IBM mette a nudo la CPU di Xbox 360

Il big di Armonk svela tutti i segreti del processore della nuova console Microsoft

San Josè (USA) - Gli sviluppatori di IBM hanno recentemente pubblicato, sul sito IBM's DeveloperWorks, una relazione riguardante il funzionamento della CPU dell'Xbox 360. L'analisi pubblicata rivela preziosi dettagli e scende in argomentazioni molto tecniche.

Il progetto amplia le informazioni fornite dall'ingegnere capo di IBM, Jeff Brown, durante la manifestazione Fall Processor Forum che si è tenuta a San Josè, California, ad ottobre. Le specifiche, sulle quali sono stati forniti maggiori ragguagli, trattano soprattutto l'architettura del core e del front-side bus. Grazie all'indagine, si chiude finalmente il cerchio attorno al processore di Xbox 360 e tutte le sue qualità vengono svelate.

I dati completano infatti le informazioni fornite fino ad ora e, grazie ad IBM, è possibile ricapitolare con precisione le caratteristiche di ciò che batte sotto la scocca della nuova console.
Il processore "personalizzato", che IBM ha fornito a Microsoft per la propria console, è dotato di tre core PowerPC, che lavorano alla frequenza di 3,2 GHz, (i più veloci disponibili al momento) con 1 MB di cache di secondo livello ciascuno. Inoltre, il bus di collegamento permette una velocità di 5,4 GHz.
Il processore supporta in pieno l'architettura a 64 bit e, ognuno dei suoi core, è dotato di uno speciale set di istruzioni presente anche nelle CPU G4 e G5 di Apple.
Il chip offre inoltre diverse funzioni di debug, un'interfaccia seriale EEPROM e una funzione di risparmio energetico.

Per maggiori approfondimenti, e per chiunque volesse addentrarsi nel fantastico ed entusiasmante mondo delle specifiche tecniche questo è il sito dove poter attingere preziose informazioni.

Dario Panzeri