo nostre stime supererà nel 2005 gli introiti SIAE legati al compenso per copia privata. A seguito della riduzione reale della tassazione, così come approvata dalla Commissione Bilancio, si ristabilisce una condizione di mercato tale da rendere non più conveniente l'importazione illegale di prodotti".
Secondo ASMI, per CD e DVD vergini i prezzi di vendita sono destinati a subire, dunque, una "sensibile riduzione".
L'Associazione auspica che l'emendamento approvato dalla Commissione venga confermato in Aula e trovi dunque la sua via nella Finanziaria di quest'anno.

Ma ad opporsi all'emendamento c'è proprio la SIAE, secondo cui la scelta della Commissione porta l'Italia fuori dall'Europa tanto che se venisse confermata la riduzione, per il nostro paese vi sarebbe il rischio di subire una procedura di infrazione da parte della UE. Un punto di vista rigettato da ASMI, secondo cui "non esiste alcun obbligo comunitario a carico dell'Italia (così come di qualunque altro Paese UE) di mantenere l'entità del compenso per copia privata all'attuale livello abnorme". Rigettata da ASMI anche l'affermazione della SIAE secondo cui in tutti i Paesi UE sono praticati livelli di compenso per diritto d'autore simili o inferiori a quelli oggi praticati in Italia. Secondo ASMI "è vero il contrario: l'entità del compenso per copia privata attualmente pagato in Italia è di gran lunga più alto della media Europea".

"L'emendamento - conclude ASMI - difende gli aventi diritto: con la modifica proposta infatti si introduce l'assoggettamento ad equo compenso di prodotti quali memory flash e USB drive, prima esenti, che risolve il grave problema della riduzione del gettito SIAE per copia privata che, a causa della crisi del settore e del dilagare del mercato illegale su CD e DVD, sta costantemente diminuendo. ASMI ritiene quindi che l'emendamento vada nella direzione giusta di risolvere in maniera equa e condivisa i gravi problemi creati dalla precedente normativa".
122 Commenti alla Notizia Italia, CD e DVD costeranno meno
Ordina
  • E risolvete ogni problema!

    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1192...

    Non capisco perchè si voglia fare un dramma quando la soluzione è così semplice e alla portata di tutti. E posso garantire in tutta onestà che la qualità è ottima. Tanto è vero che ne compro pacchi da cento a botta.

    ==================================
    Modificato dall'autore il 09/11/2005 2.47.18

  • - Scritto da: moresco
    > E risolvete ogni problema!
    >
    > http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1192
    >
    > Non capisco perchè si voglia fare un dramma
    > quando la soluzione è così semplice e alla
    > portata di tutti. E posso garantire in tutta
    > onestà che la qualità è ottima. Tanto è vero che
    > ne compro pacchi da cento a botta.
    >
    > ==================================
    > Modificato dall'autore il 09/11/2005 2.47.18

    che palle tu e la tua mania di autovotarti con un 5

    ma chi ti credi di essere? tornatene nel forum a tema libero a fare il filosofo !
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: moresco
    > > E risolvete ogni problema!
    > >
    > >
    > http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1192
    > >
    > > Non capisco perchè si voglia fare un dramma
    > > quando la soluzione è così semplice e alla
    > > portata di tutti. E posso garantire in tutta
    > > onestà che la qualità è ottima. Tanto è vero che
    > > ne compro pacchi da cento a botta.
    > >
    > > ==================================
    > > Modificato dall'autore il 09/11/2005 2.47.18
    >
    > che palle tu e la tua mania di autovotarti con un
    > 5




    Non sono solo io a votare...
    ;) Occhiolino Occhiolino




    > ma chi ti credi di essere?


    Semplicemente quello che sono.
    :DA bocca apertaA bocca aperta




    tornatene nel forum a
    > tema libero a fare il filosofo !


    Quando tu tornerai al forum dei troll a trollare.
    :DA bocca apertaA bocca aperta
  • Nelle fiere dell'elettronica che sono frequentemente un po' dappertutto, si trovano facilmente cd e dvd a 20-30 centesimi l'uno, quindi figurati se uno ci paga l'odiato (e iniquo) balzello alla siae!!
    Oppure un semplice ordine cumulativo online a un negozio estero, e il gioco è fatto...
    Ormai bisogna essere un po' sprovveduti per comprare certe cose nei negozi (e pagarci la tassa) eh...Con la lingua fuori
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Nelle fiere dell'elettronica che sono
    > frequentemente un po' dappertutto, si trovano
    > facilmente cd e dvd a 20-30 centesimi l'uno,
    > quindi figurati se uno ci paga l'odiato (e
    > iniquo) balzello alla siae!!
    > Oppure un semplice ordine cumulativo online a un
    > negozio estero, e il gioco è fatto...
    > Ormai bisogna essere un po' sprovveduti per
    > comprare certe cose nei negozi (e pagarci la
    > tassa) eh...Con la lingua fuori

    perchè te li vendono in nero, facile così
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Nelle fiere dell'elettronica che sono
    > frequentemente un po' dappertutto, si trovano
    > facilmente cd e dvd a 20-30 centesimi l'uno,
    > quindi figurati se uno ci paga l'odiato (e
    > iniquo) balzello alla siae!!
    > Oppure un semplice ordine cumulativo online a un
    > negozio estero, e il gioco è fatto...
    > Ormai bisogna essere un po' sprovveduti per
    > comprare certe cose nei negozi (e pagarci la
    > tassa) eh...Con la lingua fuori


    Anche in Internet e in italiano. Se poi compri quelli a 0,22 cent., anche se aggiungi le spese di spedizione non arrivi certo ai prezzi dei negozi.

    http://www.dretschler.com/catalog/default.php
  • Ha una memoria che conserva canzoni sentire anche solo per radio, quindi è un qualcosa di illegale visto che non ha pagato per conservare in memoria tracce che non possiede, vediamo di tassare il cervello a peso...
    Che idea !!!!
    non+autenticato
  • ....abbassano le tasse su cd e dvd e ne introducono una su memorie flash...

    IO SINCERAMENTE MI SONO STUFATO DI ESSER PRESO PER I FONDELLI!!!

    Sono indignato e sarebbbe il caso che tutte le persone che hanno potere decisionale si diano una svegliata... se cercano sempre di arricchirsi su noi poveracci prima o poi i suddetti morti di fame (di cui io sono un fiero esponente) nn avranno più soldi da spendere... e a quel punto le nostre care SIAE, RIAA, etc etc... dove cavolo attingeranno pur solo per andare in pareggio nel bilancio? Prima o poi il sistema imploderà ed allora saremo TUTTI dei morti di fame!
    non+autenticato
  • tra l'altro nn sia mai detto che in italia si faccia davero qualcosa a favore del consumatore e, più estensivamente, a favore del cittadino!
    non+autenticato
  • beh in effetti una cosa di leggemente coerente c'e'.

    Ora che i prezzi dei CD e DVD si sono abbassati rispetto ad un tempo anche la tassa si e' abbassata.

    Ora ad essere "cari" sono le memorie flash. Su di esse si puo' mettere una tassa senza aumentare del 100% il prezzo.

    Comunque la cosa e' assurda. Si paga gia' l'IVA su questi prodotti. Lo stato la smetta di mettere tasse doppioni.

    ... a proprosito tutti (specie al governo) si sono dimenticati che devono abolire l'IRAP?
  • Ciao AnyFile !

    > Comunque la cosa e' assurda. Si paga gia' l'IVA
    > su questi prodotti. Lo stato la smetta di mettere
    > tasse doppioni.

    ALT !
    La SIAE non è lo stato e quello che si paga alla SIAE non è TASSA !!!
    Sono soldi che dalle nostre tasche vanno in quelle di soggetti PRIVATI che a fronte del non fare ASSOLUTAMENTE NULLA (un rapinatore, almeno, la banca la deve prima rapinare ...) intascano cifre con 6 zeri, in euro !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • E' vero cavolo almeno il rapinatore un po' si da fare ... e poi spende i soldi delle armi e del passamontagna... e paga la benzina per andare alla banca ... paga pure la benzina di quello che fa il palo e che deve tenere accesa la macchina tutto il tempo pronto a ripartire (costa un occhio!!)...

    Diamine la siae riesce a far passare come poverelli anche i rapinatori di banca da quanto loro sono ladroni....Deluso
    non+autenticato
  • Lo so che non c'entra nulla con l'IVA. Ma l'IVa gia' la paghiamo (ed anche parecchia cara), perche' dover pagare dell'altro?

    Forse il nocciolo del problema e' che non andrebbe chiamata TASSA ma REGALO alla SIAE

    ah .. gia' ma i regali sono atti liberali (cioe' facoltativi) per cui si perderebbe il senso ... Arrabbiato
  • Esistono negozi on-line che (pur essendo italiani) hanno sede all'estero e vi spediscono a casa CD e DVD a prezzi stracciati.... non pagando credo nessuna tassa al governo italiano.
    E magari è anche tutto legale...
    Poveri i nostri venditori che devono versare pure l'obolo alla SIAE.....
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 21 discussioni)