Microsoft censura un blogger cinese

Dopo la richiesta del Governo, secondo l'azienda era l'unica cosa da fare perché in Cina parlare di certe cose è vietato. Non servono le proteste dei sostenitori dei diritti civili

Roma - La maggiore softwarehouse del mondo, Microsoft, ha deciso di bloccare le pagine web di un blog ospitato sul proprio servizio di blogging offerto agli utenti cinesi: una censura richiesta dalle autorità di Pechino secondo cui quello spazio web trattava temi illegali, questioni come democrazia o diritti civili.

In particolare, il blog di An Ti by Zhao Jing è incorso nella censura dopo aver pubblicato alcune notizie attorno alla recente mobilitazione dei lavoratori di un quotidiano di Pechino, una diffusione di informazioni sgradite al regime e quindi vietate.

Brooke Richardson, dirigente della divisione MSN di Microsoft, ha confermato che l'ordine di censurare il sito è giunto dal governo pechinese. "Quando operiamo all'estero, dobbiamo assicurarci che il nostro servizio sia in linea con le leggi internazionali ma anche con le norme e leggi locali".
Non è un caso che il servizio di hosting dei blog offerto da MSN in Cina, alla stregua di quelli offerti dai propri competitor, occidentali e non, metta al bando una serie di temi e persino di parole: il termine "democrazia", ad esempio, non può essere usato liberamente, così come la locuzione "diritti umani". Disposizioni che sono richieste dalle autorità cinesi alle società occidentali che vogliano operare su quel mercato.

L'organizzazione internazionale dei giornalisti Reporters sans frontières (RSF) ha stigmatizzato la censura che, come le altre già documentate in passato da parte di vari attori dello scenario tecnologico internazionale che operano in Cina, secondo RSF "violano la libertà di espressione così come definita nella Dichiarazione universale dei Diritti dell'uomo, proclamata dalle Nazioni Unite all'atto della sua fondazione e che si applica a tutti, comprese le corporation".

Le critiche che in questi giorni stanno assediando Microsoft ricordano da vicino quelle che hanno travolto Yahoo! nei mesi scorsi, quando la stessa RSF rese noto come i log degli accessi forniti da Yahoo! al regime cinese hanno consentito alle autorità pechinesi di condannare a 10 anni di carcere un giornalista che aveva osato elevare critiche a Pechino sfruttando i servizi della celebre net company americana.
TAG: censura
48 Commenti alla Notizia Microsoft censura un blogger cinese
Ordina
  • e forse guadagnerebbe quello 0.1% in + di fama
    non+autenticato
  • Solo allora potremo iniziare a parlare di un Paese semi libero, come e´ l´Italia oggi del resto.
    Sarebbe comunque un bel progresso per quel Paese!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Solo allora potremo iniziare a parlare di un
    > Paese semi libero, come e´ l´Italia oggi del
    > resto.
    > Sarebbe comunque un bel progresso per quel
    > Paese!!!
    beh d'altronde Grillo e' anche l'unico che fa informzione
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Solo allora potremo iniziare a parlare di un
    > Paese semi libero, come e´ l´Italia oggi del
    > resto.
    > Sarebbe comunque un bel progresso per quel
    > Paese!!!

    Beh... Non si tratta di libertà, ma di informazione più che altro. Anche se Beppe Grillo non dice sempre cose giuste al 100% (a volte è così approssimativo e naive!), se non altro aiuta la gente a porsi degli interrogativi. Ecco perché una persona come lui è fondamentale
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Solo allora potremo iniziare a parlare di un
    > Paese semi libero, come e´ l´Italia oggi del
    > resto.
    > Sarebbe comunque un bel progresso per quel
    > Paese!!!

    Qui lo hanno allontanato dalle TV. E ora comunica attraverso il suo blog.

    In cina lo avrebbero fucilato.
    non+autenticato
  • Cina = Comunisti
    e ci credo che fanno bene a scapparsene da la ..
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Cina = Comunisti
    > e ci credo che fanno bene a scapparsene da la ..

    Chiamare comunismo l'attuale regime cinese è ormai un eufemismo, è solo un nome di facciata. Basta notare l'invasione dei loro prodotti per rendersi conto che là vige solo un capitalismo sfrenato che non guarda in faccia le persone e le sfrutta solo per il dio denaro. (tutto questo detto da un non-comunista).
  • Si fa la guerra all' IRAQ per portarci. la DEMOCRAZIA e si cade su queste cose?
    Chi ancora non l' avesse fatto cominci finalmente a rendersi conto di quale buffonata siamo spettatori e in una certa misura (a seconda di quanto consenso gli diamo) corresponsabili.
  • Il problema non è Microsoft, Yahoo! o altri, ma la CINA e la libertà di cui parla la famosa canzone comunista.

    Certo, sarebbe più dignitoso non investire in Cina, ma forse sarebbe anche peggio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Certo, sarebbe più dignitoso non investire in
    > Cina, ma forse sarebbe anche peggio.

    Sarebbe anche cosa buona e giuste evitare di vendergli le armi.
    Quando io nostro super-presidente-non-ho-peli-sulla-lingua Ciampi disse che ormai potevamo anche ricominciare a farlo mi cascarono le bolas.

    E comunque, evitare contatti commerciali con la Cina forse sarebbe peggio. Addio a tutte quegli oggetti di tutti giorni che costano pochissimo. Addio anche agli yacht che certi industriali (nostrani e cinesi) si possono permettere producendo in Cina e vendendo altrove.
    Saremmo alla fine costretti ad un consumo piu' consapevole, meno spreconi (o forse sono io che sono rimasto semitraumatizzato dalla quantita' di plastiche cinesi inutili che sono circolate nelle ultime festivita' ?)
    Ma alla fine pensa che bello: la piaggio, il tessile, e indotti vari, che assumono. Intendiamoci, io sono per un mercato piu' possibile libero (con le ovvie dovute regolamentazioni anti-monopolio), ma sinceramente questa e' concorrenza sleale. Come faccio io che produco in Italia a competere con qualcuno che non deve pagare ferie, malattia, straordinari ai propri dipendenti che lavorano 14 ore al giorno, infischiandosene pure dell'ambiente ?

    Senza contare poi il controsenso "morale": qua tuteli il lavoro e i diritti delle persone, pero' comprando in Cina, di fatto sostieni lo sfruttamento di altre persone. E' un po' come essere contro la pena di morte e poi vendere l'ascia al boia.
    chef
    191

  • - Scritto da: Alessandrox
    > Si fa la guerra all' IRAQ per portarci. la
    > DEMOCRAZIA e si cade su queste cose?
    > Chi ancora non l' avesse fatto cominci finalmente
    > a rendersi conto di quale buffonata siamo
    > spettatori e in una certa misura (a seconda di
    > quanto consenso gli diamo) corresponsabili.

    Beh, oramai le idee le abbiamo abbastanza chiare un po' tutti. E' rimasta solo qualche scimmietta che si copre gli occhi e le orecchie lasciando libera la bocca, ma sono casi sempre più isolati.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Alessandrox
    > Si fa la guerra all' IRAQ per portarci. la
    > DEMOCRAZIA e si cade su queste cose?
    > Chi ancora non l' avesse fatto cominci finalmente
    > a rendersi conto di quale buffonata siamo
    > spettatori e in una certa misura (a seconda di
    > quanto consenso gli diamo) corresponsabili.

    1. La guerra in Iraq la fa Bush e non Bill Gates
    2. Per quanto è la corresponsabilità degli italiani sono orgoglioso, come italiano, di quello ce stiamo facendo in Iraq
    3. Sono un po' meno orgoglioso di avere un presidente della repubblica che è favorevole a tornare a vendere armi a Pechino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > 2. Per quanto è la corresponsabilità degli
    > italiani sono orgoglioso, come italiano, di
    > quello ce stiamo facendo in Iraq

    Estrarre petrolio tramite l'ENI ? Perplesso
    mda
    783

  • - Scritto da: mda
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > 2. Per quanto è la corresponsabilità degli
    > > italiani sono orgoglioso, come italiano, di
    > > quello ce stiamo facendo in Iraq
    >
    > Estrarre petrolio tramite l'ENI ? Perplesso

    Esattamente. L'ha detto anche il ministro dell'Interno.
    non+autenticato
  • Sveglia, Bill!!! Tanto in Cina Winzzoz non lo comprano lo stesso!
    Per una volta che potevi fare una bella figura... siete una multinazionale senza un briciolo di OO
  • Bill avrebbe dovuto abbandonare la Cina, dato che o lasci la Cina o ti pieghi alle regole della Cina comunista.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Bill avrebbe dovuto abbandonare la Cina, dato che
    > o lasci la Cina o ti pieghi alle regole della
    > Cina comunista.

    Sarebbe una scelta sensata. Peccato che la Microsoft non possa rinunciare a un bacino d'utenza così ampio... E' la solita ipocrisia dell'Occidente...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Bill avrebbe dovuto abbandonare la Cina, dato
    > che
    > > o lasci la Cina o ti pieghi alle regole della
    > > Cina comunista.
    >
    > Sarebbe una scelta sensata. Peccato che la
    > Microsoft non possa rinunciare a un bacino
    > d'utenza così ampio... E' la solita ipocrisia
    > dell'Occidente...
    Senti chi parla di ipocrisia... ma se i sinistroidi ne sono così pieni zeppi c he non sanno nenanche più cosa vuol dire....
    non+autenticato


  • - Scritto da: Aleph (sub)Zero
    > Sveglia, Bill!!! Tanto in Cina Winzzoz non lo
    > comprano lo stesso!
    > Per una volta che potevi fare una bella figura...
    > siete una multinazionale senza un briciolo di OO
    e di cervello.
    Pero i cinesi sono intelligenti evitando i prodotti MerXosoft
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)