BT Albacom rileva Atlanet

Due piccioni con una fava: BT acquisisce il 100% della società TLC dal gruppo Fiat, che diventa sua cliente

Milano - BT fa la spesa in casa Fiat. Ma non compra nessuna auto, bensì le quote della casa torinese in Atlanet, assumendo al contempo il ruolo di fornitore TLC per il Lingotto.

Atlanet è l'ennesimo operatore TLC che perde la "cittadinanza italiana". Il contratto varrà 450 milioni di euro in cinque anni, riferisce una nota aziendale. Comunque, l'investimento di BT, che in Italia già controlla BT Albacom ammonta a 80 milioni di euro. Cash. BT guadagna un grosso cliente, Fiat: gestirà i servizi TLC della casa automobilistica nei 40 Paesi in cui è presente con le proprie business unit e sedi commerciali.

Le aspettative dichiarate da BT sull'operazione non sono di poco conto: "A meno di un anno dall'acquisizione di BT Albacom, riteniamo che questa transazione contribuirà per 1 miliardo di euro al fatturato di BT nei prossimi cinque anni e dimostra la qualità e l'impegno delle nostre attività italiane, guidate da Corrado Sciolla", ha detto in una nota, Francois Barrault, BT International President.
Non è ancora chiaro se il brand Atlanet sopravviverà: si sa solo che BT Albacom incorporerà integralmente Atlanet SpA, che conta 286 dipendenti. Fra le poche in Italia ad avere una rete MPLS, controlla una rete nazionale con 24 PoPs (Points of Presence) per i servizi voce e 42 PoPs per i servizi dati, interconnessi attraverso una dorsale in fibra attrezzata per offrire 11mila punti di accesso IP in tutto il territorio. Atlanet gestisce inoltre MAN (Metropolitan Area Networks) a Roma, Milano e Torino.

Dario Bonacina
TAG: 
1 Commenti alla Notizia BT Albacom rileva Atlanet
Ordina