Sony prepara il suo antiSkype

Il colosso giapponese sforna un servizio con cui spera di entrare in diretta concorrenza con il più gettonato sistema VoIP. Videochiamate in prima fila

New York - C'è chi il VoIP lo compra chiavi in mano, come eBay, e chi preferisce invece costruirsene uno proprio. E' il caso di Sony, che ha annunciato la prossima presentazione di un sistema VoIP analogo a Skype, con un particolare accento sulle funzionalità di videocomunicazione.

L'enfasi della novità si spinge fino al nome: il servizio si chiamerà IVE, che sta per "Instant Video Everywhere", e sarà reso disponibile per il download da internet. L'oculata tattica commerciale di Sony sembra voler abbinare IVE al lancio dei nuovi laptop Vaio BX, che saranno provvidenzialmente dotati di videocamera integrata.

Come Skype, IVE consentirà agli utenti di effettuare chiamate verso le linee telefoniche tradizionali fisse e mobili. Ad un canone mensile di 9,95 dollari (poco più di 8 euro) si otterrà inoltre un numero telefonico di 10 cifre per ricevere chiamate dagli utenti non dotati di sistemi VoIP.
Ma, come detto sopra, è la videocomunicazione la vera novità del servizio, realizzato in collaborazione con GlowPoint, che rappresenta l'ultima evoluzione del concetto di "picture phone" applicato al mercato "consumer".

La notizia delle intenzioni di Sony cade tempestivamente alcuni giorni dopo l'annuncio, da parte di Skype, dell'introduzione della videocomunicazione dalla prossima versione 1.5. A scanso di equivoci, Sony tiene a precisare di non avere alcuna velleità da operatore telefonico: "Siamo un'industria di produzione che vende hardware" riferisce Eric Murphy, vicepresidente della divisione videocomunicazione di Sony Electronics. Basta crederci.

Dario Bonacina
TAG: 
66 Commenti alla Notizia Sony prepara il suo antiSkype
Ordina

  • Pare che alla sony cominciano a capire che la loro posizione ("molta gente non sa neanche cosa sia un rootkit, quindi perchè preoccuparsi") stia iniziando a fare acqua di fronte alla reazione incredibile che minaccia di rovinare le loro vendite natalizie di cd:

    http://www.boingboing.net/2005/11/20/sony_insider_...
    non+autenticato
  • Stavo pensando ad una notizia di alcuni giorni fa (ora sinceramente non ricordo nemmeno se l'ho letta qui su PI o altrove). La notizia riportava le lamentele dell'FBI & Company che con questi sistemi di VoIP faticano ad intercettare e registrare le chiamate. Che abbiano concordato la soluzione con Sony?
    non+autenticato
  • Al di la di qualsiasi considerazione sui comportamenti che ultimamente Sony ha tenuto, serve puntualizzare una cosa.

    La telefonia tradizionale ha insegnato che il valore di uno strumento di comunicazione e` molto maggiore della somma delle singole parti, se queste sono interconnesse ed interoperabili.
    E` successo cosi` con la telefonia fissa negli anni '20 del XX secolo, ha fatto il boom quando i costruttori si sono decisi a coestuire apparati interoperabili fra vari standard e le varie Telco ad interconnettere le loro reti.
    Sta succedendo questo *ora* negli States, con la telefonia cellulare, le Telco stanno convergendo su GSM 1900 e il numero di utenti sta iniziando a sperimentare il boom che in Europa (e nel resto del mondo) e` successo ad inizio anni '90.

    Molto probabilmente questo modello e` sovrapponibile al VoIP: se SkyPE, Google Talk, Sony, fornitori SIP e quanti altri attori dello scenario si metteranno d'accordo per interconnessione ed interoperabilita` allora sara` ininfluente a quale fornitore affidarsi: con un client SIP ed asterisk potro` chiamare un utente Sony, o fare una chat vocale con un utente SkyPE, uno Google Talk, uno con un cellulare ed uno con un telefono fisso, e a queste condizioni sempre piu` persone inizieranno ad usare questo strumento, altrimenti rimarra` sempre uno strumento di nicchia, come l'IM nei confronti degli SMS.

    Il problema e` vedere se le varie compagnie vorranno farlo, all'inizio di un mercato le tentazioni di chiusura e i tentativi di imporre uno standard unico sono molto, *molto* forti, a dispetto di qualsiasi esperienza passata.
    non+autenticato
  • chi è al corrente della precedente gaffes del rootkit farà in modo di evitarlo come la peste (o quasi), gli altri...
    questo per dire che alla fine l'hanno loro il coltello (marketing) dalla parte del manico.
    Ci bombarderanno di pubblicità e vedrete che se è appena appena accettabile (molto basso) come prodotto verrà utilizzato...

    sarò pessimista.
    Akiro
    1902

  • - Scritto da: Akiro
    > chi è al corrente della precedente gaffes del
    > rootkit farà in modo di evitarlo come la peste (o
    > quasi), gli altri...
    > questo per dire che alla fine l'hanno loro il
    > coltello (marketing) dalla parte del manico.
    > Ci bombarderanno di pubblicità e vedrete che se è
    > appena appena accettabile (molto basso) come
    > prodotto verrà utilizzato...
    >
    > sarò pessimista.

    Guarda, io per molto meno ho abbandonato Skype. È chiuso, usa un protocollo proprietario e recentemente è passata ad eBay. Tutti ottimi motivi per fidarsi poco di un prodotto. Se poi ci metti pure, come nel caso del VoIP di Sony, che la multinazionale che lo distribuisce adotta tecniche di DRM invasive e che ha poco a cuore la privacy e la sicurezza dei suoi clienti, direi che escludere l'utilizzo di questo prodotto è l'unica scelta sensata.
    Insomma io faccio particolare attenzione alla sicurezza del mio PC e dei miei dati e pretendo che chi mi fornisce strumenti debba fare altrettanto. In caso contrario: aria e pedalare!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 19 discussioni)