Tanti Vista, un solo DVD

Fonti vicine a Microsoft sostengono che Windows Vista verrà distribuito su supporti che conterranno tutte le versioni del sistema operativo: per facilitare il passaggio da un'edizione all'altra

Redmond (USA) - Windows Vista potrebbe essere il primo sistema operativo di Microsoft le cui varie edizioni saranno distribuite all'interno dello stesso supporto di installazione: ciò permetterà agli utenti di effettuare l'upgrade ad un'edizione superiore senza la necessità di acquistare una nuova confezione del prodotto.

Per fare un esempio, gli utenti che acquisteranno una copia di Windows Vista Home Basic potranno passare all'edizione Premium semplicemente acquistando on-line, con carta di credito, una speciale chiave capace di sbloccare le funzionalità della versione superiore (già presenti, in forma criptata, sui CD o DVD di installazione).

L'esistenza di una sola versione modulare di Windows Vista potrebbe semplificare la vita sia agli utenti finali che alle partner di Microsoft, finalmente esonerate dall'onere di supportare più immagini del sistema operativo per ciascun cliente o di eseguire più installazioni nel tempo. Questo è ancor più vero se si considera che l'intera famiglia di sistemi operativi Windows Vista si comporrà di sette differenti edizioni business e consumer.
Tale mossa, se ufficialmente confermata, potrebbe tuttavia scontentare i distributori e i rivenditori di software, che si vedrebbero scavalcati da un sistema di vendita diretta interamente gestito da Microsoft. Un sistema che, se inizialmente sarà applicato esclusivamente agli upgrade del software, in futuro potrebbe trasformarsi in un vero e proprio servizio di e-commerce da cui acquistare e scaricare copie integrali dei prodotti di Microsoft. Prima di ciò, tuttavia, è probabile che il gigante di Redmond vorrà poter contare su lucchetti digitali sufficientemente robusti e affidabili.
TAG: sw
211 Commenti alla Notizia Tanti Vista, un solo DVD
Ordina
  • Cosa penserà l'utente di un SO che gli viene configurato mutilandone delle parti in base ha quanto ha sborsato?
    E del fatto che se sceglie il "modello base" magari vengono amputate funzioni utili e lasciati gadget e orpelli puramente estetici, come in un recente passato in cui molte case automobilistiche sul "basso di gamma" montavano inutili cazzatine fragili e costose da riparare, mentre ABS e condizionatore rimanevano optional?
    non+autenticato
  • Sono stati per caso in grado di fare anche il disco multilingua, oltre che multiversione?

    Come avviene per altri SO, dove su un unico supporto ci sono decine di lingue tra le quali scegliere, e spesso anche la possibilità di cambiare la lingua a piacere dopo l'installazione.




  • Che funzioni bene, questo Vista. Che non ci siano finalmente più bug e menate del genere, e che il sistema non abbia debolezze.
    Anzi, ho fiducia che sarà così: di certo le caratteristiche fondamentali, quelle salienti, delle nuove versioni di Windows saranno allo stato dell'arte.
    E così finalmente tutti gli utenti potranno gustare appieno il trusted computing: mettere mano alla carta di credito per ogni aggiornamento, per ogni servizio MS, per ogni canzoncina scaricata, per ogni singolo software installato.
    Niente più copie piratate, niente software gratuito da trovare in giro per la Rete (solo software trusted, solo a pagamento), niente pittuppì.
    Basta con software Open Source, basta freeware, niente più Linux. Carta di credito, meglio con un bel plafond, e via.
    Così finalmente giganti del pensiero come quel troll che ha postato "e anche qui avete tanto da imparare" sarà felice e contento, o almeno se ne starà zitto.
    In fondo hanno ragione i Winari: basta con la politica Linara nell'informatica, si faccia solo economia e finanza.
    Non vedo l'ora.
  • Sono un ignorante, e se è per questo sono anche molto peloso e puzzo.
    Però questi fatti sono piuttosto irrilevanti nel contesto del TC.
    Con Vista comincia pian pianino l'inserimento del TC nel sederino dell'utente, ed una volta a regime sarà finita la pacchia. Non ho inventato io le cose che ho scritto: se non fossero vere, del resto, non avrebbe nessun senso il concetto stesso di "trusted computing". Per cosa lo mettono Fritz su scheda madre sennò?

  • - Scritto da: wowbagger
    > Con Vista comincia pian pianino l'inserimento del
    > TC nel sederino dell'utente, ed una volta a
    > regime sarà finita la pacchia.

    Non è Microsoft che vuole il TC ma sono le softwarehouse e i produttori di hardware. Quindi è ininfluente il sistema operativo. Se un giorno ci sarà il TC quello sarà su tutti i S.O. altrimenti scordati hardware e software per S.O. che non sono TC.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Non è Microsoft che vuole il TC ma sono le
    > softwarehouse e i produttori di hardware. Quindi
    > è ininfluente il sistema operativo. Se un giorno
    > ci sarà il TC quello sarà su tutti i S.O.
    > altrimenti scordati hardware e software per S.O.
    > che non sono TC.

    Allora, ci sono cose del genere:

    http://www.research.ibm.com/gsal/tcpa/

    che certamente sono interessanti.
    Ma questo non toglie che:
    - non ci si scambia più un accidente, no musichette no filmetti
    - non si pirata più un accidente. È implicito nell'articolo, se sul DVD ci sono diverse versioni di Vista e devi pagare per sbloccarne una o un'altra, è chiaro che non basterà copiare il DVD per passarlo ad altri
    - l'Open Source viene snaturato: se ho un sorgente "trusted", una variazione fatta da me non lo sarà
    - un programmino del menga compilato sulla mia macchina non sarà "trusted" e non girerà, o non sarà facile farlo girare sulla macchina di tizio
    - come farà a diventare trusted tutto il freeware che c'è in giro ora?
    - eccetera.

    E comunque, "il TC sarà su tutti i S.O.": uno ce n'è nelle case della gente, sempre quello.
    Poi quattro gatti hanno Mac e due Linux. E quello che viene chiamato "utente comune" è a posto.
    Non so da dove saltino fuori "tutti gli S.O.", neanche ce ne fossero a decine da scegliere nelle macchine esposte al centro commerciale.

  • - Scritto da: wowbagger
    > Ma questo non toglie che:
    > - non ci si scambia più un accidente, no
    > musichette no filmetti

    guarda che se non proteggi le tue musichette e i filmetti quelli si vedono lo stesso dato che non hanno la protezione. Sei tu che se vuoi proteggerli devi applicargli esplicitamente la protezione

    > - l'Open Source viene snaturato: se ho un
    > sorgente "trusted", una variazione fatta da me
    > non lo sarà

    ti ho già detto che solo il software firmato è protetto, quello non firmato funziona. Quindi tutto il software attuale funziona, tutto il software prodotto da te funzionerà a meno che non sei tu a proteggerlo digitalmente.

    non+autenticato
  • A mio avviso da quando c'è XP molte delle dicerie (verità) su windows sono cadute: windows 98 non era degno, se non sbaglio non rilasciava alcune risorse ed era obbligatorio riavviare ogni tot, pena crash di sistema. Già il 2000 andava alla grande, ma in molti non l'hanno provato.

    Linux, l'ho provato molte volte e lo uso su ogni server che ho (al momento sono 7), ma non credo proprio che lo utilizzerei sul mio pc tutti i giorni: trovo sempre seri bug di utilizzo (mica parlo del buffer overflow di qualche remoto servizio...) che mi fanno abbandonare il tutto.
    Credo che linux sia pronto per esperti con tempo da dedicarci (io non ne ho) e utenti "basic" - web+posta+poco altro.

    Ora se mi devo preoccupare di una nuova versione di xp che non aggiungerà nulla di che... piuttosto passo al mac, anche se ha delle cose che non mi piacciono.

    Ficoso   Ficoso   Ficoso   Ficoso   Ficoso   Ficoso
    Comunque ricordate che se il pc ci impedisce di fare qualcosa, sarà lecito "sbloccarla" perchè, come per la playstation e le sentenze relative che ne autorizzano i mod-chip, di un bene di mio possesso posso farci quel cavolo che mi pare, anche usarlo come tostapane. Se poi windows si riufiuta di funzionare così, allora dovrò veramente cambiare sistema operativo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > A mio avviso da quando c'è XP molte
    > delle dicerie (verità) su windows sono
    > cadute: windows 98 non era degno, se
    > non sbaglio non rilasciava alcune
    > risorse ed era obbligatorio riavviare
    > ogni tot, pena crash di sistema. Già il
    > 2000 andava alla grande, ma in molti
    > non l'hanno provato.

    Sicuramente XP e' migliorato, ma continuano a dover essere riavviati, sulle postazioni XP non lascio documenti aperti con appunti per settimane come faccio con linux.
    Per la cronaca l'uptime del sistema che uso come desktop al lavoro ha un uptime di 59 giorni, ovvero l'ultima volta che e' andata via la corrente in xona.

    Anche sul rilascio delle risorse e' migliorato, ma ancora si rendono necessari a volte programmi di terzi che individuano quale processo sta bloccando un file. Senza contare che trovo ridicolo nel 2006 dover riavviare per entrare in un dominio.

    > Linux, l'ho provato molte volte e lo uso su
    > ogni server che ho (al momento sono 7), ma
    > non credo proprio che lo utilizzerei sul mio
    > pc tutti i giorni: trovo sempre seri bug di
    > utilizzo (mica parlo del buffer overflow di
    > qualche remoto servizio...) che mi fanno
    > abbandonare il tutto.

    Tipo ??? Quali programmi ti danno problemi ? Descrivi un po' meglio i bug di cui parli.

    > Credo che linux sia pronto per esperti con
    > tempo da dedicarci (io non ne ho) e utenti
    > "basic" - web+posta+poco altro.

    Bhe in ufficio gli utenti che devono fare nelle loro postazioni ?? Installare giochiniA bocca aperta ?

    > Ora se mi devo preoccupare di una nuova
    > versione di xp che non aggiungerà nulla di
    > che...
    > piuttosto passo al mac, anche se ha delle
    > cose che non mi piacciono.

    >   Ficoso   Ficoso   Ficoso   Ficoso   Ficoso   Ficoso
    > Comunque ricordate che se il pc ci impedisce
    > di fare qualcosa, sarà lecito "sbloccarla"
    > perchè, come per la playstation e le sentenze
    > relative che ne autorizzano i mod-chip, di un
    > bene di mio possesso posso farci quel cavolo
    > che mi pare, anche usarlo come tostapane. Se
    > poi windows si riufiuta di funzionare così,
    > allora dovrò veramente cambiare sistema
    > operativo.

    Chi vivra' vedra'
    non+autenticato

  • > Sicuramente XP e' migliorato, ma continuano a
    > dover essere riavviati, sulle postazioni XP non
    > lascio documenti aperti con appunti per settimane
    > come faccio con linux.
    > Per la cronaca l'uptime del sistema che uso come
    > desktop al lavoro ha un uptime di 59 giorni,
    > ovvero l'ultima volta che e' andata via la
    > corrente in xona.

    Il mio windows xp, nonostante tutta l'immondizia installata, sta acceso in media due settimane... riavvio quando mi crasha fifa 2005, visto che non ho alternative


    > Anche sul rilascio delle risorse e' migliorato,
    > ma ancora si rendono necessari a volte programmi
    > di terzi che individuano quale processo sta
    > bloccando un file. Senza contare che trovo
    > ridicolo nel 2006 dover riavviare per entrare in
    > un dominio.

    Per fortuna non mi sono capitati questi problemi, ma so che hai ragione. Non hai idea delle cose insolite che succedono con il dav...


    > Tipo ??? Quali programmi ti danno problemi ?
    > Descrivi un po' meglio i bug di cui parli.

    A partire dalla lentezza dell'interfaccia grafica, ogni tanto vado per lanciare un programma... e non parte. La segnalazione del lancio di un programma (iconcina sul mouse) è fasulla, alcuni programmi crashano (non mi chiedere i nomi, non mi segno mica tutto).... ne potrei dire tante, a seconda del sistema che ho sotto mano.

    > > Credo che linux sia pronto per esperti con
    > > tempo da dedicarci (io non ne ho) e utenti
    > > "basic" - web+posta+poco altro.
    >
    > Bhe in ufficio gli utenti che devono fare nelle
    > loro postazioni ?? Installare giochiniA bocca aperta ?

    In molti casi va bene, anzi meglio - così si evitano molti problemi. Ma se capita un imprevisto è mediamente più difficile da risolvere.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > ...Senza contare che trovo
    > ridicolo nel 2006 dover riavviare per entrare in
    > un dominio.

    Vedi il lato positivo, almeno adesso non è necessario riavviare perché hai cambiato l'indirizzo IP alla scheda di rete.

    ;)

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > A mio avviso da quando c'è XP molte
    > > delle dicerie (verità) su windows sono
    > > cadute: windows 98 non era degno, se
    > > non sbaglio non rilasciava alcune
    > > risorse ed era obbligatorio riavviare
    > > ogni tot, pena crash di sistema. Già il
    > > 2000 andava alla grande, ma in molti
    > > non l'hanno provato.
    >
    > Sicuramente XP e' migliorato, ma continuano a
    > dover essere riavviati, sulle postazioni XP non
    > lascio documenti aperti con appunti per settimane
    > come faccio con linux.

    Hai fatto dei test per stabilirlo?
    No, giusto per avere un altro punto di vista...

    > Per la cronaca l'uptime del sistema che uso come
    > desktop al lavoro ha un uptime di 59 giorni,
    > ovvero l'ultima volta che e' andata via la
    > corrente in xona.

    Bravo, vuol dire che non installi patch?
    E non mi dire che almeno una volta al mese non ce n'e' anche per Linux, perche' ci credo poco...

    >
    > Anche sul rilascio delle risorse e' migliorato,
    > ma ancora si rendono necessari a volte programmi
    > di terzi che individuano quale processo sta
    > bloccando un file.

    E' vero, oh.exe e' un po' piu' ostico di processexplorer, ma c'e'.

    > Senza contare che trovo
    > ridicolo nel 2006 dover riavviare per entrare in
    > un dominio.

    Io trovo ridicolo che tu faccia queste affermazioni se comprendi quello che c'e' dietro all'inserimento in dominio di un client/server... Perche' lo sai, vero? Occhiolino
    [cut]

  • - Scritto da: Gianluca70
    > - Scritto da: Anonimo
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > A mio avviso da quando c'è XP molte
    > > > delle dicerie (verità) su windows sono
    > > > cadute: windows 98 non era degno, se
    > > > non sbaglio non rilasciava alcune
    > > > risorse ed era obbligatorio riavviare
    > > > ogni tot, pena crash di sistema. Già il
    > > > 2000 andava alla grande, ma in molti
    > > > non l'hanno provato.
    > > Sicuramente XP e' migliorato, ma
    > > continuano a dover essere riavviati,
    > > sulle postazioni XP non lascio
    > > documenti aperti con appunti per
    > > settimane come faccio con linux.
    > Hai fatto dei test per stabilirlo?
    > No, giusto per avere un altro punto di vista...

    Un altro punto di vista te lo da' l'altro che mi ha risposto, leggilo.

    > > Per la cronaca l'uptime del sistema che
    > > uso come desktop al lavoro ha un uptime
    > > di 59 giorni, ovvero l'ultima volta che
    > > e' andata via la corrente in xona.
    > Bravo, vuol dire che non installi patch?
    > E non mi dire che almeno una volta al
    > mese non ce n'e' anche per Linux, perche'
    > ci credo poco...

    Bhe, ogni tanto lancio uno script che aggiorna tutto il software che ho installato, anche mentre lo sto usando, quando riavvio il singolo programma e' la nuova versione.
    Ammetto che il kernel lo aggiorno piu' di rado, ma pazienza, anche cosi' non ho mai avuto problemi di instabilita', virus, dialer ed altra spazzatura.

    > > Anche sul rilascio delle risorse e'
    > > migliorato, ma ancora si rendono
    > > necessari a volte programmi di terzi
    > > che individuano quale processo sta
    > > bloccando un file.
    > E' vero, oh.exe e' un po' piu' ostico di
    > processexplorer, ma c'e'.

    Non so a cosa ti riferisca riferisca tu, io mi riferisco a questo :
    http://punto-informatico.it/download/scheda.asp?i=...

    > > Senza contare che trovo ridicolo nel
    > > 2006 dover riavviare per entrare in
    > > un dominio.

    > Io trovo ridicolo che tu faccia queste
    > affermazioni se comprendi quello che
    > c'e' dietro all'inserimento in dominio
    > di un client/server...
    > Perche' lo sai, vero? Occhiolino

    Dai adesso non esagerare, dire che Linux Samba fa magia perche' mi fa entrare in un dominio senza riavviare mi sembra eccessivo da parte tua.

    Saluti Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Gianluca70
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > Sicuramente XP e' migliorato, ma
    > > > continuano a dover essere riavviati,
    > > > sulle postazioni XP non lascio
    > > > documenti aperti con appunti per
    > > > settimane come faccio con linux.
    > > Hai fatto dei test per stabilirlo?
    > > No, giusto per avere un altro punto di vista...
    >
    > Un altro punto di vista te lo da' l'altro che mi
    > ha risposto, leggilo.

    Veramente volevo sapere dei tuoi test sulle wks WinXPSorride

    >
    > > > Per la cronaca l'uptime del sistema che
    > > > uso come desktop al lavoro ha un uptime
    > > > di 59 giorni, ovvero l'ultima volta che
    > > > e' andata via la corrente in xona.
    > > Bravo, vuol dire che non installi patch?
    > > E non mi dire che almeno una volta al
    > > mese non ce n'e' anche per Linux, perche'
    > > ci credo poco...
    >
    > Bhe, ogni tanto lancio uno script che aggiorna
    > tutto il software che ho installato, anche mentre
    > lo sto usando, quando riavvio il singolo
    > programma e' la nuova versione.
    > Ammetto che il kernel lo aggiorno piu' di rado,
    > ma pazienza, anche cosi' non ho mai avuto
    > problemi di instabilita', virus, dialer ed altra
    > spazzatura.

    Nemmeno io, guarda caso, visto che uso un account non amministrativo e visto che tutta la spazzatura piu' becera in circolazione si basa per funzionare solo sul postulato che si stia utilizzando un account con diritti amministrativi...

    >
    > > > Anche sul rilascio delle risorse e'
    > > > migliorato, ma ancora si rendono
    > > > necessari a volte programmi di terzi
    > > > che individuano quale processo sta
    > > > bloccando un file.
    > > E' vero, oh.exe e' un po' piu' ostico di
    > > processexplorer, ma c'e'.
    >
    > Non so a cosa ti riferisca riferisca tu, io mi
    > riferisco a questo :
    > http://punto-informatico.it/download/scheda.asp?i=

    OH.EXE (OpenHandle) e' il tool MS che elenca gli handle aperti da un eseguibile ai file del FS.

    >
    > > > Senza contare che trovo ridicolo nel
    > > > 2006 dover riavviare per entrare in
    > > > un dominio.
    >
    > > Io trovo ridicolo che tu faccia queste
    > > affermazioni se comprendi quello che
    > > c'e' dietro all'inserimento in dominio
    > > di un client/server...
    > > Perche' lo sai, vero? Occhiolino
    >
    > Dai adesso non esagerare, dire che Linux Samba fa
    > magia perche' mi fa entrare in un dominio senza
    > riavviare mi sembra eccessivo da parte tua.

    Vedi, SAMBA per Linux non credo esegua e permetta tutto quello che ti offre il Client MS per AD (ovviamente sono tutto orecchi per saperne di piu', visto che non lo uso).

    Durante la configurazione di una WKS Win per accedere ad una dominio, non vengono creati solo un banale account macchina, ma:

    - implementato un secure channel tra DCs e wks
    - aggiunti degli utenti di Dominio ai gruppi locali di amministrazione
    - modificate le ACL del FS (in alcuni casi)
    - attivate le GPO secondo l'appartenenza alle OU
    - attivata la gestione remota del sistema
    - attivata la registrazione automatica nel DNS autoritativo del dominio/foresta, per permettere la ricerca selettiva per site e domain dei DCs piu' "vicini"
    - modificato il funzionamento del sottosistema di gestione dei processi e il processo stesso di logon, in modo che siano in grado di autenticare non solo gli account locali ma soprattutto quelli di dominio
    - ovvero, anche eliminando esplicitamente qualsiasi riferimento ad account di dominio all'interno dei gruppi locali, una wks in dominio sara' sempre soggetta al controllo centralizzato, poiche' il sottosistema CSRSS+LSASS+WINLOGON permettera' sempre ai Domain Admins di ripristinare tutti i parametri di default.
    - considera che, per la scelta architetturale di Windows, i 3 suddetti processi non possono essere stoppati e rieseguiti come tutti gli altri, ma richiedono il riavvio del sistema a fronte di riconfigurazioni cosi' "invasive" (prova a killarli, vedrai cosa succede Occhiolino .
    [ATTENZIONE: fallo solo su una wks di test con applicazioni chiuse, per evitare perdite di dati]

    Se mi dici che SAMBA per Linux permette tutto questo (mi mandi un link?), allora c'e' un evidente svantaggio da parte del processo MS, altrimenti e' chiaro che non implementando tutte le caratteristiche del client MS, SAMBA non richiede una drastica riconfigurazione del sistema e conseguente riavvio.


    >
    > Saluti Sorride

    ContraccambioSorride
  • - Scritto da: Gianluca70
    > - Scritto da: Anonimo
    > > - Scritto da: Gianluca70
    > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > Sicuramente XP e' migliorato, ma
    > > > > continuano a dover essere riavviati,
    > > > > sulle postazioni XP non lascio
    > > > > documenti aperti con appunti per
    > > > > settimane come faccio con linux.
    > > > Hai fatto dei test per stabilirlo?
    > > > No, giusto per avere un altro punto di
    > > vista...
    > > Un altro punto di vista te lo da' l'altro che mi
    > > ha risposto, leggilo.
    > Veramente volevo sapere dei tuoi test sulle
    > wks
    > WinXPSorride

    ??? ??? ???

    > > Bhe, ogni tanto lancio uno script che
    > > aggiorna tutto il software che ho installato,
    > > anche mentre lo sto usando, quando
    > > riavvio il singolo programma e' la
    > > nuova versione.
    > > Ammetto che il kernel lo aggiorno piu'
    > > di rado, ma pazienza, anche cosi' non
    > > ho mai avuto problemi di instabilita',
    > > virus, dialer ed altra spazzatura.

    > Nemmeno io, guarda caso, visto che uso un
    > account non amministrativo e visto che tutta
    > la spazzatura piu' becera in circolazione si
    > basa per funzionare solo sul postulato che
    > si stia utilizzando un account con diritti
    > amministrativi...

    A leggere i bollettini di sicurezza M$ non si direbbe...

    > > > > Anche sul rilascio delle risorse e'
    > > > > migliorato, ma ancora si rendono
    > > > > necessari a volte programmi di terzi
    > > > > che individuano quale processo sta
    > > > > bloccando un file.
    > > > E' vero, oh.exe e' un po' piu' ostico di
    > > > processexplorer, ma c'e'.
    > > Non so a cosa ti riferisca riferisca tu, io mi
    > > riferisco a questo :

    http://punto-informatico.it/download/scheda.asp?i=

    > OH.EXE (OpenHandle) e' il tool MS che
    > elenca gli handle aperti da un eseguibile
    > ai file del FS.

    Quindi ?? Fa la stessa cosa ? Ti indica quali file il tuo sistema sta bloccando senza motivo logico ?

    > > > > Senza contare che trovo ridicolo nel
    > > > > 2006 dover riavviare per entrare in
    > > > > un dominio.
    > > > Io trovo ridicolo che tu faccia queste
    > > > affermazioni se comprendi quello che
    > > > c'e' dietro all'inserimento in dominio
    > > > di un client/server...
    > > > Perche' lo sai, vero? Occhiolino
    > > Dai adesso non esagerare, dire che Linux
    > > Samba fa magia perche' mi fa entrare in
    > > un dominio senza riavviare mi sembra
    > > eccessivo da parte tua.
    > Vedi, SAMBA per Linux non credo esegua e
    > permetta tutto quello che ti offre il Client
    > MS per AD (ovviamente sono tutto orecchi
    > per saperne di piu', visto che non lo uso).

    Non so dirti dettagliatamente, so che lo uso al lavoro e mi permette tranquillamente di girellare attraverso la rete M$ per tutto quello che mi serve per quello che devo fare.

    > Durante la configurazione di una WKS Win
    > per accedere ad una dominio, non vengono
    > creati solo un banale account macchina, ma:

    > - implementato un secure channel tra DCs e \
    > wks

    Il secure cannel lo supporta.

    > - aggiunti degli utenti di Dominio ai gruppi
    > locali di amministrazione

    Aggiunti in che senso ?? Nuovi tipi di user ?

    > - modificate le ACL del FS (in alcuni casi)

    Non so, non conosco.

    > - attivate le GPO secondo l'appartenenza alle
    > OU
    > - attivata la gestione remota del sistema
    > - attivata la registrazione automatica nel DNS
    > autoritativo del dominio/foresta, per
    > permettere la ricerca selettiva per site e
    > domain dei DCs piu' "vicini"

    Non so, non conosco.

    > - modificato il funzionamento del sottosistema
    > di gestione dei processi e il processo stesso
    > di logon, in modo che siano in grado di
    > autenticare non solo gli account locali ma
    > soprattutto quelli di dominio

    Che io sappia lo fa.

    > - ovvero, anche eliminando esplicitamente
    > qualsiasi riferimento ad account di dominio
    > all'interno dei gruppi locali, una wks in
    > dominio sara' sempre soggetta al controllo
    > centralizzato, poiche' il sottosistema
    > CSRSS+LSASS+WINLOGON
    > permettera' sempre ai Domain Admins di
    > ripristinare tutti i parametri di default.

    > - considera che, per la scelta architetturale
    > di Windows, i 3 suddetti processi non
    > possono essere stoppati e rieseguiti come
    > tutti gli altri, ma richiedono il riavvio del
    > sistema a fronte di riconfigurazioni cosi'
    > "invasive" (prova a killarli, vedrai cosa
    > succede Occhiolino .

    Un po' come succedeva per cambiare IP, anche quello era molto invasivo (solo su window) e richiedeva il riavvio della macchina.


    > Se mi dici che SAMBA per Linux permette
    > tutto questo (mi mandi un link?), allora c'e'
    > un evidente svantaggio da parte del processo
    > MS, altrimenti e' chiaro che non
    > implementando tutte le caratteristiche del
    > client MS, SAMBA non richiede una drastica
    > riconfigurazione del sistema e conseguente
    > riavvio.

    Al di la' di utilizzarlo senza problemi, all'interno di una rete M$ di una certa complessita, gestita da server 2003; il che mi fa pensare che l'implementazione sia piuttosto buona, visto che mi permette di fare tutto quello che mi e' necessario e sembra andare tutto benissimo; io non mi intendo particolarmente di protocolli di rete M$, quindi devo lasciare a te il controllo.

    Per informazioni sulle capacita' di samba consiglio il cangelog : http://us1.samba.org/samba/history/samba-3.0.14a.h...

    E un articolo dal sito principale http://www.samba.org/samba/docs/man/Samba-Guide/






    > > Saluti Sorride
    >
    > ContraccambioSorride
    non+autenticato
  • > Credo che linux sia pronto per esperti con
    > tempo da dedicarci (io non ne ho) e utenti
    > "basic" - web+posta+poco altro.

    è quello che ho sempre "sentito" da "altri"
    finchè ho provato Knoppix. Questa distribuzione è
    disponibile come LiveCD, nel senso che non devi
    installare su HD ma fai il boot da CD. Sicuro che è
    diverso da windows ma è altrettanto facile da usare.
    Il passo successivo potrebbe essere Debian (da cui
    Knoppix deriva) che è IMHO ottima distro.
    Knoppix l'ho usato a lungo, per data recovery, e ha
    "girato" con 256Mb di RAM. Il disco che "piantava"
    windows al boot, con Knoppix lo leggevo (in parte).
    Debian (versione stabile) è anni luce avanti a vi$ta.
    Se poi la necessità è di far "girare" i nuovi giochi
    allora una soluzione potrebbe essere VMware.
    O una seconda partizione per windoze se proprio...
    non+autenticato
  • > è quello che ho sempre "sentito" da "altri"
    > finchè ho provato Knoppix. Questa distribuzione è
    > disponibile come LiveCD, nel senso che non devi
    > installare su HD ma fai il boot da CD. Sicuro che
    > è
    > diverso da windows ma è altrettanto facile da
    > usare.
    > Il passo successivo potrebbe essere Debian (da cui
    > Knoppix deriva) che è IMHO ottima distro.
    > Knoppix l'ho usato a lungo, per data recovery, e
    > ha
    > "girato" con 256Mb di RAM. Il disco che "piantava"
    > windows al boot, con Knoppix lo leggevo (in
    > parte).
    > Debian (versione stabile) è anni luce avanti a
    > vi$ta.
    > Se poi la necessità è di far "girare" i nuovi
    > giochi
    > allora una soluzione potrebbe essere VMware.
    > O una seconda partizione per windoze se proprio...


    Knoppix la uso anch'io per il data-recovery, debian quando l'ho provata dava molti problemi nell'installazione (ma pare che ora sia diverso, devo riprovarla).
    Cmq non è per i giochi, ma per alcuni programmi specifici: non esiste alcun editor html buono come dreamweaver (potete farmi le vostre liste di programmi alternativi, ma probabilmente le ho già provate), gimp non è photoshop e tante altre cosette.

    Il guaio dell'open source è che spesso si trovano in giro delle cose non testate a fondo: l'ultima volta su windows ho rischiato con thunderbird di perdere tutta la posta e firefox mi crasha più spesso di explorer.
    non+autenticato
  • Io vi consiglio vivamente la Kubuntu (www.kubuntu.org)...vi assicuro che cambierete idea su Linux lato Desktop.
    Io ci lavoro da circa un anno, vengo dalla SuSE e precedentemente dal mondo Microsoft, e non cambierei distro e/o S.O. per nulla al mondo.
    Se poi avete bisogno di far girare alcuni applicativi tipicamente del mondo Windows (office, photoshop, internet explode, ecc..), installate Wine e gli WineTools.
    Se invece vi serve Windows ogni tanto per lavoro o per gioco, installate Vmware...
    Vi assicuro, e posso dimostrarvelo, che Linux è ai livelli, io penso anche meglio, di Windows.
    Ciao ciao, Francesco.
    non+autenticato

  • L'acronimo di VISTA è anche l'elenco dei suoi 5 problemi più importanti:

    1) Virus
    2) Infezione
    3) Spyware
    4) Trojan
    5) Adware

    V I S T A



    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > L'acronimo di VISTA è anche l'elenco dei suoi 5
    > problemi più importanti:
    >
    > 1) Virus
    > 2) Infezione
    > 3) Spyware
    > 4) Trojan
    > 5) Adware
    >
    > V I S T A
    >
    >
    >

    devo correggerti, il punto 2) e' ridondante

    1) Virus
    2) Instabilita'
    3) Spyware
    4) Trojan
    5) Adware

    adesso e' giusto ^^
    non+autenticato
  • il testo originale è il seguente, con tanto di link... Deluso
    una volta il uogo comune era "i giapponesi copiano"
    adesso invece è... "quelli che ti copiano, oh yee"
    in effetti questo è pertinente con vi$ta, vedi il già
    leggenda iexploder7 (con il tabbed browsing, oh ye)

    http://www.maclive.net/sid/135

    By JEB on January 8, 2006 at 12:33 AM

    The top five Windows problems:

    1) Viruses. 2) Infections. 3) Spyware. 4) Trojans. 5) Adware.

    What a perfect acronym for the latest from Redmond!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > L'acronimo di VISTA è anche l'elenco dei suoi 5
    > problemi più importanti:
    >
    > 1) Virus
    > 2) Infezione
    > 3) Spyware
    > 4) Trojan
    > 5) Adware
    >
    > V I S T A

    Proprio come i bambini...
    ma se ancora non esce, e da 2 giorni e' disponibile la versione alfa, come fate a dire che sara' bacato, instabile, insicuro, etc?
    Non mi dire che hai pregiudizi, non ci posso credere! da un utente linux non me lo aspetterei proprio!!

    saluti
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Proprio come i bambini...
    > ma se ancora non esce, e da 2 giorni e'
    > disponibile la versione alfa, come fate a dire
    > che sara' bacato, instabile, insicuro, etc?
    > Non mi dire che hai pregiudizi, non ci posso
    > credere! da un utente linux non me lo aspetterei
    > proprio!!
    >
    > saluti

    Non è questione di pregiudizi, ma ogni volta è la stessa storia. M$ dice "ecco il nuovo SO più sicuro, più stabile più ..." e poi i fatti dimostrano quello che i SO M$ sono.
    Per esempio, quando è uscito XP doveva spaccare i monti, una vera eSperienza e ora si dice che Vista risolverà i problemi di sicurezza che evidentemente Xp ha, ma allora con Xp ci hanno preso per il cxxo?
    Sembra come quella proprietà matematica (non ricordo il nome) che dimostrato P e P+1 seguono le proprietà successive.
    Io mi fermo a Xp e poi quando non mi basterà più guarderò altrove.
  • - Scritto da: citrullo
    > - Scritto da: Anonimo

    > > Proprio come i bambini...
    > > ma se ancora non esce, e da 2 giorni e'
    > > disponibile la versione alfa, come fate
    > > a dire che sara' bacato, instabile, insicuro,
    > > etc?
    > > Non mi dire che hai pregiudizi, non ci
    > > posso credere! da un utente linux non
    > > me lo aspetterei proprio!!
    > > saluti

    > Non è questione di pregiudizi, ma ogni
    > volta è la stessa storia. M$ dice "ecco il
    > nuovo SO più sicuro, più stabile più ..." e
    > poi i fatti dimostrano quello che i SO M$
    > sono.
    > Per esempio, quando è uscito XP doveva
    > spaccare i monti, una vera eSperienza e
    > ora si dice che Vista risolverà i problemi
    > di sicurezza che evidentemente Xp ha, ma
    > allora con Xp ci hanno preso per il cxxo?

    E i cartelloni di windows 2000 ??? Con il piede di porco e la scritta che diceva essere l'unico modo di aprire il nuovo windows... O la spina staccata... Una mancanza di corrente doveva essere l'unico modo di buttare giu' windows 2000 e dopo 1 settimana torme di amighisti passavano nei canali freguentati da utenti e sistemisti windows scrivendo sulla shell "winnuke *".

    Ad un certo punto un'azienda si crea un'immagine, pultroppo per lei l'immagine che si e' creata la microsoft e' negativa (a mia opinione) e per cambiarla non credo che bastera' il marcheting. c


    > Sembra come quella proprietà matematica (non
    > ricordo il nome) che dimostrato P e P+1 seguono
    > le proprietà successive.
    > Io mi fermo a Xp e poi quando non mi basterà più
    > guarderò altrove.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 20 discussioni)