Gioca e vinci un viaggio nello Spazio

SpaceShot e Virgin Group hanno lanciato due concorsi che permetteranno ai migliori video-giocatori di vincere un biglietto per lo spazio: chi soffre di vertigini potrà accontentarsi di soldi contanti

Roma - A breve saranno sdoganati anche i viaggi spaziali. Basterà vincere un concorso e ci si troverà nell'orbita terrestre vagolando fra detriti e stazioni orbitanti. Già, perché SpaceShot e Virgin Group, con progetti simili, hanno deciso di lanciare una serie di nuovi giochi online che permetteranno ai migliori partecipanti di vincere un viaggio decisamente particolare.

SpaceShot ha stretto un accordo con Rocketplane, società statunitense che ha promesso per il 2007 un primo servizio navetta sub-orbitale che nel tempo arriverà a toccare i 100 chilometri di altitudine. Virgin, invece, sta implementando un progetto autonomo denominato SpaceShipTwo che dovrebbe attivare un volo su razzo entro il 2008.

Certamente non può che essere considerata una bella trovata marketing: invece di spendere qualche milione di dollari per un passaggio su razzi russi, o qualche centinaio di migliaia di dollari per un futuro biglietto commerciale spaziale, basteranno pochi euro per tentare la fortuna - in tutti i sensi.
Al momento i giochi online disponibili sono in multiplayer e non possono che essere considerati tradizionali, dato che non mancano: quiz, giochi carte, di abilità etc. Permettono anche di racimolare contanti che da virtuali possono essere trasformati in moneta sonante.

Fra qualche mese, però, sarà il momento di Virgin Galactic Quest, un gioco definito "compulsivo" da Stephen Attenborough, vice presidente di Virgin Galactic: a suo dire, superando i diversi livelli di difficoltà ci si avvicinerà sempre di più all'agognata poltrona spaziale. Abilità e un pizzico di fortuna con un alone di mistero, perché i dettagli non sono stati divulgati.

"Credo che la maggior parte delle persone preferirà i soldi più che vincere un passaggio spaziale. Comunque per una società come la nostra si tratta della migliore soluzione pubblicitaria. Non possiamo certo permetterci di investire milioni di dollari per le pubbliche relazioni", ha dichiarato Sam Dinkin, CEO di SpaceShot.

L'era spaziale commerciale è iniziata finalmente, dopo le chiacchiere del 2000. E se qualcuno non volesse crederci basterebbe considerare la presa di posizione della Casa Bianca, che l'anno scorso ha dato inizio all'iter legislativo per una normativa che potrebbe dare alla Federal Aviation Administration il totale controllo dei cieli sub-lunari.

Dario d'Elia
TAG: spazio
3 Commenti alla Notizia Gioca e vinci un viaggio nello Spazio
Ordina