Malaysia, coprifuoco contro i videogiochi

Febbre da multiplayer? Niente paura, ci pensa l'amministrazione locale di una piccola città vicino Kuala Lumpur: coprifuoco per Internet-cafe e sale gioco, stop ai videogiocatori notturni

Kuala Lumpur (Malaysia) - Il governo della Malaysia, capolista tra i paesi con vedute meno liberali nei confronti del videogaming, ha posto un nuovo divieto sulla cosiddetta "febbre da videogioco" che, secondo le autorità, arriverebbe a colpire molti giovanissimi. Gli Internet point dovranno ottenere apposite licenze per rimanere aperti durante gli orari serali, mentre le attività notturne verranno tassativamente proibite.

Le autorità locali di Subang Jaya, città satellite nei dintorni della capitale, hanno posto il primo coprifuoco antivideogiocatori della storia recente. Secondo la BBC, i frequentatissimi Internet-café e le sale gioco gremite di ragazzi dovranno tassativamente chiudere entro mezzanotte.

L'insolito provvedimento è il risultato delle pressioni di molte associazioni di genitori, preoccupate per lo stato semicatatonico dei giovani, provati da ore ed ore di interminabili partite online. E la cronaca locale non fa che aggiungere dettagli ad un caso che ha suscitato enorme attenzione e provocato sdegno: un giovane di Kuala Lumpur è stato trovato in stato semicosciente dai genitori dopo una lunghissima sessione di gioco senza sosta: 48 ore di fronte ad un monitor, abbarbicato dentro un Internet-café.
La polizia di Kuala Lumpur, nonché il governo ed i politici locali, hanno immediatamente colto l'occasione per rilanciare la necessità di questo insolito coprifuoco mirato ai videogiocatori e condito da apposite task-force delle forze dell'ordine, pronte a "sgominare" i giocatori più incalliti. Le squadre andranno in giro per i vari luoghi pubblici che offrono accesso alla Rete, controllando che il coprifuoco venga rispettato.

Tommaso Lombardi
TAG: censura
25 Commenti alla Notizia Malaysia, coprifuoco contro i videogiochi
Ordina
  • certo che questi asiatici applicano la filosofia del kamikaze proprio a tuttoCon la lingua fuori

    48 ore!!! cavolo ma quello era pazzo!
    non+autenticato
  • ...a che titolo i governi si permettano di interferire nella vita privata dei loro cittadini.
    Sta incominciando a passare l'idea che siamo tutti bambinoni e il governo è la nostra mamma che deve stare attenta che non ci facciamo male e proteggerci da noi stessi.
    Se io voglio ubriacarmi di giochi fino a morirne devo essere lasciato libero di farlo, la vita è mia, il governo non deve vantare nessun diritto su di essa.
    non+autenticato
  • Bravo bravo, e poi quandostai male per le 10mila ore passate davanti al monitor ti cura il governo però, coi soldi nostri.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Bravo bravo, e poi quandostai male per le 10mila
    > ore passate davanti al monitor ti cura il governo
    > però, coi soldi nostri.

    Allora il governo dovrebbe varare una legge e dei contolli che impediscono la somministrazione di cure attraverso fondi statali.Tutte le cure andrebbero a carico del malato.Accendi il cervello ogni tanto.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Bravo bravo, e poi quandostai male per le 10mila
    > ore passate davanti al monitor ti cura il governo
    > però, coi soldi nostri.

    Quindi il governo dovrebbe anche impedirti di mangiare patatine e schifezze varie visto che se poi ti viene un infarto ci tocca curarti...
    non+autenticato
  • Perché off topic?
    Per me ha "ragione", il problema è "lo stesso":
    videogiochi, "porcherie" di McDonald, fumo, alcolici: vietarli è assurdo, disciplinarli per evitare disastri sociali è un po' meno assurdo
    Certo di qui a "chiudere" i MC Donald .... basterebbe un avviso sulle confezione tipo quelle delle sigarette.
    Anche per i videogiochi: se soffro d'insonnia non vedo perché dopo mezzanotte non devo più giocare, basterebbe "staccare" il PC dopo 1 ora e mezza e obbligarti a riposare mezz'ora prima di ricominciare.

    ***********************************************
    [OT] Re: Non vedo proprio...
    scritto il 14/11/05 alle 6:30 (+ Forum book)    Torna a inizio pagina
    - Scritto da: Anonimo
    > Quindi il governo dovrebbe anche impedirti di
    > mangiare patatine e schifezze varie visto che se
    > poi ti viene un infarto ci tocca curarti...
    e dovrebbero chiudere tutti i Mc Donald e simili...
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Bravo bravo, e poi quandostai male per le 10mila
    > ore passate davanti al monitor ti cura il governo
    > però, coi soldi nostri.

    Gia' e allora perche' ci permette di bere e fumare e mangaire grassi e non fare sport?

    Ah a proposito, le trattenute sullo stipendo per cure mediche, sono soldi tuoi.
    Quindi lo stato si prende i soldi ben prima che tu stia male.
    Buongiorno...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Bravo bravo, e poi quandostai male per le 10mila
    > ore passate davanti al monitor ti cura il governo
    > però, coi soldi nostri.


    appunto.. con i ns soldi quindi anche con i suoi
    d'altra parte la gente si f amale in parecchi modi quindi lui sarebbe libero di farselo in quel modo.

    detto questo quello era solo un esempio. metti caso che io sia a giro con gli amici e voglia farmi una partitina in lan notturna una volta all'anno? non posso x via della legge..


    usa il cervello..l'esistenza della gente come te non è solo inutile.. è deleteria
    non+autenticato

  • - Scritto da: Wakko Warner
    > ...a che titolo i governi si permettano di
    > interferire nella vita privata dei loro
    > cittadini.
    > Sta incominciando a passare l'idea che siamo
    > tutti bambinoni e il governo è la nostra mamma
    > che deve stare attenta che non ci facciamo male e
    > proteggerci da noi stessi.
    > Se io voglio ubriacarmi di giochi fino a morirne
    > devo essere lasciato libero di farlo, la vita è
    > mia, il governo non deve vantare nessun diritto
    > su di essa.

    Il desiderio di controllo è duro da reprimere per coloro che detengono il potere.Vogliono plasmare il mondo a loro immagine e somiglianza, e tutto ciò che rovina il loro disegno va eliminato, anche le cose più insignificanti.Ma le cose non possono durare a lungo in questo modo....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Il desiderio di controllo è duro da reprimere per
    > coloro che detengono il potere.Vogliono plasmare
    > il mondo a loro immagine e somiglianza, e tutto
    > ciò che rovina il loro disegno va eliminato,
    > anche le cose più insignificanti.Ma le cose non
    > possono durare a lungo in questo modo....

    Più che controllo, paura di perdere voti alle elezioni se non facevano niente. Dei ragazzi che si rincoglioniscono con i videogiochi non gliene frega un bel niente...
    non+autenticato
  • > Il desiderio di controllo è duro da reprimere per
    > coloro che detengono il potere.Vogliono plasmare
    > il mondo a loro immagine e somiglianza, e tutto

    sì, ok. però nell'articolo si dice che i genitori che non sanno spiegare ai loro figli dove sta il limite, hanno fatto pressioni. in questo caso non è il governo che è partito per i fatti suoiSorride
    non+autenticato


  • - Scritto da: Wakko Warner
    > ...a che titolo i governi si permettano di
    > interferire nella vita privata dei loro
    > cittadini.

    A titolo di governi autoritari.

    > Sta incominciando a passare l'idea che siamo
    > tutti bambinoni e il governo è la nostra mamma
    > che deve stare attenta che non ci facciamo male e
    > proteggerci da noi stessi.
    > Se io voglio ubriacarmi di giochi fino a morirne
    > devo essere lasciato libero di farlo, la vita è
    > mia, il governo non deve vantare nessun diritto
    > su di essa.

    Gia', ma tu sei europeo. In Grecia quando lo stato ha provato a limitare il gioco, si sono incazzati.
    In Malesia non sono arretrati come tanti penserebbero, anzi, ma li' lo spirito della rivoluzione francese e la coscenza dei diritti civili non e' arrivata forte come in Europa.
    non+autenticato