Toshiba ritarda ancora l'HD DVD

Problemi di licenza per il sistema di protezione dei contenuti fanno slittare ancora l'uscita dei primi lettori HD DVD

Tokyo (Giappone) - In concomitanza con le dichiarazioni rese dalla BDA (Blu-ray disc association), il consorzio del Blu-ray, che affossano lo standard rivale, arrivano altri ritardi per l'HD DVD che non fanno altro che alimentare le speculazioni su quella che, per il momento, sembrerebbe una guerra già finita.

Un portavoce di Toshiba ha infatti confermato i ritardi che affliggono il lancio del proprio lettore HD DVD. Tale lettore, inizialmente programmato per un'uscita sul mercato giapponese entro settembre e successivamente per dicembre, slitta inesorabilmente al prossimo anno accumulando svariati mesi di ritardo. Invece, la roadmap per la presentazione sul suolo americano rimane programmata per il periodo di febbraio-marzo, senza ritardo di sorta.

Il motivo di questo slittamento è da imputare al sistema di protezione dei contenuti che non risulta essere ancora del tutto pronto; la stessa azienda ha difatti affermato, tramite il suo portavoce, che non rilascerà sul mercato il suo prodotto finché non saranno disponibili le licenze per l'AACS (Advanced Access Content System), ovvero la tecnologia di gestione e protezione dei contenuti che controlla, inoltre, l'operato delle diverse applicazioni che girano con HD DVD.
"Non sappiamo ancora in quanto tempo riusciremo a risolvere gli ultimi intoppi", ha affermato il portavoce di Toshiba. "Possiamo tranquillamente pensare però che questa situazione non si protrarrà a lungo; il lancio in Giappone è stato posticipato, ma sicuramente avverrà prima di quello sul suolo americano".

Il nuovo mini-ritardo del player di Toshiba è solamente una goccia in mare, ma considerato in un'ottica diversa potrebbe benissimo rafforzare l'idea che lo standard Blu-ray è sempre più pronto rispetto al concorrente. Il disco al "laser blu" verrà, infatti, presentato ufficialmente all'inizio del mese di gennaio al CES di Las Vegas e sarà disponibile sul mercato entro la prossima primavera.

I ritardi, talvolta inspiegabili, i pochi contenuti a disposizione e gli esigui consensi, fino ad ora, registrati avvalorano la tesi di Andy Parson, vice presidente di Pioneer, secondo il quale la guerra tra i due formati sarebbe già stata vinta da Blu-ray.

Dario Panzeri
TAG: storage