Partito il testing di Fedora 5

Il celebre progetto open source sponsorizzato da Red Hat toglie i veli alla prima versione test di Fedora 5: per gli sviluppatori un primo assaggio delle tecnologie che potrebbero trovar posto in Red Hat Enterprise Linux 5

Roma - Verso la fine della scorsa settimana il team di sviluppo di Fedora ha partorito la prima versione di test di Fedora Core 5, prossima major release di una delle distribuzioni Linux general purpose più apprezzate dalla comunità open source.

Per Red Hat il progetto Fedora è particolarmente importante come laboratorio per lo sviluppo e la sperimentazione di nuove funzionalità e tecnologie, molte delle quali destinate ad essere integrate delle future release delle proprie distribuzioni commerciali. Tra le novità più importanti di Fedora Core 5 test1 c'è la definitiva integrazione del software di virtualizzazione Xen e del pacchetto di gestione Yum, il pieno supporto alla sospensione del sistema, l'inclusione di nuove e più avanzate funzionalità di sicurezza, e l'utilizzo automatico degli header e delle librerie per il threading NPTL (Native POSIX Thread Library for Linux).

Le fondamenta della nuova distribuzione sono costituite dal kernel Linux 2.6.14, dai desktop environment GNOME 2.12 (con l'anteprima delle funzionalità Power Manager e Screensaver) e KDE 3.4, e il server grafico Xorg X11R7 RC2 (prima versione estensibile e aggiornabile tramite moduli). Tra le applicazioni si segnala invece la presenza della versione finale di OpenOffice 2.0.
Fedora Core 5 test1 utilizza OpenSSH 3.9 ed include controlli più stretti sui permessi e la proprietà per il file di configurazione utente (~/.ssh/config: se questo file non ha proprietà e permessi appropriati, il demone SSH (SecureSHell) cesserà l'esecuzione.

Tutte le nuove caratteristiche di Fedora Core 5 sono elencate nelle note di rilascio.

La tabellina di marcia del progetto Fedora prevede, per la Core 5, il rilascio di una seconda versione di test appena prima di Natale, una terza intorno a metà gennaio e la release finale verso la fine di febbraio. La prossima versione 5 di Red Hat Enterprise Linux, che erediterà parte delle novità viste in Fedora, dovrebbe invece fare capolino sul mercato durante la seconda metà del 2006.
TAG: linux
136 Commenti alla Notizia Partito il testing di Fedora 5
Ordina
  • Ma davvero vi divertite così tanto a dire che quello fa schifo, no il mio è meglio, il tuo è un cesso, invece io...

    che noia.

    Sono davvero l'unico che usa con soddisfazione sia XP che linux ?
    Alcune cose preferisco farle su linux (ad esempio usare blender 3d), altre su windows (ad esempio cose di audio e video con cutterman e autogk), altre sono indifferenti (openoffice, firefox, thunderbird).

    Io sinceramente sono felice di avere a disposizione diversi strumenti, ma mi guardo comunque bene di dare dell'idiota a chi usa windows, piuttosto che del cantinaro a chi usa linux.

    Madder
  • Sono d'accordo con te.
    non+autenticato
  • Concordo pienamente.
    Utilizzo sistemi operativi da ben prima che windows e linux fossero "inventati", uso win e linux (purtroppo meno), trovo che entrambi hanno i loro punti di forza e "particolarità".

    A leggere sti troll sembra che la scelta del sistema operativo sia come la squadra di calcio.

    Concordo, che tristezza.

    Ez
    non+autenticato
  • > linux (purtroppo meno), trovo che entrambi hanno
    > i loro punti di forza e "particolarità".

    Un "linaro" DOC non riuscirebbe mai a dire una cosa del genere, sono totalmente incapaci di un approccio scientifico/imparziale alle caratteristiche di un software.
    E' come se indossassero dei paraocchi, per loro open source = bene, "closed" source = male.
    Mi dispiace per loro.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Gabryel

    > Un "linaro" DOC non riuscirebbe mai a dire una
    > cosa del genere, sono totalmente incapaci di un
    > approccio scientifico/imparziale alle
    > caratteristiche di un software.
    > E' come se indossassero dei paraocchi, per loro
    > open source = bene, "closed" source = male.
    > Mi dispiace per loro.

    Closed source non è male. Micro$oft sì invece è male.

    Se possibile evito tutto quello che è Micro$oft. Purtroppo molto buon software gira solo su sistemi operativi Micro$oft, ergo se posso trovare una valida alternativa sotto un altro sistema operativo meglio...

    non+autenticato
  • > Sono davvero l'unico che usa con soddisfazione
    > sia XP che linux ?

    Io credo d'essere l'unico che usa, con molta soddisfazione, Windows XP professional (alla faccia dei "linari").
    non+autenticato
  • Manica di parole vuote e inutili che portano solo alle pippe mentali.

    Che è un "Linaro"?
    Che è un "Winaro"?

    Diamo una definizione unica di "OSaro", vale a dire una persona alla quale non frega una patacca di niente se:
    - il sistema che sta usando è fatto bene, male, se va veloce, se va lento,
    - se supporta bene le applicazioni che gli servono,
    - se gli servono veramente le applicazioni che sta usando (ovvero se sfrutta più del 20% delle funzionalità),
    - se vale la pena di spendere i soldi per un certo software, etc...

    No, un "OSaro" è uno che usa un particolare OS e non importa un fico secco di cosa fa il resto del mondo, tanto continuerà a usarlo fino alla morte, costi quel che costi.

    Come mai per qualsiasi altro mercato ci si da tanta pena per cercare il miglior rapporto qualità/prezzo e invece in quello dei sistemi operativi l'unica cosa che sembra essere importante è solo ed esclusivamente la marca?

    Quanti "Intelari" e "AMDari" conoscete? Nessuno, perchè se vi serve un PC vi cercate semplicemente quello che va meglio spendendo il meno possibile.

    E non mi raccontate che Windows fa questo e quello e Linux no o viceversa, tanto potremmo andare avanti per mesi senza arrivare a niente.

    Open source? Il mondo open si sostiene solo perchè in questo momento è l'unica alternativa a Microsoft in termini di OS e i grossi vendor (IBM, SUN, etc...) ai quali interessa solamente di togliere il piedistallo da sotto ai piedi di Bill con il minor sforzo possibile lo hanno capito in fretta, quindi sfruttano biecamente i buoni propositi di chi l'open source lo fa veramente perchè ci crede.

    Per lavoro e per i fatti miei uso Lin e Win esattamente al 50% (degli altri OS non ho ancora avuto bisogno, per ora) e in entrambi gli ambienti vedo pro e contro in egual misura.

    C'è solo una cosa che mi piacerebbe veramente: che un programma potesse essere lanciato senza differenza su uno o l'altro sistema, vale a dire se ci fosse un insieme di API standard. A quel punto chi se ne frega di Win, Lin, Mac, BSD, blabla: vediamo un po' quello che gira più veloce (o che è più open, o che costa meno) e quello sarà la mia scelta.

    Così come è adesso è un inutile dispendio di energie, è come se ogni programma di fotoritocco avesse solo il suo formato di file proprietario. Addio al mercato delle macchine digitali.

    Ah, giusto per restare in tema, a quando la diatriba tra "Symbianari" e "Pocketpcari"? Ormai ci siamo quasi...



  • - Scritto da: localhost
    > Manica di parole vuote e inutili che portano solo
    > alle pippe mentali.
    >
    > Che è un "Linaro"?
    > Che è un "Winaro"?

    Linaro = pecora addomesticata da Torvalds, convertita al suo credo e trasformata in caprone evangelizzatore anti-Win/M$/Sistema a suon di dosi di 500 HOW-TO al giorno

    Winaro = utente windows, che usa il pc, esce e vive la sua vita fuori dalle cantine

    Utonto = utente sia windows che linux non accorto nella cfg del suo sistema!
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: localhost
    > > Manica di parole vuote e inutili che portano
    > solo
    > > alle pippe mentali.
    > >
    > > Che è un "Linaro"?
    > > Che è un "Winaro"?
    >
    > Linaro = pecora addomesticata da Torvalds,
    > convertita al suo credo e trasformata in caprone
    > evangelizzatore anti-Win/M$/Sistema a suon di
    > dosi di 500 HOW-TO al giorno

    Linaro = estremista linux che pensa di sapere tutto, con il quale è impossibile fare un discorso serio: vuole avere ragione.



    > Winaro = utente windows, che usa il pc, esce e
    > vive la sua vita fuori dalle cantine

    Winaro = estremista windows che pensa di sapere tutto, con il quale è impossibile fare un discorso serio: vuole avere ragione.


    > Utonto = utente sia windows che linux non accorto
    > nella cfg del suo sistema!

    Utonto = "non me ne frega niente di niente e non voglio sapere più delle poche cose che sò, non mi importa", completo ignorante informatico.
    non+autenticato
  • > Linaro = pecora addomesticata da Torvalds,
    > convertita al suo credo e trasformata in caprone
    > evangelizzatore anti-Win/M$/Sistema a suon di
    > dosi di 500 HOW-TO al giorno

    Linaro= persona che usa una distribuzione a caso di Linux (litigando con quelli che ne usano una diversa dalla sua) e sfotte i Winari, usando argomenti di solito scontati e opinabili e dei quali nemmeno lui sa niente

    >
    > Winaro = utente windows, che usa il pc, esce e
    > vive la sua vita fuori dalle cantine
    >

    Winaro= persona che usa MS Windows semplicemente o perchè non ha mai usato altro oppure perchè qualunque cosa non abbia uno "Start" bianco con fondo verde nell'angolo in basso a sinistra dello schermo gli crea dei problemi esistenziali. Anche il Winaro sfotte i Linari usando argomenti scontati e opinabili di cui non sa niente.


    In definitiva: Linaro+Winaro=NULL

    > Utonto = utente sia windows che linux non accorto
    > nella cfg del suo sistema!

    Finchè se ne frega di che sistema usa, a patto che faccia quello che gli serve, così tonto non è.
  • anche perchè se LINUX si dovesse diffondere troppo i linari passerebbero in massa ad altro, a loro interessa solo essere differenti, fighi

    non puoi essere figo se usi Microsoft (poi diciamola tutta, già che ci siamo: XP lo hanno installato taroccato su un'altra partizione, così quando non riescono a fare qualcosa con LINUX riavviano con XP e risolvono il problema)
    non+autenticato
  • Bè il bello di linux è che se non ti piace una distro, se ne sei capace puoi modificarla e migliorarla, per questo esistono molte distribuzioni (ma 4 o 5 distro hanno l'80% della diffusione). E con il Linux Standard cui sempre di più aderiscono, le varie distro sono compatibilissime tra loro.
    Ovviamente c'è chi preferisce spendere 300 euro per Windows XP Professional, 100 per MS Office, 60 per il Norton e poi beccarsi quello che MS propina, o prendere o lasciare. Ognuno fa le sue scelte e chi sono io per criticare?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Bè il bello di linux è che se non ti piace una
    > distro, se ne sei capace puoi modificarla e
    > migliorarla, per questo esistono molte
    > distribuzioni (ma 4 o 5 distro hanno l'80% della
    > diffusione). E con il Linux Standard cui sempre
    > di più aderiscono, le varie distro sono
    > compatibilissime tra loro.
    > Ovviamente c'è chi preferisce spendere 300 euro
    > per Windows XP Professional, 100 per MS Office,
    > 60 per il Norton e poi beccarsi quello che MS
    > propina, o prendere o lasciare. Ognuno fa le sue
    > scelte e chi sono io per criticare?

    i soldi per XP ok, ma gli altri programmi li trovi gratuiti anche per windows
    non+autenticato
  • > Ovviamente c'è chi preferisce spendere 300 euro
    > per Windows XP Professional, 100 per MS Office,
    > 60 per il Norton e poi beccarsi quello che MS
    > propina, o prendere o lasciare. Ognuno fa le sue
    > scelte e chi sono io per criticare?

    Sei sicuro che chi usa Windows XP, Office e Norton antivirus abbia speso degli euro? C'è chi usa molto di più senza aver sganciato un solo centensimo.
    non+autenticato
  • Che problema c'è se noi utenti linux abbiamo una grande scelta (GRATUITA) mentre voi vi dovete sorbire quello che vi propina Microsoft a pagamento ?

    Invidioso?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Che problema c'è se noi utenti linux abbiamo una
    > grande scelta (GRATUITA) mentre voi vi dovete
    > sorbire quello che vi propina Microsoft a
    > pagamento ?
    >
    > Invidioso?

    Non ti piace Internet Explorer? Esiste Firefox,Opera etc. Non ti piace Outlook? Usa Thunderbird. Non ti piace Windows Media Player? Esiste iTunes,Winamp,foobar2000,VLC.Il firewall integrato di windows ti fa schifo? Usa Sygate Firewall. Ti serve un antivirus? Usa Avast. E' tutto software freeware,quindi: evita di dire VACCATE della serie che il software free c'è solo per Linux. E poi c'è bisogno ogni volta di fare sti thread da 15 enne impazzito? Io uso sia Windows che Linux ma non vado a dire certe stupidate in giro per i siti, basterebbe dire qualcosa tipo "dunque, Linux è buono per questo, Windows per quest'altro" o almeno se proprio si vogliono fare delle critiche che almeno siano costruttive e fondate, e non sui soliti luoghi comuni dove siamo tutti bravi a sparare sentenze.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Che problema c'è se noi utenti linux abbiamo una
    > > grande scelta (GRATUITA) mentre voi vi dovete
    > > sorbire quello che vi propina Microsoft a
    > > pagamento ?
    > >
    > > Invidioso?
    >
    > Non ti piace Internet Explorer? Esiste
    > Firefox,Opera etc. Non ti piace Outlook? Usa
    > Thunderbird. Non ti piace Windows Media Player?
    > Esiste iTunes,Winamp,foobar2000,VLC.Il firewall
    > integrato di windows ti fa schifo? Usa Sygate
    > Firewall. Ti serve un antivirus? Usa Avast. E'
    > tutto software freeware,quindi: evita di dire
    > VACCATE della serie che il software free c'è solo
    > per Linux. E poi c'è bisogno ogni volta di fare
    > sti thread da 15 enne impazzito? Io uso sia
    > Windows che Linux ma non vado a dire certe
    > stupidate in giro per i siti, basterebbe dire
    > qualcosa tipo "dunque, Linux è buono per questo,
    > Windows per quest'altro" o almeno se proprio si
    > vogliono fare delle critiche che almeno siano
    > costruttive e fondate, e non sui soliti luoghi
    > comuni dove siamo tutti bravi a sparare sentenze.

    Il problema è che non piace il sistema alla base: c'è il registro, il sistema è poco modulare, costa troppo mantenerlo... e quindi si preferisce passare ad altro.
    non+autenticato
  • > tutto software freeware,quindi: evita di dire
    > VACCATE della serie che il software free c'è solo
    > per Linux. E poi c'è bisogno ogni volta di fare

    Ad esempio, il miglior software per la visualizzazione di immagini per Windows è Irfan view, che è distribuito gratuitamente.
    non+autenticato
  • Un mio vecchio post, di quando avevo più pazienza con i troll. Lo ripropongo dato che non mi costa molta fatica.

    Vediamo un po'...
    Posso ad esempio registrare da una scheda TV alla massima risoluzione permessa da questa (che ad esempio per la mia PCTV Liscia/Base/senzafronzoli/daquattrosoldi equivale a 924x576 punti) deinterlacciando egregiamente il segnale con algoritmi di Andanced Motion Search e comprimendo in real-time in qualunque formato MPEG-4 o 2 o qualsiasi altro formato di cui abbia in quel momento installato un codec sul sistema. Con Windows il massimo che mi è consentito dai driver della mia scheda grafica e con questo PC (da cui sto scrivendo) è 352x288 interlacciato MPEG-2 6Mb/s. Direi che non è proprio la stessa cosa.

    Poi, vediamo...
    posso ad esempio permettermi di utilizzare due masterizzatori contemporaneamente masterizzando due contenuti differenti (non due copie della stessa cosa, ma ad esempio un CD su uno e un DVD sull'altro, o ancora 2 CD o 2 DVD comunque differenti). Il tutto fra l'altro mentre resto perfettamente libero di usare il PC come meglio credo, e non per questo interrompendo continuamente il flusso di dati verso i masterizzatori (ovviamente a meno che non lanci una registrazione dalla scheda TVSorride ).
    Ma non basta.
    Qualora avessi voglia di fare un backup di un DVD (regolarmente acquistato) in un formato MPEG-4 per farcelo stare in 1 - 2 CD, non devo utilizzare 4 programi differenti, ma con un solo programma (http://www.exit1.org/dvdrip /) faccio tutto, rip (ma posso anche codificare al volo), conversione split e masterizzazione, fra l'altro in un quarto del tempo necessatio su Windows, ovviamente mantenendo inalterate le impostazioni del codec e la qualità.
    Non solo se invece di fare il mio backup su CD lo volessi fare su un altro DVD (a patto che non ci sia bisogno di ridurne le dimensioni), mi basta aprire il mio programma preferito per masterizzare (http://k3b.org ) e copincollare il tutto dal supporto originale a quello di destinazione. Niente rip ne decrypt. Ci pensa il sistema per me.
    Ancora.
    Posso ad esempio disporre di un RAID software dalle prestazioni eccellenti, al punto da poter essere paragonato a soluzioni Hardware certamente più costose, e da essere più prestante rispetto a molte di queste. Ho così quindi utilizzato i miei due dischi da 60Gb in RAID software. Con Windows non mi era possibile nemmeno aggiungere un controller RAID, perché (lo avevo acquistato e l'ho dovuto restituire) andava in conflitto con la scheda TV, ed il RAID software di Windows (solo XP) non prevede l'utilizzo solo di una parte degli HD, ma o tutti o niente.

    Veniamo ai fronzoli.
    Posso disporre di una ventina di desktop virtuali (in realtà ne uso solo 6 e non conosco nessuno sano di mente che ne userebbe 20, comunque ci sono) per poter organizzare le mie finestre e non averle tutte su un unico desktop, con una barra delle applicazioni congestionata, e posso avere 5 istanze grafiche (+ 6 testuali) che mi permettono di avere contemporaneamente 5 utenti che lavorano su altrettanti Windows Manager anche differenti.
    Mi spiego con un caso pratico: in una istanza ho il mio utente con KDE (http://kde.org/screenshots/kde340shots.php ), che sta masterizzando, su un'altra ho l'utente amministratore con GNOME (http://www.gnome.org/start/2.0/screenshots /), che sta aggiornando il sistema e su una terza il fratellino ha lanciato Enlightenmet (http://www.enlightenment.org/Enlightenment/Screens... ) e con Firefox sta girovagando su internet (consiglio di cercare qualche screen shots su google per rendersi conto di quello che possono fare questi WM). Semplicemente usando CTRL+ALT+Fn dove n è 7 per la mia istanza, 8 per quella dell'amministratore e 9 per quella del fratellino, posso cambiare rapidamente utente, senza interrompere gli altri.
    Altri fronzoli.
    Su MacOSX sono stati introdotti di recente i widgets, su KDE da un po' più di tempo esiste superkaramba con i relativi themes. Descriverli sarebbe complicato. Un click qui http://www.kde-look.org/index.php?xcontentmode=38 e ci si rende conto di cosa si tratti.
    Di recente, invece su KDE, sono disponibili ombre e trasparenze gestibili o dalla CPU, o dalla GPU, sgravando così la CPU dalla gestione del dekstop.

    Non ho ancora finito.
    Posso ad esempio vedere qualsiasi filmato in qualunque formato sia, utilizzando un solo player (http://xinehq.de /), che per altro va bene anche per ascoltare mp3 (ma anche qualunque altro formato audio) vedere i miei DVD, lanciare contenuti in streaming (mms o, rtsp), vedere la TV digitale (tramite scheda DVB). Il tutto con un unico player e senza dover installare n-mila codec. Un solo pacchetto (http://www1.mplayerhq.hu/homepage/design7/codecs.h... ) per eseguire qualunque formato.

    Posso inoltre aggiornare l'intero sistema ad una nuova versione (non solo il sistema operativo, ma ogni songola applicazione) da internet e con un click. E sempre da internet e con un click, posso tenerlo costantemente patchato, qualora non avessi già provveduto a programmare un update automatico, giornaliero o settimanale.

    Posso anche utilizzare programmi di CAD (http://www.tech-edv.co.at/lunix/CADlinks.html ), di Video Editing non lineare (http://kdenlive.sourceforge.net /), per la musica (http://lmms.sourceforge.net /, http://www.rosegardenmusic.com /, http://muse.serverkommune.de /), per la grafica ed il fotoritocco (http://gimp.org /). E oviamente navigare in internet e disporre di un client di posta elettronica (http://mozilla.org ), oltre che di una suite per l'ufficio gratuita (http://www.openoffice.org ). E sicuramente scordo tante altre applicazioni, più o meno mature per tanti altri usi (gwenview, kooka, avidemux, celestia, ...).

    Ovviamente, anche se non a tutti interessera, su Linux dispongo di svariati ambienti di sviluppo integrati (kdevelop o gambas ad esempio), ho la possibilità di programmare in svariati linguaggi, e grazie alla portabilità di alcune librerie, le mie applicazioni sviluppate su Linux, possono facilmente essere portate tanto Windows quanto su altri ambienti. Dispongo inoltre di tutta una serie di strumenti per server (web, mail, ldap, fileserver, stampa, db, ...) che mi consentono, qualora lo volessi, di rendere il PC una macchina pronta a lavorare in rete, qualunque cosa debba fare.

    (continua...)
    non+autenticato
  • (...continua)

    Ma veniamo a quello che non posso fare con Linux.
    Non posso giocare tanto quanto posso fare con Windows. E' possibile giocare. Il porting del progetto MAME (http://x.mame.net ) è costantemente aggiornato, e gira molto meglio su Linux (provato e testato: stessa macchina, prestazioni differenti) ed i front-end (le interfacce grafiche) si sprecano (http://www.kde-apps.org/content/show.php?content=2... ), poi alcuni titoli sono supportati nativamente su Linux, come ad esempio i giochi della ID-Software, mentre per altri è possibile utilizzare un particolare emulatore (in realtà chiamarlo emulatore è scorretto, ma rende l'idea) www.transgaming.com che è possibile acquistare per 15$ o scaricare gratuitamente, ma in questo secondo caso bisogna essere però davvero esperti, perché va compilato, ed inoltre non dispone di alcune parti coperte da copyright di terze parti.
    Quindi, comunque, nonostante i giochi per Linux ci siano sia OpenSource, che commerciali (http://icculus.org/neverball/#screenshots , http://scummvm.org /, http://lincity-ng.berlios.de/wiki/index.php/Screen... , http://www.lokigames.com/products/descent3 /, http://armagetronad.net/screenshots.php , http://www.flightgear.org /, http://foobillard.sunsite.dk /, http://www.berniw.org/trb/gallery/gallery.php , http://www.wormux.org/en/screenshot.php , http://race.sourceforge.net /, http://www.scorched3d.co.uk /, http://www.openttd.org/screens.php , http://games.activision.com/games/wolfenstein/inde... , http://nwn.bioware.com /, non sono tutti per un elenco un po' più completo http://www.opengl.org/applications/linux/games /, http://www.linux-gamers.net/modules/wfdownloads /, http://zerowing.idsoftware.com /), comunque Linux non è ancora una piattaforma matura per video giocare.

    Altre cose un po' più gradite, che non sono possibili su Linux (sicuramente ne avrete sentito parlare) sono: prendere virus, beccarsi dialer, scovare spyware, ritrovarsi malware sul sistema, lottare contro worm e trojan e avere quindi bisogno di tutta una serie di strumenti (antivirus, antispyware, anti...) che altrove sono indispensabili. Linux è una piattaforma più sicura, per via di come è stato progettato e anche grazie alla comunità che ci sta dietro.

    Ancora altre cose, che invece, non sono necessarie: riavviare perché si è appena installata l'applicazione tal-dei-tali, o il driver della stampante, dover crackare/copiare/piratare applicazioni e doverle cercare su eMule (o altra rete P2P) rischiando (oltre alle sanzioni PENALI previste dalla legge) di beccarmi chissà quali virus/trojan/malware in genere, dover cambiare/aggiornare parti del PC, perché rallentato dal SO.

    Non mi viene in mente altro.

    Ciao, ciao.
    non+autenticato
  • Uso molto spesso il portatile, sul quale ci sono installati degli applicativi come DriveWindows della ABB (c'è solo per Win), come Step7 della Siemens (c'è solo per Win), come NcDrive della Vacon (c'è solo per Win) e potrei continuare con almeno un'altra ventina di software. Di Wine non mi fido perchè causa troppi crash.

    Quindi, la sera quando mi collego e navigo per i fatti miei, uso ancora XP, anche per non stare a collegare il modem esterno seriale, perchè linux non riconosce il mio winmodem.

    Anche per non dover aggiornare due sistemi operativi, visto che non sono coperto da adsl è già una palla aggiornare XP ed anti-tutto vari, non ho proprio voglia di spendere tempo per aggiornare anche la Suse.

    Quindi pur simpatizzando per Linux mi tengo stretto il mio XP e penso che lo farò per molti anni ancora.
    MiFAn
    1909
  • sul lato server e sui 64 bit

    è stato gestito bene questo vantaggio?

    Saluti
    Paolo
    non+autenticato
  • Sì, ad esempio da qualche anno è uscito
    APACHE 2.0

    E ancora tutti utilizzano la versione 1.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Sì, ad esempio da qualche anno è uscito
    > APACHE 2.0
    >
    > E ancora tutti utilizzano la versione 1.

    tutti chi ? informati ...
  • Senza dubbio,
    quasi tutte le distro hanno versioni a 64 bit,

    e tutti preferiscono installare comunque la versione a 32 bit.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Senza dubbio,
    > quasi tutte le distro hanno versioni a 64 bit,

    > e tutti preferiscono installare comunque la
    > versione a 32 bit.

    Non sulle macchine a 64 bit !!!!
    non+autenticato
  • > Non sulle macchine a 64 bit !!!!

    ovviamente intendevo sulle macchine a 64 bit.
    Si', tutti installano distro32 sulle macchine a 64.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > Non sulle macchine a 64 bit !!!!
    > ovviamente intendevo sulle macchine a 64 bit.
    > Si', tutti installano distro32 sulle macchine a
    > 64.

    Bho, quelli che conosco io no, saranno "tutti" diversi.
    non+autenticato
  • > Bho, quelli che conosco io no, saranno "tutti"
    > diversi.

    No, sarà gente che puo' perdere tempo a sistemare l'assai maggior numero di problemi delle distro a 64.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > Bho, quelli che conosco io no, saranno "tutti"
    > > diversi.
    > No, sarà gente che puo' perdere tempo a
    > sistemare l'assai maggior numero di problemi
    > delle distro a 64.

    Tu che problemi hai avuto ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > sul lato server e sui 64 bit
    >
    > è stato gestito bene questo vantaggio?

    Tutt'ora ha anni di vantaggio!

    KDE e Gnome, ma soprattutto il primo, ha strumenti integrati che in XP non ci sono. La GUI è completa di strumenti per PDF, FTP, editing ed elaborazione di immagini, backup, sincronizzazione file, remotizzazione del desktop, scaricamento Torrent, e mi sono perso pure io.

    Su XP tutto ciò va aggiunto con software esterni, anche se molti di questi sono gratuiti, spesso lo sono però solo per l'uso privato e non per le aziende.

    Il kernel di Linux è anni luce avanti a qualsiasi Windows in commercio. Ha NUMA, supporta clustering e file system per tutti i gusti dal journaling all'alta disponibilità, all'indistruttibilità.
    Il multithreading è efficiente e superiore per velocità ed efficienza rispetto a Solaris e soprattutto quella schifezza di MacOSX.

    La rete in Linux ha velocità vicine a quelle nominali per la tecnologia adottata, una Ethernet a 10Mbit su Linux da oltre 900KByte/s su Win forse 5-600. Lo stesso una 100Mbit Linux è ampiamente oltre i 9MByte/s Win non va oltre 6-7.
    Non parliamo di stabilità e qualità del wireless quando in Linux il tale chipset è ben supportato e il produttore fornisce le specifiche complete (mai provato Intel ipw2100, 2195 e 2200 o tutti i Prism?).

    Anche il desktop è più efficiente rispetto a Win, prova a visualizzare un film in DVD su un PC PentiumIII a 7-800Mhz con una Ubuntu Linux o con 2000/XP e vedi la differenza...

    Linux è in costante evoluzione e ottimizzazione perché i suoi utenti sono anche i suoi sviluppatori e lo vogliono migliorare perché vogliono sempre nuove funzioni. Vogliono capire fin dove si può arrivare, cosa di nuovo si può inventare.

    Micro$oft è un'azienda ed ha raggiunto una condizione di monopolio. A lei non interessa più innovare.
    Però è obbligata a far "sentire" ogni tanto agli azionisti, che c'è ed esiste, che si muove, produce dividendi, altrimenti questi si insospettiscono e vendono le azioni facendone diminuire il valore; e quindi M$ è obbligata a costruire il concetto di roadmap, ossia delle release fittizie di nuovi prodotti che non sono altro che acqua riscaldata delle vecchie versioni.

    L'innovazione tecnica va a rilento a confronto con la coreografia e le funzioni di dubbia utilità...

    --
    Mr. Mechano

  • - Scritto da: Mechano

    > KDE e Gnome, ma soprattutto il primo, ha
    > strumenti integrati che in XP non ci sono. La GUI
    > è completa di strumenti per PDF, FTP, editing ed
    > elaborazione di immagini, backup,
    > sincronizzazione file, remotizzazione del
    > desktop, scaricamento Torrent, e mi sono perso
    > pure io.
    >
    > Su XP tutto ciò va aggiunto con software esterni,
    > anche se molti di questi sono gratuiti, spesso lo
    > sono però solo per l'uso privato e non per le
    > aziende.

    OK appena esce KDE per windows tutto questo discorso salta.

    > Il kernel di Linux è anni luce avanti a qualsiasi
    > Windows in commercio. Ha NUMA, supporta
    > clustering e file system per tutti i gusti dal
    > journaling all'alta disponibilità,
    > all'indistruttibilità.
    > Il multithreading è efficiente e superiore per
    > velocità ed efficienza rispetto a Solaris e
    > soprattutto quella schifezza di MacOSX.

    Il kernel di Windows e' piu' avanti nello sviluppo di palladium, tecnologia che e' ovvio dovrete inglobare anche voi

    > La rete in Linux ha velocità vicine a quelle
    > nominali per la tecnologia adottata, una Ethernet
    > a 10Mbit su Linux da oltre 900KByte/s su Win
    > forse 5-600. Lo stesso una 100Mbit Linux è
    > ampiamente oltre i 9MByte/s Win non va oltre 6-7.
    > Non parliamo di stabilità e qualità del wireless
    > quando in Linux il tale chipset è ben supportato
    > e il produttore fornisce le specifiche complete
    > (mai provato Intel ipw2100, 2195 e 2200 o tutti i
    > Prism?).

    Tutto da verificare

    > Anche il desktop è più efficiente rispetto a Win,
    > prova a visualizzare un film in DVD su un PC
    > PentiumIII a 7-800Mhz con una Ubuntu Linux o con
    > 2000/XP e vedi la differenza...

    Io dico che e' più veloce XP, io lavoravo con xp su 400Mhz 128 mega di ram e i filmati li guardavo.
    Chiunque sa che X è più pesante.

    > Linux è in costante evoluzione e ottimizzazione
    > perché i suoi utenti sono anche i suoi
    > sviluppatori e lo vogliono migliorare perché
    > vogliono sempre nuove funzioni. Vogliono capire
    > fin dove si può arrivare, cosa di nuovo si può
    > inventare.

    Esatto. Ma questo e' un pregio o un difetto?

    > Micro$oft è un'azienda ed ha raggiunto una
    > condizione di monopolio. A lei non interessa più
    > innovare.

    Come no? Tutti chiedono a microsoft che windows ciucci sempre più risorse per vendere nuovi pc, e microsoft è costretta a fare grande innovazione per giustificare questo.
    Se non dici che avalon non è innovativo, non sai di cosa stai parlando.

    > Però è obbligata a far "sentire" ogni tanto agli
    > azionisti, che c'è ed esiste, che si muove,
    > produce dividendi, altrimenti questi si
    > insospettiscono e vendono le azioni facendone
    > diminuire il valore; e quindi M$ è obbligata a
    > costruire il concetto di roadmap, ossia delle
    > release fittizie di nuovi prodotti che non sono
    > altro che acqua riscaldata delle vecchie
    > versioni.

    vedi avalon.

    > L'innovazione tecnica va a rilento a confronto
    > con la coreografia e le funzioni di dubbia
    > utilità...
    >

    Comunque notare, stavo facendo un discorso solo linux.
    E tu ovviamente hai tirato fuori win

    ausauasua

    Saluti
    Paolo
    non+autenticato
  • non mi sembra che c'entri molto con l'articolo, cmq ad esempio puoi usare WebCDWriter
    http://joerghaeger.de/webCDwriter/

  • - Scritto da: blu3sman
    > non mi sembra che c'entri molto con l'articolo,
    > cmq ad esempio puoi usare WebCDWriter
    > http://joerghaeger.de/webCDwriter/

    in effetti non è attinentissimo Sorride ma giacchè si parlava di nuove funzioni.... grazie dell'indicazione, l'hai mai provato ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Qualcuno sa come si fa ? Sorride

    Non e' che sia del tutto chiaro cosa stai chiedendo.

    Se quello che vuoi fare e' far partire la masterizzazione su un pc remoto scrivendoci sopra i file che ci sono in quello stesso pc: basta che ti connetti in sh al computer remoto, se occorre diventi root, e lanci li' il programma di masterizzazione.

    Se invece quello che vuoi fare e' masterizzare i file che ci sono su un pc remoto e il masterizzatore e' sul tuo pc (o su un altro pc), ti colleghi (sempre tramite ssh) al pc remoto, crei li' il file iso, lo trasferisci sul pc dove hai il masterizzatore (tramite scp) e poi masterizzi il cd.

  • - Scritto da: AnyFile
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Qualcuno sa come si fa ? Sorride
    >
    > Non e' che sia del tutto chiaro cosa stai
    > chiedendo.
    >
    > Se quello che vuoi fare e' far partire la
    > masterizzazione su un pc remoto scrivendoci sopra
    > i file che ci sono in quello stesso pc: basta che
    > ti connetti in sh al computer remoto, se occorre
    > diventi root, e lanci li' il programma di
    > masterizzazione.
    >
    > Se invece quello che vuoi fare e' masterizzare i
    > file che ci sono su un pc remoto e il
    > masterizzatore e' sul tuo pc (o su un altro pc),
    > ti colleghi (sempre tramite ssh) al pc remoto,
    > crei li' il file iso, lo trasferisci sul pc dove
    > hai il masterizzatore (tramite scp) e poi
    > masterizzi il cd.


    In sostanza vorrei usare il masterizzatore dvd del desktop per masterizzare files che ho sul portatile, per evitare di dover usare un masterizzatrore esterno. Nero ho visto ha una funzione di questo genere cercavo qualcosa di analogo per linux. Non è che puoi darmi qualche link a documentazione specifica. Grazie scusa se ne approfitto Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > In sostanza vorrei usare il masterizzatore dvd
    > del desktop per masterizzare files che ho sul
    > portatile, per evitare di dover usare un
    > masterizzatrore esterno. Nero ho visto ha una
    > funzione di questo genere cercavo qualcosa di
    > analogo per linux. Non è che puoi darmi qualche
    > link a documentazione specifica. Grazie scusa se
    > ne approfitto Sorride


    Con la latenza di una rete Ethernet di mezzo?

    La soluzione è quella che ti hanno prospettato, col programma per masterizzare sul portatile crei solo l'immagine ISO, poi la trasferisci come vuoi (scp, ftp, smb, ecc) sul fisso e li lanci la masterizzazione vera e propria.

    Poi vedi un pò te come vuoi pilotare il desktop, se da shell o vnc o via web.

    P.S. Anche io faccio così e poi via VNC piloto il desktop per masterizzare. Perché sul portatile non ho il masterizzatore DVD ma solo un combo lettore DVD/masterizzatore CD-CDRW.

    --
    Mr. Mechano
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)