Nota/ No, Punto Informatico non è sul DTT

Qualche mail in redazione: c?è chi sfrutta i feed del quotidiano online e porta il nome di PI sulla tv digitale terrestre. Ma non è un uso autorizzato dal giornale

Roma - Alcune segnalazioni, nei giorni scorsi, davano per sicura la presenza di Punto Informatico sulle frequenze della televisione digitale terrestre, e questo a causa dell'iniziativa di un laboratorio di sviluppo che ha deciso di "spedire" su DTT i feed RSS distribuiti online ormai da lungo tempo dal quotidiano tecnico.

Sul sito dedicato di quel laboratorio, infatti, si legge, tra le altre cose, della presenza di un'applicazione dimostrativa realizzata utilizzando appunto i feed di PI:

"Feed rss, applicazione dimostrativa che consente di pubblicare sulla televisione digitale terrestre le notizie recuperate dai Feed RSS disponibili normalmente sulla rete Internet. L'applicazione è attualmente trasmessa a Torino sulle frequenze dell'emittente privata Telecupole gestite dall'operatore 2M e presenta i contenuti aggiornati quotidianamente della sezione Feed RSS del sito web Punto Informatico relativamente alle categorie PI, PI Hardware, PI Telefonia".
Il DTT, per gli appassionati di tecnologia, non può che rivestire un certo interesse, del tutto indipendente dalle infinite beghe politiche ed economiche che ne accompagnano la diffusione in Italia. Per questo, Punto Informatico, pur non essendo stato nemmeno contattato dagli sviluppatori e senza aver concesso alcuna autorizzazione, seguirà senz'altro da vicino l'evoluzione di questo ed eventuali altri applicativi DTT.

la Redazione
TAG: 
71 Commenti alla Notizia Nota/ No, Punto Informatico non è sul DTT
Ordina
  • Vedo che l'anno nuovo ha portato una nuova predisposizione di PI a non boicottare il DT (come qualcuno chiede). Sono molto contento. Bravi.
    Federico Rocchi
    non+autenticato
  • grande tecnologia!!!! A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta
    non+autenticato
  • Ma PI "SOLIDO" esiste ancora? Oppure poco dopo avere raccolto le iscrizioni è sparito?
    non+autenticato

  • > Oppure poco dopo
    > avere raccolto le iscrizioni è sparito?

    Ho avuto la stessa impressione. Fai l'iscrizione, te ne mandano una copia e poi più nulla. Forse è stato solo un pretesto per raccogliere un po' di dati personali. Chissà per farne cosa. Comunque da PI non mi sarei mai aspettato un comportamento di questo tipo.
    non+autenticato
  • ci pensavo or ora anch'io. Ormai è passato quasi un'anno dal primo e unico numero...boooo
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Oppure poco dopo
    > > avere raccolto le iscrizioni è sparito?
    >
    > Ho avuto la stessa impressione. Fai l'iscrizione,
    > te ne mandano una copia e poi più nulla. Forse è
    > stato solo un pretesto per raccogliere un po' di
    > dati personali. Chissà per farne cosa. Comunque
    > da PI non mi sarei mai aspettato un comportamento
    > di questo tipo.

    Io un po' me l'aspettavo (nulla contro PI, solo generica diffidenza nel divulgare i miei dati).

    Qualche ipotesi (senza accusare nessuno, sono solo scenari possibili):

    1) erano in buona fede e si sono resi conto che l'iniziativa era in perdita (strano però, bastava farsi due conti prima)

    2) erano in buona fede ma qualche contratto pubblicitario è saltato quindi non erano più coperte le spese di stampa e spedizione

    3) non erano in buona fede e hanno voluto fare incetta di nominativi e indirizzi

    In ogni caso ai sensi della normativa sulla privacy chi si è abbonato può recedere e richiedere la cancellazione dei propri dati, essendo evidentemente cessata la finalità del trattamento. Sempre ai sensi della normativa, PI è tenuto a rispondere entro tot giorni, confermando la cancellazione o spiegando i motivi per i quali non intende farla.

    Redazione, se ci leggi batti un colpo...
    non+autenticato

  • Ciao
    e' un po' scoraggiante l'illazione sui dati personali per una redazione che offre prodotti gratuiti tra l'altro promuovendo un giorno e l'altro pure maggiore consapevolezza sui propri diritti alla privacy (per non parlare dei casini giudiziari subiti per difendere i propri e quelli degli altri, ma la memoria e' spesso corta...).
    Ad ogni modo qualcuno degli iscritti a Solido ha gia' chiesto e ottenuto ovviamente in modo immediato la cancellazione dei propri dati, c'e' anche chi vorrebbe iscriversi, la verita' e' che le condizioni di mercato con cui era partito non sono state confermate come sperato nei numeri successivi.
    Come gia' detto dal direttore (vedi thread qui: http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1033...)
    non si esclude che Solido possa tornare a vivere, di certo e' che oggi non ci sono le condizioni.
    Per cancellare i dati come sempre, come e' scritto sulle info del sito, come era scritto in fase di sottoscrizione del giornale e com'e' ovvio visto che stiamo parlando di PI... basta dirlo e vengono cancellati.
    Che ci sia persino astio perche' ci si e' fermati al primo numero davvero mi risulta incomprensibile.
    ciao
    Lamberto
  • di far soldi con il lavoro altrui?
    E' possibile che i contenuti interessanti web non si formano magicamente sulla Rete ma qualcuno deve lavorare per comporli? Arrabbiato
    non+autenticato
  • Cara redazione di P.I.,
    voi adottate la licenza Creative Commons e poi sbandierate che "non è un uso autorizzato dal giornale" ?

    Cito dalla llicenza:

    Tu sei libero: di riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire o recitare l'opera alle seguenti condizioni:
        
    Attribuzione. Devi riconoscere il contributo dell'autore originario.
    Non commerciale. Non puoi usare quest?opera per scopi commerciali.
    Non opere derivate. Non puoi alterare, trasformare o sviluppare quest?opera.

    Nell'articolo e' citato il fatto che l'emittente attribuisce a P.I. la paternita' delle notizie, non vi e' uso commerciale (a meno che l'emittente non si faccia pagare per vedere le notizie di P.I. ma nell'articolo non vi e' menzione) e non credo che gli articoli vengano alterati per il fatto di essere pubblicati su DTT, pertanto non vedo come la pubblicazione dei feed RSS sia da considerarsi non autorizzata.

    L'unico appunto e' che probabilmente non citano la licenza Creative Commons, ma credo che sia un fatto del tutto marginale e a cui e' possibile rimediare molto facilmente (basta dirlo all'emittente).

    In poche parole, questa volta l'avete fatta fuori da vaso.
    non+autenticato

  • -> Non commerciale. Non puoi usare quest?opera per
    > scopi commerciali.

    DOMANDA: la TV in questione è commeciale? (mi spiego meglio: i contenuti li ottengo aggratis da PI, i soldi li faccio infarcendi/intervallandi con pubblicità?)

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > -> Non commerciale. Non puoi usare quest?opera per
    > > scopi commerciali.
    >
    > DOMANDA: la TV in questione è commeciale? (mi
    > spiego meglio: i contenuti li ottengo aggratis da
    > PI, i soldi li faccio infarcendi/intervallandi
    > con pubblicità?)

    Per quello che mi importa la TV in questione potrebbe fare i soldi anche facendo prostituire le segretarie. La domanda corretta sarebbe: fa i soldi vendendo i contenuti di P.I. ? La risposta e' chiaramente NO, ergo nessun uso commerciale.
    non+autenticato
  • se fa della publicità intervallando contenuti di PI sì, fa soldi grazie anche a PI
    non+autenticato

  • Non mi sembra proprio che p.i. stia denunciando qualcuno no? Sta solo dicendo che non sono nemmeno stati avvertiti e questa a casa mia e' una cosa piuttosto grave. Se violano la legge non lo so ma una tv puzza di commerciale lontano un miglio quindi e' assai probabile che la CC non sia rispettata. In ogni caso e' buona norma quantomeno avvertire (anche perche' se guardi in giro su google ce' qualcuno che dice che pi si e' venduto al dtt... c''e' pure un danno di immagine...)

    > In poche parole, questa volta l'avete fatta fuori
    > da vaso.

    No, mi sa che quel liquidino che vedo e' il tuoSorride

  • - Scritto da: sandcreek

    > Non mi sembra proprio che p.i. stia denunciando
    > qualcuno no? Sta solo dicendo che non sono
    > nemmeno stati avvertiti e questa a casa mia e'
    > una cosa piuttosto grave.

    Casa tua per fortuna non fa testo. Perche' avrebbero dovuto avvertire ? Non c'e' scritto da nessuna parte che devono avvertire per usare i contenuti licenziati dalla Creative Commons. Anzi, P.I. dovrebbe ringraziare per avere tale visibilita' senza dover spendere un centesimo (le apparecchiature per la trasmissione e gli affitti delle frequenze chi li paga ? lo sviluppo del software chi lo paga ? i tecnici chi li paga ?).

    > Se violano la legge non
    > lo so ma una tv puzza di commerciale lontano un
    > miglio quindi e' assai probabile che la CC non
    > sia rispettata.

    Quale punto non e' rispettato ? Tu sai cosa significa scopo commerciale ? Mi sembra proprio di no.

    > In ogni caso e' buona norma
    > quantomeno avvertire (anche perche' se guardi in
    > giro su google ce' qualcuno che dice che pi si e'
    > venduto al dtt... c''e' pure un danno di
    > immagine...)

    P.I. dovrebbe rivalersi su chi ha diffuso notizie false, non su chi ha esercitato un diritto che P.I. stesso ha concesso quando ha adottato la licenza Creative Commons. In ogni caso il bersagio e' sbagliato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Casa tua per fortuna non fa testo. Perche'
    > avrebbero dovuto avvertire ? Non c'e' scritto da
    > nessuna parte che devono avvertire per usare i
    > contenuti licenziati dalla Creative Commons.
    > Anzi, P.I. dovrebbe ringraziare per avere tale
    > visibilita' senza dover spendere un centesimo (le
    > apparecchiature per la trasmissione e gli affitti
    > delle frequenze chi li paga ? lo sviluppo del
    > software chi lo paga ? i tecnici chi li paga ?).

    Secondo me il punto e': esistono dei termini di licenza una licenza: facciamoli rispettare, senno' poi si chiude un' occhio oggi, uno domani e buonanotte. Questo in generale a prescindere dal fatto in questione.

    > > Se violano la legge non
    > > lo so ma una tv puzza di commerciale lontano un
    > > miglio quindi e' assai probabile che la CC non
    > > sia rispettata.

    > Quale punto non e' rispettato ? Tu sai cosa
    > significa scopo commerciale ? Mi sembra proprio
    > di no.

    Se io prendo i tuoi contenuti CC e li metto in una rivista a pagamento e' chiaro che ci lucro sopra.
    Se prendo i tuoi contenuti e li metto in una TV a pagamento stessa cosa.
    Se li metto in una TV commerciale, anche se non li "vendo" , li inserisco comunque come "valore aggiunto": non vendo direttamente il contenuto ma grazie ad esso guadagno visibilita' per, ad esempio, le inserzioni commerciali. Le TV commerciali tradizionali non vendono cio' che fanno vedere ma guadagnano sulla pubblicita', in base a quanto viene visto di cio' che veicolano... questo e' comunque uso commerciale dei contenuti.

  • - Scritto da: Alessandrox
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Casa tua per fortuna non fa testo. Perche'
    > > avrebbero dovuto avvertire ? Non c'e' scritto da
    > > nessuna parte che devono avvertire per usare i
    > > contenuti licenziati dalla Creative Commons.
    > > Anzi, P.I. dovrebbe ringraziare per avere tale
    > > visibilita' senza dover spendere un centesimo
    > (le
    > > apparecchiature per la trasmissione e gli
    > affitti
    > > delle frequenze chi li paga ? lo sviluppo del
    > > software chi lo paga ? i tecnici chi li paga ?).
    >
    > Secondo me il punto e': esistono dei termini di
    > licenza una licenza: facciamoli rispettare,
    > senno' poi si chiude un' occhio oggi, uno domani
    > e buonanotte. Questo in generale a prescindere
    > dal fatto in questione.
    >
    > > > Se violano la legge non
    > > > lo so ma una tv puzza di commerciale lontano
    > un
    > > > miglio quindi e' assai probabile che la CC non
    > > > sia rispettata.
    >
    > > Quale punto non e' rispettato ? Tu sai cosa
    > > significa scopo commerciale ? Mi sembra proprio
    > > di no.
    >
    > Se io prendo i tuoi contenuti CC e li metto in
    > una rivista a pagamento e' chiaro che ci lucro
    > sopra.
    > Se prendo i tuoi contenuti e li metto in una TV
    > a pagamento stessa cosa.
    > Se li metto in una TV commerciale, anche se non
    > li "vendo" , li inserisco comunque come "valore
    > aggiunto": non vendo direttamente il contenuto ma
    > grazie ad esso guadagno visibilita' per, ad
    > esempio, le inserzioni commerciali. Le TV
    > commerciali tradizionali non vendono cio' che
    > fanno vedere ma guadagnano sulla pubblicita', in
    > base a quanto viene visto di cio' che
    > veicolano... questo e' comunque uso commerciale
    > dei contenuti.


    Peccato che per ora stiano solo facendo un test di trasmissione... poi toglieranno questa schifezza e ci metteranno altro, o venderanno la tecnologia se non si tratta di qualcosa che sanno già fare tutti (non mi sembra sto gran chè spedire gli rss in tv...)... my 2 cents
    non+autenticato

  • Non potete pensare di sfruttarlo, dopo tutte quello che se ne e' detto. Va affossato, per dimostrare quali e quanti soldi pubblici sono stati buttati a svantaggio della banda larga, cosa che vi dovrebbe stare molto piu' a cuore.
    non+autenticato

  • -> quello che se ne e' detto. Va affossato, per
    > dimostrare quali e quanti soldi pubblici sono
    > stati buttati

    Mai sentito dire il detto popolare "gettare via l'acqua col bambino dentro?"
  • > Non potete pensare di sfruttarlo, dopo tutte
    > quello che se ne e' detto. Va affossato, per
    > dimostrare quali e quanti soldi pubblici sono
    > stati buttati a svantaggio della banda larga,
    > cosa che vi dovrebbe stare molto piu' a cuore.

    Ma braaaavo! Così per la tua stupida ripicca, andrebbero sprecati anche i soldi spesi per il digitale terrestre! E poi cosa ti ha fatto di male il digitale terrestre? Volenti o nolenti, ci si sarebbe cmq dovuti arrivare, tutto il mondo si sta convertendo al DVB-T.
    non+autenticato
  • > Ma braaaavo! Così per la tua stupida ripicca,
    > andrebbero sprecati anche i soldi spesi per il
    > digitale terrestre!

    Allora continuiamo a buttarne via di nuovi, per non sprecare i vecchi ovviamenteA bocca aperta

    > Volenti o nolenti, ci si sarebbe cmq dovuti arrivare,
    > tutto il mondo si sta convertendo al DVB-T.
    SICURO ? E soprattutto ti sei mai chiesto perchè?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Non potete pensare di sfruttarlo, dopo tutte
    > quello che se ne e' detto. Va affossato, per
    > dimostrare quali e quanti soldi pubblici sono
    > stati buttati a svantaggio della banda larga,
    > cosa che vi dovrebbe stare molto piu' a cuore.

    Ma vai a quel paese!!!
    Con tutto il cuore, ed anche il resto.
    Finalmente dopo anni ed anni di analogico con cui vedevo malissimo i canali Mediaset, La7 e MTV, ora finalmente riesco a vederli bene (anche Rai2 e Rai3 sono migliorati, visto che prima li vedevo bene ma non perfettamente).
    Spero che gente come te che pensa solo "al suo orticello" la smetta di dire cavolate.
    Sei solo il solito italiano medio, che se una cosa va bene ad altri, ma non a te, allora va affossata comunque.
    Ti compatisco.
    non+autenticato
  • > Con tutto il cuore, ed anche il resto.
    > Finalmente dopo anni ed anni di analogico con cui
    > vedevo malissimo i canali Mediaset, La7 e MTV,
    > ora finalmente riesco a vederli bene (anche Rai2
    > e Rai3 sono migliorati, visto che prima li vedevo
    > bene ma non perfettamente).
    > Spero che gente come te che pensa solo "al suo
    > orticello" la smetta di dire cavolate.
    Mi spieghi perchè i MIEI soldi debbano essere usati per coltivare il TUO orticello?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mi spieghi perchè i MIEI soldi debbano essere
    > usati per coltivare il TUO orticello?

    Per il semplice fatto che i IMIEI soldi sono stati usati *anni fa* per coltivare il TUO orticello.
    Ti ricordo che solo una piccola percentuale della popolazione (ed evidentemente tu ne fai parte) può ricevere tutti i canali (analogici) bene.
    La Rai (col canone e la pubblicità) e gli altri (con solo la pubblicità) hanno pensato bene di spendere più soldi in ripetitori nelle zone più densamente abitate.

    non+autenticato
  • > > Mi spieghi perchè i MIEI soldi debbano essere
    > > usati per coltivare il TUO orticello?
    >
    > Per il semplice fatto che i IMIEI soldi sono
    > stati usati *anni fa* per coltivare il TUO
    > orticello.
    > Ti ricordo che solo una piccola percentuale della
    > popolazione (ed evidentemente tu ne fai parte)
    > può ricevere tutti i canali (analogici) bene.
    C'è anche una piccola parte della popolazione, di cui faccio parte, che NON possiede una TV, NON la guarda e non sa cosa farsene eppure paga lo stesso per il TUO orticello!
    Torna a zappare vaA bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > > Mi spieghi perchè i MIEI soldi debbano essere
    > > > usati per coltivare il TUO orticello?
    > >
    > > Per il semplice fatto che i IMIEI soldi sono
    > > stati usati *anni fa* per coltivare il TUO
    > > orticello.
    > > Ti ricordo che solo una piccola percentuale
    > della
    > > popolazione (ed evidentemente tu ne fai parte)
    > > può ricevere tutti i canali (analogici) bene.
    > C'è anche una piccola parte della popolazione, di
    > cui faccio parte, che NON possiede una TV, NON la
    > guarda e non sa cosa farsene eppure paga lo
    > stesso per il TUO orticello!
    Guarda che quelle persone di cui parli non pagano il canone...quindi non perdono proprio nulla.
    Sveglia.
    non+autenticato
  • Io vedo la tv benissimo e senza DTT.

    Non e' che percaso hai un impianto un po' fetuso? ha senso spendere 100 euro per condomino per installare un DTT per ogni televisore ... piuttosto che rimandare la riparazione dell'antenna centralizzata (che a buon bisogno avrai solo rimandato).

    Il DTT non mi fa schifo - e' che non ho voglia di comprare 4 decoder, uno per televisore. In america hanno fissato in 15 ANNI il tempo di switch-off! perche' e' il tempo in cui si diffonderanno televisori dvb-t.

    Prima di allora, vi faccio tanti auguri, ma io non lo compro.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Ilruz
    > Io vedo la tv benissimo e senza DTT.

    Ecco che ritorna fuori "IL MIO ORTICELLO"!!!
    Solo una minoranza della popolazione vede bene *tutti* i canali analogici; lo volete capire o no?

    > Non e' che percaso hai un impianto un po' fetuso?

    Guarda, è stato fatto 10 anni fa, e quando era nuovo di zecca beccava i canali allo stesso modo, esattamente come li beccano tutti qui.
    Ed anche nei comuni/province adiacenti ci sono canali che o si vedeno male o non si vedono benissimo.

    > ha senso spendere 100 euro per condomino per
    > installare un DTT per ogni televisore ...
    > piuttosto che rimandare la riparazione
    > dell'antenna centralizzata (che a buon bisogno
    > avrai solo rimandato).

    Se tu sei abituato a fare ilazioni false su chi non conosci per niente, non credo che puoi riscuotere un gran consenso.

    > Il DTT non mi fa schifo - e' che non ho voglia di
    > comprare 4 decoder, uno per televisore.

    Su questo hai pienamente ragione; però non ho ancora visto nessuno (e di associazioni dei consumatori ce ne sono anche troppe) che si è mai preso la briga di chiedere all'autorità garante un'inchiesta su come mai i televisori con DTT già integrato non costano uguale e quelli normali, ma molto di più.
    Qualche giorno fa, mi si è rotto un tv, e suppongo che la riparazione costi più che a comprarlo nuovo.
    Perché non vedo a giro 14" con DTT già integrato a 70-100 euro (prezzo degli analogici che ho trovato)?
    O meglio, con doppio sintonizzatore ATT/DTT?

    > In
    > america hanno fissato in 15 ANNI il tempo di
    > switch-off! perche' e' il tempo in cui si
    > diffonderanno televisori dvb-t.

    Beh, se tu pensavi davvero che l'Italia fosse l'unico paese al mondo a non rimandare lo switch-off (cosa che hanno fatto tutti) forse sei un po' ingenuo.
    Anche in Italia ci metterà lo stesso tempo degli altri paesi, ma per lo meno ci siamo già mossi in quella direzione e non saremo certamente gli ultimi a scoprirlo, come invece anni fa succedeva sempre per qualsiasi tipo di nuova tecnologia.

    > Prima di allora, vi faccio tanti auguri, ma io
    > non lo compro.

    Nessuno ti costringe.
    Comunque resta il fatto che chi già vede bene la tv analogica (e quindi non ha bisogno di quella digitale) grida allo scandalo quando si parla degli incentivi al DTT, ma invece a chi non gliene frega un piffero di Internet e dei computer, non abbia mai detto niente contro gli incentivi per l'ADSL e per l'acquisto di pc.

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)