Il DRM della nuova telefonia Vodafone

L'operatore ha acquistato la licenza delle soluzioni DRM di Intertrust, sistema che il prossimo anno potrebbe diventare il nuovo standard di riferimento nel settore

Roma - Il Digital Rights Management (DRM) ormai è diventato l'oggetto del desiderio dei tutti i grandi provider multimediali: Vodafone ha stretto una partnership con Intertrust per accedere alla licenza di una soluzione software anti-pirateria che verrà utilizzata per "proteggere" il mercato della musica digitale. Sulla base delle esigenze di mercato la "rete di difesa" elettronica potrà essere allargata anche ai settori video, sebbene su questo Vodafone ancora non si sia espressa.

"Nei prossimi 12 mesi probabilmente sigleremo contratti di questo genere non solo con service provider, ma anche con produttori del settore mobile, hardware PC e dell'elettronica di consumo", ha dichiarato Talal Shamoon, CEO di Intertrust. "Fra 12/18 mesi assisteremo ad un'ulteriore espansione, e con la collaborazione dei produttori forse verranno gettate le basi per un standard DRM condiviso". Attualmente numerosi portali come Apple iTunes store o Sony Connect ne sfruttano le potenzialità, ma non ne permettono l'interoperabilità fra piattaforme diverse. Un utente che acquista una traccia audio su un sito è obbligato a riprodurla con un player compatibile.

La tecnologia Intertrust risponde alle linee guida dell'open standard DRM dell'Open Mobile Alliance e della Marlin Joint Development Association (MJDA), le associazioni internazionali che comprendono i più importanti provider e produttori come Panasonic, Philips, Sony e Samsung. L'esigenza di una soluzione alternativa a quelle proprietarie si è creata nel momento in cui è mancato l'accordo unilaterale sulla policy licenziataria.
Lo scorso aprile l'Open Mobile Alliance aveva proposto di ridurre le tariffe licenziatarie del suo DRM di 0,65 dollari per cellulari e di 0,25 dollari sugli abbonamenti annuali, ma i produttori e gli operatori avevano valutato la spesa comunque ancora troppo alta, giustificandosi con il fatto che il pagamento delle licenze avrebbe superato gli introiti complessivi provenienti dalla vendita dei contenuti multimediali.

Le aziende del Gruppo Marlin, così, hanno confermato che integreranno lo standard Intertrust, disponibile probabilmente dal prossimo anno, in tutti i terminali di nuova generazione.

Negli ultimi mesi il mercato aveva risposto all'esigenza di soluzioni DRM frammentandosi notevolmente. Apple, Sony, Wintel, Philips, EMI e via dicendo spesso e volentieri hanno seguito strade diverse. Tutte lanciate verso la nuova frontiera e tutte impegnate nel gestire lucchetti di ogni genere, che in qualche caso possono persino nascondere fastidiose sorprese.

Dario d'Elia
TAG: drm
17 Commenti alla Notizia Il DRM della nuova telefonia Vodafone
Ordina
  • CIAO A TUTTI
    non mi pare serva dire molto sul come comportarsi di fronte al fenomeno dei DRM, sopratutto se li abbiniamo al progetto TCPA che entro breve sara` portato a termine.
    DOBBIAMO BOICOTTARE TUTTI I PRODOTTI APPROVATI DAL TCPA O CHE CONTENGONO DRM ALTRIMENTI PER NOI, IN FUTURO NON CI SARA` LA MINIMA LIBERTA`.
    Rendiamoci conto che se io acquisto della musica Digitale con Sony e dopo qualche anno, decido di cambiare e passare ad ITunes, beh, tutta quella Musica che mi ero comperato con Sony la posso buttare nel gabinetto!!!
    Ma stiamo scherzando?
    Quello che io compero, e` mio, di mia proprieta`, e me lo tengo e me lo ascolto quando e come voglio, che sia con un Player Sony, ITunes, Pioneer e quant'altro, non mi interessa, io ho acquistato quel prodotto e ne faccio cio` che voglio... se mi compero una Macchina, nessuno mi puo` obbligare ad utilizzare solo una certa marca di Gomme e di Benzina, se me lo imponessero, non la comprerei, e cosi` dobbiamo fare con Palladium:
    BOICOTTIAMO TUTTI I PRODOTTI PALLADIUM
    DISTINTI SALUTI
    Crazy
    1945
  • ok, boicottiamo intel amd e apple
    ...e cosa usiamo?
    non+autenticato
  • OVVIO:
    Il cervello!Imbarazzato Imbarazzato Imbarazzato Imbarazzato Imbarazzato Imbarazzato Imbarazzato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ok, boicottiamo intel amd e apple
    > ...e cosa usiamo?

    Non è necessario boicottarne tutti i prodotti, ma solo quelli dotati di tecnologie DRM.
    Si possono acquistare componenti di seconda mano (in ambito ludico, un PIII a 800 MHz con 512 MB d RAM e scheda grafica GeForce 5900 fa girare Doom3 a 30 fps a 640*480, per navigare su Internet e prelevare qualsiasi cosa una macchina del genere è indistinguibile da un sistema moderno).
    Si può passare a Linux che è in grado di girare anche sulle console (X-Box, Playstation 2, Playstation 3, Dreamcast)
    Si possono anche usare piattaforme lontane dal concetto di "computer" (l'ultima versione del GP32, la PSP) per far girare Linux nativamente, o varie versioni di Windows (se non se ne può fare a meno) tramite emulazione dell'architettura x86 (Bochs è open source). Su queste ultime si possono anche creare programmi che girano nativamente e fanno solo ciò che serve (un word processor, un foglio elettronico, volendo anche programmi per controllare processi di automazione).
    non+autenticato
  • > Si possono acquistare componenti di seconda mano
    > (in ambito ludico, un PIII a 800 MHz con 512 MB d
    > RAM e scheda grafica GeForce 5900 fa girare Doom3
    > a 30 fps a 640*480, per navigare su Internet e
    > prelevare qualsiasi cosa una macchina del genere
    > è indistinguibile da un sistema moderno).
    > Si può passare a Linux che è in grado di girare
    > anche sulle console (X-Box, Playstation 2,
    > Playstation 3, Dreamcast)
    > Si possono anche usare piattaforme lontane dal
    > concetto di "computer" (l'ultima versione del
    > GP32, la PSP) per far girare Linux nativamente, o
    > varie versioni di Windows (se non se ne può fare
    > a meno) tramite emulazione dell'architettura x86
    > (Bochs è open source).

    sara', ma io non mi diverto molto con i programmi della lavatrice
    (e' una battuta, non chiedetemi di spiegarla...)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Si possono acquistare componenti di seconda mano
    > > (in ambito ludico, un PIII a 800 MHz con 512 MB
    > d
    > > RAM e scheda grafica GeForce 5900 fa girare
    > Doom3
    > > a 30 fps a 640*480, per navigare su Internet e
    > > prelevare qualsiasi cosa una macchina del genere
    > > è indistinguibile da un sistema moderno).
    > > Si può passare a Linux che è in grado di girare
    > > anche sulle console (X-Box, Playstation 2,
    > > Playstation 3, Dreamcast)
    > > Si possono anche usare piattaforme lontane dal
    > > concetto di "computer" (l'ultima versione del
    > > GP32, la PSP) per far girare Linux nativamente,
    > o
    > > varie versioni di Windows (se non se ne può fare
    > > a meno) tramite emulazione dell'architettura x86
    > > (Bochs è open source).
    >
    > sara', ma io non mi diverto molto con i programmi
    > della lavatrice
    > (e' una battuta, non chiedetemi di spiegarla...)

    perchè? l'hai imparata a memoria senza capirla?
    non+autenticato
  • Ecco fatto, basta non comprare roba dal loro portale, chi se ne frega del video di madonna, o delle canzoni in qualità infima, e questo vale per vodafone e anche Tre, che ti vende un disco di ramazzotti a 30 euro su memory card da 128mb (spero almeno che sia riutilizzabile) e visto che ce l'hanno farlo sapere al customer care che non vogliamo i drm, forse il 90% dei commenti verrà ignorato, ma quel 10% inizierà a mettere loro la pulce nell'orecchio
  • Vodafone stai iniziando a rompere i maroni. Continua così e presto ti saluto.
    non+autenticato
  • Chi ha avuto uno Sharp GX20 si sarà accorto come la trasmissione Irda fosse impossibile tra modelli di cell diversi senza contare che non era neppure possibile scaricarsi i giochi java dal web se non dal sito vodafone. Boicottare !
    non+autenticato
  • pare che con la wind non vada meglio, fanno le stesse cose.
    meglio un cell senza l'impronta del gestore, cosa che ho sempre sostenuto.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Chi ha avuto uno Sharp GX20 si sarà accorto come
    > la trasmissione Irda fosse impossibile tra
    > modelli di cell diversi senza contare che non era
    > neppure possibile scaricarsi i giochi java dal
    > web se non dal sito vodafone. Boicottare !
    Questo dovrebbe far capire alla gente perchè spesso e volentieri si sbloccano i cellulari

  • > Questo dovrebbe far capire alla gente perchè
    > spesso e volentieri si sbloccano i cellulari

    Perchè ci sono disonesti che vogliono pagare 10 qualcosa che vale 100 e se qualcuno gli offre di venderlo a 10, rimettendoci, a patto che non lo usi con altri operatori questi prima accettano, e poi rompono questo patto, nascondendosi dietro un dito, ovvero cagate del genere "è mio ci faccio... bla bla bla"
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Questo dovrebbe far capire alla gente perchè
    > > spesso e volentieri si sbloccano i cellulari
    >
    > Perchè ci sono disonesti che vogliono pagare 10
    > qualcosa che vale 100 e se qualcuno gli offre di
    > venderlo a 10, rimettendoci, a patto che non lo
    > usi con altri operatori questi prima accettano, e
    > poi rompono questo patto, nascondendosi dietro un
    > dito, ovvero cagate del genere "è mio ci
    > faccio... bla bla bla"

    hai un negozio he? da, dillo che t rode un po', he?

    ribadisco:
    SE (mi fanno pagare un servizio il X10^3 % dell'effettivo valore AND tentano pure d incularmi) ALLORA ("il tel è mio e c faccio quello che voglio!")

    end.
    mi pare semplice.
    non+autenticato

  • > X10^3 % dell'effettivo valore

    Come lo definisci "l'effettivo valore"? Non penso usi la definizione canonica che si da in economia, altrimenti ti daresti torto da solo. Ma non stai neanche parlando del "valore di mercato". DI che parli allora? del "valore che vorresti pagare?"

    > ALLORA ("il tel è mio e c faccio
    > quello che voglio!")

    Nel senso che se una persona giudica di essere stata sottoposta ad un sopruso (non ad un illecito) è da ritenersi moralmente autorizzata ad effettuare un illecito al fine di ammenda??

    teoria interessante... pensavo fosse relegata a qualche discussione in qualche zona rurale delle nazioni aventi culture più arretrate.. invece compare anche qui in italia.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Nel senso che se una persona giudica di essere
    > stata sottoposta ad un sopruso (non ad un
    > illecito) è da ritenersi moralmente autorizzata
    > ad effettuare un illecito al fine di ammenda??
    >
    > teoria interessante... pensavo fosse relegata a
    > qualche discussione in qualche zona rurale delle
    > nazioni aventi culture più arretrate.. invece
    > compare anche qui in italia.

    Rimane sempre il fatto che se acquisto un bene e tale bne diviene di mia proprieta', ho il diritto di farci cio' che mi pare nel rispetto delle leggi
    Se dovessi infrangere tale leggi saro' punito se venissi pescato.

    Non sono ne avvocato ne giurista, ma quando acquisto un bene lo uso come mi pare, e non c'e' clausola contrattuale che mi vieti di farlo, anche perche' sarebbe vessatoria e quindi andrebbe controfirmata da entrambe le parti, rompere bollini non vale come firma.

    Se ne deduce che checche' ne dicano tre tim uind voda, posso sostituire tutto i componenti hardware e software del mio ogetto, al fine di usarlo nel pieno delle sue possibilita.
    DuDe
    896
  • Ma non puoi far quello che ti pare con un cellulare marcato, semplice.

    Leggere prima di firmare un contratto, regola d'oro!
    non+autenticato
  • > Rimane sempre il fatto che se acquisto un bene e
    > tale bne diviene di mia proprieta', ho il diritto
    > di farci cio' che mi pare nel rispetto delle
    > leggi
    > Se dovessi infrangere tale leggi saro' punito se
    > venissi pescato.

    vero, peccato che una nota ditta faceva una cosa del tipo (sempre se non ho capito male): i primi tot mesi sono di noleggio, paghi un cosidetto canone, poi il telefonino diventa tuo e ci metti quello che vuoi (marmellata inclusa).

    > Non sono ne avvocato ne giurista, ma quando
    > acquisto un bene lo uso come mi pare, e non c'e'
    > clausola contrattuale che mi vieti di farlo,
    > anche perche' sarebbe vessatoria e quindi
    > andrebbe controfirmata da entrambe le parti,
    > rompere bollini non vale come firma.

    infatti in genere quando compri un cellulare firmi un contratto (almeno quelli con scheda).
    Occhio che sia vendita e non neloggio e cessione successiva (altrimenti hanno ragione loro).

    > Se ne deduce che checche' ne dicano tre tim uind
    > voda, posso sostituire tutto i componenti
    > hardware e software del mio ogetto, al fine di
    > usarlo nel pieno delle sue possibilita.

    se lo compri si, se risulta in noleggio no.

    (sempre nel rispetto della legge.......)

    ciao