Brevetti, denuncia contro Microsoft

Windows Mobile 5.0 sfrutterebbe almeno tre brevetti di Visto; la startup richiede i danni e il ritiro dal mercato della piattaforma Microsoft. E denuncia prima ancora di parlarne con bigM

Toronto - Microsoft è finita nel mirino di una nota società che l'accusa di violazione di brevetto, che richiede una montagnola di dobloni a compensazione delle violazioni e che intende fermare la diffusione del sistema operativo mobile di casa Gates.

La notizia sta sollevando molta attenzione anche perché arriva in un momento in cui le tecnologie wireless sono al centro di sfide industriali di importanza capitale, basti pensare alla querelle legale che vede NTP contro Research in Motion (RIM) per le licenze del servizio BlackBerry.

Ad accusare Microsoft è Visto che alla Corte Distrettuale del Texas ha raccontato le malefatte che il big di Redmond avrebbe compiuto sostenendo che oltre all'indennizzo è necessario che Windows Mobile 5.0 venga fermato e che la sua commercializzazione sia resa illegale. La nuova piattaforma, infatti, secondo i documenti depositati in procura, sfrutterebbe almeno tre tecnologie brevettate da Visto che si occupano della gestione dei dati tra server e client mobile.
"E' nostro dovere proteggere i nostri interessi e la capacità di rimanere concorrenziali sul mercato", ha dichiarato Brian Bogosian, CEO e presidente di Visto. "Non abbiamo avuto contatti con Microsoft prima di depositare l'ingiunzione perché crediamo che avrebbero dovuto preoccuparsi per tempo delle loro azioni. Si tratta di una questione di responsabilità, fondamentale per entrare in un nuovo mercato come quello del wireless mailing".

"Fino a quando non faremo il punto sulla denuncia e sulle accuse di Visto non potremo commentare l'accaduto. Nel frattempo, sottolineiamo che Microsoft è autrice dei propri prodotti e rispetta i diritti altrui sulla proprietà intellettuale", ha dichiarato Jack Evans, portavoce di Microsoft.

In contemporanea con la comunicazione ufficiale dell'avvenuta denuncia, Visto ha confermato di aver siglato un contratto licenziatario con NTP. Secondo Bogosian, si tratterebbe di una partnership strategica che non avrebbe niente a che fare con le cause che vedono coinvolte RIM e Microsoft.

"Microsoft in passato si è distinta per una gestione particolare della proprietà intellettuale altrui. Basta ricordare, ad esempio, quello che successe con Sun", ha concluso Bogosian.

Dario d'Elia
TAG: brevetti
15 Commenti alla Notizia Brevetti, denuncia contro Microsoft
Ordina
  • a proposito di brevetti e proprietà intellettuale consiglierei di leggere un commento a riguardo che io condivido completamente si tratta di ciò che Linus Torvalds scrisse nel libro che realizzò con la collaborazione di David Diamond sulla storia del sistema operativo Linux le suddette interessanti considerazioni si trovano nell'ultimo o nel penultimo capitolo non ricordo bene per chi non conosce il libro il titolo della versione italiana è Come ho creato Linux (solo per divertirmi) buona lettura
    non+autenticato
  • Microzozz comprera' Visto a suon di dobloni spagnoli e passa la paura. Non sarebbe la prima volta e non sara' l'ultima
  • > Microzozz comprera' Visto a suon di dobloni
    > spagnoli e passa la paura. Non sarebbe la prima
    > volta e non sara' l'ultima

    Oppure resistera' ad oltranza fino a far fallire l'altra soceta' per le spese legali sostenute.

    Magari si comprera' anche la soceta' stessa.
    non+autenticato
  • Ecco come diventare miliardari in futuro: avere uno studio legale e in più possedere una aziwnda informatica e fare causa alla microsoft.
    non+autenticato
  • Non gli fara' certo bene
    alcuni clienti per queste "cosette" (per alcuni) potrebbero pensare di affidarsi nella scelta di un'altra soluzione.
    ai ai ai
    non+autenticato
  • -citazione:-"Microsoft in passato si è distinta per una gestione particolare della proprietà intellettuale altrui. Basta ricordare, ad esempio, quello che successe con Sun", ha concluso Bogosian.

    Ormai MS si è mostrata per quella che è, e nessuno (neanche gli utenti avveduti) può credere nella sua buona fede

    Diamoci da fare e boicottiamo ogni suo prodotto (evitando anche di piratarlo all'amico non-avveduto)

    non+autenticato

  • > Ormai MS si è mostrata per quella che è, e
    > nessuno (neanche gli utenti avveduti) può credere
    > nella sua buona fede

    che e' un discorso che con i trollazzi che ci sono qui non si puo' fare..
    >
    > Diamoci da fare e boicottiamo ogni suo prodotto
    > (evitando anche di piratarlo all'amico
    > non-avveduto)
    >
    questo invece si e gia' lo faccio.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Ormai MS si è mostrata per quella che è, e
    > > nessuno (neanche gli utenti avveduti) può
    > credere
    > > nella sua buona fede
    >
    > che e' un discorso che con i trollazzi che ci
    > sono qui non si puo' fare..
    > >
    > > Diamoci da fare e boicottiamo ogni suo prodotto
    > > (evitando anche di piratarlo all'amico
    > > non-avveduto)
    > >
    > questo invece si e gia' lo faccio.

    Il futuro dei sistemi Windows-Like: ReactOS.
    E' ancora molto giovane, come progetto, ma direi, ragazzi, di non sottovalutarlo.
    Sarà l'unica alternativa valida, per vedere i vostri programmi di una volta, che ora su XP vanno a singhiozzo, funzionare in futuro. Per non parlare che tale OS, difficilmente sarà Palladium. E', cmq, completamente gratuito e OpenSource.
    Tutto legale e, insieme ad OpenOffice, non avrete neppure più problemi con la pirateria o gli aggiornamenti all'OS.

    Supportate ReactOS.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > > Ormai MS si è mostrata per quella che è, e
    > > > nessuno (neanche gli utenti avveduti) può
    > > credere
    > > > nella sua buona fede
    > >
    > > che e' un discorso che con i trollazzi che ci
    > > sono qui non si puo' fare..
    > > >
    > > > Diamoci da fare e boicottiamo ogni suo
    > prodotto
    > > > (evitando anche di piratarlo all'amico
    > > > non-avveduto)
    > > >
    > > questo invece si e gia' lo faccio.
    >
    > Il futuro dei sistemi Windows-Like: ReactOS.
    > E' ancora molto giovane, come progetto, ma direi,
    > ragazzi, di non sottovalutarlo.
    > Sarà l'unica alternativa valida, per vedere i
    > vostri programmi di una volta, che ora su XP
    > vanno a singhiozzo, funzionare in futuro. Per non
    > parlare che tale OS, difficilmente sarà
    > Palladium. E', cmq, completamente gratuito e
    > OpenSource.
    > Tutto legale e, insieme ad OpenOffice, non avrete
    > neppure più problemi con la pirateria o gli
    > aggiornamenti all'OS.
    >
    > Supportate ReactOS.

    Interessante! Grazie per la segnalazione......
    NSA
    1909

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > > Ormai MS si è mostrata per quella che è, e
    > > > nessuno (neanche gli utenti avveduti) può
    > > credere
    > > > nella sua buona fede
    > >
    > > che e' un discorso che con i trollazzi che ci
    > > sono qui non si puo' fare..
    > > >
    > > > Diamoci da fare e boicottiamo ogni suo
    > prodotto
    > > > (evitando anche di piratarlo all'amico
    > > > non-avveduto)
    > > >
    > > questo invece si e gia' lo faccio.
    >
    > Il futuro dei sistemi Windows-Like: ReactOS.
    > E' ancora molto giovane, come progetto, ma direi,
    > ragazzi, di non sottovalutarlo.
    > Sarà l'unica alternativa valida, per vedere i
    > vostri programmi di una volta, che ora su XP
    > vanno a singhiozzo, funzionare in futuro. Per non
    > parlare che tale OS, difficilmente sarà
    > Palladium. E', cmq, completamente gratuito e
    > OpenSource.
    > Tutto legale e, insieme ad OpenOffice, non avrete
    > neppure più problemi con la pirateria o gli
    > aggiornamenti all'OS.
    >
    > Supportate ReactOS.

    Tutto molto bello, almeno in teoria.
    Per esempio con OpenOffice 2.0 non sono riuscito neanche a fare una stampa unione con i dati di un foglio di calcolo: era necessario che i dati fossero su database.

    non+autenticato

  • > Supportate ReactOS.

    Allo stato attuale non è minimamente usabile (se non per fare dei test o per sfizio).
    Lo seguo costantemente e non sarebbe una brutta idea se implemetassero kde su reactos (godrei come un matto!!!)

    bye
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)