T1, il terminator UltraSPARC

Sun ha svelato il nome ufficiale del suo chip di nuova generazione, prima noto come Niagara, che entro la fine dell'anno salirà a bordo dei nuovi server hi-end del colosso

Santa Clara (USA) - UltraSPARC T1 è il nome commerciale con cui ieri Sun ha ufficialmente presentato il suo "chip della riscossa", prima noto con il nome in codice di Niagara. Il nuovo processorone di Sun, che sfida le nuove generazioni di CPU a 64 bit prodotte da IBM, Intel e AMD, promette di stabilire nuovi primati nel rapporto tra potenza e consumi energetici.

Con carichi di lavoro tipici, Sun afferma che l'UltraSPARC T1 assorbe all'incirca 72 watt, sensibilmente meno rispetto ai più diretti rivali. Forte della nuova architettura SPARC di nona generazione (v9), in grado di supportare fino ad 8 core di calcolo per singolo chip, Sun spera di tornare a confrontarsi testa a testa con i big del settore.

Le specifiche tecniche del chip, in gran parte già note, sono state riassunte da Sun in questa pagina. Tra le caratteristiche più importanti si citano la capacità di eseguire 4 thread per core, l'integrazione di 4 controller di memoria DDR2, il supporto alla virtualizzazione e alla crittografia, e la tecnologia di processo a 90 nanometri.
Grazie all'elevato numero di core, compreso fra 4 e 8, i primi modelli di Niagara gireranno alla modesta frequenza di 1,2 GHz: Sun si è tuttavia spinta ad affermare che un modello a 8 core può fornire "performance paragonabili" ad un chip da quasi 10 GHz.

L'UltraSPARC T1 sarà il cuore della futura generazione di server Sun Fire con sistema operativo Solaris 10, ma il produttore non ha ancora svelato i nuovi modelli: questi dovrebbero debuttare sul mercato il prossimo 6 dicembre.
18 Commenti alla Notizia T1, il terminator UltraSPARC
Ordina
  • Ma la corrente non si misura in A (Ampere)?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma la corrente non si misura in A (Ampere)?



    La potenza (V x I) si misura in Watt, compresa la potenza assorbita.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Ma la corrente non si misura in A (Ampere)?
    >
    >
    >
    > La potenza (V x I) si misura in Watt, compresa la
    > potenza assorbita.

    Dovevano mettere W/V di corrente.

    ==================================
    Modificato dall'autore il 15/11/2005 20.43.38

  • - Scritto da: nattu_panno_dam
    > - Scritto da: Anonimo
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > Ma la corrente non si misura in A (Ampere)?
    > >
    > >
    > >
    > > La potenza (V x I) si misura in Watt, compresa
    > la
    > > potenza assorbita.
    >
    > Dovevano mettere W/V di corrente.
    >


    o scrivere Watt di potenza...

  • - Scritto da: avvelenato
    >
    > - Scritto da: nattu_panno_dam
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > Ma la corrente non si misura in A (Ampere)?
    > > >
    > > >
    > > >
    > > > La potenza (V x I) si misura in Watt, compresa
    > > la
    > > > potenza assorbita.
    > >
    > > Dovevano mettere W/V di corrente.
    > >
    >
    >
    > o scrivere Watt di potenza...

    Era un abattuta ironica...

  • - Scritto da: nattu_panno_dam
    >
    > - Scritto da: avvelenato
    > >
    > > - Scritto da: nattu_panno_dam
    > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > > Ma la corrente non si misura in A
    > (Ampere)?
    > > > >
    > > > >
    > > > >
    > > > > La potenza (V x I) si misura in Watt,
    > compresa
    > > > la
    > > > > potenza assorbita.
    > > >
    > > > Dovevano mettere W/V di corrente.
    > > >
    > >
    > >
    > > o scrivere Watt di potenza...
    >
    > Era un abattuta ironica...

    non l'avevo colta, scusaSorride
  • dopo che hanno visto questa frase:

    > sommando il clock di ogni singola unità
    > di calcolo, tuttavia, un modello a 8 core
    > può fornire performance paragonabili
    > ad un chip da 10 GHz.

    hanno deciso di toglierlo per evitare che venga messo sulla graticola?

    hanno fatto bene.

    ps: se vi volete bene, editate l'articolo ed eliminate questa infelice uscita... sai mai che PI lo legga anche qualcuno che capisce un paio di cose di informatica, vi risparmiate qualche brutta figura
    non+autenticato
  • Quoto
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > dopo che hanno visto questa frase:
    >
    > > sommando il clock di ogni singola unità
    > > di calcolo, tuttavia, un modello a 8 core
    > > può fornire performance paragonabili
    > > ad un chip da 10 GHz.
    >
    > hanno deciso di toglierlo per evitare che venga
    > messo sulla graticola?
    >
    > hanno fatto bene.
    >
    > ps: se vi volete bene, editate l'articolo ed
    > eliminate questa infelice uscita... sai mai che
    > PI lo legga anche qualcuno che capisce un paio di
    > cose di informatica, vi risparmiate qualche
    > brutta figura

    Cioè vorresti forse dire che quel chip non potrebbe avere una potenza paragonabile ad uno xeon vecchia generazione a 10Ghz? con soli 1,2 ghz... magari su applicazioni mt???

    Ma tu sei sicuro di capire un paio di cose di informatica... oppure ti piace darti un tono?

    Quale parte di "performance paragonabili" non ti è chiara?

    Cioè tu sei uno che ancora crede che ghz maggiori=potenza maggiore? Dalle parti intel c'hanno messo un bel po di tempo e perdite di quote di mercato per capirlo... magari a te ce ne vuole di meno.

    P.S. Non è stato specifica il tipo di chip.. si parla di un chip a 10Ghz... potrebbe pure essere un P4 prescott
    non+autenticato
  • :| No comment Deluso

    Paragonare mele con pere (o quasi)...

    Ti faccio un esempio banale e idealizzato per farti capire: supponi che per caso (non è questo il caso) si stia parlando di processori paragonabili (es. uno xeon a 10 Ghz e 8 Xeon a 1,25 Ghz). Supponi che questi processori ideali facciano sempre un'istruzione per ogni clock e supponi che i due sistemi debbano scrivere su un canale che può ricevere a 10 GByte al secondo.

    Caso A: singolo processore a 10 GHz
    "Prenota" il canale, riceve l'ok e scrive per ogni istruzione un byte -> saturi il canale

    Caso B: 8 processori a 1,25 Ghz: suddividere il lavoro da trasmettere potrebbe essere addirittura dannoso, dato che dovresti risolvere le contese del canale. Risultato: trasmetti al massimo a 1,25 GByte / secondo

    Viceversa, ci possono essere dei compiti in cui sfruttando il non determinismo che ti possono garantire 8 processori in parallelo, gli 8 processori da 1,25 GHz si comportano meglio di uno da 10 GHz
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >Deluso No comment Deluso

    e vediamo un po...

    > Paragonare mele con pere (o quasi)...

    mmm.... ah.. non si stava parlando di processori per applicazioni server... o al massimo workstation grafiche... stavamo parlando di videogiochi di vecchia concezione, non avevo capito.

    > Ti faccio un esempio banale e idealizzato per
    > farti capire: supponi che per caso (non è questo
    > il caso) si stia parlando di processori
    > paragonabili (es. uno xeon a 10 Ghz e 8 Xeon a
    > 1,25 Ghz). Supponi che questi processori ideali
    > facciano sempre un'istruzione per ogni clock e
    > supponi che i due sistemi debbano scrivere su un
    > canale che può ricevere a 10 GByte al secondo.
    >
    > Caso A: singolo processore a 10 GHz
    > "Prenota" il canale, riceve l'ok e scrive per
    > ogni istruzione un byte -> saturi il canale
    >
    > Caso B: 8 processori a 1,25 Ghz: suddividere il
    > lavoro da trasmettere potrebbe essere addirittura
    > dannoso, dato che dovresti risolvere le contese
    > del canale. Risultato: trasmetti al massimo a
    > 1,25 GByte / secondo

    E' evidente... stiamo parlando di videogiochi.

    > Viceversa, ci possono essere dei compiti in cui
    > sfruttando il non determinismo che ti possono
    > garantire 8 processori in parallelo, gli 8
    > processori da 1,25 GHz si comportano meglio di
    > uno da 10 GHz

    OPS.... MA COSA LEGGO!!! ma vuoi vedere che la maggiorparte dei compiti di questo processore rientrano in questo piccolissimo caso?

    NO COMMENT!!! Deluso

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    >
    > mmm.... ah.. non si stava parlando di processori
    > per applicazioni server... o al massimo
    > workstation grafiche... stavamo parlando di
    > videogiochi di vecchia concezione, non avevo
    > capito.
    >

    Stavamo parlando di chi dice che le frequenze di clock si sommano. Gran cacchiata.

    >
    > E' evidente... stiamo parlando di videogiochi.
    >

    E' evidente che le frequenze di clock non le puoi sommare e dire che 8 x 1,25 = 10 GHz

    > > Viceversa, ci possono essere dei compiti in cui
    > > sfruttando il non determinismo che ti possono
    > > garantire 8 processori in parallelo, gli 8
    > > processori da 1,25 GHz si comportano meglio di
    > > uno da 10 GHz
    >
    > OPS.... MA COSA LEGGO!!! ma vuoi vedere che la
    > maggiorparte dei compiti di questo processore
    > rientrano in questo piccolissimo caso?

    E con questo? Rimane una cacchiata dire che 8 core a 1,25 GHz sono come un core a 10 GHz. Come se le prestazioni fossero un tanto all'hertz, modello salumiere.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > >
    > > mmm.... ah.. non si stava parlando di processori
    > > per applicazioni server... o al massimo
    > > workstation grafiche... stavamo parlando di
    > > videogiochi di vecchia concezione, non avevo
    > > capito.
    > >
    >
    > Stavamo parlando di chi dice che le frequenze di
    > clock si sommano. Gran cacchiata.

    Di grazia mi farebbe vedere dovè scritta una cosa simile?

    > >
    > > E' evidente... stiamo parlando di videogiochi.
    > >
    >
    > E' evidente che le frequenze di clock non le puoi
    > sommare e dire che 8 x 1,25 = 10 GHz

    Infatti... non mi pare che nessuno l'abbia detto.
    Si è solo detto che le prestazioni di un chip multicore a 1,25 Ghz ha prestazioni *PARAGONABILI* con quelle di un concorrente non multicore a 10Ghz
    Il che è sacrosanto.
    L'italiano questo sconosciuto.


    > > OPS.... MA COSA LEGGO!!! ma vuoi vedere che la
    > > maggiorparte dei compiti di questo processore
    > > rientrano in questo piccolissimo caso?
    >
    > E con questo? Rimane una cacchiata dire che 8
    > core a 1,25 GHz sono come un core a 10 GHz. Come
    > se le prestazioni fossero un tanto all'hertz,
    > modello salumiere.

    Questo è il nocciolo della questione.
    In realtà un processore monocore a 10Ghz in ambito server non serve ad una beneamata fava... quello che ha detto il tizio è criticabile solo perchè è scontato, non certo perchè sbagliato.
    Ma si sa, magari serve ribadirlo perchè c'è qualcuno che ancora crede che le prestazioni fossero un tanto all'hertz.

    non+autenticato
  • scusate non avevo precisato che il post era ovviamente off topicSorride

    si sbaglia a volte...giusto redazione?Occhiolino
    non+autenticato
  • credo abbiano dedotto la minchiata da questo:

    "The T1's eight cores can each handle four instruction sequences for a total of 32, and Sun's Chief Operating Officer, Jonathan Schwartz, said that it now has a five-year leap on the Power chip from IBM and Intel's (INTC.O: Quote, Profile, Research) Xeon processor, two competing chips."


    come dire che tra 5 anni avremo cpu a 10ghz, libera interpretazione
    non+autenticato