Carcere per l'hacker ricattatore 14enne

Aveva sequestrato elettronicamente il server di un'azienda di commercio elettronico chiedendo soldi per il riscatto. Ora è finito in carcere

Toronto (Canada) - Con le sue capacità tecniche e la probabile complicità di un server non configurato nel modo migliore per qualità di sicurezza, un ragazzino di Toronto è riuscito per alcuni giorni a tenere sotto scacco un'azienda di commercio elettronico canadese.

Pare che il 14enne, di cui non è stato diffuso il nome, dopo aver bloccato i server dell'azienda e l'accesso alla posta da parte dei suoi dirigenti, abbia chiesto a questi ultimi un riscatto di 5mila dollari. In cambio del denaro il ragazzo offriva la "libertà" per il server...

Dopo essere stato individuato, il ragazzo è stato arrestato e ora attende in carcere un'udienza che potrebbe condurre ad una sua scarcerazione sotto cauzione il prossimo quattro gennaio. Sono stati sequestrati tutti i componenti elettronici che aveva a casa, compreso il suo computer. Nelle ore successive all'arresto, ha riferito la polizia, si è proceduto ad una analisi dei contenuti del suo hard disk per conoscere eventuali altre attività illegali.
La posizione giudiziaria del ragazzo sembra aggravata dal fatto che in precedenza era già stato condannato per un crimine elettronico minore che ora però fa pesare di più l'ultima "azione".