La pirateria impoverisce il Mondo

BSA rilancia grazie ad uno studio IDC: abbassare il livello di pirateria significa accrescere la ricchezza delle persone. Ma è davvero così?

Washington (USA) - Il nuovo studio su pirateria e diritto d'autore realizzato da Business Software Alliance, per gli intimi BSA, non sembra convincere tutti gli osservatori. La portante del documento ha peraltro una connotazione molto forte: "(...) i paesi con i più alti tassi di pirateria potrebbero disporre di una sostanziosa spinta economica proteggendo i diritti intellettuali di proprietà (...)".

La ricerca commissionata da BSA è stata realizzata da IDC. Secondo le stime, un ridimensionamento del 35% del fenomeno della pirateria mondiale sarebbe in grado di produrre nei prossimi quattro anni una crescita economica da 400 miliardi di dollari, 2,4 milioni di posti di lavoro e entrate per gli erari di circa 67 miliardi di dollari.

"Quando le nazioni si impegnano per la riduzione della pirateria software tutti ne possono trarre beneficio. Nuovi posti di lavoro, più scelta per i consumatori, aziende libere di poter operare al meglio sul mercato ed entrate fiscali superiori per i Governi", ha dichiarato Robert Holleyman, presidente e CEO di BSA. "Lo studio conferma ciò che pensano tutti da tempo: la riduzione della pirateria darebbe risultati concreti che permetterebbero di alimentare non solo l'economia ma anche gli investimenti in settori chiave, come la sanità e la formazione", ha aggiunto John Gantz, analista presso IDC.
Insomma, la cura per tutti i mali, secondo BSA, sembrerebbe essere a portata di mano. IDC ha rilevato che un taglio di 10 punti percentuali sul mercato pirata cinese - al momento il terzo del mondo - potrebbe materializzare 2,6 milioni di posti di lavoro nel settore IT dal 2009, come sarebbe successo negli ultimi 30 anni negli Stati Uniti. La Russia, che si trova al quinto posto della classifica, assisterebbe - con una politica analoga - alla moltiplicazione della sua industria locale: nei prossimi quattro anni i suoi 9,2 miliardi di fatturato diventerebbero 30.

Fantascienza? Non la pensa così Chris Israel, coordinatore dell'International Intellectual Property Enforcement del Ministero del Commercio americano: "Molti Governi iniziano a riconoscere che la protezione della proprietà intellettuale è una priorità per la stimolazione delle economie. Citando ad esempio la Cina, non si può che ravvisare un impegno in questa direzione con la decisione di obbligare le proprie agenzie governative ad attuare acquisti software legali".

Sebbene gli Stati Uniti si distinguano per essere la nazione con il più basso livello di pirateria software (21%) IDC ha stimato che un ulteriore taglio del 10%, del sommerso, potrebbe portare l'economia IT a 125 miliardi di dollari. A livello mondiale la crescita del settore IT è stata quantificata in circa il 33% nei prossimi quattro anni. Una riduzione della pirateria di dieci punti percentuali permetterebbe di far incrementare i mercati del 45%, 12 punti percentuali in più rispetto al previsto.

La ricetta di BSA per le economie mondiali si basa su analisi statistiche e numeriche attendibili ma, sottolineano analisti concorrenti di IDC, ogni indagine di mercato può essere pilotata per fare da base alle proprie tesi. La domanda chiave sarebbe un'altra: "Qual è il costo della lotta alla pirateria?". Un paese in via di sviluppo quanto PIL dovrebbe investire per tagliare anche solo un punto percentuale del mercato della pirateria? Non solo: i dati sulla pirateria spesso valutano come danno in termini di mancate entrate la circolazione di software pirata, quando almeno parte dei programmi illegali di cui si piange la mancata vendita non sarebbero comunque acquisiti a prezzi di listino da chi oggi ne fa illecitamente uso.

Dario d'Elia
70 Commenti alla Notizia La pirateria impoverisce il Mondo
Ordina
  • ci vogliono 400 miliardi di dollari x creare 2,5 milioni di posti di lavoro
    alla faccia
    miiiiiiiiiiiiiiiiiii quanto e' costoso creare un posto di lavoro
    se qualcuno battibecca capisco che non e' un calcolo intelligente ma i numeri danno da pensareSorride

    ma poi 2,5 milioni dove in india o chissa dove in qualche call center nei paesi poveri per risparmiare......

    non+autenticato
  • Ogni volta che torna alla ribalta il problema della pirateria informatica, si mettono in discussione i i cosiddetti "pirati", invocando un maggiore impegno nella lotta alla pirateria ed un inasprimento delle pene. Mai che qualcuno sottolinei il dato di fatto che il software, la musica e i giochi sono eccessivamente (ed ingiustificatamente) costosi.
    Come si può pensare che un ragazzo compri un gioco originale per PS2 se costa in media 59 euro? meglio il dvd falso a 5 euro.... in fin dei conti è solo un gioco.
    Da BlockBuster, per un certo periodo, c'è stata una promozione con giochi a 15 euro.... Credo di poter dire in tutta tranquillità che ne abbia venduti tantissimi... del resto i vantaggi di un gioco originale sono molteplici ed indiscussi, ma con una differenza di ben 54 euro, proprio non riesci più a vederli.
    Lo stesso discorso vale per il software con licenze iper costose (windows XP home edition 100 euro)...
    per non parlare della musica che costa quanto un film in dvd....
    Possibile che Major, software house e case di produzione di giochi non riescano a capire che l'unico modo per vincere la pirateria è abbassare notevolmente i prezzi, riducendo le loro plusvalenze nei ricavi.... Abbandonando definitivamente una strada che punisce gli onesti e premia i disonesti.... Io compro un gioco originale, lo pago 59 euro.... ne ricavo un manualetto striminzito che costa meno di un euro, su un dvd che a voler essere generoso costa 50 centesimi e mi sento un idiota perché il mio vicino ha il mio stesso gioco in "pezzotto" a soli 5 euro!!!Arrabbiato
    Insomma 57,50 euro di ricarico sui costi non sono un po' troppi?
    non+autenticato
  • Sono davvero pazzi ?
    Forse solo stupidi. Se si parlasse negli stessi termini di qualsiasi altro argomento o cosa i sostenitori di una simile panzana verrebbero sbeffeggiati come un qualsiasi mercante di fuffa.
    Per me oggi, sono solo dei pessimi imbonitori con vocazione imprenditoriale stile millionaire.
    Il loro ruolo di distributori di emolumenti e' notissimo, ma una tale disponibilità di capitali da destinare alla corruzione o al pagamento di multe o patteggiamenti non e' certo indice di una situazione economica precaria.
    Io non nego l'esistenza del diritto d'autore ma la condiziono ad un suo ultrapesantissimo ridimensionamento.
    Le rivendicazioni delle major non sono basate sul buonsenso ma solo sulle norme vigenti.
    Quindi, vanno adeguate le norme vigenti, non in base alla volonta' delle major ma in base al senso comune. Sono della stessa epoca le case chiuse e il delitto d'onore....
    Qualsiasi norma dovrebbe essere equilibrata e "contemporanea", qui siamo alla caccia al cavillo, come SCF che estorce denaro alle imprese per un comma di una legge dell'aprile del '41. Se ne sono accorti nel 2000 e hanno la GdF che li assiste con impressionante dedizione e profusione di impegno.
    Pure illazioni.

    Osso di Seppia
    non+autenticato

  • Infatti, se la pirateria non esistesse io, mi sarei già adeguato, per esempio col mio software " coolstreaming IT " un software per vedere la tv on line e con " iRadio " un altro software sviluppato per ricevere migliaia di stazioni radio in fm da tutto il mondo. Con la possibilità di registrare le canzoni direttamente in mp3 e poi successivamente masterizzare. Diciamo che c'è molto da divertirsi. Ve lo assicuro. E poi, se parliamo di free software, perchè non cominciamo con Linux? Una bella versione di Linux da utilizzare per es. sarebbe il " Mandriva 2006 " con una buona dose di software e, che io reputo di gran lunga superiore 10000 volte ad Winzzozz. E di seguito, per incrementare ancora la potenza del Mandriva , si può installare il " Mandriva 2006 powerpack " il quale, è dotato di tutto il necessario e di tutti gli strumenti per poter lavorare, giocare, fare di calcolo, progettare.Ho trovato persino il " Qcad " free, che sarebbe il parallelo di Autocad per winzozz...... da provare! E che dire poi della distribuzione Linux Suse !!!! La Suse è un pò particolare, lo ammetto, ma cmq mi ha dato molto...e in poche parole ... LINUX mi ha dato molto di più che un windows 2000 o Xp che sia! Però, la pirateria c'è e, continuerà ad esserci, quando però è usata bene, per uso personale, e non come fanno molte persone- purtroppo - che vendono i cd taroccati e i cui proventi li utilizzano per armi, droga ...eccc; E purtroppo ancora, per colpa di queste persone, ne piangiamo noi, che scarichiamo " per uso personale " , definendoci criminali. Se non ci fosse stato l'hacker o ol pirata, non sarebbe nemmeno nato l'attuale internet, non avremmo avuto tutti gli sviluppi della rete internet che abbiamo oggi. E come sappiamo, i governi non sanno ringraziare queste persone, non sono riconoscenti e, ti condannano. Pur conoscendo la realtà dei fatti. La verità. Infine ,vorrei ricordare questo link che diceva " chi copia per uso personale non è un pirata ", ovviamente il discorso è valido anche per chi scarica.
    Ecco il link : http://www.prontoconsumatore.it/detail.asp?IDN=405...

    Questa è la realtà.
    Grazie e scusate l'intrusione ì, ma adesso c'è un pinguino che mi aspetta.......ehehehehh ! A bocca aperta    
  • Chissenefrega dico io... qui siamo tutti mezzi morti di fame con l'attuale governo, dobbiamo pure comprare tutto originale e far ingrassare ancora di piu i soliti quattro str***i in nome della legalità? Ma se loro in nome di essa ci hanno spremuto come limoni...
    Ma andate a cagare.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 26 discussioni)