Internet Explorer, l'addio al Mac

A partire dal prossimo anno la versione Mac del browser Microsoft andrà definitivamente in pensione, lasciando campo libero a Safari e ad altri browser alternativi, come Opera e Camino

Redmond (USA) - Il 31 dicembre 2005, dunque tra poco meno di due settimane, Microsoft cesserà il supporto per la versione Mac di Internet Explorer: ciò significa che, a partire dal prossimo anno, il colosso non fornirà più (ma del resto è già un paio d'anni che non lo fa) alcun aggiornamento, neppure di sicurezza.

È questo l'ultimo atto di una strategia resa nota nel giugno del 2003, quando la divisione Macintosh di Microsoft annunciò l'abbandono dello sviluppo di IE per Mac. Non sembra un caso che la decisione del big di Redmond sia arrivata a ridosso del lancio, da parte di Apple, di quello che oggi è il browser ufficiale di Mac OS X: Safari. La stessa Microsoft suggerisce agli utenti della Mela di "migrare alle tecnologie più recenti di web browsing come Safari di Apple".

"Diversi clienti chiedono da tempo che i browser per Mac siano più integrati con il sistema operativo. Questo però è qualcosa che solo Apple può fare", fu il commento di Roz Ho, general manager della Mac Business Unit di Microsoft, all'epoca dell'annuncio dell'abbandono di IE per Mac.
In realtà è vero anche l'opposto. Con le nuove versioni di IE, Microsoft è intenzionata ad integrare sempre più in profondità il proprio browser con Windows e la piattaforma MS.NET: ciò significa che il porting di IE su un altro sistema operativo sarebbe assai meno semplice, se non addirittura impossibile, rispetto al passato.

IE 5.1.7 per Mac OS e IE 5.2.3 per Mac OS X resteranno disponibili per il download fino al 31 gennaio prossimo, dopodiché Microsoft eliminerà il software dai propri server. Ma le alternative ad IE che girano sulla piattaforma Mac non mancano di certo: oltre al già citato Safari si segnalano Camino, Firefox Opera, iCab e OmniWeb.

Alla fine di questo mese scadrà anche il periodo di supporto per il vecchio Office 2001 per Mac, mentre il 31 dicembre del prossimo anno sarà la volta di Office v.X.

La divisione Macintosh di Microsoft continuerà a sviluppare versioni Mac di Office, Virtual PC, MSN Messenger, Windows Media e alcuni altri prodotti secondari.
TAG: apple
94 Commenti alla Notizia Internet Explorer, l'addio al Mac
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)