Telefono Blu prevede 2 miliardi di auguri

Festa per gli italiani, ma anche per le compagnie telefoniche, se si avvereranno le previsioni di traffico telefonico formulate dall'associazione per il periodo natalizio

Roma - Più che mai tempestivo, dato il periodo, l'Osservatorio dei consumi del Telefono Blu ha comunicato il risultato delle proprie previsioni in merito a quanti e quali auguri natalizi verranno scambiati nel periodo dal 18 al 27 dicembre 2005.

Una proiezione che, se ritenuta attendibile, sarebbe forse stata più gradita qualche settimana fa dagli operatori di reti mobili, per meglio "tarare" le proprie offerte e promozioni su servizi di messaggistica in vista del Natale.

I numeri: secondo Telefono Blu "stanno partendo oltre 1,2 miliardi di telefonate, da fisso a fisso, da fisso a mobile, da mobile a fisso e viceversa". Per il momento, quindi, non è possibile sapere nulla sull'utilizzo del VoIP. Per gli SMS da telefono cellulare, si parla di oltre 700 milioni di messaggi (12% in più del 2004), mentre dovrebbero essere 50 milioni gli SMS spediti da PC e 150 milioni gli MMS.
Per la sola giornata del 25 dicembre, l'associazione riferisce che si può stimare l'invio di almeno 100 milioni di SMS. Probabilmente tutti di auguri, ma se già la previsione non è facile da formulare, ancor meno facile è sapere il contenuto dei messaggi stimati.
Non sembra esistere alcun pericolo di "black out" da SMS: Telefono Blu afferma che le reti delle quattro compagnie sono state rafforzate. Sarebbero quindi prevedibili ritardi nella consegna dei messaggi, ma non mancati recapiti.

Supponendo che in Italia esistano 18 milioni di utenti di e-mail "reali" (considerando unici gli utenti in possesso di più indirizzi, anche se non conosciamo i presupposti considerati per il conteggio del "netto") sarebbero circa 700 milioni i messaggi di posta elettronica in viaggio nel periodo preso in esame. Tutti di auguri.

Oltre ai messaggi puramente di auguri, che secondo Telefono Blu si suddividono in "Buon Natale" (40%), "Buon Natale e Buon Anno" (30%) e saluti personalizzati (il rimanente 30%), sicuramente dai telefoni partiranno molti scherzi, più o meno simpatici e/o di buon gusto. Per questo motivo l'associazione di consumatori ha pensato di stilare un "codice di comportamento", con alcune regole che non bisognerebbe mai dimenticare:
"1) ricordarsi che i messaggini costano spesso di più di quello che pensiamo;
2) inviare solo un messaggio chiaro e preciso quando si dialoga, gli errori di invio sono ancora molti e vanno tutti a favore delle compagnie; 3) ricordarsi che l'invio di sms da paesi diversi ha costi maggiori;
4) controllare il proprio profilo contattando i call center delle
compagnie;
5) non dimenticare mai le buone maniere, non inviare messaggi scurrili o violenti, soprattutto se si è di pessimo umore;
6) inviare lo stesso messaggio a tutti è a dir poco contrario al costume e genericamente banale;
7) se il ricevente non apprezza i vostri auguri, non insistete;
8) è assolutamente proibito leggere o inviare messaggini mentre si è alla guida: è più pericoloso che usare il telefono;
9) l'anonimato con gli sms non è garantito, meglio farsi riconoscere subito;
10) attenzione infine alle catene e agli eccessi e ovviamente prudenza nell'accettare i contenuti di quanto vi viene inviato, a volte sono truffe".

Questo decalogo dovrebbe già essere dettato dal buon senso e applicato in tutte le occasioni, ma sicuramente spesso è disatteso.
Ad ogni buon conto, che si avverino o meno le previsioni di Telefono Blu, un dato è certo: il traffico voce, di SMS e di e-mail sarà notevole. E più felici, dei destinatari che riceveranno gli auguri, saranno le compagnie telefoniche e i provider, per il volume d'affari natalizio.

Dario Bonacina
TAG: