HIS Radeon X800 GTO IceQ

HIS caratterizza anche questa scheda con il dissipatore made in Arctic Cooling

HIS Radeon X800 GTO IceQAll'incirca nel periodo di uscita delle celebri ATI Radeon 9700 PRO, un'azienda che produceva dissipatori e paste termoconduttive lanciò un prodotto costituito da dissipatore e ventola per VGA, apprezzato per il costo e per la silenziosità. Si trattava degli Arctic VGA Silencer, prodotti che ancora oggi esistono in tutte le salse e che consentono di silenziare discretamente qualsiasi scheda video, sacrificando però due slot PCI (cosa alquanto comune al giorno d'oggi).

La rimozione del dissipatore originale comporta dei rischi, seppur minimi, e la perdita della garanzia del produttore, per cui questi prodotti hanno trovato una larga diffusione tra gli appassionati ma ovviamente non tra gli utilizzatori comuni. HIS si pone tra ATI ed il consumatore, proponendo una serie di schede già dotate di un dissipatore custom (prodotto da Arctic). La HIS Radeon X800 GTO IceQ rappresenta l'offerta di HIS per la fascia medio/alta. Con caratteristiche leggermente inferiori alla ex punta di diamante di casa ATI (12 pipeline invece di 16 per un clock da 400 MHz e memorie da 1,6 nanosecondi), questo modello rappresenta una scelta appetibile per il giocatore medio che non può permettersi una scheda di ultima generazione, così come per l'overclocker che potrebbe sfruttarne delle caratteristiche nascoste per sbloccare le ulteriori pipeline e renderla una X850XT "completa".

La dotazione della scheda comprende 1 cavo component, 1 convertitore S-Video/RCA, 1 convertitore DVI/VGA, 2 CD Driver e utility, Flatout e Guild Wars con un codice per usufruire di 10 ore di gioco gratuite.
Test e conclusioni
HIS X800 GTO IceQIl sito russo Digit-Life ha recensito la nuova gamma di prodotti HIS IceQ, inclusa la X800 GTO. Le prestazioni sono di tutto rispetto per il modello GTO, grazie alle 12 pipeline di cui è dotato. Il sito segnala che è possibile procedere allo sblocco delle pipeline con una chance di successo pari al 50%, ma è necessario ricorrere ad una pericolosa operazione di flashing del firmware, che invaliderà in ogni caso la garanzia del produttore. La scheda presenta la possibilità di operare a frequenze pari a 500 MHz per il core e 1000 MHz per la RAM rimanendo sempre in garanzia, per cui la modifica è da valutare correttamente.

Anche Tech-Mods ha recensito la scheda in questione, assegnandole un premio ed un voto di 10 su 10, in base al rapporto qualità prezzo e alle altre caratteristiche aggiuntive.

Da menzionare il fatto che la scheda occupa due slot, per cui i possessori di mini-pc o schede madri particolarmente popolate farebbero bene a rivolgersi verso un altro prodotto.

Giovanni Fedele
TAG: