Flat dial-up, lettera aperta di Assoprovider

L'Associazione dei provider italiani si rivolge ai consumatori con una lettera aperta che racconta del ricorso contro la flat dial-up di Telecom Italia, del perché colpisce il WiFi e perché è bene guardare al di là del proprio naso

Roma - Riceviamo e volentieri pubblichiamo una Lettera aperta ai consumatori che ci è stata trasmessa dall'Associazione dei provider italiani Assoprovider e che riprende e risponde a molte osservazioni degli utenti e dei consumatori sulla recente presa di posizione contro la flat dial-up commercializzata da Telecom Italia

Spettabili consumatori,
Mi spiace per le preoccupazioni scaturite in rete rispetto alla nostra iniziativa e mi preme innanzi tutto sgombrare il campo da ogni incomprensione: lo scopo di Assoprovider non è assolutamente quello di eliminare o modificare il alcun modo quest'offerta, bensì di bloccarne *temporaneamente* la sola commercializzazione, in attesa che Telecom Italia la renda replicabile anche dagli operatori concorrenti, così come prevede la legge italiana.

L'operatore notificato dovrebbe infatti produrre prima l'offerta wholesale corrispondente e solo successivamente commercializzare le proprie offerte.
Il blocco della commercializzazione, se verrà accordato dal tribunale, servirà esclusivamente a prevenire ulteriori violazioni di questa regola, in attesa che sia ristabilita una situazione di normale concorrenza.
Tutto cio', oltre ad essere giusto e sancito *per legge*, offrirà ai consumatori il vantaggio di *poter scegliere* tra una pluralità di offerte, possibilmente anche più convenienti e meglio supportate di quella del nostro "amato" ex-monopolista, che come sappiamo bene, non ci ha mai regalato niente e non brilla certo per la qualità del supporto ai clienti.

Per il resto Vi assicuro che il nostro interesse primario, a parte la mera tutela del DIRITTO DI ESISTERE e quindi di non lasciarci scippare il mercato esclusivamente in ragione della prepotenza e della forza bruta, è assolutamente quello di rimediare al digital divide e di garantire ai consumatori la scelta libera delle soluzioni e dei fornitori che preferiscono.

Non c'è nulla di più lontano dalla nostra mentalità, del voler mettere in crisi i nostri stessi clienti o di limitarne le possibilità di scelta con gesti irresponsabili.

Consentitemi uno sfogo pero', visto che molti clienti oggi ci chiedono: "Ma voi ISP che dite di essere così bravi, perchè fino a ieri vendevate le flat al triplo di quanto la fa pagare oggi Telecom?"

Ma che domanda è? Vale la pena di rispondere ad una simile domanda? Secondo voi perchè stiamo facendo fuoco e fiamme per questa offerta, se non perchè ci è IMPOSSIBILE replicarla? Oggi, tanto come IERI!!!

Perchè invece non lo chiedete a Telecom Italia, come mai hanno aspettato il Decreto che liberalizzava il WIFI prima di tirare fuori dal cappello quest'offerta? Devo suggerirvelo io che "forse" prima era più interessante incassare montagne di euro con i collegamenti a tempo e adesso "forse" si vuole arginare il WIFI?

Possibile che oggi gli stessi ISP che fino a ieri erano considerati amiconi, perchè alla fine erano i soli disposti a vendere le FLAT, siano improvvisamente diventati affamatori di popoli, solo perchè l'incumbent se ne esce con un'offerta più bassa e in pieno dumping? Non vi vengono dubbi? Subito pronti a crocifiggere i poveri cristi?

Purtroppo, Signori, la via per portare l'Italia a livello dei paesi civili, passa necessariamente per il ridimensionamento dello strapotere degli Incumbent, che nel nostro caso sono Telecom Italia, a cui solo ultimamente si è aggiunta la neo-notificata e meno aggressiva WIND.

Esiste in effetti il rischio che lungo la strada di questa GIUSTA battaglia resti sul selciato anche il cadavere di qualche "vantaggio" che un Incumbent offre più o meno indebitamente.
Questo pero' è qualcosa che cerchiamo di evitare con la massima attenzione. Perchè l'utenza è il nostro pane quotidiano e a parte il fatto che siamo noi stessi utenti, non siamo certo qui per sputare nel piatto dove mangiamo.
Inoltre, credetemi, abbiamo una coscienza sociale anche noi e sappiamo bene che offerte come quella in questione hanno la capacità di ridare fiato a diverse persone e aziende, fino ad oggi obbligate a spese folli, per cose che nel resto del mondo civile sono ormai assolutamente scontate.

D'altro canto è sempre vero che i "contentini" sono lo strumento con cui ogni buon incumbent si accattiva l'utenza e con cui mette in cattiva luce la concorrenza. Ed è anche vero che talvolta dietro a questi contentini si nascondono delle fregature colossali. E' il modo in cui gli incumbent in generale agiscono: lavorano molto di bastone, ogni tanto mollano una carotina passata nel bromuro e gli asinelli non possono far altro che mangiare e restare docili...

A mio avviso è questo il caso dell'offerta Teleconomy Internet.
Ma per capirlo bisogna spingersi parecchio oltre quella mentalità che ci porta ad essere semplicemente felici, perchè finalmente abbiamo anche noi un giochino "che-costa-poco-e-mi-collego-24/24".
Perchè la felicità per la "fine" della sofferenza tende a fare l'effetto della "fetta di salame sugli occhi", nei riguardi della fregatura reale, che pure abbiamo sotto il naso.

Il primo "pacco" risiede nel fatto che Telecom ha prodotto l'offerta in modo da essere l'unico operatore a poterla fare.
E questo la trasforma in un micidiale cavallo di troia, grazie al quale rifarsi una verginità e riconfermare il monopolio, proprio in quelle zone che precedentemente avevano abbandonato al loro misero destino. E' un gran modo di eliminare la concorrenza facendosi belli nei confronti dell'utenza e porta dritti alla possibilità di tornare a spremere i clienti come dei limoni, così come si è fatto indisturbati per anni, senza tutti questi concorrenti tra le scatole...

Quell'offerta è bella, anzi è troppo bella per essere vera... E' così bella che nessuno tranne Telecom puo' replicarla, semplicemente perchè è al di sotto dei costi di affitto del canale voce che Telecom pretende da chiunque per l'uso della rete. Rete che lo stato gli ha dato in gestione. Rete pubblica che PER LEGGE *DEVE* essere messa a disposizione di tutti gli operatori a prezzo UGUALE, EQUO ed orientato al costo.

E perchè allora Telecom vende al pubblico ad un costo *IMPOSSIBILE*, diverse volte più basso del concorrente più accanito? Ben tre volte più basso di quanto *COSTA* quello stesso servizio agli ISP???
Non certo per bontà, ma perchè bisogna legare bene tutti i polli, prima che qualcuno apra la porta del pollaio con la chiave del WIFI...

Questa svendita sotto costo, a parte il danno pesante alla concorrenza, si puo' leggere in due modi: o Telecom è impazzita e si è messa veramente a vendere sotto costo, e questo sarebbe ancora il male minore, oppure fino ad oggi ci ha turlupinati tutti, spacciandoci per prezzi "orientati al costo", quelli che in realtà
contenevano un bel ricaricone per mammà... Signori, qui parliamo di miliardoni di Euro potenzialmente *sfilati*, dritti dritti, dalle tasche degli italiani... Perchè voi pensate solo ad Internet, ma io penso anche alla voce...

In ambedue i casi resta il fatto che questa improvvisa "rinascita" della DIALUP è studiata per arginare il progresso della larga banda in Italia.

Sembra impossibile, ma questa offerta, oltre a far male alla concorrenza, è una valida scusa per giustificare la fine la degli investimenti nelle zone meno redditizie. Telecom avrà infatti ogni attenuante, visto che oggi in quelle zone, GRAZIE A LORO, è comunque possibile collegarsi a tariffa FLAT e con costi estremamente contenuti.

Un ulteriore aspetto negativo, ma un po' più difficile da cogliere a caldo, è che l'esistenza di questa offerta peserà molto sulle politiche di investimento degli ISP, i quali si stavano in effetti organizzando per portare la larga banda in tutta Italia con il WIFI ed ora stanno seriamente riconsiderando gli investimenti.
In conseguenza dell'offerta Teleconomy Internet infatti, quelle zone che già erano considerate poco redditizie, al punto da venir (schifate, diciamo noi, ed) escluse dalla copertura ADSL, diventano se possibile, molto meno interessanti per almeno un altro anno.

E guarda caso l'offerta di Telecom arriva proprio in concomitanza con il decreto che liberalizza l'uso del WIFI per l'ultimo miglio... Decreto FORTEMENTE voluto e promosso da Assoprovider, che SOLA ed UNICA, per diversi anni ha sostenuto e portato al successo una grande e soffertissima campagna di sensibilizzazione nei confronti delle istituzioni, fatta a colpi di manifestazioni di piazza, di attività politica e di P.R. costante, precisa, attenta, costosa ed impegantiva.

E sul fatto che in questa battaglia siamo stati fattivamente soli ed abbandonati, nessuno puo' eccepire alcunché, a meno che non si voglia considerare "serio impegno politico" lo scrivere qualcosa in un blog (che non sia quello di Grillo;) o una chiacchierata tra amici al bar (che non sia un bar di Montecitorio;).

Si comincia ora a capire perchè un Incumbent ha deciso all'improvviso di fare questo genere di offerta? Non si poteva mica lasciare un simile vantaggio alla concorrenza!

La cosa che mi fa più arrabbiare è che il risultato di questa operazione sarà positivo per Telecom, indipendentemente da come andranno le cose con questo ricorso e saremo noi ISP e voi consumatori a farne inevitabilmente le spese. Se vinceranno a mani basse, noi non potremo replicare la loro offerta e ci avranno messi definitivamente fuori mercato. Probabilmente molti ISP chiuderanno i battenti e il consumatore avrà sempre meno scelta... Della serie highlander: "Ne rimarrà un solo!" Se "vinceremo" noi, invece saranno costretti ad accordare la replicabilità dell'offerta e gli ISP per il momento sopravvivranno.

Ma nel frattempo l'incumbent avrà messo a segno un bel colpo contro la diffusione della copertura WIFI nelle zone meno fortunate, assicurandosi nel contempo la fedeltà di una vasta utenza proprio in quelle zone, grazie alla pre-emption fatta in questi mesi, durante i quali ha avuto l'esclusiva e la possibilità di far leva sulla sua formidabile batteria di odiosissimi, ma efficacissimi, venditori telefonici.

Senza questa offerta, gli ISP avrebbero potuto portare la VERA larga banda praticamente dappertutto e a costi convenienti. I numeri c'erano e gli ISP si stavano organizzando. Si aspettava solo il decreto che liberalizzasse il WIFI e quando è arrivato...:((( Boh! Le due notizie ci sono arrivate assieme!!!!!

Vi garantisco che l'entusiasmo con cui ci si apprestava a muoversi era paragonabile solo a quello dei pionieri dei tempi andati ed avrebbe portato in pochissimi mesi alla copertura praticamente totale del territorio.
Pero' Teleconomy Internet ha cambiato significativamente i numeri.
La pre-emption di Telecom in questi mesi ha congelato per un anno una parte enorme dell'utenza più "affamata" di larga banda, che era poi la clientela ideale del WIFI, mentre il resto dell'utenza, quella "meno interessata", troverà quell'offerta da 10?, tutto sommato molto competitiva rispetto alle soluzioni a larga banda; ADSL o WIFI che siano, semplicemente perchè costa meno...

E così, l'entusiasmo di chi era pronto ad investire rischiando in prima persona si è smorzato e si torna tutti alla calcolatrice, a rifare i conti per capire se si riesce ancora a "starci dentro", o se è meglio rinunciare in partenza... Così, zona per zona, sarà emesso un verdetto. Verdetto che se prima era quasi invariabilmente positivo, adesso in molti casi sarà tristemente negativo.
E intanto il tempo passa... e voi navigate con la FLAT... e il resto del modo va avanti... e... Tutto questo per un'offerta apparentemente innocua ed apparentemente nata solo per favorire l'utenza più sfortunata!

Fossi al Vostro posto, sinceramente, sarei meno felice di aver comprato Teleconomy e comincerei a fare dei riti VUDU' sperando di convincere il Provera a ritirarla davvero quell'offerta, anche dovessero levarmela per primo in Italia... Perchè sapendo che il prezzo di quell'offerta è il rischio di arrivare al 2026 ancora fieri utenti della "Teleconomy Internet" su due canali ISDN a 64k, mentre il resto del mondo ormai su Internet ci viaggia col teletrasporto...

E' ovvio che a noi interessa anche sopravvivere come aziende, ma Vi assicuro che da parte nostra non pretendiamo niente di più del rispetto della legge ed essendo prima di tutto utenti appassionati, vogliamo con tutto il cuore contribuire alla costruzione di un paese in cui il digital-divide sia solo un ricordo, così come vorremmo diventasse in ricordo lontano anche la dipendenza da un incumbent che puo' decidere se darci qualcosa, quando darcelo, come darcelo e a quale prezzo, senza che si possa aprir bocca per lamentarci.

Per questo pero' serve anche l'aiuto e la comprensione dei consumatori, i quali devono assumere maggiore coscienza e in qualche caso devono anche essere disposti a rinunciare all'atteggiamento tutto italiano, di chi vuole tutto e subito, senza preoccuparsi minimamente delle implicazioni a lungo termine e di come ci si arriva... Così come non dovremmo mai usare i CFC anche se costano meno, perchè bucano l'ozono, altrettanto dovremmo preoccuparci delle scelte che rallentano la crescita di Internet, per quanto possano apparire più convenienti nel breve termine...

Ma su questo nutro poche speranze, perchè siamo pur sempre nel paese dei "furbi" che vendono la Fontana di Trevi ai turisti ma nel contempo comprano i "tarocchi" fatti col sudore dei bambini cinesi nei soppalchi di qualche garage... E se ne vantano pure, perchè costa meno! E magari pensano anche che il sarto sotto casa DEVE essere un LADRO, perchè gli fa spendere molto di più per i suoi quattro stracci! Il paese dove l'uovo _oggi_ è la scelta di massa...

Alla fine spero che anche Voi stiate diventando consumatori un po' meno fieri di essere clienti di "Teleconomy Internet" ed un po' più consapevoli di cos'avete comprato in realtà...

Per il resto, buona navigazione FLAT a 56 o 128K, augurandoVi di cuore che non resti tale per i prossimi vent'anni...:)

Noi, dal canto nostro faremo il possibile!

Cordiali Saluti,

Davide Repetto
Consigliere di Assoprovider
TAG: 
308 Commenti alla Notizia Flat dial-up, lettera aperta di Assoprovider
Ordina
  • ....in culo anche stavolta, sta porca di una flat è stata blocccata!!
    Devono fottersi tutti questi bastardi!!!!!!!!!!!!!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ....in c...o anche stavolta, sta porca di una flat
    > è stata blocccata!!

    link?
    MiFAn
    1909
  • > - Scritto da: Anonimo
    > > ....in c...o anche stavolta, sta porca di una
    > flat
    > > è stata blocccata!!

    L'unica cosa che hai preso e' una dose tagliata male.
    Non c'e' ancora neanche stata la prima udienza, e in piu' oggi e' domenica!!!!!!!
    Sveglia!!!

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > ....in c...o anche stavolta, sta porca di una
    > > flat
    > > > è stata blocccata!!
    >
    > L'unica cosa che hai preso e' una dose tagliata
    > male.
    > Non c'e' ancora neanche stata la prima udienza, e
    > in piu' oggi e' domenica!!!!!!!
    > Sveglia!!!
    >

    http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=44...
    non+autenticato

  • Certo mamma mia che sito ma cosa c*** pubblicano? Ma le stronzate proprio
    non+autenticato
  • Per dire che *temporaneamente* lo vogliono mettere in quel posto agli utenti. Tanto per cambiare.

    E' una vita che l'assoprovider, l'aiip o quant'altro frenano lo sviluppo di tariffe vantaggiose per l'utente con la scusa che *hanno il diritto di esistere*.
    Poi poco importa che il loro diritto di esistere costi agli utenti decine e decine di euro ma tutto *temporaneamente* almeno fino alla successiva inc***ta *temporanea*.

    Ve li ricordate ai tempi di notut? Il movimento spontaneo che chiedeva l'abolizione della tariffa urbana a tempo... nel 90e qualcosa? Se ne parlo' sui giornali, in TV ... e AIIP varie si prodigarono in previsioni apocalittiche sulla mancanza di banda, sulla sparizione dei provider,ecc,ecc... ma sono ancora qui a piangere.
    Discorsi che periodicamente tornano fuori ogni volta che un operatore comincia la guerra dei prezzi.


    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Per dire che *temporaneamente* lo vogliono
    > mettere in quel posto agli utenti. Tanto per
    > cambiare.
    >
    > E' una vita che l'assoprovider, l'aiip o
    > quant'altro frenano lo sviluppo di tariffe
    > vantaggiose per l'utente con la scusa che *hanno
    > il diritto di esistere*.
    > Poi poco importa che il loro diritto di esistere
    > costi agli utenti decine e decine di euro ma
    > tutto *temporaneamente* almeno fino alla
    > successiva inc***ta *temporanea*.

    Tutto dipende da telecom. Se rispetta la legge, il tribunale non sospende niente e siamo tutti felici!

    Se invece decidera' di persistere nell'illegalita', allora sara' solo colpa loro se l'offerta verra' sospesa. E solo con LORO te la dovesti prendere.

    Ti rendi conto che e' come se tu te la prendessi con me, perche' ho fatto denunciato uno che mi importuna continuamente e mi rompe un fanalino della macchina ogni giorno, solo perche' quello lì ti deve aggiustare il tetto a prezzo scontato e se va in guardina tu devi spendere "molto" di piu'?

    Con la stessa ratio che applichi ai provider mi daresti del bastardo affamatore di popoli, perche' ti lascio venire i reumatismi e perche' ti piove in casa e che a te non te ne frega un c... dei miei fanalini del cavolo. In fondo e' molto piu' importante il tuo tetto!!!! Perche' non e' bello vedere i vicini che hanno un tetto sano e tu, che hai il padrone di casa stronzo e non ti fa un tetto nuovo, sei costretto a farlo riparare continuamente!

    Prenditela un po' con lui... Digli di smetterla di fare il disgraziato, e vedrai che se riga dritto, nessuno lo denuncera', e tu avrai tutti i tuoi lavoretti fatti puntualmente!


    > Ve li ricordate ai tempi di notut? Il movimento
    > spontaneo che chiedeva l'abolizione della tariffa
    > urbana a tempo... nel 90e qualcosa?

    Si che me la ricordo. E nel 90e qualcosa era una cazzata galattica. Demagogia pura!
    Le infrastrutture telematiche hanno cominciato ad essere in grado di sostenere decentemente un simile servizio, seppur a costi molto elevati e quindi non di massa, solo nel nuovo secolo.
    Pian piano e' diventato sempre piu' proponibile, perche' l'ADSL ha alleggerito molto l'uso delle infrastrutture dialup e coi prezzi decimati della banda, i cosumi di qualche migliaio di utenti dialup contemporane1 non sono piu' un gran problema.
    Ma quando se ne parlava era gia' difficile sostenerne qualche cento o duecento di utenti contemporanei... Anche per il costo/modem che era folle, mentre oggi gli AS te li puoi comprare a due soldi su e-bay, perche' nessuno li usa piu'.

    > Se ne parlo'
    > sui giornali, in TV ... e AIIP varie si
    > prodigarono in previsioni apocalittiche sulla
    > mancanza di banda, sulla sparizione dei
    > provider,ecc,ecc... ma sono ancora qui a
    > piangere.

    Infatti, se si fosse fatta allora (96/97) la flat, le infrastrutture non avrebbero potuto reggere e comunque il costo sarebbe stato altissimo.
    Guarda che fine ha fatto Galactica che ci aveva provato...


    > Discorsi che periodicamente tornano fuori ogni
    > volta che un operatore comincia la guerra dei
    > prezzi.

    Please... Guerra dei prezzi ILLEGALE!
    Perche' per legge Telecom italia (e wind) non possono fare nessuna guerra dei prezzi sui servizi di connettivita' e sono obbligati a produrre offerte wholesale che consentano alla concorrenza di replicare qualunque loro offerta al pubblico.
    Obbligo che in questo caso non hanno rispettato!!!!

    E se non capisci questo, e' inutile che stiamo qui a discutere.

    Davide Repetto
    non+autenticato
  • > E se non capisci questo, e' inutile che stiamo
    > qui a discutere.
    >
    > Davide Repetto
    >
    Bravo invece di stare qui a discutere vai a stendere cavi.
    non+autenticato

  • > Bravo invece di stare qui a discutere vai a
    > stendere cavi.

    E tu vai a stedere e basta! Demagogo dei miei stivali!
    Ce l'hai un'idea di quanti miliardi di euro ci vogliono per cablare? Cosi' tanti che se Telecom dovesse cablare adesso non potrebbe farlo!
    non+autenticato
  • (1° PARTE)

    ... Spett. Associazione Assoprovider.

    E? da molti anni, sicuramente ancor prima che esisteva la Vs. associazione ed ancor prima che era così preponderante internet almeno cosi? come oggi quest?ultima viene intesa, che opero nel settore delle telecomunicazioni e non solo in senso stretto in sede di ricerca e sviluppo, in sede di tecnologie e alle rispettive reti ma, per forza di cose, avendo anche esperienze approfondite in altri ambiti e non meno in quello riguardante i rapporti di carattere amministrativo ministeriali.

    Pertanto, conosco bene le enormi difficoltà di chi, piccola o micro realta?, ha sempre operato in questo settore e di chi opera a tutt?oggi ed ancor più delle difficoltà di chi non ha posizioni preponderanti e, ancora, di chi nel frattempo ha a che fare, se non da affrontare e scontrarsi giorno per giorno, con gli ostruzionismi che negli anni e nelle diverse legislature non sono di certo mai mancate sebbene le ripetute ed infinite promesse fatte dai tanti e dai troppi parlamentari che dagli stessi e succeduti governi.

    Ed e' per questo motivo che ho sempre tenuto in considerazione la Vs. associazione, cui a dir del vero e' un po' di tempo che medito di associare le mie attivita' presso di Voi, perche' conoscendo anche i tanti protagonisti del settore seppur tanti di essi non essendo presso di Voi associati, licenziatari o meno, riconosco che avete sicuramente avuto un bel coraggio nel far nascere proprio in un momento cosi? difficile e di transizione la Vs. associazione mettendovi, per lo meno agli inizi, addirittura contro e tal volta scontrandovi duramente con AIIP e contro, per quanto se ne dica, al allora se non di sempre e attuale monopolista.

    E quanto suddetto tenendo anche conto che non avevate, ora non so perche' sul Vs. sito non ho piu' trovato riferimenti che secondo il mio parere invece sarebbe il caso di porli, associati con nomi altisonanti, bensi' il contrario, in quanto - ricordo - che almeno allora tra i Vs. associati risultavano nomi di operatori che per lo piu' erano, per quanto riguarda il settore, degli sconosciuti se non con una limitata diretta presenza sul territorio cui fra l?altro erano delle piccole se non delle micro realta?.

    In pratica, in un certo senso, Voi eravate anche l?utente comune il Davide contro i Golia mentre oggi, e' da riconoscerlo, siete sicuramente cresciuti anche se, ed e' un bene perche' dimostra la Vs. coerenza oltre essere la Vs. forza, tal trasposizione risulta ancora essere attuale.

    La considerazione nei Vs. confronti è ed era anche stata dettata dalla Vs. franchezza con cui, con umilta' e rispetto senza per altro esser mai stati smodati seppur non mancando le provocazioni, senza mezzi termini ma con un uso di un verbo privo di fronzoli e privo di ?burocratese? - mi lasci passare questo termine ? avevate negli anni sempre provveduto ad informare a mezzo anche della presente testata cio' che di volta in volta stavate o dovevate affrontare seppur avevate contro le mille e mille difficolta' anche di carattere economico e di mercato, se non di posizionamento in ambito di rappresentanza del settore, non mancando mai, e la Vs. ultima che i rispettivi interventi fatti in questo forum lo dimostrano, d'essere sempre stati presenti in prima persona e sempre stati coerenti alla stessa e suddetta forma d?espressione che, per l'appunto, Vi distingueva e Vi distingue al confronto di altri cui, di questo, sicuramente e? da renderVi atto.

    (CONTINUA)
    non+autenticato
  • (2° PARTE)

    Considerazione, fra l'altro, accresciuta ancor piu' per le lotte che avete sempre e nel tempo affrontato anche in ragione alla stessa Utenza, sebbene per Voi cio? non era d?obbligo essendo altro il Vs. scopo sociale, e per ultima per quanto riguarda l'utilizzo del wi-fi cui sicuramente anche tale quanto meno, almeno per chi opera nel settore con forma attiva, deve sicuramente rendervi gratitudine e tutto cio? a prescindere, sempre se vi sono, di eventuali Vs. associati che invece prediligono il solo singolo proprio ed unico interesse ma d?altronde, come in ogni famiglia, esistono per tutti le proprie pecore nere.

    Purtroppo tutto cio', come in tutte le cose ma come e? sempre stato, chiaramente ha anche dei pro e de contro e sicuramente ha un suo prezzo se non si sta attenti ad affiancare anche una certa dose di diplomazia seppur quest?ultima non inficiando in cio? che Vi distingue.

    Perche', se e' vero che da una parte la gente comune predilige e legge con piacere chi sappia scrivere ed espone in modo trasparente e talvolta acclamando chi lotta e non utilizza mezze misure o, come si suol dire, amando e partecipando tal volta con chi scrive "pane al pane e vino al vino" e con chi sappia altresì scrivere apertamente cio? che pensa e ancor piu? con chi ha il coraggio di descrivere le cose piattamente cosi? come stanno DALL?ALTRA pero? e' anche vero che gli stessi, seppur facenti parte di quelli che protestano contro chi diversamente da Voi invece si esprime e si comporta in modo non trasparente ed in modo ambiguo, saranno anche i primi ad aizzarsi contro chi fino a ieri aveva scritto ed era stato altresi? cosi? acclamato.

    E tutto cio?, specialmente, se chi scrive in qualche modo non solo abbia provveduto a specchiare gli stessi difetti anche verso gli stessi propri Utenti e Clienti, difetti che fino a ieri avevate espresso solo verso altri ma che in qualche misura detti erano considerati come una sorte di ?nemici comuni?, ma accentuandosi ancor piu? il dissenso se addirittura chi Lettore Utente e Cliente si sia altresi? sentito isolato ed essere in qualche modo stato spinto a sentirsi, direttamente o indirettamente, strumentalizzato e tradito nella sua fiducia che in qualche modo, ognuno per propria misura, aveva ed avevano altresi? riposto anche alla Vs. organizzazione perche? quali rappresentanti delle ?fucine? o delle ?botteghe? vi sentivano sicuramente piu? vicini a loro e in ogni caso ben distanti dalle multinazionali.

    Da parte mia, cosi? come per altri che operano strettamente da anni nel settore, comprendiamo per bene anche in senso tecnico delle profonde e gravi e reali intrinseche motivazioni, anche se solo in parte sono d?accordo visto e considerato che si poteva ugualmente agire in altro modo seppur per lo stesso fine, mentre per altri e ancor piu? per la gente comune che invece opera in altri ambiti, seppur alcuni anche in ambito IT, tutto cio? risulta comprensibile ma solo fino ad un certo limite se non, a questo punto, invece sentendosi non solo da parte Vs. esser stati traditi ma addirittura, e a tal guisa certamente non si puo? certo dargli torto, sentendosi minacciati e cio? tenendo anche conto degli stessi trascorsi in merito al mal comportamento, ancora attuale, di svariati operatori seppur chi operatore sa bene che tale comportamento riguarda per lo piu? determinati licenziatari che poco, se non nulla, in effetti hanno in comune con i piccoli ISP a prescindere dalle pecore nere.

    E allora, Le domando e Vi domando, ma non era il caso prima di permettere o fare questa pubblica sortita che da parte Vs. si provvedeva, almeno in questo frangente, nel essere stati piu? lungimiranti e diplomatici cosi? al fine di valutare ? e perche? no (?) ? se vi era qualche possibilita? di tener altresi? conto del parere e dell?umore e, in qualche modo per distinguerVi ancor piu? dagli altri, dell?eventuale e diretta partecipazione dei Vs. stessi Lettori Utenti e Clienti e di chi aveva ed ha ancora nei confronti della Vs. organizzazione, seppur ognuno in diversa misura, un occhio di riguardo?

    Nel riconoscerVi e non dimenticando comunque per cio? che fino a oggi avete fatto.

    Un Vs. lettore.
    non+autenticato
  • Telecom ormai sul campo ha vinto. Inutile pensare di replicare le offerte e passare notti in bianco a tentare di far quadrare i calcoli e guadagnarci qualche spicciolo. Telecom HA di fatto il monopolio e non va combattuta sul mercato, lì si perde in partenza. Se si fosse invece impedito che divenisse proprietaria dei cavi che arrivano alle nostre case molto probabilmente oggi la situazione sarebbe diversa. Ma ora, su questo, si può fare ancora qualcosa? Qui ci sono utenti scontenti che si vedono per la prima volta la possibilità di navigare (lentamente) e di non dover più guardare contemporaneamente l'orologio. Come fare a dirgli di non sfruttare questa occasione? E se anche da domattina tutti disdicessero questa offerta seguendo il vostro consiglio e fidandosi di voi, badate bene che l'impegno che prendereste con loro sarebbe di proporzioni enormi. La fiducia che riporrebbero nelle vostre mani dovrebbe essere ripagata con qualcosa che permetta loro di avere finalmente una linea decente ad un prezzo ragionevole. Ve la sentite davvero di prendere una così grande responsabilità? Il chiedere alla gente di rinunciare all'unico collegamento decente che in *anni* si son visti rifilare vi mette nella posizione di dover risolvere voi queste situazione disperate che in Italia sono all'ordine del giorno. Ma voi, e me ne rammarico, ho il sospetto che queste situazioni non siate in grado di affrontarle e non lo sarete neanche in futuro, perche state sbagliando una mossa dietro l'altra anche se davvero ne sono dispiaciuto. Telecom invece dal canto suo, con fare da sanguisuga s'ingrassa ogni volta come un maiale e, chissà come, anticipa sempre i tempi e guadagna fior di miliardi (di euro si...).
    Chiedete il cambio della legge che ha consentito di affidarle di fatto il territorio taliano in un piatto d'argento, chiedete che quei benedetti tratti di comunicazione ridiventino dello stato, che ci lucri lui, ma che ponga tariffe e affitti uguali ad ogni provider. Per me ad oggi non c'è nessun'altra soluzione.

  • Siamo d'accordo quasi su tutto tranne su un paio di particolari.

    > Come fare a dirgli di non sfruttare questa
    > occasione?

    Attenzione che qui c'e' un equivoco grande come una casa. Eppure ero stato chiaro fin dall'inizio...

    Ormai l'offerta c'e' e la scelta l'ha fatta come al solito il monopolista, valutando bene i pro e i contro e assicurandosi che fossero tassativamente tutti a proprio favore.
    Ma non e' che qualche decina di rinunce alla flat, cambierebbe qualcosa.

    Se la maggioranza degli utenti italiani desse un segnale forte all'incumbent o al governo, sarebbe una cosa diversa, ma anche se qualche centinaio di utenti rinunciasse a risparmiare qualche decina di euro al mese, non cambierebbe proprio niente, se non nelle tasche di quegli utenti.

    Una campagna nazionale di ostracismo all'incumbent sarebbe un'altra cosa, ma se dobbiamo prendere ad esempio quello che si legge su questo forum, per non parlare di quello di ADD, si capisce subito che e' solo un discorso teorico.
    Troppa gente si fa comprare l'anima per un contentino.

    > E se anche da domattina tutti
    > disdicessero questa offerta seguendo il vostro
    > consiglio

    Se lo facessero davvero in TANTI, sarebbe un segnale da far tremare l'ufficio di Provera. Ma non si preoccupi, non abbiamo tanto seguito!

    > Telecom invece dal canto suo, con fare da
    > sanguisuga s'ingrassa ogni volta come un maiale
    > e, chissà come, anticipa sempre i tempi e
    > guadagna fior di miliardi (di euro si...).

    Il problema evidenziato anche da molti posting su questo forum, e' che il grosso della gente di questi discorsi non ne vuole sapere niente ed e' disposta invece a considerare sanguisughe gli ISP e incensare telecom ogni qual volta questa tiri fuori un'offerta piu' economica di quelle degli ISP. Basta che costi meno!
    Non importa come e perche'...

    > Chiedete il cambio della legge che ha consentito
    > di affidarle di fatto il territorio taliano in un
    > piatto d'argento, chiedete che quei benedetti
    > tratti di comunicazione ridiventino dello stato,
    > che ci lucri lui, ma che ponga tariffe e affitti
    > uguali ad ogni provider. Per me ad oggi non c'è
    > nessun'altra soluzione.

    Woah! Ha detto niente!Sorride
    Questa e' la nostra battaglia contro i mulini a vento ed e' quella che portiamo avanti dal giorno zero...evidentemente senza grandi soddisfazioni...Triste((
    Se le facessi vedere il documento programmatico di Assoprovider che io stesso scrissi a cavallo tra l'agosto/settembre del '99, in cima alla lista troverebbe proprio questo proposito, assieme tra l'altro a quello di ottenere la FLAT!!!
    Cosa per cui allora, siamo stati insultati dai sempre poco lungimiranti utenti, esattamente come oggi avviene per l'opposto... Eh! Beata lungimiranza...




    non+autenticato
  • > Una campagna nazionale di ostracismo
    > all'incumbent sarebbe un'altra cosa, ma se
    > dobbiamo prendere ad esempio quello che si legge
    > su questo forum, per non parlare di quello di
    > ADD, si capisce subito che e' solo un discorso
    > teorico.
    > Troppa gente si fa comprare l'anima per un
    > contentino.
    Bene, allora questa tattica non si può adottare. Ok, fuori una.

    > > E se anche da domattina tutti
    > > disdicessero questa offerta seguendo il vostro
    > > consiglio
    > Se lo facessero davvero in TANTI, sarebbe un
    > segnale da far tremare l'ufficio di Provera. Ma
    > non si preoccupi, non abbiamo tanto seguito!
    Quindi come dicevo sopra, questa non è la via da seguire visto che non porterebbe da nessuna parte.

    > > Telecom invece dal canto suo, con fare da
    > > sanguisuga s'ingrassa ogni volta come un maiale
    > > e, chissà come, anticipa sempre i tempi e
    > > guadagna fior di miliardi (di euro si...).
    > Il problema evidenziato anche da molti posting su
    > questo forum, e' che il grosso della gente di
    > questi discorsi non ne vuole sapere niente ed e'
    > disposta invece a considerare sanguisughe gli ISP
    > e incensare telecom ogni qual volta questa tiri
    > fuori un'offerta piu' economica di quelle degli
    > ISP. Basta che costi meno!
    > Non importa come e perche'...
    Bah, non so, molte offerte sono meno care di quelle di Telecom (mi viene in mente Tele2 che delle offerte al costo più basso ne ha fatto la sua campagna pubblicitaria) ma la gente sa anche che il servizio migliore (parlo di connettivitò pura) ce l'ha con Telecom pur con tutte le altre magagne che la contraddistinguono. Anche in questo caso, a meno di avere delle proprie linee piantate in terra o via WiFi, Telecom domina, c'è poco da fare, nemmeno qui la si può battere. Non si può sperare di vivere dalle birciole lasciate cadere dal tavolo e non si può in questo modo riuscire ad offrire servizi decenti agli utenti che decidono di non scegliere Telecom.

    > > Chiedete il cambio della legge che ha consentito
    > > di affidarle di fatto il territorio taliano in
    > un
    > > piatto d'argento, chiedete che quei benedetti
    > > tratti di comunicazione ridiventino dello stato,
    > > che ci lucri lui, ma che ponga tariffe e affitti
    > > uguali ad ogni provider. Per me ad oggi non c'è
    > > nessun'altra soluzione.
    > Woah! Ha detto niente!Sorride
    > Questa e' la nostra battaglia contro i mulini a
    > vento ed e' quella che portiamo avanti dal giorno
    > zero...evidentemente senza grandi
    > soddisfazioni...Triste((
    Eh, gà lo so bene che non è cosa da poco. Ma allora quale alternativa ci/vi rimane?
    Potrebbe essere forse quella di fondare un'unica società, un unica grande compagnia che cominci ad investire in tratti in fibra, in ponti wireless o che so io? Potrebbe essere che tanti piccoli provider non si imbarcherebbero mai un'opera del genere ma una grande alleanza forse si? Boh, sennò cosa rimane da fare? Continuare così? A forza di lettere e proteste?

    > Se le facessi vedere il documento programmatico
    > di Assoprovider che io stesso scrissi a cavallo
    > tra l'agosto/settembre del '99, in cima alla
    > lista troverebbe proprio questo proposito,
    > assieme tra l'altro a quello di ottenere la
    > FLAT!!!
    > Cosa per cui allora, siamo stati insultati dai
    > sempre poco lungimiranti utenti, esattamente come
    > oggi avviene per l'opposto... Eh! Beata
    > lungimiranza...
    Ma se dal '99 ad oggi nulla o poco è cambiato, perchè non seguire un'altra strada? Forse perchè non esiste? Ma nemmeno la "sopravvivenza" vostra e degli utenti scontenti potrà mai portare a qualcosa di concreto. Il mio messaggio era appunto questo: se ad oggi tutto quello che abbiamo per contrastare Telecom è questo, beh, abbiamo perso in partenza.
    Triste dirlo ma è così.
  • > sua campagna pubblicitaria) ma la gente sa anche
    > che il servizio migliore (parlo di connettivitò
    > pura) ce l'ha con Telecom

    Ma non e' vero! Questa e' la piu' sbagliata delle leggende metropolitane di Internet!
    Non dico che i servizi di telecom facciano schifo, perche' da qualche tempo sono diventati decenti, pero sono tutt'ora servizi di fascia bassa e a parita' di prezzo, si allineano a quelli dei peggiori concorrenti. Non certo dei migliori.

    Tele2 poi, non puo' andare ne' meglio, ne' peggio di Telecom, perche' compra il servizio ADSL completo di banda IP e accessori, direttamente dal catalogo di prodotti finiti di Telecom.

    > Non
    > si può sperare di vivere dalle birciole lasciate
    > cadere dal tavolo e non si può in questo modo
    > riuscire ad offrire servizi decenti agli utenti
    > che decidono di non scegliere Telecom.

    Se telecom rispettasse le leggi, sul tavolo ci sarebbe tutta la torta. E assoprovider lotta proprio per questo.


    > Eh, gà lo so bene che non è cosa da poco. Ma
    > allora quale alternativa ci/vi rimane?

    Questa e' una grande guerra e come tutte le guerre e' fatta di battaglie e di strategie...

    Se combatteremo tutte le battaglie senza vergogna,
    e pur sapremo vincere con modestia,
    se sapremo resistere,
    e nonostante tutto crescere,
    se riusciremo a vincere mille battaglie,
    e non per questo sottovalutare il nemico,
    se perderemo tutto, quando la vittoria era certa,
    e saremo capaci di ricominciare da zero,
    se avremo il coraggio di gettare ogni cosa al vento
    per una singola buona causa,
    se riusciremo a ricominciare mille volte,
    e ogni volta ascoltare la voce degli utenti
    e ascoltandola sapremo ignorarla,
    quando parla con lingua bifida...
    allora, amico mio, saremo provider

    ....e avremo solo continuato a fare quallo che ormai
    facciamo da anni...

    > Potrebbe essere forse quella di fondare un'unica
    > società, un unica grande compagnia che cominci ad
    > investire in tratti in fibra, in ponti wireless o
    > che so io? Potrebbe essere che tanti piccoli
    > provider non si imbarcherebbero mai un'opera del
    > genere ma una grande alleanza forse si? Boh,

    Metti insieme tutti i provider, spremigli i conti bancari come limoni, moltiplica per 10, per buona misura e ancora non avrai abbastanza denaro per cablare seriamente una singola citta'.

    In tutto il mondo le infrastrutture sono compito dello stato o di mega public company del taglio di telecom, che si sostituiscono allo stato e operando con capitali pubblici e/o di investitori del mercato, possono sopportare ammortamenti trentennali ed indebitarsi molto piu' del loro reale valore aziendale. (o fastweb, che comunque ha quasi smesso di cablare... che sembra una primula rossa, ma se guardi chi sono i suoi azionisti di maggioranza... ).

    GLi ISP (di tutto il mondo) sono gli Internet SERVICE provider; ovvero quelli che ci fanno i servizi sui cavi. Non quelli che costruiscono le infrastrutture.
    Altrimenti si chiamarebbero Telco, oppure ICP, a significare Infrastructure Cable provider.

    > sennò cosa rimane da fare? Continuare così? A
    > forza di lettere e proteste?

    Esatto! E sempre piu' inkaxxate!

    > Ma se dal '99 ad oggi nulla o poco è cambiato,
    > perchè non seguire un'altra strada? Forse perchè
    > non esiste?

    Non esiste, o comunque non e' alla nostra portata.


    > Ma nemmeno la "sopravvivenza" vostra
    > e degli utenti scontenti potrà mai portare a
    > qualcosa di concreto.

    Invece si'. A piccoli passi, ma puo' portare a molto.


    > se ad oggi tutto quello che
    > abbiamo per contrastare Telecom è questo, beh,
    > abbiamo perso in partenza.
    > Triste dirlo ma è così.

    Non si puo' mai sapere se una battaglia e' persa, finche' non la si combatte. E l'unico modo sicuro di perdere e' di non combattere!

    Noi combattendo, soprattutto con le strategie brillanti, visto che la forza bruta non e' il nostro forte, abbiamo portato a casa diversi risultati interessanti, che ci hanno fatto fare dei passi avanti rispetto alla situazione del 99, che era veramente l'apice della sfiga, roba da canna del gas!
    Compreso quest'ultimo risultato del WIFI, che offre molte potenzialita' di sviluppo di nuovi business e soprattutto promette bene per rimediare al digital-divide.

    Non avessimo combattuto, ora saremmo tutti a casa a cercare lavoro... 6/7000 disoccupati in piu' come ridere.

    ... e se noi (e gli altri OTA come Albacom, Tiscali, Atlanet ecc.) avessimo mollato nel 99, vi garantisco che voi la FLAT non l'avreste mai avuta, ne' ieri a 100€, ne' tantomeno oggi a 10€. In compenso non dovreste preoccuparvi del digital divide, perche' l'ADSL in Italia sarebbe cosi' caro che se lo potrebbero permettere solo le aziende e qualche ricco appassionato.


    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Una campagna nazionale di ostracismo
    > all'incumbent sarebbe un'altra cosa, ma se
    > dobbiamo prendere ad esempio quello che si legge
    > su questo forum, per non parlare di quello di
    > ADD, si capisce subito che e' solo un discorso
    > teorico.
    > Troppa gente si fa comprare l'anima per un
    > contentino.

    Discorso teorico? Vai,dacci la ricetta Rotola dal ridere .
    Ah,ecco chi sei,o dovresti essere... A bocca aperta .
    Adori i piani ben riusciti? Rotola dal ridere .
    Ma tu lo sai il lavoro che c'è dietro ADD o sei uno di quelli che aspetta la prima mossa e si accoda?
    Vai,illuminaci dall'alto,siamo qui a leggerti. Pirata .

    ==================================
    Modificato dall'autore il 04/12/2005 18.38.26

  • - Scritto da: Faus74
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Una campagna nazionale di ostracismo
    > > all'incumbent sarebbe un'altra cosa, ma se
    > > dobbiamo prendere ad esempio quello che si legge
    > > su questo forum, per non parlare di quello di
    > > ADD, si capisce subito che e' solo un discorso
    > > teorico.
    > > Troppa gente si fa comprare l'anima per un
    > > contentino.
    >
    > Discorso teorico? Vai,dacci la ricetta Rotola dal ridere .
    > Ah,ecco chi sei,o dovresti essere... A bocca aperta .
    > Adori i piani ben riusciti? Rotola dal ridere .
    > Ma tu lo sai il lavoro che c'è dietro ADD o sei
    > uno di quelli che aspetta la prima mossa e si
    > accoda?
    > Vai,illuminaci dall'alto,siamo qui a leggerti.
    >Pirata .
    >
    quindi, secondo te, per logica, stava denigrando anche il lavoro della redazione di punto informatico?!

    seguendo la tua interpretazione è la logica conseguenza...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > quindi, secondo te, per logica, stava denigrando
    > anche il lavoro della redazione di punto
    > informatico?!
    >
    > seguendo la tua interpretazione è la logica
    > conseguenza...

    No,ma non parlare di una realtà che non conosci o che conosci da fuori Occhiolino .
  • questa lettera mi fa girare un po' gli armenicoli (non so se vedete Zelig...).
    Personalmente sono d'accordo con Assoprovider, tuttavia per me questa Teleconomy fa comodo, eccome!

    Sono 3 anni che mi sbatto a destra e a manca per l'adsl, a sentire questo e quello perchè non arriva e così via.

    Il 56k è la morte per l'appassionato di informatica e del mondo digitale in genere, non solo per la pochezza di KB/s ma anche perchè occupa il telefono e ti ciula una vagonata di soldi.

    Inutile che se la prendano con noi che siamo passati a Teleconomy, dicendo che così abbattiamo il progresso e l'innovazione.
    Come a loro non frega un c***o dei nostri problemi e ragionano solo per vie economiche, altrettanto a me, cliente, non me ne frega un c***o dei loro problemi e dei tanto spaparanzati investimenti. Navigo Teleconomy e parlo Wind. Faccio i miei conti.

    Inutile che si mettano a frignare con gli utenti, è ora che tirino fuori le mazzette, gli avvocati o quello che vogliono e facciano valere i propri diritti se davvero ci tengono. Sono decine di compagnie contro la sola Telecom. Si comprino un qualche politico come fanno tutti e inizino da là.

    Per me l'isdn 24h è oro colato.
    Chi busserà alla mia porta con prestazioni migliori e/o prezzi migliori riceverà un caloroso benvenuto, gli altri un calcio sulle palle.

    Ho capito che è davvero meglio essere un pollo e mangiarsi sto uovo oggi, visto che delle fantomatiche "galline domani" si parla sempre tanto e nel frattempo sono più di tre anni che non si vedono manco le penne in lontananza.

    Pretendono forse che resti qui a pagare il triplo per una connessione da schifo, costosissima e azzoppante? Non so se voi fortunati dell'adsl ve ne ricordate ma il 56k non arriva a 56 Kbps ma quando va bene tocca i 40 Kbps (almeno da me). Se tira vento favorevole, scarico 4,5 KB/s.
    E dovrei masochisticamente continuare così per dei fantomatici ideali di sviluppo (tutti da vedere poi)? Non so, forse davvero l'utente è visto come un perfetto scemo.

    Scusate il personalissimo sfogo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Scusate il personalissimo sfogo.

    No, no, anzi... vieni anche tu a cercare di spiegarlo al Sig. Repetto, nel thread "Toh si sono svegliati". Cosi` almeno vediamo con disappunto dei dotti, quanti siamo a ragionare come marmitte sfiatate, e possiamo preparare manicomi abbastanza grandi da contenerci tutti.
  • > Inutile che se la prendano con noi che siamo
    > passati a Teleconomy, dicendo che così abbattiamo
    > il progresso e l'innovazione.

    E' una realta'. Non che ci possiate fare nulla, ma e' cosi'.

    > Come a loro non frega un c***o dei nostri
    > problemi e ragionano solo per vie economiche,
    > altrettanto a me, cliente, non me ne frega un
    > c***o dei loro problemi e dei tanto spaparanzati
    > investimenti. Navigo Teleconomy e parlo Wind.
    > Faccio i miei conti.

    Con questa logica sarebbe giusto che Assoprovider invece di lottare perche' la flat a 10€ possano offrirla anche i concorrenti di TI, lottasse per farla levare. Ma
    non e' mica cosi'.

    > Inutile che si mettano a frignare con gli utenti,
    > è ora che tirino fuori le mazzette, gli avvocati
    > o quello che vogliono e facciano valere i propri
    > diritti se davvero ci tengono.

    Non sono venuti a frignare dagli utenti. Hanno pagato gli avvocati e hanno fatto ricorso al tar di Milano.
    Sono gli utenti che si sono lamentati del ricorso al TAR per paura che telecom gli levasse la flat, e allora AP ha scritto quella lettera per spiegare i suoi motivi.


    > Sono decine di
    > compagnie contro la sola Telecom.

    Questa e' demagogia pura. E' anche vero che siamo centinaia (non decine), ma telecom da sola ci potrebbe comprare tutti assieme col suo fatturato di due giorni.


    > Si comprino un
    > qualche politico come fanno tutti e inizino da là.

    Complimenti per il senso civico degno di un mafioso della miglior schiatta!


    > Per me l'isdn 24h è oro colato.

    E chi te lo nega?


    > Ho capito che è davvero meglio essere un pollo e
    > mangiarsi sto uovo oggi, visto che delle
    > fantomatiche "galline domani" si parla sempre
    > tanto e nel frattempo sono più di tre anni che
    > non si vedono manco le penne in lontananza.

    Perche', cos'hai fatto in questi tre anni perche' cio' sucedesse, a parte lamentarti sui forum?
    Assoprovider e i provider hanno fatto molto e anche questa flat, telecom l'ha fatta CONTRO la WIFI dei provider e se non ci fossero stati loro a far approvare la WIFI, telecom non avrebbe avuto nessun motivo per farti un regalo!. Leggi il forum se vuoi capire...

    > Pretendono forse che resti qui a pagare il triplo
    > per una connessione da schifo, costosissima e
    > azzoppante?

    No. Perche' ti devi inventare cose che nessuno ti ha chiesto?


    > E dovrei masochisticamente continuare così per
    > dei fantomatici ideali di sviluppo (tutti da
    > vedere poi)? Non so, forse davvero l'utente è
    > visto come un perfetto scemo.

    Quando ragiona cosi', per forza!
    Nessuno ti ha chiesto di rinunciare a niente.

    > Scusate il personalissimo sfogo.

    Spero almeno che ora starai meglio. Ma buttare fango sui provider non e' la strada giusta.
    Perche' puo' darsi che loro ti portino qualcosa di meglio della 56k, ma se va male a loro... CAMPA CAVALLO!!!

    non+autenticato
  • > Inutile che se la prendano con noi che siamo
    > passati a Teleconomy, dicendo che così abbattiamo
    > il progresso e l'innovazione.

    E' una realta'. Non che ci possiate fare nulla, ma e' cosi'.

    > Come a loro non frega un c***o dei nostri
    > problemi e ragionano solo per vie economiche,
    > altrettanto a me, cliente, non me ne frega un
    > c***o dei loro problemi e dei tanto spaparanzati
    > investimenti. Navigo Teleconomy e parlo Wind.
    > Faccio i miei conti.

    Con questa logica sarebbe giusto che Assoprovider invece di lottare perche' la flat a 10? possano offrirla anche i concorrenti di TI, lottasse per farla levare. Ma
    non e' mica cosi'.

    > Inutile che si mettano a frignare con gli utenti,
    > è ora che tirino fuori le mazzette, gli avvocati
    > o quello che vogliono e facciano valere i propri
    > diritti se davvero ci tengono.

    Non sono venuti a frignare dagli utenti. Hanno pagato gli avvocati e hanno fatto ricorso al tar di Milano.
    Sono gli utenti che si sono lamentati del ricorso al TAR per paura che telecom gli levasse la flat, e allora AP ha scritto quella lettera per spiegare i suoi motivi.


    > Sono decine di
    > compagnie contro la sola Telecom.

    Questa e' demagogia pura. E' anche vero che siamo centinaia (non decine), ma telecom da sola ci potrebbe comprare tutti assieme col suo fatturato di due giorni.


    > Si comprino un
    > qualche politico come fanno tutti e inizino da là.

    Complimenti per il senso civico degno di un mafioso della miglior schiatta!


    > Per me l'isdn 24h è oro colato.

    E chi te lo nega?


    > Ho capito che è davvero meglio essere un pollo e
    > mangiarsi sto uovo oggi, visto che delle
    > fantomatiche "galline domani" si parla sempre
    > tanto e nel frattempo sono più di tre anni che
    > non si vedono manco le penne in lontananza.

    Perche', cos'hai fatto in questi tre anni perche' cio' sucedesse, a parte lamentarti sui forum?
    Assoprovider e i provider hanno fatto molto e anche questa flat, telecom l'ha fatta CONTRO la WIFI dei provider e se non ci fossero stati loro a far approvare la WIFI, telecom non avrebbe avuto nessun motivo per farti un regalo!. Leggi il forum se vuoi capire...

    > Pretendono forse che resti qui a pagare il triplo
    > per una connessione da schifo, costosissima e
    > azzoppante?

    No. Perche' ti devi inventare cose che nessuno ti ha chiesto?


    > E dovrei masochisticamente continuare così per
    > dei fantomatici ideali di sviluppo (tutti da
    > vedere poi)? Non so, forse davvero l'utente è
    > visto come un perfetto scemo.

    Quando ragiona cosi', per forza!
    Nessuno ti ha chiesto di rinunciare a niente.

    > Scusate il personalissimo sfogo.

    Spero almeno che ora starai meglio. Ma buttare fango sui provider non e' la strada giusta.
    Perche' puo' darsi che loro ti portino qualcosa di meglio della 56k, ma se va male a loro... CAMPA CAVALLO!!!

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | Successiva
(pagina 1/8 - 37 discussioni)