LCD e Plasma, un acquisto soprattutto faticoso

Breve guida di Punto Informatico alle due tecnologie al centro delle offerte di tutti i maggiori distributori. Cosa c'è da sapere per valutarle, da cosa guardarsi e cosa aspettarsi. Ecco perché il CRT non è (ancora) da buttar via

Roma - Fare shopping nel settore tecnologico è diventato sempre più complicato. Una considerazione accettabile per il comparto informatico e quello audio-video per puristi, ma certamente indigeribile nell'elettronica di consumo generica. I televisori a tubo catodico, il centro sinergico di ogni salotto degno di questo nome, stanno per andare in pensione, almeno a detta dei produttori e della grande distribuzione - che ormai li relega in spazi sempre più angusti degli store. Il marketing reclama l'era degli schermi piatti, e se lo dice il "motore dell'economia contemporanea" forse bisogna crederci. Già, perché forse non possedere uno di quegli aggeggi sottilissimi e dal design a dir poco sfrontato comincia a diventare un elemento di discriminazione sociale. Uno status symbol, finalmente non per pochi. Ed è qui che sorgono i primi problemi, perché il voler trasformare un oggetto di questo genere in un prodotto per tutti, senza una corretta campagna di informazione potrebbe essere considerata una leggerezza imperdonabile. O meglio, bisognerebbe prima di tutto comunicare ai consumatori che le qualità tanto decantate degli LCD e Plasma possono essere valorizzate solo ed esclusivamente in condizioni ambientali specifiche.

Numerosi LCD o Plasma tanto pubblicizzati sui cartacei dei supermercati - e svenduti a prezzi decisamente concorrenziali - sono in molti casi modelli di "prima generazione", ovvero dotati di caratteristiche tecniche piuttosto inferiori rispetto agli attuali standard di mercato. Risoluzione massima, rapporto di contrasto, livello di luminosità, disponibilità di connessioni sono tutti elementi chiave per valutare un prodotto di questo genere.

Molto spesso infatti dopo l'acquisto e l'istallazione a casa, magari, si scopre che le prestazioni video risultano inferiori rispetto a un normale televisore a tubo catodico. Perché? Perché gli schermi piatti sono sistemi complessi, con qualità tecniche diverse e sistemi di connessione particolari - normalmente non presenti nei consueti CRT (schermi a tubo catodico).
La qualità del segnale
La prima annotazione di massima è che anche spendendo più di 10 mila euro, magari per l'ultimo e più blasonato plasma da 50 pollici, con un collegamento alla normale antenna di casa il risultato finale sarà piuttosto mediocre. La cromia magari risulterà più brillante, ma la qualità complessiva piuttosto simile ad un CRT - se non inferiore. A prescindere dalle tecnologie in gioco, il segnale è l'elemento chiave, quello che permette di raggiungere alti livelli di dettaglio e fluidità video. Per questo motivo gli appassionati di home video spendono centinaia di euro per cavetterie di qualità. Di solito consigliano per un intero sistema, composto da lettore, televisore e amplificatore HT, circa un 10% di spesa per cavi ed affini.

I pannelli LCD e Plasma sono così sofisticati da poter rivelare la qualità del segnale. Basta entrare in un megastore per rendersene conto. Di solito gli schermi piatti sono collegati "a cascata" ad un'unica sorgente - normalmente satellitare o analogica -, rivelando una qualità bassissima. Questo non è dovuto agli schermi, ma semplicemente alla condivisione di un unico segnale audio/video. I modelli che mostrano il meglio di sé, infatti, di solito, dispongono di un singolo player DVD collegato, oppure fanno parte di una rete controllata da una centralina digitale che splitta il segnale per più pannelli riducendo - per quanto possibile - la dispersione.

E non è un caso, perché il segnale digitale, proveniente da un lettore, un decoder satellitare o un decoder per digitale terrestre, è quello che permette la migliore qualità assoluta. In questi casi si può iniziare a discutere di una vera fruizione in digitale con conseguente percezione dell'aumento qualitativo della visione. Purtroppo però, e qui forse bisogna muoversi in punta di piedi, è necessario ammettere che per quanto riguarda l'ambito satellitare italiano e quello "digitale" terrestre gli appassionati - sui forum specializzati - non hanno mai smesso di lamentarsi per la mediocre qualità delle trasmissioni. La banda utilizzata sembra essere risicata, nel primo caso per scelte aziendali, nel secondo per evidenti limiti dati dai sistemi di ricezione - le antenne insomma.
TAG: 
12 Commenti alla Notizia LCD e Plasma, un acquisto soprattutto faticoso
Ordina
  • Io per questo giro ho deciso di restare col CRT.
    Ho preso un 17" Philips per il PC per una manciata di euro e in casa abbiamo fatto riparare i vecchi televisori.
    I TV al plasma che costano meno sono ancora comunque cari e c'è il rischi che siano i modelli più vecchi con vita troppo breve, per i monitor da PC aspetterò finché non ci saranno 19" o 21" a buon mercato, con buon tempo di risposta e rigorosamente con risoluzione nativa coerente con l'aspect ratio, su un monitor 4:3, specialmente se LCD, che scala male alle risoluzioni non native, una risoluzione nativa 1280x1024 è una cretinata.
    non+autenticato

  • Da persona che li ha avuto entrambi: lasciateli perdere.

    I Plasma (anche quelli di ultima generazione) già dopo un anno perdono colore *visibilmente*. Dopo due anni sono da buttare (io l'ho dato a mia madre, che tanto ormai non ci vede più).

    Gli LCD sono anche peggio. Non solo il nero e i colori scuri in genere sono sbiaditi, l'angolo di visuale è ridicolo tanto che lo potevo vedere solo io e la mia donna, se veniva un ospite mi *alzavo* e lo facevo sedere al posto mio per non fagliene accorgere, se ne venivano due era la fine... ma c'è di peggio: le partite con l'lcd non le puoi vedere perchè ha un effetto "scia" mostruoso dietro alla palla e ai giocatori che incasina tutto. Dopo la quarta partita vista così l'ho rivenduto.

    Finale: mi sono tenuto il vecchio TV crt per la visione giornaliera, e la sera i film me li vedo con un proiettore lcd: SANYO Z2 (dopo lunghe prove vi garantisco che è il migliore in assoluto).

    I vantaggi del proiettore:

    1- L'immagine è pazzesca. Meglio del TV crt. Non con tutti i proiettori, ma lo Z2 spacca il mondo. Plasma ed LCD non li vede neanche.

    2 - Spegni la luce ed hai un 200 pollici. Regoli anche la dimensione dello schermo e l'inclinazione con la manovella, comodamente. Ripeto, un 200 pollici per 1400 euro.

    3 - Funziona anche su una parete bianca, ma con 50 euro ti compri un telo da diapositive e vedi i singoli pixel a 1280x1024.

    4 - Supporta HDTV fino a 720p. Il che significa XBOX360 ready. (Già lo uso per collegarci xbox, ps2 e gamecube, e giocare è un altro mondo).

    5 - E' Piccolo e lo puoi portare in ogni stanza. Io l'ho messo sopra la libreria in sala da pranzo (così in alto se qualcuno si alza non si vede neanche la sagoma sulla parete).

    6 - la sera affitti un DVD e (se hai un 5.1) SEI AL CINEMA. Non scherzo. Un altro pianeta.

    Quindi ripeto:
    COSTA UN TERZO DI UN PLASMA E UN LCD
    QUALITA' VIDEO CHE BATTE TUTTI E TRE
    SCHERMO DA 200 POLLICI (SEI AL CINEMA!)
    E' PICCOLO E PORTABILE IN OGNI STANZA
    HDTV ready

    Unico svantaggio: la lampadina di ricambio costa 300 euro. Sul manuale c'è scritto che dura 2 anni: io ce l'ho da un anno e più ed è ancora al 100%. Ma visto il risparmio su plasma ed lcd, non c'è paragone.

    INSOMMA, punto informatico: CONSIGLIA I PROIETTORI!!!
    non+autenticato
  • **********************Gli appassionati più smaliziati spesso vanno in negozi super-specializzati che trattano magari home-video e hi-fi top level, poi acquistano negli store per evidenti vantaggi correlati ai listini. Sanno bene quello che vogliono: si presentano, ordinano e pagano.******************

    Io leggo: Gli appassionati piu' truffatori, vanno nei negozi dove gli spiegano tutto per filo e per segno, perdendo delle ore, e poi non sono disposti a riconoscere al negoziante il suo tempo e la sua professionalita'.

    Comprate nei megastore, fino a quando un negoziante vi da' le dritte, quando esisteranno solo piu' i megastore nei quali non ti c***a nessuno, si che ci sara' da ridere.


    frog
    455
  • Quello che dici e' giusto, tuttavia ti assicuro che mi e' capitato piu' di una volta di trovare amici/colleghi che prima vanno a farsi spiegare tutto nel negozio specializzato e poi, belli pompati, andare al centro commerciale dove un abile venditore con 0 interesse verso il lavoro che svolge riesce a inchiappettarli alla grande Sorride

    La verita' e' che nei centri commerciali i prodotti di qualita' non sono nascosti o fuori catalogo, semplicemente mancano.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Quello che dici e' giusto, tuttavia ti assicuro
    > che mi e' capitato piu' di una volta di trovare
    > amici/colleghi che prima vanno a farsi spiegare
    > tutto nel negozio specializzato e poi, belli
    > pompati, andare al centro commerciale dove un
    > abile venditore con 0 interesse verso il lavoro
    > che svolge riesce a inchiappettarli alla grande

    Per ogni ufficio del personale di questi centri, quelli sono i migliori dipendenti. Vendono.

    > Sorride
    >
    > La verita' e' che nei centri commerciali i
    > prodotti di qualita' non sono nascosti o fuori
    > catalogo, semplicemente mancano.
    non+autenticato
  • Probabilmente sarà una svista dell'autore, ma è piuttosto noto che gli LCD costano il 30%-40% in più dei plasma di pari dimensione.

    non+autenticato
  • E tra l'altro la qualità di un LCD è decisamente superiore rispetto ad un plasma e anche i problemi di contrasto sono in gran parte risolti dai modelli recenti.
    Ma se si vuole spendere meno resta solo il plasma.
    non+autenticato
  • permettemi, come è risaputo la qualità video dei plasma è superiore a quella degli LCD, basta leggere qualche forum specializzato.

    Allo stesso tempo non è vero che a parità di dimensioni costano meno. Intanto perchè gli LCD non arrivano ai 42 pollici di solito (da dove partono i plasma) e poi perchè la sensazione dei prezzi inferiori è data dal fatto che sono ancora presenti nei negozi modelli vecchi che tentano di svendere.

    lo lasciamoci fregare dalle promozioni



  • scusate, faccio una precisazione

    nell'ultimo passaggio mi sono spiegato male. Gli LCD a 32 pollici sostano di + dei plasma dalle stesse dimensioni perchè nella maggior parte dei casi questi ultimi sono modelli vecchi.


    s.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)