Gli utenti vogliono la flat Telecom

Nel dibattito sulla flat dial-up dell'incumbent innestato dall'opposizione di Assoprovider si inserisce l'associazione Anti Digital Divide che spiega: tutti gli operatori devono poterla offrire, ma non cancellatela

Roma - Anti Digital Divide non condivide la richiesta di Assoprovider di sospendere la flat per le connessioni internet a "banda stretta" di Telecom Italia.

Questo infatti risulta essere l'unico servizio a tariffa forfetaria 24h/24h per utenti dial-up che permette, a chi non è raggiunto dalla banda larga, di restare connesso a Internet senza accendere mutui per pagare la bolletta.
Inoltre pensiamo che la flat di Telecom Italia, che a differenza di altri contratti non lega l'utente per un anno, non possa essere la scusa accampata per giustificare la mancanza di investimenti alternativi a quelli dell'operatore principale per portare la banda nelle zone scoperte.

Per guadagnare si deve anche investire, altrimenti si replica solo la logica dell'incombente.
Ecco perché non condividiamo la richiesta della sospensione della commercializzazione del servizio, né tantomeno della sua erogazione agli utenti già abbonati (che fortunatamente pare non essere stata richiesta al Tribunale di Milano).
Condividiamo invece la richiesta di Assoprovider al tribunale di commercio di Milano di costringere Telecom Italia (che, ricordiamo, è operatore sia all'ingrosso che al dettaglio) a offrire ai provider alternativi la possibilità di replicare l'offerta in questione, a tutto beneficio per i clienti che si troverebbero finalmente ad avere una maggiore possibilità di scelta per un servizio similare.

Purtroppo in tutta la questione, dobbiamo lamentare la debolezza strutturale dell'operato dell'AGCOM che agisce sempre e solo a posteriori. Una maggiore certezza del diritto aiuterebbe di certo sia gli utenti che i provider.

Raccogliendo le istanze degli utenti che noi rappresentiamo, vogliamo invitare i fornitori di accesso a Internet a sparare sul bersaglio giusto, ovvero l'inefficienza regolamentare, e non sugli utenti che sono anche loro potenziali clienti e che non possono essere perenni vittime nelle lotte tra le aziende.

Per andare al di là delle semplici e sterili critiche, ci rendiamo disponibili a organizzare un tavolo comune insieme a tutte le parti in causa e in tempi rapidissimi, dove si discuta seriamente di come estendere la copertura della banda larga in Italia e di possibili azioni comuni tra utenti e provider per la diffusione della connettività e per una maggiore libertà di scelta.
Tale tavolo deve proporre soluzioni concrete, non chiacchiere.
Noi siamo disponibili a fare la nostra parte, vediamo se l'occasione sarà raccolta da tutti.

Distinti Saluti
Ass. Anti Digital Divide
91 Commenti alla Notizia Gli utenti vogliono la flat Telecom
Ordina
  • Chiediamo allo stato che converta gli incentivi per la banda larga, in contributi per la banda stretta...
    ossia:
    chi non è coperto da adsl ha diritto ad un contributo, che però potrà essere erogato solo per gli operatori conccorenti a telecom, visto che telecom già prende un canone per la sua infrastruttura...
    così anche se telecom dovesse togliere la flat perchè non reputa conveniente fare un'offerta wholesale per gli altri operatori, questi ultimi avranno il margine per farla (e la concorrenza fra di loro li porterà a fare i prezzi che possono fare) e telecom sarà incentivata a portare l'adsl dove non arriva!!
    vero incentivo per la banda larga!
    contenti gli isp
    contenti gli utenti
    scontento il colpevole....

    eh?!!!
    non+autenticato
  • Non male come idea...
    Il problema però è che lo stato non ha i minimo interesse!!!
    Lo stato spende soldi pubblici per il DTT....
    Se ci fossero dei politici seri (destra e sinistra) non avremmo neanche il problema!!!
    non+autenticato
  • Vedete ,voi che sparate su ADD, se invece di stare davanti al monitor sperando nel miracolo dell'ADSL(oltre che di avere una donna),leggeste i centinaia di post fatti al riguardo della Teleconomy & co.,capireste che mucchio di caxxate state dicendo,questi,si stanno sbattendo per portare alla luce le immonde puxxanate che l'incumbent e soci stanno facendo a danno dell'utente finale.
    O forse, tu che dai del talebano,tu che parli di furbata,tu che ti chiedi perche negli anni 90 ADD nn ha fatto nulla(forse perche è nata nel 2005),pensate che spingere i tasti a caso sulla tastiera possa aumentare la vostra intelligenza???
    Rinunciateci,nemmeno se vi mettete in 3 fate il cervello di un acaro!!!!!!!!!!
    Andate a dormire,e mi raccomando,fate un piacere all'umanita',non svegliatevi domattina!!!!!!!!!!!
    non+autenticato

  • Che senso ha avere 100 ISP che propongono
    100 connessioni a consumo a tariffa urbana?
    Il fatto che uno ti offra una casella e-mail da
    15 Mb e un altro te ne offre una da 25 Mb la chiamiamo
    vera concorrenza? Quando alla maggior parte degli utenti casalinghi una casella e-mail non gli riempe neanche con un mese di spam?
    In effetti il problema sta a monte e non a valle.
    Bloccare la flat Teleconomy significherebbe:

    penalizzare gli utenti

    dare un filo di respiro momentaneo agli ISP

    nessuna maggior concorrenza

    Come già ampiamente ribadito il Wi-fi non é
    la panacea a tutti i mali, infatti solo gli utenti
    che hanno reale bisogno di banda larga e non sono coperti da ADSL via cavo sarebbero disposti a sottoscrivere una offerta wi-fi (sperando che non costi
    cifre spropositate).Quindi le zone coperte
    saranno solo quelle dove c'è un numero potenziale
    di utenti consistente. E magari da un solo ISP
    in quanto solo uno riuscirebbe a sopravvivere.
    (o ti fai il mio wi-fi o ti attacchi caro utente)
    Il paesino di mille abitanti e magari anziani
    per la maggior parte non verrà mai coperta
    dall'Adsl dal wi-fi dal wi-max e
    nemmeno da una boa di segnalazione
    subspaziale stile star trek.
    Chi é nella m**da resterà nella m**da.
    Chi vorrà una vera flat e non è coperto
    dall'ADSL sarà costretto a sottroscrivere
    una offerta wi-fi da 100 euro e con una velocità
    magari di 256K perchè quello è il massimo
    che il convento offre. Poco importa se forse a 2 KM c'è chi navigherà con l'ADSL 2 a 20 mega pagando la metà.
    La telecom continuerà a guadagnare gli ISP pure
    e gli utenti a pagare con buona pace di tutti.
    Questo è il futuro che si delinea teleconomy o non
    teleconomy. Gli utenti teleconomy per la maggior
    parte non saranno mai dei buoni clienti per il wi-fi.
    A questo punto verrebbe da chiederci:
    E' meglio avere un grosso avvoltoio
    o tanti piccoli avvoltoi che si cibano
    della nostra carcassa?
    non+autenticato
  • Mi son proprio stufato (e vabbeh direte che ci frega a noi? ok.. ok...) di leggere post pieni di facinorosi che non afferrano il problema e come muli tirano dritti e scalciano senza voler sentir ragione....

    Mi sto rivolgendo a quelli che arrivano qua.. leggono un po' l'articolo e poi via di improperi e insulti agli affamatori del popolo che vogliono segare le gambe a telecom che per una volta la fa giusta!

    E tu gli provi a far ragionare che Telecom non può fare una flat del genere... che c'è una legge che la obbliga a renderla replicabile (come minimo!) ... e che "antitrust" non è l'ultimo disco di elton john e ha un significato...

    E poi "caxxi loro che non hanno investito" oppure "io il wi-fi non lo vedo ancora siete dei buffoni"

    E giù a dirgli che "investire" è fuori dalla portata dei più e quei pochi che lo fanno (perchè le loro dimensioni lo permettono) lo fanno con sacrifici immani e non sempre è remunerativo addirittura nelle zone più popolose... e devono confrontarsi con chi una rete nazionale la ha già e regalata.
    Per il wi-fi se gli dici che il decreto per VENDERE connettività è passato poco più di un mese fa fanno orecchie da mercante .... e la sperimentazione in varie zone era pure partita....

    E loro "chissenefrega" "mi avete ladrato per anni" "non mi interessa del futuro voglio risparmiare ora" "al diavolo il mercato questa flat mi fa comodo"

    E allora gli cominci a dire che i "ladroni" erano quelli che vendevano connettività per flat 56k all'ingrosso (telecom) e che ora saltano fuori come benefattori di punto in bianco dopo che hanno strozzato per anni il mercato.

    Ciliegina sulla torta il più delle volte quando proprio non san più cosa dire.... il discorso finisce in "beh scommetto che tu la tua adsl ce l'hai! Fai presto a parlare!"

    Che vuol dire? Se telecom avesse usato pratiche del genere impunemente come questa per il mercato delle adsl senza permettere la replicabilità ora IO non avrei l'adsl al prezzo attuale.... ci sarebbe un bel monopolio (senza straccio di provider alternativi) dove l'adsl ti costa uno sproposito... gli utenti saranno anche meno... ma telecom farebbe più soldi!

    La soluzione ideale sarebbe separare rete e servizi telecom... ma mi sa rimarrrà un sogno in italia... sì perchè visto il livello di competenza nel capire come funziona un mercato regolato da un sano antitrust non mi stupisco più di tanto poi se "in alto" non ci pensano....

    Una situazione sbagliata (il digital divide) non si risolve con una azione sbagliata come questa flat (non replicabile).
    La flat DEVE essere replicabile altrimenti bloccata. Sì bloccata perchè è non si possono permettere simili scorrettezze. In paesi più civili (con più rispetto dell'antitrust) tutta la questione non sarebbe neanche arrivata fino a questo punto.

  • - Scritto da: otacu

    > Per il wi-fi se gli dici che il decreto per
    > VENDERE connettività è passato poco più di un
    > mese fa fanno orecchie da mercante .... e la
    > sperimentazione in varie zone era pure
    > partita....

    Perchè proprio il Wi-FI che si appoggia a centrali ADSL e non ADSL o satellite bidirezionale.
    Comunque per tua informazione la maggioranza dei provider come NGi avevavo già detto che non intendevano investire in Wi-Fi e quei pochi che lo fanno iniziano dalle aree più remunerative quindi non vedo come questi morti di fame possano risolvere il problema delle aree rurali scoperte (ammesso che gli freghi qualcosa se non ritornare a propinarci le loro prese per il culo a monte ore pagate il TRIPLO di quello che costavano). E già... ben ti guardi a ricordare agli altri che per anni NGi e company si sono ingrassate con l'analogico ISDN.


    > La flat DEVE essere replicabile altrimenti
    > bloccata.
    > Sì bloccata perchè è non si possono
    > permettere simili scorrettezze. In paesi più
    > civili (con più rispetto dell'antitrust) tutta
    > la questione non sarebbe neanche arrivata fino a
    > questo punto.

    Veramente in Inghilterra la controparte inglese offre a chi non raggiunto da ADSL questo servizio da anni.

    non+autenticato

  • >
    > Veramente in Inghilterra la controparte inglese
    > offre a chi non raggiunto da ADSL questo servizio
    > da anni.
    >

    La British Telecom e' scorporata in due tronconi: la meta' che lavora con l'utenza finale acquista a prezzo di mercato la banda dalla meta' che gestisce le strutture. La quale, appunto, affitta le strutture sul mercato allo stesso prezzo _per tutti_. Per me il problema non e' tanto se la Telecom deve togliere, modificare o rivendere la flat, per me e' la telecom stessa che andrebbe tolta o modificata (li si che ci sarebbe da discutere). A quel punto _TUTTI_ avrebbero grandi benefici (prezzi inferiori innanzitutto), perche' tutti acquisterebbero la banda allo stesso prezzo dal gestore...

    my 2 cents

  • - Scritto da: otacu
    > Mi son proprio stufato (e vabbeh direte che ci
    > frega a noi? ok.. ok...) di leggere post pieni di
    > facinorosi che non afferrano il problema e come
    > muli tirano dritti e scalciano senza voler sentir
    > ragione....
    >
    > Mi sto rivolgendo a quelli che arrivano qua..
    > leggono un po' l'articolo e poi via di improperi
    > e insulti agli affamatori del popolo che vogliono
    > segare le gambe a telecom che per una volta la fa
    > giusta!
    >
    > E tu gli provi a far ragionare che Telecom non
    > può fare una flat del genere... che c'è una legge
    > che la obbliga a renderla replicabile (come
    > minimo!) ... e che "antitrust" non è l'ultimo
    > disco di elton john e ha un significato...
    >
    > E poi "caxxi loro che non hanno investito" oppure
    > "io il wi-fi non lo vedo ancora siete dei
    > buffoni"
    >
    > E giù a dirgli che "investire" è fuori dalla
    > portata dei più e quei pochi che lo fanno (perchè
    > le loro dimensioni lo permettono) lo fanno con
    > sacrifici immani e non sempre è remunerativo
    > addirittura nelle zone più popolose... e devono
    > confrontarsi con chi una rete nazionale la ha già
    > e regalata.
    > Per il wi-fi se gli dici che il decreto per
    > VENDERE connettività è passato poco più di un
    > mese fa fanno orecchie da mercante .... e la
    > sperimentazione in varie zone era pure
    > partita....
    >
    > E loro "chissenefrega" "mi avete ladrato per
    > anni" "non mi interessa del futuro voglio
    > risparmiare ora" "al diavolo il mercato questa
    > flat mi fa comodo"
    >
    > E allora gli cominci a dire che i "ladroni" erano
    > quelli che vendevano connettività per flat 56k
    > all'ingrosso (telecom) e che ora saltano fuori
    > come benefattori di punto in bianco dopo che
    > hanno strozzato per anni il mercato.
    >
    > Ciliegina sulla torta il più delle volte quando
    > proprio non san più cosa dire.... il discorso
    > finisce in "beh scommetto che tu la tua adsl ce
    > l'hai! Fai presto a parlare!"
    >
    > Che vuol dire? Se telecom avesse usato pratiche
    > del genere impunemente come questa per il mercato
    > delle adsl senza permettere la replicabilità ora
    > IO non avrei l'adsl al prezzo attuale.... ci
    > sarebbe un bel monopolio (senza straccio di
    > provider alternativi) dove l'adsl ti costa uno
    > sproposito... gli utenti saranno anche meno... ma
    > telecom farebbe più soldi!
    >
    > La soluzione ideale sarebbe separare rete e
    > servizi telecom... ma mi sa rimarrrà un sogno in
    > italia... sì perchè visto il livello di
    > competenza nel capire come funziona un mercato
    > regolato da un sano antitrust non mi stupisco
    > più di tanto poi se "in alto" non ci pensano....
    >
    > Una situazione sbagliata (il digital divide) non
    > si risolve con una azione sbagliata come questa
    > flat (non replicabile).
    > La flat DEVE essere replicabile altrimenti
    > bloccata. Sì bloccata perchè è non si possono
    > permettere simili scorrettezze. In paesi più
    > civili (con più rispetto dell'antitrust) tutta
    > la questione non sarebbe neanche arrivata fino a
    > questo punto.

    Non ci crederai, ma le opinioni vanno sentite tutte, anche di quelli che pensano il contrario di quello che pensi tu, anche di quelli che in torto marcio non vogliono cambiare idea, perchè ogni pensiero può essere utile per una protesta che sensibilizzi un sistema a cambiare registro.
    Purtroppo tu e altri qui dentro, anche il signor Repetto, con le loro repliche, alimentano discussioni sterili su chi abbia ragione e chi abbia torto su questioni di principio che sono evidenti a tutti.
    Da una parte ci siete voi che parlate di legge di dumping ecc. ecc. vi accontentate anche se l'offerta viene ritirata.
    Dall'altra ci sono quelli come me che non si accontentano che l'offerta dia ritirata.
    E su questo bisogna mettersi d'accordo.
    Che la flat debba essere replicata, non ci sono dubbi, ma che a nessuno venga in mente di accontentarsi che sia bloccata.
    Ripeto:
    Che non si consideri neppure lontanamente l'idea che ci si accontenti che venga bloccata.

    Questo è il pensiero che vorremmo fosse predominante, sul quale immagino tutti si possa convergere. O no?
    non+autenticato

  • > Non ci crederai, ma le opinioni vanno sentite
    > tutte, anche di quelli che pensano il contrario
    > di quello che pensi tu, anche di quelli che in
    > torto marcio non vogliono cambiare idea, perchè
    > ogni pensiero può essere utile per una protesta
    > che sensibilizzi un sistema a cambiare registro.
    > Purtroppo tu e altri qui dentro, anche il signor
    > Repetto, con le loro repliche, alimentano
    > discussioni sterili su chi abbia ragione e chi
    > abbia torto su questioni di principio che sono
    > evidenti a tutti.

    No è vero hai ben ragione, le opinioni di tutti vanno ascoltate. Sono perfettamente d'accordo. Ma ero un po' esasperato da tanti interventi che se la prendevano (anche con insulti) con gente che deve subire queste scorrettezze e poi sentirsi pure insultato. Oltre il danno la beffa! Non tutti lo hanno fatto per fortuna ma alcuni mi hanno veramente spazientito.

    > Da una parte ci siete voi che parlate di legge di
    > dumping ecc. ecc. vi accontentate anche se
    > l'offerta viene ritirata.
    > Dall'altra ci sono quelli come me che non si
    > accontentano che l'offerta dia ritirata.
    > E su questo bisogna mettersi d'accordo.
    > Che la flat debba essere replicata, non ci sono
    > dubbi, ma che a nessuno venga in mente di
    > accontentarsi che sia bloccata.
    > Ripeto:
    > Che non si consideri neppure lontanamente l'idea
    > che ci si accontenti che venga bloccata.
    >
    > Questo è il pensiero che vorremmo fosse
    > predominante, sul quale immagino tutti si possa
    > convergere. O no?

    Penso che siamo tutti d'accordo che debba essere replicabile (come per legge). Ma nel malaugurato caso AGCOM o nessuno intervenga.... che dovrebbe succedere? Telecom la passa liscia come al solito?
    A me (per ora) non viene in mente nient'altro nel breve termine che bloccarla ma sarei felice di sentire di una terza via...
  • ok se tu ti sei stancato di sentire gente che dice quello che tu hai scritto sopra io mi sono stancato di sentire gente che dice che la rete non doveva essere venduta, che Telecom non bisognava venderla, che i provider fanno bene a non investire in zone non remunerative.
    Mi sembra giusto, (anche se è dura ragionare andando a 56Kb e leggendo di gente che si lamenta perchè va solo a 40KB) se esiste questa benedetta legge che i provider alternativi possano proporre prezzi competitivi.

    Io avevo in mente una soluzione alternativa a quella del blocco della flat, ovvero i provider potrebbero vendere le loro flat a prezzi simili a Teleconomy, e obbligare Telecom a rimborsare la differenza.

    Infine, ancora non riesco a capire perchè nel 2005 ancora i provider basino i loro guadagni su delle flat a 56k....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ok se tu ti sei stancato di sentire gente che
    > dice quello che tu hai scritto sopra io mi sono
    > stancato di sentire gente che dice che la rete
    > non doveva essere venduta, che Telecom non
    > bisognava venderla, che i provider fanno bene a
    > non investire in zone non remunerative.
    > Mi sembra giusto, (anche se è dura ragionare
    > andando a 56Kb e leggendo di gente che si lamenta
    > perchè va solo a 40KB) se esiste questa benedetta
    > legge che i provider alternativi possano proporre
    > prezzi competitivi.

    E' vero. Però credo che non ci troveremmo in questa situazione se la rete fosse gestita da una società terza. Dovendo tutti comprare all'ingrosso alle stesse condizioni allora sì ci sarebbe una sana guerra dei prezzi e sana concorrenza.
    Nessuno fiaterebbe se telecom avesse offerto la flat in un mercato dove non ha in gestione la rete...


    > Io avevo in mente una soluzione alternativa a
    > quella del blocco della flat, ovvero i provider
    > potrebbero vendere le loro flat a prezzi simili a
    > Teleconomy, e obbligare Telecom a rimborsare la
    > differenza.

    Potrebbe essere interessante. Andrebbe approfondita.

    > Infine, ancora non riesco a capire perchè nel
    > 2005 ancora i provider basino i loro guadagni su
    > delle flat a 56k....

    A parte che se fosse successa una cosa simile per l'adsl anni fa non credo che ora avremmo la diffusione attuale delle flat adsl. Non credo che sia tanto per provider che si basano su flat 56k ma anche perchè comunque un danno al wi-fi lo fa (valutare quanto è difficile, sicuramente c'è, ma credo le stime assoprovider siano pompate) e in ogni caso sorvolare su pratiche del genere è sempre pericoloso...

    ==================================
    Modificato dall'autore il 05/12/2005 18.39.50


    ==================================
    Modificato dall'autore il 05/12/2005 18.40.57
  • Secondo me gli utenti teleconomy
    non saranno mai dei buoni clienti del wi-fi
    a meno che una connessione wi-fi
    non costi 15-20 euro al mese e offra una banda
    superiore del 56k (diciamo almeno una 640k)
    non+autenticato
  • otacu è il 40 topic che apri tra questa notizie e le precedenti su teleconomy. Abbiamo capito che sai cosa è il dumping, ci è molto chiaro che lo sai.
    Le discussioni non significa dire la propria ed aspettare che tutti si allineino, ma essere anche in grado di convivere con chi la pensa diversamente da te senza incavolarsi.

    ossequi.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > otacu è il 40 topic che apri tra questa notizie e
    > le precedenti su teleconomy. Abbiamo capito che
    > sai cosa è il dumping, ci è molto chiaro che lo
    > sai.

    Non è corretto. Ho aperto max 3-4 topic (compreso questo in svariate notizie collegate). Per il resto ho risposto molto a topic aperti da altri

    > Le discussioni non significa dire la propria ed
    > aspettare che tutti si allineino, ma essere anche
    > in grado di convivere con chi la pensa
    > diversamente da te senza incavolarsi.
    >
    > ossequi.

    Hai ragione. Ho perso un po' la calma a forza di sentire insulti... comunque speravo che almeno alcuni elementi base fossero condivisi (come rendere replicabile assolutamente la flat) e invece in molti scrivevano che non gliene fregava niente e guai ai <parolaccia random> di assoprovider se provava a mettere i bastoni tra le ruote a telecom.
    Quando conviene (in termini monetari) si è tutti veloci a passare dalla parte del più forte anche se è evidente che si comporta in modo scorretto (a dir poco).
    Alla fine però anche io ho imparato qualcosa: è inutile prendersela troppo tanto a qualcuno certe cose non entreranno mai in testa per quanto puoi martellare.

    Comunque grazie della tua risposta molto equilibrata mi ha fatto sinceramente piacere.
  • > Alla fine però anche io ho imparato qualcosa: è
    > inutile prendersela troppo tanto a qualcuno certe
    > cose non entreranno mai in testa per quanto puoi
    > martellare.
    >
    Colpa della democrazia in cui ognuno può avere le sue idee. Il tempo dei manganelli è finito 50 anni fa purtroppo per te.
    non+autenticato
  • Quando società come Galactica davano accesso dialup su numero verde e facevano pagare un canone flat agli utenti, Telecom esercitò su di loro il diritto di recesso sul contratto delle linee verdi.
    Molte di quelle società dovettero liquidare a causa di Telecom.

    Ora, perchè mai si deve dare la possibilità a Telecom di uscire con questa offerta quando anni fa ha massacrato un sacco di aziende che anticiparono "il progresso" con una dialup flat, poi "bocciata" da Telecom stessa?

    Gli anti digital divide che cosa facevano ai tempi? Dormivano?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Quando società come Galactica davano accesso
    > dialup su numero verde e facevano pagare un
    > canone flat agli utenti, Telecom esercitò su di
    > loro il diritto di recesso sul contratto delle
    > linee verdi.
    > Molte di quelle società dovettero liquidare a
    > causa di Telecom.
    >
    > Ora, perchè mai si deve dare la possibilità a
    > Telecom di uscire con questa offerta quando anni
    > fa ha massacrato un sacco di aziende che
    > anticiparono "il progresso" con una dialup flat,
    > poi "bocciata" da Telecom stessa?
    >
    > Gli anti digital divide che cosa facevano ai
    > tempi? Dormivano?

    Beh, a voler davvero cercare il pelo nell'uovo, il discorso sul digital divide non era ancora sulla cresta dell'onda a quei tempi (che io mi ricordi, ovviamente)... Il polverone e' cresciuto con la crescita della banda larga! [Chi meglio sa/si ricorda mi corregga..]

  • - Scritto da: sNicker
    >
    > Beh, a voler davvero cercare il pelo nell'uovo,
    > il discorso sul digital divide non era ancora
    > sulla cresta dell'onda a quei tempi (che io mi
    > ricordi, ovviamente)... Il polverone e' cresciuto
    > con la crescita della banda larga! [Chi meglio
    > sa/si ricorda mi corregga..]

    Si, è vero, le adsl non erano diffuse a quei tempi, o c'erano ma costavano molto.

    Però c'era pure gente che grazie a quelle dialup flat, evitava di spendere gran soldoni, visto che nella loro zona non erano presenti punti di accesso (pop) dialup ed erano costretti a fare costisissime chiamate interurbane/intersettoriali per collegarsi ad internet.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Gli anti digital divide che cosa facevano ai
    > tempi? Dormivano?



    Non esistevano, bamboccio!

    http://www.antidigitaldivide.org/index.php?module=...


    Apri bocca per dargli fiato e basta o ogni tanto connetti anche il cervello?


    ..che gente..
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Non esistevano, bamboccio!
    >
    > http://www.antidigitaldivide.org/index.php?module=
    >
    >
    > Apri bocca per dargli fiato e basta o ogni tanto
    > connetti anche il cervello?
    >
    >
    > ..che gente..

    Io sono educato con la gente, cerca di esserlo pure tu con me, grazie.

    E da quando in qua, se non esiste una associazione apposita, il cittadino deve vedere calpestati i suoi diritti?

    Credi davvero che se fossero già esistiti sarebbero riusciti a fare qualche cosa?
    Telecom le avrebbe chiuse quelle linee comunque in ogni caso.

    Anche se gli anti digital divide non esistevano, si era già perfettamente a conoscenza, allora, del problema "Digital Divide".

    Opportunisti, oggi quelli dell'anti digital divide, oppurtunista pure Telcom che sfrutta il problema "sociale" ora a suo favore, quando, anni fa, pur già al corrente del problema digital divide, non ha esitato a tagliare la linea a decide di migliaia di utenti.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > Non esistevano, bamboccio!
    > >
    > >
    > http://www.antidigitaldivide.org/index.php?module=
    > >
    > >
    > > Apri bocca per dargli fiato e basta o ogni tanto
    > > connetti anche il cervello?
    > >
    > >
    > > ..che gente..
    >
    > Io sono educato con la gente, cerca di esserlo
    > pure tu con me, grazie.
    >
    > E da quando in qua, se non esiste una
    > associazione apposita, il cittadino deve vedere
    > calpestati i suoi diritti?
    >
    > Credi davvero che se fossero già esistiti
    > sarebbero riusciti a fare qualche cosa?
    > Telecom le avrebbe chiuse quelle linee comunque
    > in ogni caso.
    >
    > Anche se gli anti digital divide non esistevano,
    > si era già perfettamente a conoscenza, allora,
    > del problema "Digital Divide".
    >
    > Opportunisti, oggi quelli dell'anti digital
    > divide, oppurtunista pure Telcom che sfrutta il
    > problema "sociale" ora a suo favore, quando, anni
    > fa, pur già al corrente del problema digital
    > divide, non ha esitato a tagliare la linea a
    > decide di migliaia di utenti.


    Se permetti, tu sei molto maleducato, per un fatto molto semplice; io sono un semplice utente di anti digital divide e quei ragazzi, sono dei semplici utenti; si sono conosciuti e hanno fatto questa associazione circa un anno fa; definirli 'opportunisti' mi sembra quantomai scorretto ed offensivo.

    Non puoi certo rimproverare loro per quello che non hanno fatto 5 anni prima altri.

    Non pensi che loro siano nati anche perchè non c'era nessuno che guardava ai nostri (degli utenti) interessi; perchè si erano stancati di vedere che le cose andavano così?


    Certo; il discorso cambia se invece TU sei un provider, magari di assoprovider, e quindi il fatto che add vada contro assoprovider non ti piace; ma allora mettilo in chiaro; perchè se sei un utente; non si spiega per quale motivo devi andare contro gli utenti stessi.

    E' come se volessi rimproverare ad assoprovider, che magari esiste che ne so, dal 2002; che fino al 2001 non ha fatto gli interessi dei provider e che dato che è nata nel 2002 è opportunista...lo capisci anche tu che non è logica una cosa del genere.

    Rimproverare di opportunismo di add perchè esiste solo dal fine 2004 mi sembra quantomai fuori luogo; un'associazione dovrà pure costituirsi.

    Ripeto; rifletti prima di sparare a zero.
    non+autenticato
  • Ancora meglio.
    Perché non hai preso tu l'iniziativa all'epoca e non ti sei tirato su la tua bella associazione?
    Criticare è moooolto facile, realizzare in prima persona un po' meno.
  • Stavamo provando la macchina del tempo, visto che siamo nati nel 2005 Sorride
  • ....da quel poco che mi ricordo Galactica aveva anche una bella insolvenza nei confronti di Telecom....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ....da quel poco che mi ricordo Galactica aveva
    > anche una bella insolvenza nei confronti di
    > Telecom....

    La linea verde di Galactica, a quello che ricordo, non fu chiusa per insolvenza. Così come non furono chiuse per insolvenza le linee di tutti gli altri provider che facevano la stessa offerta dialup flat di Galactica.

    Fu un fatto clamoroso a quei tempi, Telecom che per la prima volta esercitava il diritto di recesso unilaterale su un servizio fornito a dei suoi clienti.

    Il lupo perde il pelo ma non il vizio, sempre lupo resta: lasciare che possa continuare con questa offerta danneggerà la concorrenza e rafforzerà Telecom.

    Quando Telecom era totale monopolista i sui utenti erano solo dei sudditi, con l'ingresso della concorrenza ha rivisto la posizione di utente da suddito a cliente, c'è più rispetto e trasparenza ora solo grazie alla concorrenza. Se la concorrenza sparisce, sparisce la possibilità di rivolgersi ad altri quando il servizio non soddisfa, di conseguenza Telecom riprendera a fare quello che vuole con gli utenti.

    Ecco perchè è sbagliato dare il contentino a Telecom. Le cose, se da fare, vanno fatte bene sin dall'inizio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Gli anti digital divide che cosa facevano ai
    > tempi? Dormivano?

    No,eravamo leggermente sconosciuti,dato che ancora non eravamo nati,grazie. Avanti il prossimo A bocca aperta .
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)