HD DVD, due i formati riscrivibili

Il DVD Forum ha reso noti i nomi ufficiali con cui verranno commercializzati i dischi HD DVD registrabili e riscrivibili

Hawaii (USA) - La scorsa settimana il DVD Forum, il consorzio che si occupa della standardizzazione e della promozione delle specifiche DVD, ha ufficializzato i nomi e i loghi con cui verranno commercializzati i supporti HD DVD. I dischi riscrivibili, in precedenza identificati come HD DVD-Rewritable, sono stati battezzati HD-DVD-RAM; quelli ri-registrabili, prima noti come HD DVD-Re-recordable, sbarcheranno sul mercato con il nome di HD DVD-RW.

La scelta di introdurre nello standard HD DVD due differenti formati riscrivibili, RAM e RW, riflette la volontà del DVD Forum di guadagnare il sostegno del più ampio numero possibile di produttori: tra questi spiccano quelli giapponesi, particolarmente affezionati al formato DVD-RAM.

Loghi HD DVDAl momento non sono ancora chiare le differenze tecniche tra l'uno e l'altro formato HD DVD riscrivibile: l'ipotesi è che il RAM sarà indirizzato soprattutto alle aziende, mentre l'RW sarà più adatto al mercato consumer. L'HD DVD rewritable (RAM) è in larga parte basato sulla vecchia specifica DVD-RAM e, a differenza del formato re-recordable (RW), dovrebbe supportare un solo layer di memorizzazione.
Anche per quanto riguarda i dischi registrabili (recordable), il DVD Forum ha scelto di conservare i suffissi già adottati per identificare i DVD: -R per i registrabili a singolo layer (15 GB), -R DL per quelli a doppio layer (30 GB).

TAG: storage
3 Commenti alla Notizia HD DVD, due i formati riscrivibili
Ordina
  • Troppo poco: dal CD al DVD il salto di capacità è stato oltre sei volte, dal DVD all'HD DVD la capacità aumenta solo poco più di tre volte, un po' poco in tutti questi anni,
    Blu-Ray offre un incremento di capacità molto più consistente, magari per i film sarà sovrabbondante, ma che male c'è, come supposrto di backup la capacità in più sarà una benedizione.
    Troppo tardi: ormai, quando hanno iniziato a sviluppare HD DVD, Blu-Ray aveva già due anni di studi alle spalle, anche se arrivano sul mercato praticamente in contemporanea Blu-Ray ha più esperienza alle sue spalle.
    Troppi: un marasma di formati diversi come per il DVD+-R/RW? Ne avevamo davvero bisogno?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Troppo poco: dal CD al DVD il salto di capacità è
    > stato oltre sei volte, dal DVD all'HD DVD la
    > capacità aumenta solo poco più di tre volte, un
    > po' poco in tutti questi anni,
    > Blu-Ray offre un incremento di capacità molto più
    > consistente, magari per i film sarà
    > sovrabbondante, ma che male c'è, come supposrto
    > di backup la capacità in più sarà una
    > benedizione.
    > Troppo tardi: ormai, quando hanno iniziato a
    > sviluppare HD DVD, Blu-Ray aveva già due anni di
    > studi alle spalle, anche se arrivano sul mercato
    > praticamente in contemporanea Blu-Ray ha più
    > esperienza alle sue spalle.
    > Troppi: un marasma di formati diversi come per il
    > DVD+-R/RW? Ne avevamo davvero bisogno?

    Stai pur tranquillo che il mercato non lo farà quello con la
    maggiore capacità del formato ma quello che
    dall'originale si copierà più facilmente, se blueray
    avrà il livello di protezione che dicono e renderà
    difficile qualsiasi tipo di copia resterà sugli scaffali,
    la storia insegna che non sempre il formato migliore
    e quello che si afferma sul mercato ( betamax docet )

    ciao Occhiolino

    ==================================
    Modificato dall'autore il 22/11/2005 8.44.54
  • Non si può dire, tutto dipenderà dalla convenienza delle grandi industrie cinematografiche e del porno. Anche il vhs arrivò due anni più tardi del betamax e del video 2000 e non era neanche di qualità ma era "sponsorizzato" dall'industria del porno
    non+autenticato