Teddyfone, i bambini fanno... pronto?

Sul mercato britannico sbarca, per i più piccini, un telefonino dalla livrea decisamente accattivante

Roma - Sempre più "strumento di intrattenimento", il telefono cellulare di oggi serve anche a giocare. E a confermarne la vocazione di... giocattolo non solo per adulti, ma anche per piccini, arriva Teddyfone.

E' un vero e proprio cellulare, che però ha l'aspetto di un tondo orsetto, un animale caro alla maggior parte dei bambini, e che sarà presto messo in vendita sul mercato britannico. Il pretesto è quello di offrire ai genitori uno strumento per mantenersi in contatto con i propri figli.

Non è un vero orsettoIl produttore di Teddyfone è convinto che l'apparecchio sia in grado di tranquillizzare chi teme che l'uso di un telefono cellulare possa essere nocivo per la salute dei bambini: il produttore dichiara che le emissioni elettromagnetiche sono 10 volte inferiori a quelle di un comune telefonino.
Teddyfone sarà venduto ad un prezzo comprensivo anche di un servizio denominato "tracking Kids", per ricevere messaggi in formato MMS che indicheranno dove si trova il telefono: basterà spedire un SMS all'orsacchiotto per sapere dove si trova lui e il bambino che lo porta con sé.

Le funzionalità sono inoltre limitate e pensate per l'utenza under-teen: è possibile programmare solamente quattro numeri da chiamare e ci sono due pulsanti pre-impostati, per inviare messaggi di soccorso e permettere a mamma e papà, attraverso una sorta di audio-sorveglianza, di ascoltare cosa accade nell'ambiente in cui si trova il bambino.

Teddyfone si aggiunge alla lista degli apparecchi già studiati per la micro-utenza, da FireFly allo "spy-cell" nipponico di NTTDoCoMo.

D.B.
TAG: