Bush: sì, abbiamo intercettato tutti

Clamorosa ammissione del presidente americano: vero, abbiamo autorizzato intercettazioni di massa su scala internazionale. Qualcuno parla di Echelon e TIA. ACLU: una situazione sconvolgente. Monta la polemica

Washington (USA) - Gli amanti delle teorie della cospirazione, almeno questa volta, potranno esultare soddisfatti: "L'avevamo detto". Come nella peggior distopia postmoderna, il presidente di uno stato democratico del calibro degli Stati Uniti è diventato l'artefice della più grande violazione sistematica della privacy mai registrata: Bush ha ammesso pubblicamente di aver autorizzato segretamente la National Security Agency (NSA) a tenere sotto controllo le comunicazioni di migliaia d'individui. Il motivo? Naturalmente nobile: "Salvare la vita a molti cittadini americani dopo la tragedia dell'11 settembre 2001".

A distanza di oltre quattro anni dai tragici fatti di New York e Washington, Bush ha svelato l'arcano durante il tradizionale discorso radiofonico settimanale rivolto al popolo americano: "Nelle settimane a ridosso degli attacchi terroristici contro gli Stati Uniti", ha dichiarato, "ho autorizzato la National Security Agency ad intercettare le comunicazioni internazionali di persone notoriamente collegate al network globale di al Qaeda". Le comunicazioni internazionali di migliaia di cittadini statunitensi sono state violate ma, sostiene Bush, se è stato fatto è perché era necessario "preservare la sicurezza della nazione".

Già poche ore dopo l'ammissione del presidente, l'amministrazione Bush è finita nuovamente sotto il tiro incrociato di critiche, e la polemica monta con il passare delle ore. Il presidente ha infatti scavalcato qualsiasi controllo istituzionale, saltando a piè pari il giudizio di una apposito pannello giudiziario con funzioni di vigilanza, la Foreign Intelligence Surveillance Court.
"La vicenda è sconvolgente", denunciano i membri di ACLU, la più importante organizzazione statunitense che si batte per la salvaguardia dei diritti civili. "Il governo ha tenuto sotto controllo la posta elettronica e le telefonate di migliaia di cittadini", continuano i portavoce dell'associazione, "e di almeno 5mila individui residenti all'estero".

Stando alle dichiarazioni dei membri di ACLU, il governo statunitense non aveva mai utilizzato l'infrastruttura dell'NSA per spiare il popolo sovrano. C'è da ricordare che gli Stati Uniti hanno sempre negato in tutto o in parte l'esistenza e il funzionamento di apparati di sorveglianza elettronica quali Echelon e Carnivore, il primo peraltro denunciato dall'Unione Europea.

Il New York Times aveva già accennato alla vicenda, nota sin dal 2002 come una "mansione eccezionale affidata alla National Security Agency", la più importante organizzazione di intelligence che si dedica anche allo spionaggio internazionale. Ma Condoleeza Rice, segretario di stato americano, ha più volte smentito qualsiasi indiscrezione riguardo questo enorme sistema di spionaggio iperinvasivo.

Dan Eggen, articolista del Washington Post, dichiara che "una fonte anonima all'interno del governo ha confermato l'uso di apparecchiature ad altissima tecnologia per condurre questa attività di spionaggio senza precedenti".

Questo ultimo scandalo abbattutosi sull'amministrazione Bush riporta all'attenzione dell'opinione pubblica internazionale il dibattito sul TIA, Total Information Awareness: un inquietante programma degli Stati Uniti per ottenere il controllo totale delle informazioni che è stato cancellato ma che sopravvive in una miriade di progetti ancora finanziati dalla Difesa USA.

Tommaso Lombardi
TAG: privacy
244 Commenti alla Notizia Bush: sì, abbiamo intercettato tutti
Ordina
  • Un saluto a tutti voi A bocca aperta

    Rispondo al signore che si preoccupa se le banche vengono spiate


    Gentile signore ,
    io ho votato ..... ITALIA DEI VALORI .....
    SA PERCHè NON CI SONO CONDANNATI CHE MI RAPPRESENTANO ,
    questo cosa vuol dire , che io sono per la legalità , la trasparenza e tutti i veri valori della vita , poi per come dice lei , che se si viene spiati ci sono perdite economiche da parte di chi ha denaro , io denaro non ne ho e stò dalla parte del cuore come lo sono sempre stata anche quando avevo il denaro .Il mio cuore ha i veri valori della vita e in questi valori c'è il bene prezioso che è la ..... VITA UMANA DI TUTTO IL MONDO ..... , permette che preferisco essere spiata e nel spiarmi magari mi salvano la vita , mi salvano dalle ingiustizie , non le sembra più giusto che ci spiano e nello spiarci salvano vite umane , perchè intervengono prima ? a dimenticavo , forse lei si stà preoccupando che se poi vengono spiati c'è il rischio che le tolgono la maschera che portano sul viso da persone perbene , io sono dalla parte di visi senza maschera , ma far vedere le rughe di vecchia , segnati da cittadina onesta , non ho paura a essere spiata , anzi ringrazio chi spia e manda in galera i delinquenti e nello stesso tempo cerca di salvare vite umane . Un abbraccio a tutte le Stelle a mè speciali che porto nel cuore e per chi rischia la vita tutti i giorni perche lavora con legalità , dal semplice cittadino al servitore dello Stato *SorrideSorride . Cordialmente la saluto e invio un abbraccio a tutte le vite perse in tutto il mondo compreso quelle per atti terroristici *SorrideSorride .

             ..... Imbriaco Angela .....

       ..... scala40 ..... la vita è preziosa in tutto il mondo ...... scala40 per gli amici veri
    non+autenticato
  • Risponde scala40


    Un saluto a tutti voi A bocca aperta


    Sono contenta di essere spiata da tutto il mondo e spero che continuate a spiarmi anche quando dovrò ritornare in tribunale e spero di non ritrovare quel giudice che le piace cancellare con biro le dichiarazioni false e riportare sul verbale ancora il falso e pretendere che io le firmi il falso . Anzi cari Presidenti Europei , voi che spiate il mondo in cerca di verità e legalità fateci questo regalo grosso a noi cittadini onesti ....via i condannati dal parlamento europeo ....iniziamo a fare pulizia di mele marce da lì . Cordialmente vi invio un enorme abbraccio con un cielo di sorrisi a chi vuol partecipare a donare a noi cittadini onesti un pò di legalità *SorrideSorride A bocca aperta . Dalla vostra amica Imbriaco Angela   scala40
  • qualcuno ha la coscienza zozza. Qulcuno ha fifa di essere stato sgamato a sfasciare vetrine, distruggere macchine in occasione di g8 e affini.
    Paura eh?
    non+autenticato
  • ovviamente questo qualcuno corrisponde ad un target del tipo: simpatizzante comunista, barba incolta, capellone/rasta, cannato, studente universitario a vita, lavoro 0, doccia mai fatte in vita, ecc.... devo continuare?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ovviamente questo qualcuno corrisponde ad un
    > target del tipo: simpatizzante comunista, barba
    > incolta, capellone/rasta, cannato, studente
    > universitario a vita, lavoro 0, doccia mai fatte
    > in vita, ecc.... devo continuare?

    Direi anche "Non ci sono più le mezze stagioni" e "Non c'è mai un vigile quando serve"

    Ma soprattutto, "Una volta qui era tutti campagna".

    E forse era meglio allora, a quelli come te davano una zappa e andavi a lavorare sul serio.
    non+autenticato
  • E quelli come invece??? Dicevano cazzate come adesso?
    non+autenticato
  • Ho letto un pò di post, dove si afferma che i cospiratori sono nerd, paranoici e visionari.Dalla storia si sa, che coloro che detenevano il potere e coloro che lo desideravano, hanno spesso manovrato dietro le quinte, mediante manipolazioni, sotterfugi: in poche parole hanno ordito dei complotti, chi per mantenere lo status quo, chi per cambiarlo.Ora secondo questi tizi, nelle democrazie occidentali, e quindi da 50 anni e passa, l'uomo ha smesso di cospirare.INCREDIBILE!!!!!!! Presumo che ciò sia stato determinato dall'avvento della democrazia e dalla grande responsabilità che i nostri grandi leader condividono.:D Presumo che questi tizi sostengano, che anche se anche ci fossero stati dei complotti,essi sarebbero saltati fuori immediatamente.Ovviamente grazie alla nostra magistratura, aiutata dai gentili e responsabili leader politici e economici.
    Eppure, nell'anno 2005, non sappiamo ancora chi c'era dietro la strategia della tensione, chi ha piazzato le bombe a Piazza Fontana, chi ha buttato giù l'aereo a Ustica, i mandanti dell'omicidio di Calvi,ecc.
    Bè forse lo sappiamo o l'abbiamo intuito.Ma ovviamente, per questi tizi, sono solo paranoie e favole .

    Neerg
    non+autenticato
  • > detenevano il potere e coloro che lo desideravano,
    >hanno spesso manovrato dietro le quinte,
    leggiti per esempio i moschettieri di dumasOcchiolino
    li si c he si davano le pugnalate alla schiena quindi Deluso
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 32 discussioni)