ECN, server indipendenti da difendere

Chi ha colto l'importanza di una rete alternativa e di spazi telematici indipendenti può ora prendere la palla al balzo e contribuire al futuro di un progetto italiano tanto in difficoltà quanto unico e insostituibile

Roma - L'indipendenza dai tradizionali meccanismi economici e di controllo, lo spazio fornito a gruppi e realtà di estrazione antagonista e alternativa, i servizi messi a disposizione di migliaia di persone per parlare liberamente di tutto quello che va dai diritti digitali alla net-art: c'è questo e molto di più nella lunga storia di Isole nella Rete, progetto che fornisce uno spessore diverso alla rete italiana e che ora è ad un punto di svolta.

Per rendersene conto è sufficiente cliccare sulla home page di ECN.org dove si paventa un futuro doloroso, quello in cui i server e i servizi indipendenti fin qui offerti alla comunità online, italiana possano cessare di esistere.

"Il "bilancio" di Isole nella Rete - si legge - è prossimo allo zero e i segni vitali del server (il computer) su cui sono ospitati tutti i servizi, sono preoccupanti. I solerti macchinisti di Isole stanno mettendo in campo le loro energie migliori per evitare il coma del server. Ma serve il contributo e l'aiuto di tutti perché ecn non chiuda".
Come recita un comunicato, sul piatto non c'è solo il bisogno di un obolo di una campagna di sottoscrizione (anche), ma di qualcosa di più, evidentemente la consapevolezza di cosa questi spazi aperti hanno significato in termini di crescita collettiva e di difesa delle libertà personali, quella di espressione prima tra tutte. Con battaglie, spesso raccontate anche da Punto Informatico, che si sono combattute dentro e fuori dalla rete.

I promotori di Isole ne parlano come di un patrimonio collettivo, e ne hanno ben donde se si considera che si tratta, come sottolineano loro, di:

"- Un progetto linkato da più di ventimila siti Web nel mondo che ospita liste di discussione con centinaia di iscritti su temi come i cyber-rights, i centri sociali e l'arte digitale nonché altri domini storici del domino italiano (hackmeeting, chainworkers, forteprenestino, ngvision, altravista, filiarmonici);
- un portale di servizi che, pur accerchiato da magistratura e polizia, cerca ostinatamente di mantenere servizi quali l'anonymous remailer;
- un portale scomodo con le sue sezioni dedicate all'orrore della repressione;
- un portale che con la sua agenda registra il ritmo dell'autorganizzazione italiana, che con i suoi servizi contribuisce a tenere vivo il dibattito sui temi più cari al movimento e permette a moltissime realtà di avere un proprio spazio web e una casella di posta sicura senza dover rendere conto ai grandi controllori."

Tutte le info per conoscere Isole e sostenere il progetto sono disponibili qui
TAG: italia
13 Commenti alla Notizia ECN, server indipendenti da difendere
Ordina
  • Che oltrettutto vogliono abbolire la galera e altre amenità.
    Se chiudono .... tanto meglio! Ma anche se rimangono aperti non è ci sia tutta questa differenza.
    E poi sono anche contro il modello dei paesi anglosassoni, già basta questo per classificarli: PATTUME!!!
    non+autenticato
  • È evidente che pensi come scrivi: da analfabeta.
    non+autenticato
  • Frequentatissimo anche il forum relativo a questa notizia!

    Perchè ho il sospetto che non gliene sbatta niente a nessuno? Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Frequentatissimo anche il forum relativo a questa
    > notizia!
    >
    > Perchè ho il sospetto che non gliene sbatta
    > niente a nessuno? Sorride

    ho il sospetto che fai i conti senza l oste, pensando che esista una relazione tra numero di interventi dei forum, letture della notizia, e interesse della notizia.

    non e' cosi', credimiSorride
    magari ci sono solo argomenti su cui i lettori amano di piu discutere, e altri che interessano e basta, altri ancora che vengono letti poco, ma commentati molto. non esiste l'equazione sulla quale si basa il tuo assunto ecco!

    LucaS
  • - Scritto da: LucaSchiavoni
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Frequentatissimo anche il forum relativo a
    > > questa notizia!
    > > Perchè ho il sospetto che non gliene sbatta
    > > niente a nessuno? Sorride

    > ho il sospetto che fai i conti senza l oste,
    > pensando che esista una relazione tra
    > numero di interventi dei forum, letture
    > della notizia, e interesse della notizia.

    > non e' cosi', credimiSorride
    > magari ci sono solo argomenti su cui i lettori
    > amano di piu discutere, e altri che interessano
    > e basta, altri ancora che vengono letti poco,
    > ma commentati molto. non esiste l'equazione
    > sulla quale si basa il tuo assunto ecco!

    Senza contare che ci sono anche altri forum al di fuori di PI su cui commentare questa notizia.
    non+autenticato


  • > > Perchè ho il sospetto che non gliene sbatta
    > > niente a nessuno? Sorride
    >
    Perchè è difficile fare su questa notizia tifo da stadio windows-linux open-closed ecc ecc
    non+autenticato
  • 10 minuti di applausi!

    - Scritto da: LucaSchiavoni
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Frequentatissimo anche il forum relativo a
    > questa
    > > notizia!
    > >
    > > Perchè ho il sospetto che non gliene sbatta
    > > niente a nessuno? Sorride
    >
    > ho il sospetto che fai i conti senza l oste,
    > pensando che esista una relazione tra numero di
    > interventi dei forum, letture della notizia, e
    > interesse della notizia.
    >
    > non e' cosi', credimiSorride
    > magari ci sono solo argomenti su cui i lettori
    > amano di piu discutere, e altri che interessano e
    > basta, altri ancora che vengono letti poco, ma
    > commentati molto. non esiste l'equazione sulla
    > quale si basa il tuo assunto ecco!
    >
    > LucaS

  • - Scritto da: Santos-Dumont
    > 10 minuti di applausi!

    quoto e aggiungo che se il numero di post e' il metro con cui il tipo giudica quello che legge forse abbiamo sbagliato noi a rispondergli, cioe' a uno cosi' che vuoi spiegare?Sorride
    senza polemiche eh
  • ....anche se raramente ho usato i server ECN.
  • ....se fanno fatica a trovare di che sopravvivere forse, dico forse, e' anche perche' non sono percepiti (a torto o aragione) il patrimonio collettivo che credono di essere.
    non+autenticato
  • o forse, visto che ecn non ha mai "preteso" i soldi dai progetti che ospitava, qualcuno se n'e' "approfittato"
    credendo che la banda cresce sugli alberi e basta coglierla.

    Un progetto con cosi' tanti siti, liste e mailbox credo sopravviverebbe senza problemi se tutti scucissero un minimo di grano

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > o forse, visto che ecn non ha mai "preteso" i
    > soldi dai progetti che ospitava, qualcuno se n'e'
    > "approfittato"
    > credendo che la banda cresce sugli alberi e basta
    > coglierla.

    Insomma, un po' come fa IBM con i sorgenti open source Occhiolino
    non+autenticato
  • Temo che molti in questo spazio parlano senza sapere
    di cosa stanno poi realmente parlando, si siamo
    anarcoidi sinistrosi e ce lo rivendichiamo senza
    nessun problema, tant'e' vero che e' scritto a chiare
    lettere nello statuto, basta leggerlo e fin qui nessuna
    novita', ma al tempo stesso siamo nel cyberspazio dal 1996, dando spazio e visibilita' a tutte le realta'
    antagoniste di questo scalmanano movimento italiano, se questo non e' patrimonio collettivo allora non capisco quale sia, per non parlare che Isole Nella Rete ha ospitato sin da sempre in piena liberta' tutte le argomentazioni tipiche dei movimenti antagonisti italiani e non.

    Il tutto per dire che e' molto triste leggere post che
    non hanno nessun senso se non quello di dare fiato
    alla bocca o digitare parole senza senzo su una
    tastiera per giustificare forse la propria esistenza
    nel cyberspazio che passerebbe comunque inosservata.

    Appunto ci vuole solo rispetto, anzi no RISPETTO,
    troppo comodo scrivere stronzate nascosti dietro
    una tastiera senza mettersi in gioco.

    non+autenticato