Londra, la polizia controlla i telefoni?

La stampa britannica accusa: il 7 luglio la polizia ha bloccato le reti cellulari senza averne il permesso. Il governo indaga, mentre aumentano i sospetti: tutti sotto controllo?

Londra - A ben cinque mesi di distanza dagli attentati terroristici del 7 luglio, Londra fa i conti con la storia ed analizza alcuni lati oscuri della vicenda con lo scrupolo di un investigatore: l'amministrazione locale ha avviato le indagini per scoprire cosa si nasconde dietro il blocco telefonico totale avvenuto nella capitale britannica subito dopo l'esplosione della prima bomba, scoppiata nella stazione della metropolitana di Aldgate.

I risultati finora emersi sono inquietanti: stando a quanto pubblicato da BBC e The Guardian, la polizia ha ordinato il blocco e si è avvalsa indebitamente della procedura ACCOLC, acronimo di access overload control, una misura del tutto eccezionale in grado di causare il sovraccarico delle linee telefoniche cellulari.

Una procedura d'emergenza che non può essere attivata senza un preciso accordo tra il Comando Supremo delle forze dell'ordine e l'amministrazione comunale, in perfetta trasparenza e collaborazione con gli operatori telefonici. Nonostante il Comando Supremo abbia deciso sin dall'inizio di non attivare la procedura ACCOLC, spiega alla BBC un portavoce della polizia metropolitana di Londra, "la decisione finale è stata presa in maniera unilaterale ed autonoma rispetto agli ordini impartiti dal Comando".
A pochi minuti di distanza dalla prima esplosione, la rete cellulare della City è stata disattivata nonostante l'ordine ben preciso del Comando Supremo di non coinvolgere le strutture di comunicazione. Richard Barnes, membro dell'assemblea comunale di Londra, è assai turbato da quanto accaduto: "Il fatto che la polizia locale possa prendere decisioni così importanti, completamente al di fuori da altri organi di comando, è straordinario ed inquietante".

La decisione di oscurare temporaneamente i servizi telefonici nell'area della City durante gli attentati del 7 luglio ha causato non pochi problemi, sia all'organizzazione dei primi soccorsi, sia ai parenti ed agli amici dei cittadini che hanno vissuto quei tragici momenti. David Sutton, responsabile dell'operatore O2, ha dichiarato che "quanto successo è del tutto eccezionale e le spiegazioni ufficiali lasciano a desiderare".

Tommaso Lombardi
TAG: privacy
26 Commenti alla Notizia Londra, la polizia controlla i telefoni?
Ordina
  • Qui siamo (siete?) in guerra contro il terrorismo ragazzi, non si scherza. Bisogna difendere le radici cristiane (le mie no) dall'invasore. Bisogna difendere le nostre tradizioni, come babbo natale, i centri commerciali e le settimane bianche.
    Bisogna rinunciare a una parte della nostra libertà, come la libera comunicazione e l'inviolabilità della corrispondenza e il diritto all'autodeterminazione della donna per tornare alle servitù della gleba a favore delle servitù della gleba, come ai bei tempi, prima della rivoluzione francese.
    E i provaider devono conservare le imeil per controllare chi è terrorista.
    E bisogna difendere la vita sin dal concepimento, anche se magari 19 anni dopo chissenefrega se si va a schiantare mezzo imbriaco dopo la discoteca contro un platano.
    Avete letto orianafallaci? E' ora di prenderli a calci nel sedere questi etiopici che vengono a pisciare in centro a Firenze, negri. E basta con i cd pirata a 5 euro, devono abbassare i prezzi.
    Chi vuole difendere la libertà deve rinunciare a parte della sua libertà...cioè no, tomas gefferson diceva che a parte i negri abbiamo tutti il diritto di ricerca delle monetine nei carrelli della spesa mentre bengiamin frenclin, uno dei padri della nostra nazione italiana, diceva che è bello rinunciare alla libertà per la libertà... o no?
    Insomma cazzo, in quelle due ore di blecaut dei telefonini se mi chiamavano con vodafon me lo ricaricavano si o no il cellulare?
    non+autenticato
  • nell'articolo si legge:
    La decisione di oscurare temporaneamente i servizi telefonici nell'area della City durante gli attentati del 7 luglio ha causato non pochi problemi, sia all'organizzazione dei primi soccorsi, sia ai parenti ed agli amici dei cittadini che hanno vissuto quei tragici momenti. David Sutton, responsabile dell'operatore O2, ha dichiarato che "quanto successo è del tutto eccezionale e le spiegazioni ufficiali lasciano a desiderare"

    ora non so come sono combinati in inghilterra ma cosa gli costerebbe usare anche la comunicazione radio? non mi viene il nome esatto, quella dei radioamatori, io ho visto anche che le ambulanze ce l'hanno, è un modo semplice e gratuito di comunicare, e non penso ci siano problemi di nascondere qualcosa quando si deve dire: "vai in tale via a soccorrere"

    per me han fatto bene a bloccare i cellulari
    non+autenticato
  • Che usessero le cabine del telefono
    non+autenticato
  • Ma scusate... non e' una novita' che i terroristi islamici utilizzino i cellulari per non parlare degli inneschi a cellulare! Se si apsetta tutta la catena burocratica si perde troppo tempo... chi doveva prendere una decisione sul campo ha agito bene!! Dopo le esplosioni in rapida successione era necessario un blocco immediato di ogni possibilita' di comunicazione tra cellule terroristiche! Siamo ridicoli se pensiamo di vincere questa guerra sulla carta senza dare possibilita' operative IMMEDIATE a chi opera sul campo!
    non+autenticato
  • E chi la vuole vincere questa guerra? Io aspetto di perderla...
    non+autenticato
  • Già così almeno è finita una volta per tutte ne ho le 0|0 Piene !
    non+autenticato
  • Quando i politici s'impossessano dell'esecutivo...
    Capitano ste cose.

    Come nei comuni, visto che i sindaci decidono
    come approvigionarsi di denaro
    con le multe e poliziotti...

    E come nel federalismo prossimo...

    Ma che fine ha fatto la democrazia?
    Dove sono le separazioni dei poteri?

    Nel prossimo federalismo?

    Ma no...

    Si torna indietro... Evviva il RE! Evviva il Sindaco!
    non+autenticato
  • E chi se ne dovrebbe impossessare dell'esecutivo, se non i politici? I preti? Le suore? La nobiltà?
    non+autenticato
  • io aggiungerei....quando i giudici si mettono a fare i politici...e quando i politici si mettono a fare i giudici...W la magistratura, l'organo più politico e con più potere dello stato italiano...e in mano a chi lo sappiamo...a berlusconi vero? (un abbraccio al Gup Clementina Forleo, spero che si trovi sull'autobus quando qualche "guerrigliero" deciderà di farsi saltare)
    non+autenticato
  • Il motivo per cui hanno bloccato i telefoni era che c'era la possibilità che le restanti bombe fossero attivabili via cellulare, e che quindi, bloccando tutta la comunicazione, si sarebbero potute evitare altre esplosioni, dato che il cellulare/detonatore non poteva essere chiamato.
    ----
    Quando hanno capito che le bombe esplodevano anche senza comunicazione (visto che erano le classiche cinture esplosive modello Hamas, di quelle che si usano negli autobus israeliani), hanno riattivato la comunicazione.
    -----
    Sfido chiunque a prendere una decisione contraria: se c'è una lontana possibilità di salvare vite umane staccando i telefoni, allora lo si fa, e punto.
    Cosi' e' la nuova guerra (Ho vissuto per 15 anni in Israele e so di cosa sto parlando).

  • - Scritto da: stamsofer
    > Il motivo per cui hanno bloccato i telefoni era
    > che c'era la possibilità che le restanti bombe
    > fossero attivabili via cellulare, e che quindi,
    > bloccando tutta la comunicazione, si sarebbero
    > potute evitare altre esplosioni, dato che il
    > cellulare/detonatore non poteva essere chiamato.
    > ----
    > Quando hanno capito che le bombe esplodevano
    > anche senza comunicazione (visto che erano le
    > classiche cinture esplosive modello Hamas, di
    > quelle che si usano negli autobus israeliani),
    > hanno riattivato la comunicazione.
    > -----
    > Sfido chiunque a prendere una decisione
    > contraria: se c'è una lontana possibilità di
    > salvare vite umane staccando i telefoni, allora
    > lo si fa, e punto.
    > Cosi' e' la nuova guerra (Ho vissuto per 15 anni
    > in Israele e so di cosa sto parlando).


    Dubito che il motivo sia stato per quello: negli altri attentati i cellulari erano utilizzati tramite la funzione della sveglia, non teramite chiamata a distanza. Anche perche' basta una qualsiasi trasmissione radio per telcomandare le cose. non serve certo un telefonino per farlo.

    A mio avviso il motivo dello spegnimento della rete e' stato per evitare una rapida diffusione della notizia (perfino la BBC ha dato le notizie dell'esplosioni con forte ritardo!).

    Daltra parte chi ha effettuato questa scelta non ha tenuto conto che facendo cosi' moltissime persone che hanno tentato di teleonare per accertarsi che le persone a loro care stessero bene non sono riuscite a parlare con loro (e chi telefona e non sente rispondere ovviamnte pensa al peggio, mica va a pensare che qualche autorita' ha dato ordine di spegnere la rete)

    D'altra parte anche se la reter non fosse stata spenta sarebbe andata comunqyue in tilt per sopraccarico.

    In situazioni d'emergenza (come il balck out elettrico successo in Italia, o lo schianto dell'aereo al Pirellone di Mialno) la rete dei cellulari e' andata subito in tilt. Altro che dire di acquistare un cellulare cosi' in caso di pericolo o emenrgenza si riesce a telefonare. Sono i primi a d andare in tilt.

    Quello che mi preoccupa e' che attualmente mi pare che forze dell'ordine, ambulanze, ferrovie, ecc. si basano sui cellulari. Hanno ben presente il fatto che in situazioni critiche il servizio di telefonia mobile decade?
  • > Cosi' e' la nuova guerra (Ho vissuto per 15 anni
    > in Israele e so di cosa sto parlando).

    Tu allora la conosci gia' questa guerra, adesso la conosciamo anche noi qui in Europa e credo che non pochi ora si vergognino sapendo che l'Europa finanziava Hamas ed altri Triste
    non+autenticato
  • Ma se putacaso il telefonino non prende, la bomba come scoppia?
    Sicchè tu hai vissuto 15 anni in Israele e sei esperto di cinture esplosive
    E io che vivo in Italia da 40 anni che sono, esperto di mandolini?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma se putacaso il telefonino non prende, la bomba
    > come scoppia?

    Riporto solo una parte di uno dei primi messaggi del thread:
    "Dubito che il motivo sia stato per quello: negli altri attentati i cellulari erano utilizzati tramite la funzione della sveglia, non teramite chiamata a distanza."


    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)