Wind, verifica posizione dominante

Lo ha preannunciato Enzo Cheli, che ancora non parla di istruttoria

Roma - L'Autorità TLC ha iniziato a valutare la posizione sul mercato dell'operatore telefonico Wind dopo la fusione con Infostrada e in particolare in merito ai servizi internet.

Ad affermarlo è il presidente dell'Autorità TLC Enzo Cheli che ha spiegato che "ci sarà una prima informativa sulla posizione relativa ad internet complessiva di Wind". "Non si tratta di un'apertura formale di istruttoria - ha specificato Cheli - ma è un tema che viene posto all'attenzione del Consiglio".

In particolare, ha spiegato il presidente dell'Autorità: "Noi stiamo valutando la notevole forza di mercato nella connessione Internet, nei confronti di tutti gli operatori. Poi, basta vedere le statistiche per capire in particolare di chi".
7 Commenti alla Notizia Wind, verifica posizione dominante
Ordina
  • guardate ... tra wind-infostrada e telecom ... è un duopolio ... almeno sono in 2

    grossi ma 2
    non+autenticato
  • Prima danno a Wind il permesso di acquistare Infostrada, poi indagano il colosso che ne risulta per la sua posizione dominante.
    Siamo veramente al paradosso!!!
    non+autenticato
  • adesso ci tolgono anche la flat no stop invece di agevolare la FRIACO, ma sto Cheli dice di voler aiutare internet e la sua diffusione? mah...
    non+autenticato
  • se fosse SuperBerlusca il proprietario di sicuro non
    indagarebbero niente!! Triste
    Ma la teleKom non è anche in posizione dominante??
    non+autenticato
  • > ma sto Cheli dice di voler
    > aiutare internet

    Non credo abbia avuto la faccia di fare affermazioni così spudorate.

    L'Autorità per le Comunicazioni in Italia è quella che consente tariffe per le linee dedicate a Internet 8 volte più alte di quelle inglesi, ad esempio.

    E che ha regalato alla Telecom Italia un aumento del canone (obbligatorio), visto che gli utenti sempre più spesso per le telefonte si rivolgono ad altri operatori.

    Gli Italiani hanno perso la doverosa abitudine di indignarsi di fronte a certi ladrocini. E quando qualcuno prova a dire mezza parola, viene aggredito e accusato di essere un giustizialista...

    Com'era quella canzone? "In questo mondo di ladri..."

    Ciao.
    non+autenticato
  • Hai proprio ragione.La gente si ammazza di discorsi per capire..per denunciare..per far valere i suoi diritti.Ora come ora pagatevi la tut come anni fa..Signori nn e' cambiato nulla.NN mi dite di adsl perche' e' talmente nn diffusa che nn potete dire che allo stato sia un servizio che viene offerto.Viene offerto si..ma solo dove vuole l'"""operatore""".Il restante 90% ditemi voi.Nn oso pensare cosa ci sia sotto tutto questo..in Italia. Mio Dio che brutta situazione.Si vuole aiutare il "sud" e poi nn siamo in grado di avere servizi uniformi da nessuna parte......mah....sempre piu' deluso e deciso ad abbandonare internet.Sta solo diventando una fonte di soldi per i potenti.Prima ci hanno abituato..ora ci tolgono il terreno sotto i piedi..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Jul
    > Prima danno a Wind il permesso di acquistare
    > Infostrada, poi indagano il colosso che ne
    > risulta per la sua posizione dominante.
    > Siamo veramente al paradosso!!!

    siamo in piena italietta dei "tarallini"Triste
    non+autenticato