Palm: non abbandoneremo PalmOS

L'azienda smentisce i rumors che danno per imminente il definitivo addio. Nel futuro di Palm, ha asserito il suo CEO, c'è posto per più sistemi operativi

Roma - "Palm non ha alcuna intenzione di abbandonare Palm OS". Questo il succo di una lettera che il CEO di Palm, Ed Colligan, ha di recente indirizzato alla propria comunità di sviluppatori per smentire le molte voci che, negli ultimi mesi, vorrebbero Palm in procinto di divorziare da quel sistema operativo che l'ha accompagnata fin dalla sua nascita.

Il futuro della partnership tra Palm e PalmSource, sviluppatrice di Palm OS, è sembrato in dubbio soprattutto dopo l'annuncio, lo scorso settembre, di un nuovo modello di smartphone Treo basato su Windows Mobile: si tratta del primo dispositivo di Palm ad adottare un sistema operativo diverso da Palm OS. Questo fatto si è aggiunto ai piani di avvicinamento di Palm a Linux e alla recente acquisizione di PalmSource da parte della giapponese Access: quest'ultima, secondo alcune fonti, sarebbe scarsamente interessata a portare avanti lo sviluppo di Palm OS.

Nella propria lettera, Colligan spiega che la decisione della propria azienda di abbracciare altri sistemi operativi, come Windows Mobile, non va interpretata come la volontà di girare le spalle a Palm OS, bensì come l'intenzione di ampliare il proprio bacino di utenti e contrastare, in questo modo, una concorrenza ormai agguerritissima.
"È un fatto assodato - ha detto Colligan - che una larga parte degli utenti business utilizza piattaforme Microsoft e, di conseguenza, non ha alcuna intenzione di passare ad un altro sistema operativo. Nonostante questo, là fuori c'è ancora un grande numero di persone fedeli a Palm OS, e per tale ragione continueremo a sviluppare computer hand held, smartphone e mobile manager basati su tale software".

Tra i nuovi prodotti basati su Palm OS vi sarà, secondo alcune fonti, un modello economico di Treo con prezzo intorno ai 200 euro.

Colligan ha infine commentato l'acquisizione di PalmSource da parte di Access come "una cosa positiva": a suo dire, infatti, la società giapponese ha le risorse necessarie per investire nello sviluppo di Palm OS.
TAG: mercato
13 Commenti alla Notizia Palm: non abbandoneremo PalmOS
Ordina
  • visto che nell'articolo è menzionato il link internazionale, volevo solo segnalare a redazione e lettori che PalmSource ha attivato da un po? di tempo la versione del sito in italiano su www.palmsource.it
    non+autenticato
  • e ovviamente vale anche per Palm al www.palm.com/it , ma questo c'è da anni Occhiolino
    non+autenticato
  • Prima se so' comprati la Be, decretando la morte dell'ottimo BeOS, adesso passano a Linux...

    Per fortuna che c'è Haiku... www.haiku-os.org

    Marco Ravich
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Prima se so' comprati la Be, decretando la morte
    > dell'ottimo BeOS, adesso passano a Linux...

    Be era già morta da un pezzo quando PalmSource (e non Palm, possibile che ancora si faccia confusione tra chi fa hardware e chi il sistema operativo?!?) la ha acquistata.

    Ora - cioè tra circa otto mesi, quando la nuova release sarà pronta - Palm OS passerà ad un KERNEL Linux, integrando comunque il fantastico multimedia layer derivato da Be OS.

    ==================================
    Modificato dall'autore il 10/11/2005 14.07.21
  • ancora con questi os alternativi che sono talmente lontani dall'essere anche solo testabili che persino loro non forniscono l'immagine dei CD.... ma parliamone quando abbiamo in mano qualcosa di cui parlare.... a proposito, ti stai ancora interessando a quel clone di Win NT, anche quello perennemente in fase di sviluppo e mai pronto per essere usato???
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ancora con questi os alternativi che sono
    > talmente lontani dall'essere anche solo testabili
    > che persino loro non forniscono l'immagine dei
    > CD....
    >
    Maa... sai di quello che parli o le sparì così per sport ?

    http://haiku-os.org/learn.php?mode=status

    http://haiku-os.org/factory/

    > ma parliamone quando abbiamo in mano
    > qualcosa di cui parlare....
    >
    Questi, infatti la simulazione flash l'hanno inventata:
    http://www.beosfrance.com/muckups/Net++/flash/

    > a proposito, ti stai ancora interessando a quel clone
    > di Win NT, anche quello perennemente in fase di
    > sviluppo e mai pronto per essere usato???
    >
    ReactOS è in fase alpha, ma sembra che ultimamente lo sviluppo stia procedendo speditamente... sai com'è: più si sparge la voce più contribuenti arrivano.

    http://www.reactos.org/xhtml/en/screenshots.html

    Marco Ravich

    (a proposito, perché non ti firmi ?)
    non+autenticato
  • Ah, dimenticavo: Haiku è uno dei pochi progetti open source che ha ASSUNTO (e quindi stipendia) sviluppatori.

    Così, tanto per sport...

    Marco Ravich
    non+autenticato
  • "Nonostante questo, là fuori c'è ancora un grande numero di persone fedeli a Palm OS, e per tale ragione continueremo a sviluppare computer hand held, smartphone e mobile manager basati su tale software".

    SVILUPPARE?
    hanno pure il coraggio di dire sviluppare il sistema operativo? maledetto t5 : palm os è talmente instabile.... per non parlare della serie infinita di problemi hardware
    ahh come rimpiango il mio bel t3... e la sua scarsa durata della batteria..Arrabbiato
    dopo anni sono quasi tentato di passare a microsozz terribile...In lacrime
    non+autenticato


  • > scarsa durata della batteria..Arrabbiato
    > dopo anni sono quasi tentato di passare a
    > microsozz terribile...In lacrime

    ti assicuro che il Winmobile 2003 Se del mio Mitac 168 va molto bene e non si sinchioda mai. Inquesti giorni lo sto provando col TomTom 5.1 e un sacco di altre applicazioni e sono picevolemnte sorpreso dal OS mobile di Microsoft... Saran sempre più cazzi per Pamm temo, ora che c'è furoi anchj eil Win Mob. 2005...
    non+autenticato
  • cavolo ?! instabile ?

    e vuoi passare a Windows Mobile ? . . . guarda io maledico ogni giorno il mio palmare Asus MyPAL 730, come hardware e' ottimo ma cristo Windows Mobile 2003 SE fa veramente schifo, definirlo instabile e' poco te lo assicuro
    non+autenticato
  • come hardware e' ottimo ma cristo Windows
    > Mobile 2003 SE fa veramente schifo, definirlo
    > instabile e' poco te lo assicuro

    Troll
    non+autenticato
  • > SVILUPPARE?
    > hanno pure il coraggio di dire sviluppare il
    > sistema operativo?

    Svilupperanno apparati, non il SO (che lo sviluppa invece PalmSource).

    > maledetto t5 : palm os è
    > talmente instabile.... per non parlare della
    > serie infinita di problemi hardware

    Il T5 ha dei problemi di stabilità legati al programma PiLoc, è un problema di applicazioni di terze parti e non del dispositivo in sè che, comunqe, è l'uscita meno 'felice' da parte di Palm negli ultimi anni. L'ultimo nato, il TX, è tutt'altra storia credimi.

    > ahh come rimpiango il mio bel t3... e la sua
    > scarsa durata della batteria..Arrabbiato
    > dopo anni sono quasi tentato di passare a
    > microsozz terribile...In lacrime

    Chi tocca winzozz si sporca per sempre, non farlo! ;-P
  • piloc un tubo: io non installato questa robaccia!
    è instabile di suo !!
    magra consolazione sapere che il tx è molto meglio...
    non+autenticato