Un'invasione di telefonini low-cost?

Philips e Sony-Ericsson annunciano il lancio di nuovi telefonini... economici. Per tutti... ma per molti?

Roma - Sembra un'epidemia scoppiata proprio in questi giorni: al di là dell'arrivo italiano dell'offerta Vodafone Simply, che è però già presente in altri Paesi europei, vi sono sempre più aziende che focalizzano la propria attenzione sui cellulari low-cost, per attaccare i mercati emergenti. Buone ultime, ma solo in ordine di tempo, l'olandese Philips e la nippo-svedese Sony-Ericsson.

Risale infatti a venerdì l'annuncio di Philips di avere in programma il lancio di un telefono cellulare economico destinato al mercato cinese: il costo dovrebbe essere inferiore ai 20 dollari (17 euro), così come promesso nel corso dell'estate.

I termini sono piuttosto generici ("entro il 2008"), ma il colosso olandese dichiara di avere investito ingenti risorse nel proprio centro di ricerca e sviluppo di Shanghai allo scopo di portare avanti questo progetto e l'obiettivo/speranza è quello di avere un'offerta che risponda alla domanda anche di altri mercati oltre a quello cinese, come quello indiano, sudamericano e dell'est europeo.
In questa tenzone, Sony Ericsson rilancia tempestivamente, annunciando il prossimo arrivo di tre modelli entry-level, da affiancare alla propria offerta di telefonini di livello superiore. La joint-venture, che viene da un trimestre molto positivo per l'impennata di vendite della gamma Walkman, ha dichiarato che i tre nuovi cellulari si chiameranno J220, J230 (dotato di radio) e Z300 (un clamshell) e che il loro costo si aggirerà intorno ai 100 euro.

Una cifra decisamente più elevata di quella prevista per i prezzi del telefonino Philips, ma occorre considerare che il prezzo medio di vendita dei Sony-Ericsson nel terzo trimestre dell'anno è stato pari a 149 euro. In ogni caso il prezzo, 100 euro appunto, potrebbe rivelarsi secondo alcuni osservatori troppo elevato per molti mercati.

Nel mercato dei telefonini a basso costo, la competizione vedrà protagonista anche Motorola, che nel mese di settembre ha vinto il bando indetto dalla GSM Association per la fornitura di terminali mobili low cost ai provider dei paesi in via di sviluppo.

DB
TAG: