Apple abbandonerà FireWire?

Voci insistenti parlano di qusta ipotesi. Nessuna conferma

Cupertino (USA) - L'addio al FireWire, cominciato con i prodotti consumer come l'iPod Nano, potrebbe ben presto estendersi, grazie al nuovo cambio di rotta dettato dai Mactel, anche alle macchine professionali della casa di Cupertino.

Le indiscrezioni, rivelate da voci insistenti in Rete e dal giornalista americano Jason O'Grady, vorrebbero infatti un lento ma inesorabile abbandono dello standard FireWire che proprio Apple ha sviluppato poco più di una decina di anni addietro.

I prossimi iBook, basati su processori Intel, potrebbero non presentare lo standard di connessione IEEE 1394, mentre i portatili di fascia alta, i PowerBook, sarebbero dotati solamente di una singola FireWire 800.
I vantaggi che ha portato lo standard FireWire in questi anni sono stati diversi: oltre all'alta velocità di trasmissione dati, vi è soprattutto la possibilità di sfruttare la sua natura peer-to-peer. Il collegamento punto a punto, permesso dallo standard sviluppato da Apple, permette infatti di collegare due dispositivi senza l'ausilio di un PC che funzioni da intermediario.

Le motivazioni che potrebbero far abbandonare il FireWire sono molteplici: il maggior costo, l'enorme successo di USB 2.0 e la decisione di semplificare i supporti standardizzando i dispositivi su di un solo formato, l'USB. Inoltre, dando uno sguardo al mercato, la quasi totalità dei player MP3 sono dotati del solo collegamento USB e le videocamere presentano, nella maggior parte dei casi, il doppio formato, ma l'USB è quello sicuramente più utilizzato. Apple potrebbe quindi abbandonare il suo standard prima che vada del tutto in disuso.

Dario Panzeri
TAG: