Qualcomm strizza l'occhio a Samsung

Alleanza strategica tra i due protagonisti della telefonia mobile. All'orizzonte, la crescita dei mercati CDMA e WCDMA

San Diego - In tutto il mondo e anche nella telefonia mobile, c'è chi produce e c'è chi compra e (ri)vende: in questo senso nasce una nuova partnership dall'accordo tra l'americana Qualcomm e la coreana Samsung Electronics per fornire alla società californiana supporto tecnico e servizi di industrializzazione per soluzioni con tecnologia CMOS.

Un'alleanza naturale, laddove un'azienda produce e l'altra rivende: Qualcomm, probabilmente uno dei più importanti vendor mondiali di chip per telefoni cellulari, è leader di mercato per la tecnologia e chip per CDMA (Code Division Multiple Access), la seconda tecnologia al mondo di telefonia mobile dopo il GSM, ma svolge un'attività concentrata essenzialmente sulla progettazione dei circuiti, mentre stipula invece contratti con i produttori di chip per la realizzazione di semiconduttori. Samsung, dal canto suo, è il più grande produttore di chip, di memoria e non solo.

La collaborazione tra le due società è quindi strategicamente pensata in previsione della crescita dei mercati (e dei corrispondenti business) CDMA e WCDMA: le due aziende collaboreranno sulle esigenze tecnologiche attuali e future, utilizzando la tecnologia a 90nm che Samsung utilizza, ad esempio, nella produzione di serie dei chip di memoria flash da 2 Gb.
DB
TAG: 
1 Commenti alla Notizia Qualcomm strizza l'occhio a Samsung
Ordina