Presto cybercops anche in Svezia

Stoccolma ha deciso che è venuto il tempo di allestire una forza di difesa per l'infrastruttura di rete del paese. Al centro "tattiche antihacker"

Stoccolma - Soldati delle forze armate e non membri della polizia: questi saranno i protagonisti dell'operazione "cybercops" voluta dalle autorità svedesi. Secondo quanto riferito da un quotidiano locale, lo Svenska Dagbladet, tra i soldati più dotati verranno scelti quelli che formeranno un nucleo per la protezione delle infrastrutture informative del paese.

Il Governo ha appena annunciato una direttiva "antihacker" che consiste nel fornire ai "soldati dell'Information Technology" la capacità di distruggere sistemi nemici e di difendere i computer svedesi. Per dirla con il colonnello Micheal Moore: "da una parte dobbiamo essere in grado di proteggere i nostri sistemi informatici e dall'altra, sul lungo periodo, essere capaci di intasare o far fuori quelli di altri".
TAG: cybercops